Un caloroso saluto ai lettori di ZW, come sempre siamo carichi per un nuovo episodio di Dynamite. Oggi ci troviamo nel Fertitta Center di Houston, Texas, e ci aspetta una puntata ricca di match interessanti e sorprese: nel corso della serata scopriremo i due Joker del torneo dedicato alla memoria di Owen Hart. Risuona la theme song di Samoa Joe, l’opener sarà proprio la semifinale del torneo ed a breve conosceremo il nome del partecipante misterioso. Il Joker maschile dell’Owen Hart Foundation Tournament è.. JOHNNY ELITE! Il ‘fu John Morrison’ viene accolto clamorosamente dal pubblico presente in arena, il match può iniziare.

Samoa Joe vs. Johnny Elite 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Il match riesce perfettamente nel compito di un opener: esaltare ed eccitare la folla. L’incontro tra Samoa e Johnny Elite diverte e non delude le aspettative, lo acrobatico e spericolato del Joker si è sposato alla perfezione con quello aggressivo e duro del ROH TV Champion. Nel finale Joe ha evitato un tentativo di Starship Pain, la Samoan Submission Machine ha poi posizionato Johnny Elite all’angolo per infliggergli la Muscle Buster che è valsa la vittoria.

Vincitore: Samoa Joe

Samoa Joe avanza in semifinale del torneo, turno in cui affronterà uno tra Kyle O’Reilly e Rey Fenix. Nel post match il ROH TV Champion è stato attaccato da Sonjay Dutt, Satnam Singh e Jay Lethal che hanno pesantemente danneggiato il braccio sinistro di Joe con l’utilizzo di un’asta di metallo. Samoa Joe è stato salvato dall’intervento di Rocky Romero, Chuck Taylor e Trent Beretta che hanno messo in fuga i rivali.

BACKSTAGE: Siamo con Jeff e Matt Hardy e ci troviamo in infermeria: veniamo informati che il Charismatic Enigma ha ricevuto l’OK dei medici per combattere nel main event di stasera contro Adam Cole. Gli Hardys vengono interrotti dagli Young Bucks, Matt Jackson afferma che se Jeff continuerà a combattere in modo spericolato metterà la sua carriera a rischio in quanto ora non è più quello di una volta. Matt Hardy risponde a tono definendo i fratelli Jackson come una copia degli Hardys ed aggiungendo che se i due interferiranno nel main event di stasera subiranno una dura lezione.

Siamo pronti al prossimo incontro, ‘Hangman’ Adam Page affronterà Konosuke Takeshita. CM Punk effettua la sua entrata, il Best in The World sarà al tavolo di commento.

‘Hangman’ Adam Page vs. Konosuke Takeshita 4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)

Un incontro di altissimo livello, abbiamo assistito ad una performance maiuscola da parte di entrambi i contendenti. Onore a Takeshita che si conferma ancora una volta come una delle rising star più calde all’interno del roster della AEW, il nipponico ha messo in serissima difficoltà Adam Page ed ha mostrato le sue immense doti in ring. Ad avere la meglio è stato, come da pronostico, il campione del mondo in carica: Hangman ha prima colpito Takeshita con il Buckshot Lariat per poi finirlo con la GTS sotto gli occhi di CM Punk, il Cowboy si è vendicato del furto di finisher attuato dal Best in The World sette giorni fa nel suo match contro John Silver.

Vincitore: ‘Hangman’ Adam Page

Nel post match c’è stato un teso faccia a faccia tra Adam Page e CM Punk, il Second City Saint è stato osannato dai fan presenti in arena e questo ha stizzito il campione del mondo in carica che ha lasciato lo stage.

Ci viene mostrata una vignetta che ha come protagonista Fuego Del Sol quale lancia il guanto di sfida alla House of Black in un 3 contro 3, al suo fianco ci saranno Evil Uno e Number 10 del Dark Order. Ora è tempo di tornare sul ring, Swerve Strickland e Keith Lee affronteranno Anthony Henry e JD Drake.

Swerve Strickland & Keith Lee vs. The Workhorsemen 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Match dalla breve durata, Strickland e Lee hanno ampiamente dominato la contesa. Il duo composto dai due ex NXT North American Champion ha ottenuto la vittoria finale con una splendida manovra combinata che consiste in una Spirit Bomb eseguita in combo con la Double Foot Stomp di Swerve.

Vincitori: Swerve Strickland & Keith Lee

PROMO: Nel post match Swerve e Keith ricordano di come questa vittoria li abbia proiettati nella top 5 ma vengono prontamente interrotti da Starks e Hobbs, i membri del Team Taz affermano che Strickland e Lee non meritano la shot titolata. All’equazione si aggiungono i Jurassic Express e Christian Cage, quest’ultimo afferma che i campioni di coppia non hanno intenzione di tirarsi indietro e lanciano il guanto di sfida. A Double or Nothing ci sarà infatti un Three Way match titolato: Jungle Boy & Luchasaurus, Keith Lee & Strickland e Starks & Hobbs si scontreranno nel prossimo pay per view. Christian Cage alza la posta e dichiara che il suo pupillo Jungle Boy deve rifarsi sia contro la persona che gli è costata il match con in palio il titolo FTW che contro colui che gli ha inflitto la sconfitta sette giorni fa in tale incontro: la prossima settimana a Dynamite Jungle Boy affronterà Swerve Strickland e Ricky Starks in un Three Way match che farà da antipasto per il match di Double or Nothing.

BACKSTAGE: Tony Schiavone intervista Red Velvet e Kris Statlander, le due si affronteranno nei quarti del torneo dedicato alla memoria di Owen Hart. Red Velvet afferma che sono cambiate tante cose in questo lasso di tempo, Kris Statlander concorda ed afferma che entrambe hanno avuto un grande stravolgimento ed aggiunge che non ha niente di personale nei confronti dell’ex amica ed in quel di Rampage il loro match sarà solo questione di ‘business’. Jade Cargill compare in scena e manda una frecciatina alla Statlander, la TBS Champion afferma che Red Velvet non aveva bisogno di un aliena come amica bensì di un forte leader come lei.

PROMO: MJF e Shawn Spears effettuano la loro entrata in ring e, prima di far entrare in scena Wardlow per infliggergli le dieci cinghiate, il Salt of The Earth esprime le sue condizioni: se Mr. Mayhem reagirà alle frustate, il match di Double or Nothing verrà cancellato e Wardlow non potrà più far parte della AEW. Detto ciò, viene permesso a Wardlow di entrare sul ring.

Come sempre The Wardog entra in scena senza musica d’ingresso, ammanettato ed accompagnato dalla security di MJF. Mr, Mayhem sale sul ring e subisce le prime cinghiate da parte del leader del Pinnacle, Wardlow non mostra reazioni di dolore e questo fa imbestialire MJF che gli infligge numerose frustate consecutive. Arriva il turno di Spears, stavolta Wardlow sembra mostrare un accenno di dolore ma resiste ancora e provoca MJF con un faccia a faccia a muso duro. Arriva il momento dell’ultima cinghiata, il Salt of The Earth colpisce nelle parti basse il suo ex guardaspalle e gli infligge la decima frustata. Spears ed MJF infieriscono su Wardlow: il wrestler di Long Island colpisce Mr. Mayhem con il Dynamite Diamond Ring, Spears infligge a Wardlow la C4 per poi schienarlo con MJF che effettua il conteggio di tre. Il Salt of The Earth provoca The Wardog dicendo che non riuscirà ad arrivare sano e salvo a Double or Nothing.

BACKSTAGE: Il collegamento ci porta da Trent Beretta e Rocky Romero, i Roppongi Vice annunciano di essere tornati a tempo pieno e sono intenzionati a vincere i titoli di coppia della ROH, NJPW ed infine della AEW. Trent e Rocky dichiarano di voler conquistare per prime le cinture della Ring of Honor, il guanto di sfida nei confronti degli FTR è stato lanciato.

Siamo pronti per il match che decreterà lo sfidante di Samoa Joe nella semifinale dell’Owen Hart Foundation Tournament, Kyle O’Reilly se la vedrà con Rey Fenix.

Kyle O’Reilly vs. Rey Fenix 4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)

Così come per quanto riguarda l’incontro tra Adam Page e Konosuke Takeshita, anche in questo caso abbiamo assistito ad una contesa fenomenale che ha regalato ritmi altissimi, capovolgimenti di fronte e grande spettacolo. Kyle si è concentrato molto intelligentemente e meticolosamente sugli arti inferiori (per limitare il dinamismo di Fenix) e gli arti superiori dell’avversario e la strategia si è rivelata vincente: nel finale il membro dell’Undisputed Elite ha ottenuto la vittoria proprio con un Armbar che ha devastato il braccio già danneggiato di Fenix, il suo punto debole in quanto il messicano aveva appena recuperato da un grave infortunio proprio in quella parte del corpo.

Vincitore: Kyle O’Reilly

PROMO: È giunto il tempo del confronto al microfono tra Chris Jericho e William Regal, i primi ad effettuare l’ingresso sono proprio i membri del Blackpool Combat Club seguiti da Kingston, Santana ed Ortiz. La JAS compare sullo stage, stavolta la stable capitanata da Jericho decide di non far cantare ‘Judas’ ai fan ed infatti la celebre theme song viene interrotta. Jericho prende il microfono e decide letteralmente di massacrare con le parole tutti i suoi avversari: Regal viene definito come un drogato di classe mondiale ed uno spreco di talento durante la sua carriera in ring, The Wizard affermerà più tardi di voler ancora volta urinare nel suo tè; Kingston viene criticato per la sua stupida scelta di continuare a presentarsi agli show nonostante il duro pestaggio subito ed il danno all’occhio a causa della palla di fuoco ed inoltre viene nuovamente citata in modo ‘malizioso’ la sua compagna; Santana e Ortiz vengono insultati per il fatto di non rendersi conto che se attualmente hanno una posizione di rilievo è solo grazie al Demo God; Danielson viene criticato per il fatto che nella sua vita non abbia mai fatto uso di alcol o sostanze stupefacenti ma al fianco di Regal diventerà un ubriacone e dovrà fare riabilitazione come Moxley. William Regal controbatte ed afferma che in AEW ha ripreso una vecchia tradizione ovvero quella di prendere lo spazzolino di Jericho e passarlo dove non batte il sole, trattamento riservato anche a Daniel Garcia. Jericho non ne può più e lancia il guanto di sfida: la JAS vuole affrontare i cinque avversari in un match che è sinonimo di Double or Nothing, una stipulazione inventata da Jericho. The Wizard si riferisce allo Stadium Stampede Match ma viene interrotto da Moxley il quale dichiara di non volersi prestare a questo tipo di match da ‘sport-entertainer’. Mox vuole un 5 contro 5 senza regole, Pro Wrestlers contro Sports-Entertainers, ed ottiene la risposta affermativa di Jericho il quale accetta il match. Il Leader della JAS cerca di creare fratture interne alla compagine nemica ed elenca tutti i loro attriti passati, Kingston non ne può più delle parole ed invita la Jericho Appreciation Society a salire sul ring ma questi decidono di andare via. Il Mad King è sul punto di lasciare il ring in modo avventato per raggiungere la JAS ma Danielson lo ferma, quest’azione provoca uno scambio di spintoni tra i due e l’aria inizia a scaldarsi. Jericho aveva ragione? L’alleanza tra il Blackpool Combat Club, Santana, Ortiz e Kingston riuscirà a rimanere coesa?.

BACKSTAGE: Matt Sydal e Dante Martin commentano il segmento di poco fa ed aggiungono che se Moxley e Danielson sono in cerca di una battaglia gliela serviranno nel tag team match che si terrà nel prossimo episodio di Rampage

È tempo di conoscere il Joker per quanto riguarda il torneo femminile dedicato alla memoria di Owen Hart, il nome in questione è quello di Maki Itoh.

Britt Baker vs. Maki Itoh 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

La D.M.D. ritrova Maki Itoh, le due si conoscono bene in quanto l’atleta di origini nipponiche fece coppia con lei in quel di Revolution 2021. Maki Itoh mette sfoggia la sua personalità stravagante ed il suo comportamento irrita Britt Baker, nonostante ciò l’ex campionessa femminile riesce ad ottenere la vittoria senza particolari problemi grazie alla Lock Jaw.

Vincitrice: Britt Baker

Nel post match Toni Storm compare sullo stage e scambia sguardi di fuoco con Britt Baker, la sua futura avversaria nella semifinale dell’Owen Hart Foundation Tournament.

PROMO: Tony Schiavone è sul ring e ci ricorda con grande emozione di come la prossima settimana verrà celebrato a Dynamite il terzo anniversario della All Elite Wrestling, il telecronista viene però interrotto da Serena Deeb. La professoressa del Pro Wrestling è furiosa con Schiavone perché nella vignetta mostrata sette giorni fa a Dynamite aveva pronosticato Thunder Rosa come vincitrice in vista del loro match titolato di Double or Nothing. La Deeb chiama in causa anche Dustin Rhodes, il quale anche lui aveva designato la sua allieva Thunder Rosa come vincitrice, The Natural non tarda a salire sul ring su invito di Serena. L’ex campionessa NWA è furiosa del fatto che nonostante il suo durissimo lavoro, in un periodo storico in cui le performer femminili avevano scarsissima considerazione (Serena ha citato di come fu costretta ad applicarsi le protesi al seno per essere più avvenente e di come si rasò a zero durante il periodo della Straight Edge Society per mostrare la sua grinta), non sia riconosciuta da tutti come un pilastro della federazione femminile. La Deeb afferma che Dustin non ha le palle di affermare che lei è la migliore e lo schiaffeggia, Thunder Rosa accorre in suo aiuto e va verso Serena per colpirla ma il più anziano dei fratelli Rhodes la ferma. In modo istintivo, per liberarsi da lui, la Mera Mera colpisce The Natural con una gomitata. La messicana si gira verso di lui per sincerarsi delle sue condizioni, la Deeb ne approfitta e colpisce Thunder Rosa alle spalle con la cintura da campionessa AEW.

Siamo giunti al main event della serata in cui verrà decretato il primo finalista dell’Owen Hart Foundation Tournament, chi strapperà il pass per Double or Nothing tra Adam Cole e Jeff Hardy?

Jeff Hardy vs. Adam Cole 3 out of 5 stars (3 / 5)

Adam Cole non perde tempo ed attacca Jeff Hardy alle spalle durante la sua entrata, il membro dell’Undisputed Elite si prende sin da subito un enorme vantaggio. Il Charismatic Enigma subisce per tutta la prima fase della contesa salvo poi riprendersi: Jeff riesce a connettere la Twist of Fate nelle versioni di Stunner e Neckbreaker per poi tentare la Swanton Bomb, Cole riesce però ad evitare il colpo. Dopo essere andato ad un passo dalla vittoria, Hardy subisce il Boom di Adam Cole che gli vale la vittoria.

Vincitore: Adam Cole

Adam Cole è il primo finalista del torneo dedicato alla memoria di Owen Hart ed affronterà in finale uno tra Kyle O’Reilly e Samoa Joe. Nel post match Cole e gli Young Bucks attaccano gli Hardys che vengono però salvati dall’intervento di Sting e Darby Allin. All’equazione si uniscono i ReDRagon che portano l’Undisputed Elite in superiorità numerica: Cole, Fish, O’Reilly e gli Young Bucks decimano gli avversari. Con le immagini della UE festante si chiude l’episodio di Dynamite di questa settimana.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
8
Evoluzione delle storyline
8
Qualità dei promo
8
Nato a Napoli, 23 anni, reporter ufficiale di Dynamite ed ospite fisso sul canale Twitch Open Wrestling TV nella trasmissione 'All About Elite'.