Nella sua intervista con CBS Sports, Elias ha parlato dei paragoni tra lui e altre Superstar, che non approva, specialmente se si parla di The Rock.

Superstar come Honky Tonk Man o Jeff Jarrett sono al suo livello?

Per niente. Hanno un eccellente background, per quanto riguarda il wrestling, ma quando si tratta di wrestling e intrattenimento, non c’è paragone. Per la cronaca, Jeff Jarrett non sa suonare la chitarra. Honky Tonk Man non sa suonare la chitarra. Elias? Chitarra, piano, armonica, batteria, scegli tu. Posso fare di tutto, per il mio album ho anche scritto una canzone intitolata ‘Nothing I Can’t Do’, che elenca un po’ di cose che so fare. Quando sento questi paragoni li capisco, perché gli altri si portavano una chitarra in giro, ma quando ci guardi individualmente non c’è confronto.”

E The Rock?

Questa è un’altra cosa che mi capita di sentire… The Rock. E’ un argomento che mi fa innervosire. Lui arrivava, suonava la chitarra. Innanzitutto faceva cover, io canzoni originali, questa è una piccola cosa. Ha fatto quei concerti, ‘Rock Concerts’, forse cinque o sei volte nella sua carriera, io mi esibisco ogni notte per la WWE. Lo faccio davanti a migliaia di persone ai live event e a milioni a Monday Night Raw. The Rock non può fare ciò che faccio io. Ha molte catchphrase, ma le mie performance sono di tutt’altro livello. Se The Rock volesse mai venire e camminare con Elias, sa esattamente dove trovarmi. E’ il mio show a Monday Night Raw. Rock… so che è un uomo impegnato, ma anche io lo sono, e troverei tempo per The Rock se si presentasse.”

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”20″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_thumbnails” override_thumbnail_settings=”1″ thumbnail_width=”120″ thumbnail_height=”180″ thumbnail_crop=”1″ images_per_page=”5″ number_of_columns=”5″ ajax_pagination=”0″ show_all_in_lightbox=”0″ use_imagebrowser_effect=”1″ show_slideshow_link=”0″ slideshow_link_text=”[ Le foto dei protagonisti – Mostra tutte ]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

FONTECBS Sports
Ha ventiquattro anni e rimpiange di non averli impiegati bene come Randy Orton. Si consola scrivendo e nutrendo porcellini d'India. Legge i libri di Chris Jericho e ci trova anche lezioni di vita.