THE FIEND
L’effetto sorpresa è uno degli aspetti principali del wrestling, se non il fattore più importante. E’ sempre più difficile trovare elementi di spicco per scatenare una reazione nel pubblico. Bisogna sapersi ingegnare, rischiare e proporre qualcosa che susciti interesse.
Il personaggio di Bray Wyatt ha la fortuna di avere mille sfaccettature, e di avere per cui tante carte da tirare fuori dal mazzo. La rinascita dopo il barbecue che Randy Orton ha dato vita nel ppv di Dicembre, ha molte chances di aver fatto centro. La storyline ha dato modo ad Alexa Bliss di essere una musa ispiratrice, di essere la vera Sister Abigail, colei che ha riportato in vita The Fiend. Il mostro peraltro si è presentato tumefatto ma ancora in grado di suscitare terrore. Avete presente Michael Myers? Proprio lui! Il protagonista della serie Halloween, che ad ogni film “sembra” di essere stato eliminato una volta per tutte, ma alla fine riesce in qualche modo a cavarsela. Non sappiamo ancora come la faida si evolverà ma dato il passato, possiamo stare certi che non sarà una linea piatta ma bensì molto movimentata. Il binomio Bliss/Wyatt funziona a dovere e nulla viene dato mai per scontato. Bisogna sempre essere pronti ad aspettarsi qualcosa di inedito, di rimanere sorpresi… e qui torniamo al punto di partenza del paragrafo. E voi, cosa vi aspettate dall’ultimo atto di questa storyline? Cosa ne pensato dell’accoppiata Alexa/Bray e del loro infinito potenziale? Il character imposto, obbliga la fed di un esiguo sforzo creativo?


PUNTO DI ROTTURA
Ne avevamo parlato negli scorsi appuntamenti, del cambiamento che doveva essere attuato e dei primi indizi arrivati nelle settimane scorse. Ali non è più riconosciuto come leader, i suoi scagnozzi gli hanno voltato le spalle, con Mace e T-Bar che hanno chiarito la loro decisione con un attacco combinato. Ora sarà interessante vedere gli sviluppi. Sarà interessante sapere quali sono i piani futuri. Se Retribution rimarrà unita senza Ali o se ognuno andrà per la propria strada senza cambiare personalità. Si spera che Mia Yim possa finalmente cominciare a competere per la divisione femminile, come è giusto che sia. Questa scissione potrà quindi portare benefici come in questo caso ma per altri potrebbero esserci delle complicazioni. Pensiamo a Slapjack che faceva fatica ad emergere ad NXT dopo il licenziamento del tag team partner. Sicuramente non avrà vita facile nel main roster a meno di piani rosei per lui. E che dire di T-Bar e Mace? Loro due hanno tutte le carte per emergere nella categoria di coppie. Personalmente preferivo il Dijakovic del roster black&gold ma mai dire mai. La fine della Retribution è un vero punta di svolta, per ogni singolo rappresentante. Un punto di svolta. E voi come la pensate? Chi potrà approfittare di questa situazione? Come vedete il loro futuro? E che ne sarà di Ali? Il suo ruolo come leader è stato immediatamente messo in discussione dai piani alti… una sorta di fallimento.


SETH ROLLINS
In tanti aspettavano il suo ritorno, specialmente dopo la gravidanza di Becky Lynch, e quindi con un pensiero sul cambiamento oppure no dell’ultimo character proposto. Rollins ha rimesso piede in quel di Smackdown con la stessa spigliatezza ed intensità. Stessa impronta heel e con tanta voglia di mettersi totalmente a disposizione per gli altri. L’idea di vederlo 1vs1 con Cesaro a Wrestlemania, ci fa già leccare i baffi. Sicuramente sarà un grande spettacolo visivamente parlando anche grazie al talento straordinario di Seth come performer (senza nulla togliere allo svizzero ovviamente). Non è un caso  che i match di Rollins siano mediamente di alta qualità. E infatti a FastLane, ha come voluto ribadire che nonostante l’assenza è rimasto quello di sempre. Una superstar di Rank A su cui poter contare, sempre. Il match contro Nakamura è stata come l’anteprima di quello che andremo a vedere a Wrestlemania. Nonostante sia stato assente per un breve periodo, Il Messia doveva obbligatoriamente esserci per il ppv dei ppv… per il bene superiore (the greater good).
Come immaginate questa nuovo stint di Seth? Esponete le vostre tesi.


DREW McINTYRE vs SHEAMUS
Nulla da eccepire però qualcosa di incompleto sembra esserci. La storyline tra lo scozzese e l’irlandese magari avrebbe avuto bisogno di una maggiore esposizione, con il duello finale fissato per Wrestlemania. Sarebbe stato il palcoscenico ideale per concludere una faida con delle basi solide. La storia della loro amicizia che parte da lontano fino all’inevitabile scontro e al voltafaccia quando sul piatto c’è in palio il WWE Title. Costruzione ad hoc come fase transitoria che avrebbe portato McIntyre ad affrontare Lashley. Non sappiamo se magari nel futuro prossimo i due possano nuovamente incrociare i propri cammini sfidandosi per il WWE Championship. Magari il Draft pre-estate potrà invece separarli, quindi con uno dei due che finirebbe a Smackdown. La rivalità a cui abbiamo assistito e il match di FastLane, hanno chiaramente evidenziato quanto potenziale ci sia, e quanto abbiano ancora da raccontare. Secondo voi, è stato giusto proporre la sfida tra i due amici di sempre come un impiego a tempo determinato prima di Wrestlemania? Oppure pensate che Sheamus poteva essere inserito in un triple threat per il titolo del mondo?

Ora tocca a te…Fa’ la tua scelta!

Girolamo De Nicolo
La mia più grande passione? Il wrestling! Nata negli anni 90 con la voce di Dan Peterson e le immagini trasmesse in tv dalla emittente Tele+2! Ho avuto la fortuna di assistere Live a show delle federazioni italiane/europee e show della WWE nel nostro paese in più occasioni. Blogger ed editorialista, ho intervistato alcune superstar (passato e presente) ma ciò che mi piace sottolineare è identificarmi, prima di tutto, come FAN