Un caloroso saluto ai lettori di ZW, anche stavolta siamo super carichi per un nuovo episodio di Dynamite. Quest’oggi ci troviamo in quel di Albany, New York, ed il menù del giorno prevede le due semifinali del Tournament of Champions, il match con in palio i titoli di coppia tra gli Swerve in Our Glory ed i Lucha Bros e molto altro ancora. Lo show si apre sulle note di ‘Wild Things’, Jon Moxley effettua il suo ingresso in ring ed è pronto a sfidare Sammy Guevara nella prima semifinale di oggi.

Grand Slam Tournament of Champions: Jon Moxley vs. Sammy Guevara 3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

Sammy Guevara si presenta inizialmente senza la compagnia di Tay Melo ed Annajay, lo Spanish God si rende protagonista di un’ottima prestazione riuscendo a mettere in difficoltà Jon Moxley. Dopo l’iniziale equilibrio, l’ago della bilancia è passato nelle mani di Mox e per questo motivo Tay Melo ed Annajay sono state costrette ad intervenire. L’ex ragazza del Dark Order ha distratto il direttore di gara, nel mentre la brasiliana è salita sul ring ed ha colpito Moxley con un Low Blow. Guevara ha schienato Moxley dopo il colpo basso ma il membro del BCC è riuscito a liberarsi al conto di due. Nel finale del match Sammy Guevara ha tentato la GTH ma Moxley è stato impeccabile nel ribaltare tutto nella Death Rider che è valsa la vittoria.

Vincitore: Jon Moxley

Abbiamo dunque il nome del primo finalista, Jon Moxley avrà la chance di conquistare per la terza volta il titolo mondiale della AEW in quel di Dynamite Grand Slam. Il tavolo di commento ci informa che MJF ha qualcosa da dire, dopo la pausa pubblicitaria assistiamo all’ingresso in ring del Salt of The Earth.

PROMO: MJF afferma che Jon Moxley mostra un lato di se forte e coraggioso, ma in realtà si tratta solo di un personaggio. Il vincitore del Casino Ladder Match dichiara di aver letto la biografia di Moxley e per questo conosce bene la sua infanzia difficile, secondo MJF i problemi con l’alcol del membro del BCC derivano proprio dai suoi traumi subiti da bambino. The Devil Himself si è complimentato con Moxley per aver superato la sua dipendenza, tuttavia MJF ha aggiunto che lui creerà all’ex AEW World Champion problemi molto più gravi rispetto a quelli che ha superato in precedenza nella sua vita privata. MJF ha aggiunto che chiunque si trovi sul suo cammino affronterà serie conseguenze, e questo vale anche per Danielson e Jericho in caso di vittoria del Tournament of Champions. Il Salt of The Earth ha ricordato di come Jon Moxley nel suo periodo buio una volta disse che sentiva la presenza di un demone che stava tentando di prosciugarlo togliendogli via tutto. MJF ha affermato in modo crudele che lui rappresenta quel demone e per questo ha intenzione di rovinare la vita del suo avversario. Il Dynamite Diamond Ring Winner ha chiuso il suo spietato promo introducendo un suo amico di vecchia data: Stokely Hathaway.

PROMO: MJF lascia il posto ad Hathaway e la sua fazione, il cui nome ufficiale è quello di ‘The Firm’. Il ‘fu’ Malcom Bivens ha dichiarato che l’aiuto dato ad MJF in quel di All Out è stato semplicemente un favore tra migliori amici, veniamo dunque a conoscenza del fatto che il Salt of The Earth non è un membro ufficiale della stable. Harhaway ha presentato al pubblico tutti i membri della Firm ed ha chiarito quali sono i loro obiettivi: Lee Moriarty è pronto alla consacrazione ed andrà per il ROH Pure Championship; i Gunns dimostreranno che possono volare da soli lontani dall’ombra ingombrante del padre e puntano ai titoli di coppia; Ethan Page vuole rappresentare al meglio il Canada e nel suo mirino c’è l’All-Atlantic Championship; W. Morrisey ci viene presentato come la Wildcard della fazione, Bivens afferma che il colosso può fare ciò che vuole.

EARLIER TODAY: Nonostante il tradimento subito per mano di Luchasaurus, Jungle Boy è totalmente focalizzato sul presente ed ha intenzione di lanciare una Open Challenge in vista dell’episodio odierno. La sfida viene raccolta da Jay Lethal, i due si affronteranno a breve.

Jungle Boy vs. Jay Lethal 3.3 out of 5 stars (3,3 / 5)

Jungle Boy mostra i segni della brutale Chokeslam subita per mano di Luchasaurus in quel di All Out, la schiena di Jake Perry diventa dunque un facile mirino per un avversario esperto ed intelligente come Jay Lethal. Questo non limita Jungle Boy che mostra tutta la sua tenacia e caparbietà riuscendo ad andare oltre l’ostacolo. Jake Perry è riuscito ad ottenere la vittoria nonostante le distrazioni causate da Satnam Singh e Sonjay Dutt, l’ex campione di coppia ha costretto alla resa Jay Lethal dopo averlo intrappolato nella Snare Trap.

Vincitore: Jungle Boy

La regia ci mostra gli allenanti di Hook ed il rapper Action Bronson, i due si preparano per il match di Grand Slam Rampage davanti al loro pubblico di casa contro Angelo Parker e Matt Menard.

BACKSTAGE: Parlando dei prossimi episodi speciali che si terranno a New York, Alex Marvez introduce un wrestler italoamericano proveniente dalla Grande Mela: il pizzaiolo Luigi Primo. Ethan Page irrompe nella scena ed attacca il povero malcapitato affermando che le cose devono essere fatte in modo serio ed è stufo di queste pagliacciate. A proposito di momenti comedy, Danhausen raggiunge Ethan Page e tra i due nascono delle tensioni. Page ha lanciato la sfida a Danhausen in vista del prossimo episodio di Rampage, il match verrà ufficializzato nel corso della serata.

La regia ci mostra le immagini degli stunt spericolati di Darby Allin in occasione del ‘Nitro Circus’, evento in cui lo Strange Enigma è stato invitato in qualità di ospite. La parola passa immediatamente a Matt Hardy che si complimenta per la vena ‘Extreme’ di Darby Allin ed afferma con fierezza che vede in lui molte similitudini con gli Hardy Boyz. Matt Hardy ha aggiunto che ha intenzione di scalare i vertici della AEW e per questo ha intenzione di ripartire con un match proprio contro Darby Allin, i due si sono già affrontati in passato durante il regno da TNT Champion dello Strange Enigma in una battaglia molto violenta e torneranno a sfidarsi nel prossimo episodio di Rampage.

Powerhouse Hobbs vs. Matt Di Martino SV

Il local competitor Matt Di Martino viene mandato in pasto a Powerhouse Hobbs, l’ex membro del Team Taz si sbarazza del suo avversario in pochi secondi e lo schiena dopo una violenta Spinebuster.

Vincitore: Powerhouse Hobbs

Nel post match Powerhouse Hobbs ha affermato che è tempo di voltare pagina dopo la schiacciante vittoria inflitta ai danni di Ricky Starks in quel di All Out. The Absolute non la pensa in questo modo e si presenta sul ring per attaccare il suo ex amico, Hobbs è costretto a battere in ritirata una volta scoppiato il confronto fisico.

La regia ci mostra una vignetta dedicata al Death Triangle, Penta e Fenix sono carichi in vista dell’imminente incontro con in palio i titoli di coppia.

AEW World Tag Team Championship Match: Swerve in Our Glory vs. Lucha Bros 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Le due coppie offrono una buona contesa, in cui non mancano spot mozzafiato, ma il match non decolla del tutto ed avrebbe potuto regalare sicuramente uno spettacolo migliore. A mio avviso il match in questione avrebbe meritato un minutaggio più alto. Nel finale i Lucha Bros sembravano in controllo della situazione in seguito allo Spanish Flight di Fenix che ha messo KO Swerve ed all’impressionante Canadian Destroyer di Penta eseguito ai danni di Lee. I due membri del Death Triangle erano pronti ad eseguire la Fear Factor ma Swerve Strickland ha spinto Rey Fenix dal paletto, Keith Lee è riuscito a riprendersi ed ha schinenato con successo Penta in seguito alla Big Bang Catastrophe.

Vincitori ed ancora campioni: Swerve in Our Glory

PROMO: I festeggiamenti degli Swerve in Our Glory vengono interrotti dall’ingresso degli Acclaimed, Max Caster sembra sul punto di rappare ma si ferma e chiede di stoppare la sua theme song. Platinum è furioso con Strickland per aver interrotto sul nascere il suo rap freestyle nell’entrata di settimana scorsa, Caster ha aggiunto che se accadrà di nuovo lo punirà pesantemente. La parola passa a Bowens il quale carica il pubblico in vista del match titolato di settimana prossima, occasione in cui gli Acclaimed diventeranno i nuovi campioni di coppia.

BACKSTAGE: Alex Marvez tenta di intervistare i Lucha Bros a pochi istanti dalla loro sconfitta nel match con in palio i titoli di coppia, Penta e Fenix sono furiosi e dunque non rilasciano dichiarazioni. PAC si rivolge a Marvez ed in qualità di All-Atlantic & Trios Champion chiede rispetto per il Death Triangle ma in quel momento il britannico viene steso dall’Orange Punch di Orange Cassidy. Il membro dei Best Friends mette ancora una volta in chiaro le intenzioni di voler conquistare l’All-Atlantic Championship.

EARLIER TODAY: Toni Storm svela che a Hikaru Shida non potrà combattere a causa di un agguato subito per mano di Britt Baker, la giapponese verrà sostituita da Athena nel match di coppia che si terrà a breve.

Toni Storm & Athena vs. Britt Baker & Serena Deeb 3 out of 5 stars (3 / 5)

Il match non è stato caratterizzato da un ritmo altissimo ma abbiamo comunque assistito ad una contesa godibile. Sugli scudi Serena Deeb che anche quest’oggi ha dimostrato le sue immense qualità in ring e mi chiedo ancora come sia possibile che non le abbiano ancora concesso l’opportunità di diventare campionessa in AEW. Il duo composto dalla Dottoressa e dalla Professoressa funziona alla perfezione: Athena viene scaraventata sui gradoni d’acciaio e dunque rimane fuori dai giochi, Toni Storm si è trovata in una situazione di 2 contro 1 e per questo motivo Britt Baker e Serena Deeb hanno avuto le porte spalancate per la vittoria. La DMD ha sfruttato una distrazione dell’arbitro per appoggiare una sedia all’angolo, Serena Deeb ha lanciato Toni Storm con un Irish Whip e la campionessa ad Interim ha colpito l’oggetto contundente con la testa. La Professoressa ha schienato Toni Storm dopo l’azione scorretta ottenendo così la vittoria.

Vincitrici: Britt Baker & Serena Deeb

Nel post match Athena ha attaccato alle spalle Serena Deeb e Britt Baker salvo poi avere la peggio, la Fallen Goddess è andata al tappeto dopo un durissimo Stomp eseguito dalla DMD. Britt Baker ha provato ad inferire su Toni Storm con una sedia ma improvvisamente Jamie Hayter ha effettuato il suo ingresso in ring. I rapporti tra Britt e Jamie sono ancora incrinati in seguito agli avvenimenti di All Out, tuttavia la Hayter non si scontra con la DMD bensì colpisce Toni Storm proprio con la sedia presa da Britt Baker per poi lasciare il ring. Britt guarda la scena in modo incredulo e continua a scusarsi con l’amica, in precedenza il tavolo di commento ci ha informato del fatto che le due non si sono mai parlate dopo i fatti di All Out.

EARLIER TODAY: Mark Sterling ricorda quanto accaduto nell’ultimo episodio di Rampage e ringrazia nuovamente Josh Woods per averlo salvato dalla furia distruttrice di Wardlow. Ricordiamo che Woods affronterà Samoa Joe nel prossimo episodio di Rampage, in palio ci sarà il ROH World TV Championship.

Grand Slam Tournament of Champions: Chris Jericho vs. Bryan Danielson 4 out of 5 stars (4 / 5)

Siamo giunti al main event, si sta per scrivere un’altra importante pagina dell’eterna rivalità tra la Jericho Appreciation Society ed il Blackpool Combat Club nel rematch di All Out tra Chris Jericho e Bryan Danielson. La fase iniziale del match è stata caratterizzata da un grande equilibrio con entrambi i contendenti che hanno sfoggiato alcune delle migliori armi dei rispettivi arsenali. Il punto di svolta c’è stato quando Jericho ha scaraventato Danielson fuori dal ring, l’American Dragon è atterrato male con la caviglia procurandosi un fastidiosissimo infortunio. Il leader della JAS non poteva che approfittarne ed ha letteralmente torturato l’American Dragon, Danielson sembrava essere arrivato al punto di non ritorno ma nel finale è riuscito a ribaltare tutto con un asso nella manica. Jericho era in pieno controllo ed ha applicato una Figure-4 ai danni di Danielson, il membro del BCC ha trovato la via d’uscita ed è stato in grado di trasformare la presa in suo favore eseguendo la LeBelle Lock. Danielson ha trovato l’unico modo possibile per ottenere la vittoria dato che a causa dell’infortunio alla caviglia era praticamente impossibilitato a muoversi, Jericho ha provato a resistere alla LeBelle Lock ma alla fine non ha potuto fare altro che cedere.

Vincitore: Bryan Danielson

In quel di Grand Slam Dynamite ci sarà dunque una sfida tra membri del BCC, Danielson si scontrerà con Moxley con in palio il vacante AEW World Championship. L’American Dragon festeggia la grande vittoria contro Chris Jericho, Daniel Garcia ha guardato con attenzione il match dal backstage mostrandosi soddisfatto per la vittoria di Danielson. Jon Moxley è salito sul ring ed ha confrontato Bryan Danielson, i due si sono scambiati la mano in segno di rispetto reciproco. Con queste immagini si è chiuso l’episodio di Dynamite di questa settimana.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7.0
Evoluzione delle storyline
7.0
Qualità dei promo
8
Nato a Napoli, 23 anni, reporter ufficiale di Dynamite e Rampage ed ospite fisso sul canale Twitch Open Wrestling TV nella trasmissione 'All About Elite'.