Benvenuti a tutti i fan della All Elite Wrestling, anche questo giovedì arriva il report e alla tastiera ci sono Corey e Dorian che vi accompagnano a South Haven dove ci sarà un bel omaggio al wrestling che fu a Memphis sotto la spinta di Jerry Lawler. Ci saranno diverse personalità del passato molto amate e ovviamente ci saranno i protagonisti attuali, con Riho impegnata a difendere il suo titolo contro Kris Statlander mentre i fratelli Rhodes se la vedranno contro i Lucha Brothers. Pronti? Partiamo pure!

La leggenda del wrestling di Memphis Dave Brown si accomoda al tavolo di commento per formare un inedito (a queste latitudini) team a quattro con Tony Schiavone, Excalibur e ovviamente Jim Ross.

Adam Page & Kenny Omega vs Private Party 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Continuano gli scricchiolii che porteranno Adam Page a diventare heel e tradire coloro che attualmente sono i suoi amici. I Party tirano fuori una buonissima prova, ma non possono nulla a questi due che con il giusto impegno vincono senza troppe difficoltà in un ottimo opener di puntata. Il pin conclusivo arriva per mano di Kenny che con la Winged Angel porta la vittoria al suo team.

Winners: Adam Page & Kenny Omega

Nel backstage intanto PAC brutalizza ancora Michael Nakazawa come monito per Omega: deve accettare di poter lottare con lui un altro match. Kenny scende dal ring e va verso il backstage per sincerarsi delle condizioni dell’amico. Intanto Page inizia a bere birra col pubblico come se niente fosse.

Al rientro dalla pubblicità vediamo un po’ di giovani donzelle: Brandi si accomoda al tavolo di commento mentre la Shida e la Baker sono sedute tra il pubblico.

WOMEN’S TITLE MATCH – Riho (c) vs Kris Statlander 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

L’impegno delle due è stato notevole, ma non è bastato a rendere accattivante il match. Manca ancora tanto alle signorine della AEW e probabilmente la scelta di far intervenire diverse persone, fa trasparire la stessa consapevolezza della federazione sul loro lottato. Tempi, storytelling e situazioni di distrazioni dell’arbitro hanno parecchio bisogno di migliorare.

Winner and still Women’s Champion: Riho

Nel post match continua l’intervento della Nightmare Collective ai danni della campionessa e dell’aliena. Interviene anche la Shida a salvare le face, arrivano Sonny Kiss ad evitare il peggio mentre la Baker non si è mossa, dando un altro segnale sul suo possibile turn heel.

Sammy Guevara vs Christopher Daniels 3 out of 5 stars (3 / 5)

Il match è stato abbastanza bello e recitato bene, ma il finale proprio non lo capisco. Può uno come Daniels perdere per una doppia ginocchiata dopo essere stato distratto da Pentagon? La risposta è chiaramente no, e tutto quello visto sul quadrato non basta a lasciare un buon ricordo di questo match. Peccato

Winner: Sammy Guevara

Nel post match i Dark Order arrivano sul ring e hanno un solo bersaglio, Christopher Daniels. Il pubblico non crede più in lui, è diventato un perdente, un fantasma del suo passato. Ha però la possibilità di redimersi e di rilanciarsi, così gli offre una maschera per entrare a far parte del gruppo. Ovviamente Daniels rifiuta e gliela lancia addosso! Il Dark Order lo attacca brutalmente, ma arriva gli SCU e i Bucks a riequilibrare la situazione e a liberare il ring. Volo di Scorpio Sky da dentro a fuori il ring addosso agli Order! Daniels si prende la sua rivincita colpendo Reynolds con la sua BME.

Lucha Brothers vs Rhodes Brothers 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Bella prestazione di tutti e quattro, anche se i Lucha non hanno ingranato la marcia più alta. Dustin ha raccontato bene i colpi presi alla gamba e Cody, nonostante qualche botch di Fenix, ha dato risalto alla contesa. Vittoria per i Rhodes, grazie al pin di Dustin su Fenix, tra qualche fischio del pubblico, che probabilmente sa che un trionfo dei messicani avrebbe fatto parecchio bene a loro due.

Winners: Rhodes Brothers

Nel post match, Tony Schiavone intervista Cody a riguardo MJF. Interviene Arn Anderson che dice di essere dubbioso sulle condizioni di Friedman poiché non è assolutamente nessuno per porle. Probabilmente Cody vuole questo match, ma è giusto che ne parlino assieme prima e decidano la direzione da prendere. Cody è d’accordo e dice che darà la propria risposta la prossima settimana.

Lanny Poffo è nel backstage con Alex Marvez, dice di essere assolutamente onorato di far parte di questo show e ricordare il padre e il fratello. Dice anche che, stando con gli altri della AEW, ha capito come mai questo show è dinamite pura.

Si torna sul ring dove MJF si presenta assieme a Wardlow. Dice che Cody è un codardo, e allora conta fino a 10 per far sì che arrivi sul ring e gli parli faccia a faccia, da uomo a uomo. Cody non arriva. Si presenta invece DDP, che dice di essere qui per riprendere il discorso interrotto qualche settimana fa. Non pensava sarebbe ritornato in diretta su TNT dopo quasi vent’anni, e non pensava che i fan gli avrebbero chiesto di tornare sul ring per un altro match. MJF prima non lo calcola, poi lo interrompe e dice che è impossibile che possa pensare ad un match visto che non si sa più allacciare gli stivali. Però se vuole combattere, c’è qualcuno che vorrebbe avere a che fare con lui.

Arrivano The Butcher, The Blade e Bunny. MJF ricorda che la WCW è morta e che ora può fare solo due cose: o baciare il suo anello; o prendersi le conseguenze e finire all’ospedale, nel mentre che lui finisce a letto con la figlia. DDP si innervosisce e prova a colpire MJF, cutter su Butcher! Cutter anche su Blade! Arriva però il low blow di MJF e con Wardlow hanno la meglio sull’icona del wrestling, prima che gli arbitri, QT Marshall e Dustin Rhodes liberino il ring prima che finisca davvero male.

The Best Friends vs Jurassic Express 3 out of 5 stars (3 / 5)

Match utile a riprendere fiato dai precedenti e a far divertire i presenti, visto anche quello che ci aspetta in conclusione di puntata. I Jurassic vengono accolti nuovamente con il boato dal pubblico e dimostrano quanto il lavoro delle federazione nel promuovuerli stia funzionando. Contesa lunga quasi 11 minuti passati velocemente, dove i giurassici trovano la vittoria grazie al roll up di Jungle Boy dopo aver sventato la Powerbomb di Taylor.

Winners: Jurassic Express

Arriviamo al momento più atteso. L’Inner Circle arriva sul ring e poi anche Moxley. Jericho lo accoglie con un po’ di champagne e poi inizia un monologo su quanto i Beatles fossero più fighi di Elvis e fossero diventati poi la più grande band della storia. Questo per dire come questa sera siamo pronti ad una grande festa: entra a far parte degli Inner Circle? Mox dice che non può essere comprato, ma anche che è in AEW per dominare e l’unico modo per farlo è far parte del gruppo. Mostra la maglia della stable, dice che domineranno per il resto dei prossimi anni e che il pubblico deve complimentarsi con lui. Dopo di che abbraccia Hager e Guevara. Jericho prende il mic e aggiunge che questo è l’inizio di una nuova era del wrestling.

Mox fa notare che Le Champion sta dimenticando qualcosa. Sì, le chiavi dell’auto. Il pubblico rifiuta quello che sta vedendo e dà del venduto a Moxley. Jericho dice che loro sono stati entrambi capaci di vincere i loro match a Wrestle Kingdom e che il futuro è roseo. Hager e Guevara scendono dal ring, e Moxley dice che ha un’ultima cosa da dire: stava scherzando! Non entrerà mai in questo stupido gruppo dove non c’è nulla che gli possa interessare meno che una cosa, il titolo. Bottigliata addosso a Jericho e DDT, DDT anche a Guevara, dunque esce dal ring nel momento in cui entra Hager. Moxley è ancora uno spirito libero.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6.5
Qualità dei promo
6.5
Evoluzione delle storyline
6.5
Giornalista professionista ed esperto di comunicazione, dal dicembre del 2006 è redattore di Zona Wrestling. Negli anni è stato autore di rubriche di successo come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Il primo giornalista in Italia ad aver parlato diffusamente di TNA ed AEW su un sito italiano di wrestling.