Un saluto ai lettori di ZW! Siamo pronti a Holiday Bash, episodio a tema natalizio di Dynamite.

Lo show inizia con la splendida entrata di Adam Cole, il membro della Superkliq affronterà Orange Cassidy nell’opener della puntata.

Adam Cole vs. Orange Cassidy 4 out of 5 stars (4 / 5)

Opener molto divertente tra i due contendenti, non manca l’interferenza degli Young Bucks e Brandon Cutler ma il loro intervento viene stroncato sul nascere dai Best Friends e da due voli di Cassidy fuori dal ring. Duro colpo al ginocchio per Cole il quale era intenzionato a colpire Cassidy con il ‘Boom’, The Freshly Squeezed One evita lo evita e il membro della Superkiq si scontra rovinosamente sui gradoni d’acciaio. Dopo la pausa pubblicitaria il match procede ad alti ritmi con i due contendenti che sfoggiano il meglio del loro repertorio. Nel finale assistiamo ad un incredibile colpo di scena: compare Bobby Fish che causa la distrazione dell’arbitro, nel frattempo sale sul ring .. KYLE O’REILLY! Prima apparizione in AEW per l’ex NXT il quale attacca Cassidy. Cole approfitta della situazione, sale sul ring e finisce il povero Orange con il ‘Boom’.

Vincitore: Adam Cole

Questa era la grande sorpresa natalizia che ci aveva promesso Adam Cole nel promo di settimana scorsa.. e che sorpresa! L’episodio di Dynamite di questa settimana non poteva aprirsi in un modo migliore. Nel post match la Undisputed Era, ormai riunita, fa piazza pulita dei Best Friends quando improvvisamente salgono sul ring gli Young Bucks. I fratelli Jackson guardano in cagnesco Adam Cole, probabilmente preoccupati di perdere il membro della Superkiq e sembrano attendere delle spiegazioni da parte sua. Cole sembra sentirsi in colpa per l’accaduto ed evita il confronto con i Bucks uscendo dal ring insieme a Fish e O’Reilly. Adam Cole farà ancora parte della Super Elite o la presenza dell’UE porterà ad un conflitto d’interessi?

Ci viene mostrata una vignetta di riepilogo dello storico match tra ‘Hangman’ Adam Page e Bryan Danielson che si è svolto settimana scorsa a Winter is Coming ed ecco l’annuncio che tutti aspettavamo: nella puntata di Dynamite del 5 gennaio, che sarà la prima ad andare in onda su TBS, ci sarà l’atteso rematch con in palio il titolo del mondo.

PROMO: Torniamo sul ring con Tony Schiavone che è pronto ad intervistare il campione del mondo Adam Page. Schiavone parla del pareggio di settimana scorsa e aggiunge che se il match fosse durato anche due minuti in più, Page avrebbe vinto. Il Cowboy prende il microfono e dice di essere deluso per il risultato e di non sentirsi pienamente meritevole di aver mantenuto la cintura, improvvisamente interviene Bryan Danielson. The American Dragon dice che i fan dovrebbero essere delusi, non Page, che ha mantenuto la cintura. Bryan si sente il legittimo campione ed è sicuro di poter battere Page nel rematch e, per essere al 100% in quell’occasione, ha annunciato che non combatterà fino al 5 gennaio. Inoltre, Danielson propone alla AEW di chiamare dei giudici a bordo ring per il match con in palio il titolo mondiale, in modo tale da stabilire il vincitore definitivo anche in occasione di un altro pareggio per time limit. Page risponde che aveva pensato a soluzioni diverse come un ladder match, cage match, addirittura inferno match o più semplicemente un match senza time limit e aggiunge che non ha alcun problema ad accettare la proposta di Bryan dato che il Cowboy è sicuro di vincere prima dei 60 minuti e dunque il verdetto dei giudici non servirà. Hangman conclude dicendo che alla domanda ‘riuscirà Page a sconfiggere Bryan’ la risposta è solo una: YES!.

BACKSTAGE: Il collegamento ci porta nello spogliatoio del Pinnacle dove MJF rimprovera Wardlow per non averlo aiutato settimana scorsa quando ha subito l’attacco di CM Punk. The Salt of The Earth aggiunge che lui e gli FTR sono una famiglia mentre il team tra Punk, Darby e Sting non saprà coesistere e inoltre manda una serie di frecciatine ai suoi avversari di stasera (molto simpatica quella in cui paragona il facepaint di Sting al trucco di Krusty il Clown) . MJF conclude dicendo che Punk ha scelto di firmare la sua condanna nel momento in cui rifiutò di stringergli la mano nel loro primissimo faccia a faccia. La parola passa a Dax Harwood il quale sottolinea ancora una volta quanto il Pinnacle sia un gruppo unito e affiatato, inoltre dice a Punk che staserà se la vedrà con i ‘Re del Wrestling’.

Ci viene comunicato che il prossimo match vedrà coinvolto Wardlow, la guardia del corpo di MJF se la vedrà con ‘Captain’ Shawn Dean.

Wardlow vs Shawn Dean, SV

Vittoria facile per il membro del Pinnacle, serata dura per Shawn Dean che dopo essere stato massacrato da ben quattro Powerbomb di Wardlow viene colpito più volte con una sedia dal ‘Chairman’ Shawn Spears.

Vincitore: Wardlow

Dopo il match parte un video package che parla della sfida titolata che si terrà nella prossima puntata di Rampage tra il campione TNT Sammy Guevara e Cody Rhodes. Schiavone ed Excalibur dicono che una vittoria di Sammy può consacrarlo definitivamente tra i grandi della AEW. Lo Spanish God ci racconta di quando affrontò The American Nightmare nel primo match nella storia di Dynamite, in quel caso Sammy ammette che Cody era una spanna sopra di lui ma ora non è più così.

PROMO: Dan Lambert è sugli spalti con i Men of The Year e continua la sua invettiva nei confronti di Tony Khan. Lambert afferma che il presidente della AEW è solito a favoritismi e non a caso ha concesso a Cody Rhodes un’altra title shot ignorando Scorpio Sky e Ethan Page. Il leader dell’American Top Team aggiunge che Khan farebbe di tutto pur di proteggere i suoi pupilli: secondo Lambert Tony Khan gli ha permesso di intervenire contro The American Nightmare in modo che i fan possano concentrare il loro odio su di lui e non su Cody (ovviamente senza riuscirci). Dan afferma che non gli importa chi sarà il vincitore tra Sammy e Cody, il suo obiettivo è quello di far conquistare ad uno sei suoi assistiti il titolo TNT.

BACKSTAGE: Il collegamento ci porta al party natalizio di Britt Baker, Tony Schiavone chiede alla campionessa femminile le sue sensazioni in vista del match titolato contro Riho che si terrà a Battle of The Belts. La dottoressa è sicura di se ed è convinta di poter battere la giapponese, Baker parla del suo straordinario 2021 e conclude augurandoci un Buon Natale.

Ci viene mostrato un meraviglioso video package dedicato ad Owen Hart, diverse superstars della AEW ci parlano di lui, di quanto fosse stato importante per il mondo del Wrestling e dell’incredibile persona che è stato. Ricordiamo che nel 2022 inizierà il torneo maschile e femminile dedicato alla memoria di Owen Hart, le finali si terranno a Double or Nothing.

Nyla Rose vs Ruby Soho 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

È tempo della semifinale del torneo per il titolo TBS tra Nyla Rose e Ruby Soho. The Native Beast si prende un vantaggio iniziale attaccando The Runaway alle spalle, decisivo in più di un’occasione anche l’intervento di Vickie Guerrero che distrae l’arbitro Aubrey Edwards mentre la sua assistita cede alla Dragon Sleeper di Ruby. Nonostante tutte le difficoltà la Soho riesce nell’impresa e sconfigge Nyla Rose, è lei la prima finalista.

Vincitrice: Ruby Soho

Dopo il match viene trasmessa una vignetta di riepilogo dell’ultimo incontro tra Serena Deeb e Hikaru Shida. La Deeb dice che l’ex campionessa femminile della AEW ha vinto in modo sporco e aggiunge che dopo il loro prossimo match, Shida implorerà Tony Khan di non affrontarla mai più.

Malakai Black vs Griff Garrison 2 out of 5 stars (2 / 5)

Malakai Black parte subito forte contro il membro dei Varsity Blondes, Garrison reagisce con coraggio nonostante i duri colpi subiti. Malakai danneggia pesantemente il ginocchio di Griff il quale è costretto a cedere in seguito ad una Single Leg Boston Crab. Nel post match interviene Pillman, Malakai lo punisce con la House of Black.

Vincitore: Malakai Black

BACKSTAGE: Matt Hardy promette a Jungle Boy che il suo assistito Isaiah Kassidy lo infortunerà nel loro match di Rampage. In caso di infortunio i Jurassic Express perderebbero il loro status da number one contenders ai titoli di coppia, ed è proprio questo l’obiettivo di Big Money Matt. Il collegamento ci porta dai Jurassic Express e Christian Cage, Jungle Boy farà di tutto per smentire le parole del leader dell’HFO. Christian aggiunge che Jungle Boy e Luchasaurus manterranno il loro status di primi sfidanti ai titoli di coppia e approfitta dell’occasione per mostrare la sua nuova t-shirt a tema natalizio.

CM Punk, Sting & Darby Allin vs MJF & FTR 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Siamo pronti ad uno dei main event con lo starpower più alto nella storia di Dynamite. MJF evita ogni tipo di confronto uno contro uno con Punk, tanto da scappare dal ring (addirittura andando tra il pubblico) per sfuggire al Best in The World per poi tornare sul quadrato ad effettuare il tag ai membri degli FTR. Gran prestazione individuale di CM Punk, l’MVP del suo team. Da segnalare una terrificante caduta di MJF il quale è atterrato dritto sul collo dopo essere stato lanciato fuori dal ring da Sting. Nel finale Punk sembra sul punto di avere la tanto desiderata occasione di poter colpire MJF ma Dax Harwood si sacrifica al suo posto e subisce la combo delle tre finisher dei suoi avversari.

Vincitori: CM Punk, Darby Allin & Sting

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6.5
Evoluzione delle storyline
7.5
Qualità dei promo
7
Nato a Napoli, 23 anni, reporter ufficiale di Dynamite e Rampage ed ospite fisso sul canale Twitch Open Wrestling TV nella trasmissione 'All About Elite'.