… everything evolves.

EVOLUZIONE. Un concetto chiaro, fondamentale. Se non ti evolvi, non ti adatti, muori. Una massima naturale che vale per tutto, anche per il wrestling. Dalla Gimnick Era, all’Attitude Era, passando per la Ruthless Aggression fino alla PG.

Triple H è sempre stato un uomo lungimirante, parlando di politiche da backstage fino ad arrivare ad oggi. L’Evolution era proprio basata sul concetto di passato, presente e futuro. Dalla salita di Triple H al potere si è arrivati fino alla cosiddetta Indy Era. Un periodo di transizione in cui si è arrivati a portare in WWE il meglio che il panorama indipendente poteva offrire. Kevin Steen, El Generico, Daniel Bryan, Samoa Joe, Finn Bàlor, Austin Aries, Tyler Black e Jon Moxley.

Capitolo EVOLVE. Una collaborazione che in pochi si sarebbero aspettati. Gabe Sapolsky è il booker per eccellenza. Ottimo periodo in ECW, creatore di ROH, DGUSA ed EVOLVE. Solo un pazzo non lo definirebbe un visionario. In tanti hanno storto il naso per una collaborazione che per ora ci ha regalato gli spot di Gargano e Ciampa in WWE. Volevo parlare di un altro aspetto in realtà. Di una possibile, nuova INVASION. NXT vuole essere un prodotto rivolto ai fan indy. E’ palese. Uno scambio di atleti tra NXT ed EVOLVE è ormai sicuro. Ci si aspetta solo di vedere qualche lottatore WWE magari ad EVOLVE 56 o 57. Eppure, per me, una nuova INVASION potrebbe essere una cosa non del tutto da buttare.

Molti atleti EVOLVE sono ex WWE, Drew Galloway, Chris Hero e Sami Callihan in primis. La storyline si scriverebbe da sola e sarebbe l’occasione di vedere molti atleti indy in WWE. Zack Sabre Jr, Tommy End e i due ex WWE potrebbero essere la punta di diamante di una INVASION in vecchio stile. Molti di voi diranno, beh viste le Invasion precedenti meglio evitare. Ma qui si può obiettare. L’Invasion WCW aveva un’enorme pecca, mancava di personaggi forti. Mancavano tutti quegli atleti che avrebbero potuto fare la differenza come Sting, Goldberg, Ric Flair e tanti altri che avevano fatto della WCW il terrore della federazione di Stamford. Non tiriamo in ballo l’Invasion della GFW in TNA, stendiamo un velo pietoso. Ma Sapolsky ha una piccolissima esperienza. ROH vs CZW. Una invasione in piccolo stile ma gestita molto bene.

Parlando con Corey mi ha fatto un appunto, Triple H vuole uccidere la concorrenza prendendo tutti i migliori talenti indy. Non gliene si può fare una colpa, almeno vedendola dall’ottica WWE. Se proponi un prodotto mediocre e, volente o nolente, non riesci a fare di meglio tenti in ogni modo di prendere il meglio che trovi oltre la barricata. Rimango titubante sulla questione Busick e Swann. Ma perchè uno che si trova in posizione dominante non dovrebbe tentare di portare acqua al suo mulino? Perchè non dovrebbe provare a prendere il meglio che si trova là fuori? Portando Styles e Nakamura ora porti dalla tua parte i Giapponesi. Se vuoi espanderti ancora di più devi mangiare la concorrenza. In affari non esiste pietà. In nessun caso.

Così la WWE ha distrutto la NWA prima, la WCW e la ECW poi. Che poi la questione ECW-WWE andrebbe ben sviscerata ma per quello vi rimando al DVD dedicato a Paul Heyman. Non per nulla la collaborazione EVOLVE-WWE ricorda tantissimo quella ECW-WWE. Anche lì ci fu una piccolissima Invasion, vi rimando a questo bellissimo articolo. Proprio questa collaborazione portò Taz (sotto contratto WWE) a vincere il titolo ECW e ad un champion vs champion tra lui e HHH (campione WWE).

Non vi piacerebbe vedere un atleta di NXT che vince l’EVOLVE Championship portandolo ad Orlando e magari combattendo contro il campione dello show giallo?! O Gable e Jordan che vincono il titolo Tag Evolve. Come ho già detto in un altro articolo sono favorevolissimo agli atleti indy in WWE, è e rimarrà sempre un privilegio e un premio lottare a Raw e Smackdown! Non doversi sbattere per crearsi un’agenda, non sapere fino all’ultimo cosa fare, non essere sicuri di poter mantenere la propria famiglia, dormire in motel di quart’ordine… E se NXT dovesse diventare il ghetto Indy della WWE amen… Vorrà che dire che dovremo vedere Aries, Joe e tutti quelli che arriveranno dalla EVOLVE nello stesso show… Oh che peccato. In ogni caso, dividendo i roster avremmo la soluzione in pugno, portando da un lato la parte più entertaining e dall’altra quella dedicato al bel wrestling. Ognuno avrebbe la facoltà di scegliere il prodotto che più lo attira e ci sarebbe sicuramente una maggiore varietà. L’uniformità non sempre è un bene.

Le indy attirano, trovi del buon wrestling, ovvero il quid che dovrebbe portare a vedere uno show. La WWE è il bersaglio preferito dei fan indy e allora perchè non portarli dalla propria parte prendendo i loro idoli?!

EVOLVE or PERISH!

 

Antonio
Fan delle indy e appassionato WWE fin da Wrestlemania XX. Estimatore dei wrestler tecnici ed innamorato di Aj Styles e Shinsuke Nakamura. Editorialista e recensore per Zonawrestling.net, traduttore freelance e nerd a tempo indeterminato.