L’UNIONE FA LA FORZA
Quando il rapporto sentimentale si fonde con la vita professionale, il risultato vien da sé. Provate ad immaginare l’esplosione mediatica, il clamore dovuto dalla coppia formata da Randy Savage e Miss Elizabeth. Visto i successi, l’ideologia di accostare ad una determinata superstar il partner della vita reale, è diventata una prassi. La figura dei boss, capitanati da Triple H e Stephanie, è tutt’ora in voga, ma oggi i riflettori sono tutti puntati su “gli uomini” Seth Rollins & Becky Lynch. Il fato ha voluto che tra i due nascesse un amore al di fuori delle telecamere, una love story storicamente troppo importante da non farsi sfuggire per proporla in maniera professionale all’interno degli show televisivi. Seth e Becky sono i rispettivi campioni di categoria di RAW e, allo stesso istante, i Top Face per eccellenza. Vederli spalleggiarsi a vicenda, lottare assieme contro i rispettivi nemici, è ciò che il pubblico aspettava di vedere, una volta che la relazione era diventata pubblica. Tant’è che dopo il pestaggio di Brock Lesnar, ci fu proprio Becky ad assistere Seth durante il trasferimento in ambulanza. Geniale l’idea di annunciare Lacey Evans come arbitro speciale del match valevole per il titolo Universal. Da quel momento in poi, tutto ciò che è accaduto, è avvenuto come una sequenza naturale dei fatti. La WWE ha agito come meglio non poteva, facendo affidamento anche sui match misti, approvati e promossi grazie al Mixed Tag Team Challenge. Difficile chiedervi come avreste agito e cosa avreste cambiato, in quanto il tempismo è stato impeccabile. Ma probabilmente qualcuno avrebbe voluto tenere separati l’aspetto lavorativo con quello affettivo, chissà. Personalmente un bel timbro approved per quanto accaduto nel main event del ppv, chiusura magistrale. Ma ora tocca a te, fa’ la tua scelta.

IT SHOULD HAVE BEEN ME
E’ difficile attirare l’attenzione sia quando si è fuori dagli schermi che quando si è attivi in faide principali. Eppure Dolph Ziggler ci riesce benissimo. Nonostante il talento di questo ragazzo, la sensazione è che con l’avanzare degli anni, la stella di Dolph si stia lentamente spegnendo. Anno dopo anno non si fa altro che domandarsi quando scadrà il proprio contratto, e se mai rinnoverà. Questioni extra che sovrastano la stessa superstar, e che mettono in ombra ciò che riesce a dimostrare sul ring. Anche in questa occasione il suo ritorno è stato da una parte sorprendente, ma dall’altra parte come un film già visto, che non sa più stupire. Seppure abbia lottato per la possibilità di conquistare il WWE Title, Ziggler non riesce a reinventarsi per riappropriarsi di quel appeal, determinante affinché i fan possano nuovamente credere (dal punto di vista del personaggio) in lui.
Probabilmente è arrivato il momento di interrompere questo matrimonio, ma per farlo bisogna essere in due, e se la WWE non ha intenzione di lasciarlo andare via così facilmente, anche Ziggler sembra non avere nessuna intenzione di lasciare la federazione. Evidentemente è soddisfatto, e nonostante dubbi e incertezze, preferisce non cambiare aria. Voi invece quali idee proporreste per dare una sterzata decisiva alla carriera di Ziggler in WWE? Credete sia giusto insistere nel riproporlo di tanto in tanto o preferireste vederlo in altri lidi?

CRUISERWEIGHT DIVISION
Non è un caso che periodicamente ci ritroviamo a parlare e discutere della questione dei pesi leggeri, e di quel 205 Live. Lo show ci continua a sfornare match di qualità proponendoci diversi campioni di categoria. A Stomping Grounds è toccato a Drew Gulak, un veterano di prima categoria, che ultimamente ha svolto un servizio esemplare in quel di NXT. Drew rappresenta un modello di vita per quanto riguarda l’aspetto professionale. Non un semplice wrestler, ma molto di più. Allenatore, mentore, consigliere e ovviamente atleta di spessore. Il titolo cruiser è ora intorno alla sua vita e, quanto accaduto al ppv, trova il mio totale consenso. Gulak troverà il modo per donare nuova linfa allo show grazie al suo stile inconfondibile, sia nel wrestling lottato che con il microfono tra le mani. Ciò che resta da inquadrare è il presente e il futuro della Cruiserweight Division. Destinato a rimanere uno show interno/esterno? Utilizzare i pesi leggeri per il tipico incontro del kickoff del ppv sembra essere funzionale a noi spettatori, ma quanto in realtà è soddisfacente e utile alle superstar? Ma ciò nonostante credo fortemente che gli stessi atleti sappiano bene il valore di 205Live, pregi e difetti compresi. Voi avete per caso delle idee sulla gestione dei pesi cruiser? Quale futuro per la categoria? Dite la vostra.

BLISS-MANIA
Non mi stancherò mai di segnalare quanto Alexa Bliss sia importante a livello carismatico. La Bliss è riuscita ad imporsi anche quando era infortunata, ma ora che è tornata a tutti gli effetti, la sua presenza è maggiormente d’impatto. Sappiamo quanto il suo personaggio possa essere pungente e, nel feud con Bayley, le sue parole hanno agito come degli artigli. La pluricampionessa è abile a nuotare in queste acque, e quando la faccenda entra nel vivo da il meglio di sé stessa. Peraltro, il suo ritorno sul ring, ha garantito di recuperare Nikki Cross con un vero e proprio impiego. La scozzese è riuscita così ad avere spazio nel main roster, sia fuori che dentro il ring. Alexa ha così ora una spalla, o meglio un braccio, mentre lei è la mente. Un duo che episodio dopo episodio, tra mille sfaccettature, sta prendendo piede, suscitando interesse nello strano rapporto venutosi a creare tra le due ragazze. La categoria femminile ha bisogno di una heel di questo livello, e il ritorno di Alexa Bliss è una notizia di grande valore. Il match stesso del ppv ha vissuto di momenti di storyline con la partecipazione di Nikki, caratterizzando a sua volta l’incontro titolato. Quanto siete soddisfatti del lavoro della Bliss? Trovate che il legame con Nikki sia magnificamente intrigante?

RICOCHET
Ricordate l’esordio di Ricochet e Aleister Black nel main roster? Ogni episodio fissi come tag team ma ad un certo punto la separazione. Per l’ex campione di NXT c’è un periodo di transizione ma per Ricochet le cose vanno a gonfie vole. Incontri di alta qualità, la mini faida con Cesaro ed ora il titolo US sconfiggendo Samoa Joe. Fa senz’altro piacere che la WWE stia puntando sul ragazzo con un bel push, senza attendere ulteriore tempo. Non si tratta di bruciare le tappe ma bensì di riconoscere il giusto valore. L’infortunio di Rey Mysterio ha scombussolato le carte in tavola, ma ecco il jolly inatteso. A volte non bisogna pensarci più di tanto, certe occasioni vanno prese al volo, e Ricochet è l’uomo del momento, il nuovo volto che sta conquistando il pubblico del grande palcoscenico. Il suo stile elettrizzante sta convincendo tutti e di conseguenza perché mai aspettare?
Approvate o no la decisione di dargli il titolo US?

Girolamo De Nicolo
La mia più grande passione? Il wrestling! Nata negli anni 90 con la voce di Dan Peterson e le immagini trasmesse in tv dalla emittente Tele+2! Ho avuto la fortuna di assistere Live a show delle federazioni italiane/europee e show della WWE nel nostro paese in più occasioni. Blogger ed editorialista, ho intervistato alcune superstar (passato e presente) ma ciò che mi piace sottolineare è identificarmi, prima di tutto, come FAN