KOFI KINGSTON/WWE TITLE
No, non vi state sbagliando, non state leggendo il blog di Elimination Chamber, il titolo è lo stesso ma quanto accaduto a Fastlane non ci lascia scelta di analizzare ciò che è accaduto nel corso del ppv. La WWE ci ha letteralmente presi, in senso buono, per i fondelli. L’annuncio del triple threat aveva proiettato le nostre menti nel futuro immediato e perché no facendoci immaginare Kofi Kingston come nuovo WWE Champion a fine serata. Un piano diabolico ben architettato permettendo di continuare a cavalcare l’onda del successo di Kofi e accrescere il desiderio del pubblico di vederlo finalmente in cima alla vetta. Il pestaggio subito da Sheamus & Cesaro è sembrato una punizione voluta da Vince McMahon, una decisione che sta vedendo episodio dopo episodio il tiranno boss della federazione che agisce volutamente contro l’esponente del New Day.
L’impostazione della storyline e il susseguirsi degli eventi trovano totalmente la mia approvazione. Illudere la gente a fin di bene spostando l’attenzione sulla antica sfida tra il boss e il wrestler, è una mossa che difficilmente fallisce. Questo intrigo ha dato a Kofi un ulteriore supporto (i cori pro-Kingston della difesa titolata di DB) e ha inoltre ha concesso a Mustafa Ali di riprendersi quella opportunità venuta meno solo a causa di un infortunio. Kevin Owens è stato protetto non subendo il pin decisivo e Kofi sempre più idolo della massa come avvenne anni prima con Daniel Bryan. Ma si poteva agire diversamente? Magari Kofi poteva competere nel triple threat senza subire il pin ma bensì l’attacco di Rowan. Magari poteva arrivare sul ring a match inoltrato, dolorante, per poi venire sconfitto facilmente. Voi cosa avreste fatto? Approvate in tutto per tutto quanto accaduto a Fastlane?


ASUKA o MANDY

Pensando e ripensando al finale del match tra Asuka e Mandy Rose, una serie di punti interrogativi appaiono davanti ai miei occhi. La sconfitta di Mandy a causa di una distrazione di Sonya Deville era uno scenario che chiunque avrebbe scartato a priori ed invece le incomprensioni proseguite nel post-match lasciano presagire ad uno split imminente. Vedere la biondissima Rose che incespica sul telone del ring è sembrata una mossa forzata alquanto discutibile e allo stesso tempo imbarazzante. Un episodio inverosimile che ha sicuramente spiazzato lasciandoci interdetti. Una scelta “strana” che se da un lato addolcisce la sconfitta di Mandy, dall’altro indebolisce la vittoria di Asuka rendendola ai nostri occhi incapace di ottenere una vittoria pulita e indiscutibile. La nipponica, nonostante sia di un livello straordinariamente elevato, sembra non avere il totale consenso dei piani alti. Dopo la conquista del titolo a TLC avvenuta grazie all’attacco di Ronda ai danni di Charlotte e Becky, ecco arrivare il successo ai danni di Mandy solo per merito di un fattore esterno. Scelte che non portano nei migliori dei modi la campionessa di Smackdown verso Wrestlemania. Qual è la vostra opinione? Avreste adottato lo stesso copione oppure avreste gestito diversamente il finale del match? Premiare Asuka o premiare Mandy? E un idea affinché nessuna delle due atlete uscisse moralmente sconfitta?


BECKY vs CHARLOTTE

Partiamo ponendoci questa domanda, finale forzato oppure no?
L’impostazione della faida tra Becky, Charlotte e Ronda ha portato inevitabilmente al match di Fastlane ma se una Lynch zoppicante e armata di stampelle può generare segmenti di qualità, il discorso cambia profondamente quando si passa al wrestling lottato. Ciò che le due ragazze hanno espresso nel ppv è davvero ben poco rispetto al loro reale potenziale ma la storyline imponeva un approccio del genere. L’ingresso della Rousey colpendo Becky per farla uscire vittoriosa e affrontarla dunque a WM, è stata un’ulteriore manovra forzata. Se l’affare a tre che ruota intorno al titolo femminile di RAW è vissuta su continui colpi di scena, il match del ppv è apparso fin troppo pilotato optando per una conclusione metodica. E a questo punto vi ripongo la domanda, finale forzato oppure no? Quale sarebbe stata secondo voi un’alternativa valida?


SHANE vs MIZ

Dopo Elimination Chamber ci eravamo soffermati sull’esito del match per i titoli di coppia mentre in questa occasione l’attenzione è sul turn heel di Shane, un episodio importante che ci riporta indietro nel tempo quando il figlio di Vince spalleggiava a 360° il padre. Un scelta ben ponderata in quando l’indiziato numero uno a voltare le spalle al proprio tag team partner era The Miz, la superstar da sempre dallo stampo heel. Prima l’abbraccio e poi il colpo a tradimento coinvolgendo il padre di Mizanin. Nulla da eccepire. Approved! E voi come la pensate? Magari un cambio delle parti con The Miz che attaccava Shane mentre il padre se la rideva di gusto, poteva essere uno scenario che vi avrebbe potuto affascinare?

LACEY EVANS e ELIAS
Le settimane passano e la situazione di Lacey ed Elias non sembrano avere dei mutamenti in positivo. Il loro collocamento all’intero del roster e delle card dei tv-show/ppv rimane un enigma complicato da risolvere. Elias, dopo aver vissuto un periodo tra heel e face, è ritornato alle origini con la sua chitarra al centro del ring intrattenendo il pubblico presente. Lacey è invece alla prese con delle passerelle, su e giù per la rampa d’ingresso, e nulla più. A Fastlane sono stati utilizzati nello stesso slot ripetendo ciò che fanno settimanalmente. Il booking team sembra avere delle difficoltà nel trovare per loro delle storyline che possa metterli in luce sia per il character che per quando riguarda il wrestling lottato. Personalmente penso che Elias sia ancora un diamante grezzo che possa trovare la sua reale identità grazie a delle rivalità. Canto, chitarra e faide. Una ricetta che può funzionare. Lacey Evans subisce invece lo scotto di una carriera ad NXT priva di exploit ma a questo punto un tentativo all’interno della categoria tag team credo possa rivelarsi una scelta con delle gradite sorprese. Qual è la vostra idea in merito all’utilizzo o meno di Lacey ed Elias? Pensate che siano delle superstar intrappolate nella propria gimmick? Oppure pensate che abbiano in realtà del talento inespresso a causa delle errate scelte di chi li gestisce?


Ora tocca a te…Fa’ la tua scelta!

Girolamo De Nicolo
La mia più grande passione? Il wrestling! Nata negli anni 90 con la voce di Dan Peterson e le immagini trasmesse in tv dalla emittente Tele+2! Ho avuto la fortuna di assistere Live a show delle federazioni italiane/europee e show della WWE nel nostro paese in più occasioni. Blogger ed editorialista, ho intervistato alcune superstar (passato e presente) ma ciò che mi piace sottolineare è identificarmi, prima di tutto, come FAN