Un saluto ai lettori di ZW, anche oggi siamo super carichi per un nuovo episodio di Dynamite. Oggi si respira l’aria delle grandi occasioni, l’evento speciale Quake by The Lake è pronto ad offrirci grandi emozioni. Tra i match in programma spiccano l’attesissimo Coffin Match tra Brody King e Darby Allin e la rivincita di Revolution 2020 tra il campione del mondo ad interim Jon Moxley e ‘The Lionheart’ Chris Jericho.

Coffin Match: Darby Allin vs. Brody King 4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)

Un opener mozzafiato, violento ed entusiasmante sin dai primi secondi. I due contendenti si sono combattuti con una foga inaudita: Darby ha utilizzato il suo skateboard ricoperto di puntine da disegno per ferire Brody King, quest’ultimo ha reagito con la sua forza bruta riuscendo a mettere a segno colpi pesantissimi ai danni dello Strange Enigma. Brody King ha tentato lo Splash dall’apron su un tavolo posto a bordo ring ma Darby Allin è riuscito ad evitare il colpo, il membro della House of Black ha avuto la peggio nella caduta. Malakai Black, Buddy Matthews (al suo ritorno a Dynamite) e Julia Hart hanno aiutato il loro compagno di stable nel momento di maggiore difficoltà, la House of Black al completo ha letteralmente demolito Darby Allin ed in particolare c’è da segnalare la terrificante Cannon Ball all’angolo eseguita da King sullo Strange Enigma attraverso un tavolo. Buddy Matthews è sceso dal ring per aprire la bara, al suo interno è comparso Sting! The Icon mostra sul suo occhio sinistro gli effetti del Black Mist di Malakai Black, Sting ha sete di vendetta e colpisce King e Matthews con la sua mazza di baseball per poi consegnarla a Malakai in segno di sfida. Il leader della House of Black ha rifiutato l’invito di Sting ed ha lasciato il ring, il mentore di Allin lo ha però rincorso per poi sfidarlo in un faccia a faccia sulla rampa d’entrata. Brody King e Darby Allin tornano a combattersi in una situazione di uno contro uno, il membro della House of Black si è avvinghiato al collo dello Strange Enigma per intrappolarlo nella Sleeper Hold ma il pupillo di Sting si è liberato colpendolo con una catena d’acciaio. La stessa catena è stata usata da Allin per strozzare il suo avversario, Brody King è caduto a peso morto (in modo simile all’eliminazione di Allin nella Royal Rampage proprio per mano del membro della HoB) andando a finire nella bara che si è chiusa in seguito al rovinoso impatto.

Vincitore: Darby Allin

BACKSTAGE: Jon Moxley afferma che il titolo di campione del mondo della AEW è stato fondato sul dolore, lo stesso che infliggerà ai danni di Chris Jericho. Il campione ad interim ha aggiunto che il Lionheart si è distinto per il suo incredibile spirito combattivo. Moxley conclude dicendo che tale spirito combattivo forse non verrà scalfito dai suoi colpi, ma di certo il corpo di Jericho ne risentirà pesantemente.

BACKSTAGE: La parola passa allo sfidante, Jericho ricorda di essere l’ultimo sopravvissuto del Dungeon di Stu Hart. Il Lionheart aggiunge che il suo mentore non era un vecchietto (frecciatina a Regal ed il BCC), bensì un sadico come Stu Hart che lo ha sottoposto ad un dolore fisico e psicologico inimmaginabile. Jericho ha intenzione di sconvolgere Moxley sottoponendolo ad una vera e propria punizione fisica e mentale.

Ci viene mostrato il tabellone per il torneo dedicato ai Trios, una competizione ricca di talento e di scontri super interessanti. Il primo match si terrà in quel di House of The Dragon, l’episodio speciale di Dynamite di settimana prossima, e sarà la sfida tra Andrade, Rush e Dragon Lee ed il trio composto dagli Young Bucks ed un partner misterioso.

Tornado Tag Team Match: Andrade & Rush vs. Lucha Bros. 3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

La stipulazione permette ai contendenti di sbizzarrirsi, i due team coinvolti nel match regalano un incontro spericolato, dal ritmo altissimo e ricco di capovolgimenti di fronte. Il match procede in modo equilibrato ed entrambi i team vanno più volte vicini alla vittoria, il punto di rottura della contesa è stato quando Andrade è riuscito a legare la maschera di Penta Oscuro ad una delle corde in modo da intrappolare il membro dei Lucha Bros. Rush ha eseguito un terrificante Piledriver su Fenix, Penta per interrompere lo schienamento si è dovuto liberare della maschera ma così facendo si è reso vulnerabile agli attacchi della Faccion Ingobernable. Rey Fenix si è trovato così in una situazione di due contro uno ed è stato colpito prima da Rush con il suo Corner Dropkick e dopodiché da Andrade con la El Idolo che è valsa il conto di tre finale.

Vincitori: Andrade & Rush

BACKSTAGE: Gli Young Bucks entrano nello spogliatoio del Dark Order e si avvicinando ad Adam Page. Matt Jackson fa un lungo discorso ricordando i bei momenti dell’Elite, quando tutto andava per il verso giusto ed i membri del gruppo erano unitissimi, fino a che qualcosa è andato storto. Matt ha aggiunto di essersi pentito per gli screzi avuti con l’Hangman e se potesse tornare indietro nel tempo sicuramente si sarebbe comportato in modo diverso, a quel punto il maggiore dei fratelli Jackson si scusa con Adam Page e gli propone di partecipare al suo fianco nel torneo dedicato ai titoli Trios. Adam Page risponde che non può accettare la proposta degli Young Bucks dato che sarebbe una mancanza di rispetto nei confronti del Dark Order, un gruppo di amici sinceri che ha sempre supportato il Cowboy negli ultimi due anni nel bene e nel male. Page aggiunge che non parteciperà al torneo, si troverà all’angolo del Dark Oder per supportarli nella corsa ai titoli Trios. I fratelli Jackson prendono male la notizia e lasciano lo spogliatoio in modo sconsolato.

Luchasaurus vs. Anthony Henry SV

C’è poco da raccontare per quanto riguarda questo incontro, Luchasaurus demolisce il povero Anthony Henry in una manciata di secondi ed ottiene la vittoria.

Vincitore: Luchasaurus

Al termine dell’incontro Christian Cage appare sul Titantron ed è pronto a lanciare una delle sue taglienti frecciatine. Jungle Boy, il quale era seduto al tavolo di commento per assistere al match di Luchasaurus, raggiunge il suo acerrimo rivale nel backstage ma viene interrotto dalla security. Luchasaurus raggiunge l’amico e fa piazza pulita dei membri della security e nella foga colpisce con una testata anche il producer Pat Buck, vedremo se quest’azione irresponsabile porterà a delle serie conseguenze.

Ci viene mostrata una vignetta che riguarda Miro, il bulgaro viene raggiunto da Julia Hart che invita l’ex TNT Champion ad unirsi alla House of Black accettando dunque ‘il dono di Malakai Black’ (il potere donato dal Black Mist). Miro afferma che c’è solo una donna che lo può toccare e quella di certo non è Julia Hart, il Redeemer aggiunge che Dio gli ha finalmente mostrato la retta via ed è quella di schierarsi in modo deciso contro la House of Black ed userà il potere conferito dal dono di Malakai contro di lui.

BACKSTAGE: Mark Henry intervista Powerhouse Hobbs ma quest’ultimo viene interrotto dalla Factory. QT Marshall elogia Hobbs ed afferma che staserà punirà Ricky Starks per aver rifiutato di entrar a far parte della sua stable. L’intento del leader della Factory è quello di entrare nelle grazie di Powerhouse Hobbs in modo da avere il suo aiuto nel match tra Aaron Solo e Ricky Starks, QT Marshall sembra non è riuscito nel suo intento dato che Hobbs fa intendere di non volersi immischiare nei problemi della Factory.

PROMO: Il trio composto da Lethalm Singh e Dutt sale sul ring e quest’ultimo parla del massacro inflitto ai danni di Wardlow in quel di Battle of The Belts III. Jay Lethal prende il microfono e reclama un altro match con in palio il titolo TNT altrimenti Wardlow pagherà serie conseguenze, a quel punto Mr Mayhem entra in scena ed afferma che non ha problemi a concedere il rematch a Lethal ma stasera ha intenzione di massacrare lui ed i suoi amici.

Wardlow si avvia verso il ring quando risuona la theme song degli FTR, i pluricampioni di coppia decidono di schierarsi al fianco del vecchio compagno del Pinnacle. Il trio composto da Wardlow, Wheeler e Harwood mette in fuga gli avversari, Lethal torna sul ring per attaccare Wardow a sorpresa ma cade nelle grinfie degli FTR che lo mettono al tappeto con la Big Rig.

BACKSTAGE: Siamo con la JAS, Menard e Parker affermano che è tutto pronto per i festeggiamenti dell’imminente vittoria titolata di Jericho nel main event di stasera. Daniel Garcia manda un nuovo messaggio indirizzato a Bryan Danielson, il Dragonslayer afferma di aver regalato una vacanza all’American Dragon dato che dopo averlo messo KO nel loro match di due settimane fa è dovuto rientrare a casa dalla sua famiglia. Il segmento si chiude con Annajay che strozza una povera malcapitata che si era trovata li a passare li per caso.

Ricky Starks vs. Aaron Solo 3 out of 5 stars (3 / 5)

Prima del match ci viene mostrata una vignetta che riepiloga i fatti accaduti nelle ultime settimane tra Hobbs e Starks, una finestra è dedicata anche al passato da tag team tra l’ex FTW Champion ed Aaron Solo. A pochi istanti dall’inizio della contesa Cole Karter viene espulso dall’arbitro in seguito alla sua interferenza scorretta ai danni di Starks. Il match procede senza distrazioni e Ricky Starks riesce senza troppi problemi ad ottenere la vittoria in seguito alla Spear che è valsa il conto di tre finale.

Vincitore: Ricky Starks

Nel post match Nick Comoroto è salito sul ring per attaccare Ricky Starks ma quest’ultimo lo ha steso con un’impressionante Spinebuster. The Absolute si è ritrovato nuovamente in una situazione di inferiorità numerica e per questo ha deciso furbamente di battere in ritirata per evitare lo scontro fisico con tutta la Factory. Il collegamento ci porta da Powerhouse Hobbs, quest’ultimo è furioso e contrariato per ciò che ha visto al punto da distruggere una delle TV presenti dietro le quinte.

BACKSTAGE: Billy Gunn critica i suoi figli per i recenti insuccessi, Stokely Hathaway si intromette ed invita Austin e Colten Gunn a svoltare la loro carriera abbandonando il padre ed unendosi a lui. Billy Gunn non ci sta ed ordina ad Hathaway di andare via, il leader del Gunn Club annuncia di aver ufficializzato un match per i suoi figli a Rampage. Il Gunn Club viene interrotto da Danhausen il quale ci informa che sarà lui, al fianco di Erik Redbeard, ad affrontare gli Assboys nella Night 2 di Quake by The Lake che si terrà venerdì notte a Rampage.

BACKSTAGE: Siamo con i Best Friends, il trio viene interrotto dai Trustbusters. Ari Daivari propone a Cassidy di unirsi a lui, Cassidy non prende minimamente in considerazione la proposta scatenando l’ira del leader dei Trustbusters. Orange Cassidy ed Ari Daivari risolveranno le loro tensioni nel match uno contro uno che si terrà venerdì notte a Rampage.

TBS Championship Match: Jade Cargill (c) vs. Madison Rayne 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

La veterana Madison Rayne è sulla carta un’avversaria temibile ma nel corso del match non riesce minimamente a scalfire il dominio di Jade Cargill. La TBS Champion come sempre sprizza sicurezza da tutti i pori e si prende anche gioco dell’avversaria dall’alto della sua maggiore prestanza fisica. Madison Rayne riesce a trovare uno spiraglio ma si fa distrarre da Kiera Hogan, la Cargill prova ad approfittarne e tenta il Big Boot ma la sua avversaria evita il calcio che colpisce in pieno la Baddie a bordo ring. La Rayne prova la Cross Raynes ma la TBS Champion ribalta tutto ed ottiene la vittoria con la Jaded.

Vincitrice: Jade Cargill

Nel post match Athena ha attaccato alle spalle di Jade Cargill, la TBS Champion è costretta alla fuga mentre la sua futura sfidante alza al cielo la cintura.

BACKSTAGE: Tony Schiavone è con le Thunderstorm e ci ricorda dell’infortunio di Kris Statlander, per questo motivo la nuova #1 contender al titolo femminile sarà Toni Storm. Si crea dunque un conflitto d’interesse tra le due amiche: la Storm non ha mai nascosto le sue ambizioni titolate, Thunder Rosa dal canto suo ha dichiarato che circostanze simili nel Wrestling accadono molto spesso ed ha intenzione di parlare con Toni Storm a riguardo.

AEW Interim World Championship Match: Jon Moxley vs. ‘The Lionheart’ Chris Jericho 4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)

Abbiamo assistito ad uno dei migliori match televisivi del 2022, Jericho e Moxley ci hanno regalato una spettacolare contesa di quasi 30 minuti. Un match appassionante, intensissimo, violentissimo e ricco di pathos, in poche parole stiamo parlando di un vero e proprio istant classic. Jericho sfoggia l’immenso bagaglio tecnico del Lionheart riuscendo domare il campione ad interim, il leader della JAS ha messo in scena una prestazione sontuosa ed il suo dominio è stato incontrastato per lunghe fasi della contesa. Moxley d’altro canto non si è mai dato per vinto ed è riuscito a resistere all’impossibile: con un orecchio maciullato dopo che Jericho gli ha letteralmente strappato l’orecchino, il membro del BCC ha subito una Sharpshooter eseguita con il supporto del paletto del ring, è stato per quasi 5 minuti complessivi intrappolato nella Walls of Jericho, è riuscito ad uscire al conto di due dopo il colpo inflitto alla testa con Floyd (la mazza da baseball di Jericho) e soprattutto è stato il primo a sopravvivere alla Judas Effect ed a rendere ancora il tutto più incredibile è stato il fatto che la devastante manovra è stata inflitta dopo che il campione ad interim aveva sbattuto la testa sul turnbuckle scoperto. Lo spiraglio che ha portato Moxley alla vittoria è arrivato quando il membro del BCC è riuscito a scaraventare Jericho sullo stesso turnbuckle che il Lionheart aveva scoperto pochi istanti prima, l’impatto è stato devastante e ha portato il leader della JAS al sanguinamento immediato. L’unico modo possibile per domare un Jericho così in forma, posseduto dallo spirito combattivo del Lionheart, era quello di costringerlo alla resa per soffocamento e Moxley è riuscito in questo intento grazie ad una durissima Sleeper Hold.

Vincitore: Jon Moxley

Al termine dell’incontro la JAS al completo si è scagliata su Moxley, quest’ultimo è stato salvato dal BCC, Ortiz ed Eddie Kingston ma all’improvviso accade un qualcosa di sconvolgente. Risuona ‘Cult of Personality’, il pubblico è in visibilio: CM PUNK ha effettuato il suo ritorno dall’infortunio! Il Best in The World ha aiutato il BCC a fare piazza pulita della JAS, dopodiché ha confrontato Moxley con un intenso faccia a faccia. Un finale super emozionante che personalmente mi ha lasciato senza parole, con questo incredibile mix di emozioni si è chiuso l’episodio di Dynamite di questa settimana.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
8.5
Evoluzione delle storyline
9.0
Qualità dei promo
6.5
Nato a Napoli, 23 anni, reporter ufficiale di Dynamite e Rampage ed ospite fisso sul canale Twitch Open Wrestling TV nella trasmissione 'All About Elite'.