Benvenuti al primo Raw della Nuova Era signore e signori, direttamente da Pittsburgh, Pennsylvania. Alla tastiera, Ysmsc

P.S: la prima ora circa è stata fatta durante la diretta live, chiedo scusa in anticipo se ho omesso o travisato qualcosa nelle traduzioni, ma ero un po’ arrugginita con le traduzioni simultanee.

PPS: A fine report troverete la tabella di valutazione dei match, dato che molti ancora credono che quelle stelline equivalgano a dei numeri.

E adesso bando alle ciance che c’è molta carne al fuoco!

Monday Night Raw si apre dapprima con un recap del main event di BattleGround, poi con una nuova intro molto molto pheega, Michael Cole ci da il benvenuto nel Nuovo Raw (con la postazione vicino allo stage, come ai bei tempi, mi dicono dalla regia) e introduce il suo nuovo collega al commento assieme a Byron Saxton: Corey Graves. Sul ring si trovano Mick Foley e Stephanie McMahon, che ci presentano tutto il nuovo roster di Raw, in piedi sullo stage, alcuni indossano i colori rossi, altri fanno gli alternativi, altri ancora vanno sul blu dimostrando di aver fatto confusione con i roster, Foley dice che si impegnerà al massimo per costruire insieme a loro ogni giorno un grande episodio di Raw, Stephanie poi cazzia Roman Reigns per essersi fatto schienare e aver perso per tutti loro la possibilità di avere il WWE Championship nello show rosso, Roman non é né un brav’uomo né un cattivo uomo, è solo un perdente, in ogni episodio di Raw c’è sempre stato un campione mondiale, il pubblico lo chiede, il pubblico lo merita, dunque nel primo episodio della nuova era di Raw ci saranno due Fatal 4 way match, i due vincitori si affonteranno nel main event della serata, il vincitore di questo mini-torneo affronterà Seth Rollins a SummerSlam (prima scelta per Raw) per incoronare il primo WWE . . . Universal Champion. Gli otto nominati sono: Sami Zayn, Sheamus, Chris Jericho, Cesaro, Roman Reigns, Rusev, Kevin Owens . . . e Fìnn Bàlor

Dopo questo annuncio giusto un filo prevedibile (Universal? Really?), Stephanie e Foley cazziano pure Charlotte per aver perso a BattleGround e la obbligano a difendere il titolo stasera a Raw contro Sasha Banks, Stephanie promette che questa notte per Raw sarà storica.

“Universal” Championship, livello di tamarraggine over 9000

E si parte subito con il primo match

Fatal 4 way match Cesaro vs Rusev vs Kevin Owens vs Fìnn Bàlor (4 / 5)

Durante l’ingresso si scopre che il tecnico delle luci personale di Fìnn Bàlor è stato probabilmente promosso anche lui nel main roster. Ma passiamo alle cose serie: il nuovo arrivato se la prende subito con Kevin Owens (vecchie ruggini che riaffiorano) mentre Cesaro e Rusev si menano fuori ring e io mi accorgo che non c’è neanche un americano che può far partire i cori “USA” (alleluja!), buona reazione per Bàlor che tiene sotto controllo Owens mentre Cesaro sembra essere il favorito del pubblico, specialmente quando stende Rusev con la sua Rolling senton dall’apron, sfumiamo in pubblicità e scopriamo che lo Sporco Trucco (copyright) non passa mai di moda, dal momento che al ritorno sia Rusev che Owens sono in controllo, i due eseguono alcuni Suplex sul nuovo arrivato dandogli l’adeguato benvenuto nel main roster, Cesaro prova ad intervenire ma viene preso di mira dai due heel che vanno a segno con un doppio Suplex, allo schienamento di Rusev lui e Owens cominciano a litigare, poi fanno a gara a chi esegue meglio una Senton su Cesaro, la collaborazione però dura poco, Owens prova a schienare Bàlor dopo una Spinning irish curse e Rusev lo attacca, Cesaro piomba su entrambi con un Crossbody, poi inizia a somministrare Uppercut a tutti (Bàlor compreso), Owens è il prescelto per la Cesaro swing, ma Rusev lo blocca, i due finiscono fuori ring, Bàlor vorrebbe tentare un volo fuori ma viene intercettato da Owens, Bàlor allora spedisce anche lui fuori dal quadrato e li stende tutti e tre con un Topé suicida, poi prova a schienare Cesaro dopo la 1916, ma lo svizzero alza la spalla. Altra pausa pubblicitaria che ci restituisce una Tower of doom a quattro uomini così #acrudo, con Rusev che schianta a terra e sfoggia uno sguardo allucinato (che mi ha ricordato in maniera inquietante Beppe Grillo), il campione USA prova a capitalizzare uno schienamento e parte una sequenza di mosse a catena, con Owens che riesce ad eseguire la Pop-up powerbomb su Bàlor, ma Cesaro riese a bloccare il conteggio, Springboard uppercut per lo svizzero, arriva Rusev che va di Superkick e tenta la Accolade su Owens, ritorna ancora Cesaro che solleva Rusev di peso per un Vertical suplex e arriva vicinissimo al tre quando quasi schiena il bulgaro ribaltando la Accolade in un roll up, è Rusev dunque a beccarsi la Cesaro swing e la Sharpshooter, ma nel frattempo Owens è riuscito a riprendersi, anche Bàlor sbuca dal nulla mandando al tappeto gli avversari e connettendo la Coup de grace su Rusev e riuscendo ad aggiudicarsi lo schienamento vincente

Vincitore: Fìnn Bàlor

Hashtag #FìnnOuttaNowhere

Dopo la pausa, assistiamo al debutto a Raw di Nia Jax contro . . . Britt Backer, stando a Michael Cole

Nia Jax vs Britt Backer (l’avrò scritto giusto?) (s.v.)

Incredibilmente la vittima sacrificale non cede al primo Leg drop, ma al secondo, gloria ai jobber

Vincitrice: Nia Jax

Mi spiace per coloro che non seguono NXT e penseranno che Nia sia brava solo negli squash match, dato che per quel che mi riguarda la considero una lottatrice più che degna, forse migliore di quel che molti pensano, a cui sono stati dati match consoni al personaggio che interpreta, come nel match per il titolo femminile contro Bayley.

Nel backstage, Sasha Banks promette che la nuova era vedrà una nuova campionessa femminile e sarà la BOSS (mentre Goldust e R-Truth cercano Pikachu sullo sfondo)

Tornati dalla pubblicità, ci viene annunciato che la prossima settimana avremo il ritorno di Brock Lesnar in quel di Raw, dopodiché si passa al secondo dei Fatal 4 way della serata, giusto averli tutti nella prima ora in modo da avere (in kayfabe) entrambi i lottatori un minimo riposati per il main event

Fatal 4 way match Chris Jericho vs Sheamus vs Sami Zayn vs Roman Reigns (4 / 5)

Per compiacere il pubblico, Sheamus e Jericho iniziano a pestare Reigns, Zayn è un po’ titubante ma poi si unisce anche lui al pestaggio collettivo, messo fuori uso Reigns Sheamus e Jericho iniziano una sorta di alleanza contro Zayn, ma l’ex campione di NXT si difende con le unghi e con i denti, Headscissor su Sheamus e poi viene il turno di Jericho, ma alle spalle di Sami arriva Reigns che prova a capitalizzare con una Power move (giusto per farsi odiare ancora un po’ di più), Zayn alza la spalla e Reigns lo chiude all’angolo, Sami subisce l’offensiva per un paio di minuti ma alla fine anche Reigns vola fuori ring, tuttavia quando Zayn si carica per un tuffo all’esterno viene afferrato da Sheamus che gli somministra i tamburi di guerra, Jericho colpisce l’irlandese con lo Springboard dropkick, dopodiché è Reigns a volare su tutti e tre gli avversari con il suo Air Samoan Man (copyright). Il match continua con Reigns che prova a farsi valere sui due heel, eseguendo il suo Dropkick dall’apron su entrambi gli avversari, intanto nelle retrovie Zayn riprende fiato per poi tentare lo schienamento su Roman dopo la Blue thunder bomb, ma è solo due, fallisce invece l’Helluva kick, con Roman che lo intercetta ed esegue la sua nuova Powerbomb (nuova nel senso che prima solleva l’avversario come faceva Razor Ramon, caruccia come cosa), il samoano prova il Superman punch ma viene intercettato dal Brogue kick di Sheamus, da qui partono una serie di finisher dei quattro contendenti, ma nessuno riesce a ottenere lo schienamento vincente, Jericho esegue una lunga Walls of Jericho su Zayn, ma non può farlo cedere per l’intervento di Sheamus, che si accanisce poi su Zayn, Roman compare allora colpendo tutti con il Superman punch, Jericho evita il primo pugno grazie a uno scivolone, ma non è così fortunato la seconda volta, anche Y2J tuttavia arriva vicino alla vittoria quando riesce ad eseguire la Code breaker, tuttavia Roman alza la spalla, Jericho perde le staffe e si lancia sull’avversario, che lo evita e riesce poi a colpirlo con la Spear

Vincitore: Roman Reigns

Lo ammetto, entrambi i finali sono arrivati in un punto che non mi aspettavo, ma nel complesso due match affatto male.

Dopo la pausa, il New Day ci raggiunge sul ring, portando in mano tre palloncini che assieme formano il numero “337”, mentre palloncini a forma di corno d’unicorno si trovano agli angoli del ring (intanto segnalo un “hey Big E please stop diving” nelle prime file), sostanzialmente i tre dicono che a loro della sconfitta contro i Wyatt non frega una mazza dal momento che sono campioni da quasi un anno, Kofi dice che un anno fa i BootyO’s erano solo un sogno, ma adesso sono dei veri cereali che tutti possiamo mangiare a colazione, dopodiché parte un video celebrazione in filtro paradisiaco, caruccio, molto caruccio, filtro da oltretomba a parte; Woods carica il pubblico dicendo che stasera sceglieranno un quarto membro onorario dal New Day, agitazione palpabile tra le prime file, viene scelto un tizio con la maglia del New Day e che condivide con Big E la propensione per il petto pronunciato, il tizio afferma di chiamarsi “Sunny Boy”, cosa che stupisce non poco il trio di campioni, ma alla fine accettano la stranezza anagrafica e ballano assieme a Sunny

Peccato che i festeggiamenti vengano interrotti da Anderson e Gallows, A&G fanno mattanza risparmiando Sunny Boy per un pelo, poi eseguono la Magic killer su Big E e strappano le magliette a Kofi e Woods, raggiungono Sunny (tornato al suo posto), si puliscono il naso con le magliette e poi le lanciano contro il malcapitato.

Pubblicità, poi JoJo introduce Curtis Axel come “Mr Irrilevant”, dato che è stato scelto a Raw per ultimo, per come la vede Axel non è stata l’ultima scelta, ma a Raw si sono lasciati il meglio per ultimo, temo che la cosa andrà diversamente, dal momento che Axel è l’avversario scelto per il ritorno di (barbetta)Neville

(barbetta)Neville vs Curtis Axel (s.v.)

Neville vuole togliersi in fretta la ruggine di dosso e parte con le sue classiche manovre aeree, compreso uno Standing moonsault con l’avversario straiato a pancia in giù, Axel però non si da per vinto e tenta uno schienamento dopo una Backbreaker, poi riparte Nevile, German suplex, Belly to back Suplex (ma Saito Suplex mi piace di più), Red arrow e tutti a casa

Vincitore: (barbetta)Neville

Speriamo bene.

Negli spogliatoi, Darren Young si scusa con Backlund per non aver vinto il titolo, ma nessuno può mettere le mani addosso al suo coach, i due vengono interrotti dai Golden Truth in cerca di Jigglypuff, Backlund li caccia via a male parole e sbraita che questa è una guerra e Young dovrà vincere quel titolo, in un modo o nell’altro.

Promo pheegherrimo su Fìnn Bàlor per i poveri figli dell’estate che non guardano NXT

Tom Phillips intervista Charlotte, che afferma che è Sasha ad essere svantaggiata a non avere una partner stasera, non lei, Charlotte è diventata quello che è difendendo il titolo giorno dopo giorno e la Banks imparerà ad inchinarsi alla campionessa. Siamo dunque giunti al match titolato signore e signori

WWE Women’s Championship match Charlotte(c.) vs Sasha Banks (4 / 5)

Le due avversarie si spintonano cercano di sovrastarsi, intanto a bordo ring arriva Dana Brooke, che subito inizia ad interferire facendo inciampare Sasha, la Banks però chiude Charlotte nella Bank’statement, dalla quale Charlotte si libera a fatica schiacciandola contro l’angolo, tempo pochi secondi e Sasha chiude nuovamente la presa, costringendo la campionessa a fuggire fuori dal ring, ma viene colpita da un Dropkick della Banks che connette poi la sua doppia ginocchiata volante (che io per i danni inflitti a chi la sua soprannominerei “Ciao ciao ginocchio”, ma son dettagli), Charlotte si riprende quando evita il doppio Stomp della Banks e va a segno con un Big boot seguito da una Neckbreaker, adesso è Sasha a finire fuori ring dove Charlotte infierisce con un altro Big boot, poi le sventola la cintura in faccia affermando che non la merita, ciò scatena l’ira di Sasha, la quale colpisce Charlotte e riesce a lanciare la cintura nelle mani di Dana Brooke, così l’arbitro si convince che questa stava cercando di attaccarla scorrettamente e viene spedita negli spogliatoi, giusto richiamo ad Eddie Guerrero dal tavolo di commento; la contesa prosegue e la ginocchiata in volo viene ripetuta anche all’interno del ring, causando un doppio conteggio a terra, al quale segue un violento scambio di gomitate, la Boss guadagna terreno e poco dopo arriva anche il doppio Knee stomp all’angolo, ma Charlotte risponde con un’altra Neckbreaker, a questo punto il segnale del match se ne va e torna per restituirci una Banks che con un volo fuori ring per poco non atterra di faccia sul pavimento, altra perdita di segnale che ritorna su un Moonsault di Charlotte dal paletto direttamente fuori dal ring (non così tanto sull’avversaria, ma chissene); sul quadrato la campionessa riesce ad eseguire una combo di Big boot e Natural selection, ma Sasha Banks riesce a toccare le corde salvandosi dallo schienamento, Charlotte allora prova a chiuderla nella Figure 8, ma non riesce ad applicarla completamente, altro tentativo di Figure 4, Sasha spinge Charlotte alle corde, questa tenta un roll up ma viene ribaltato nella Bank’statement, Charlotte vicinissima a cedere, ma anche lei raggiunge le corde, tentativo di Spear evitato da Sasha, ennesima Bank’statement e questa volta . . . Charlotte cede!

Vincitrice e New WWE Women’s Champion: Sasha Banks

Ovazione giustamente meritata per Sasha, con Byron Saxton che incorona Sasha prima nuova campionessa della nuova era, cori “Yes” e “You deserve it” da parte del pubblico, Sasha dice di esserci riuscita, era il suo sogno sin da piccola, aveva detto di essere la migliore ed oggi finalmente l’ha provato, siamo di fronte ad una nuova era, l’era del wrestling femminile e promette che ogni volta che salirà sul ring dimostrerà perché è la campionessa e perché c’è una sola BOSS in WWE.

Dopo la pubblicità una musica inaspettata si rivela essere la nuova theme song di Braun Strowman, mentre sul ring Byron Saxton intervista il povero malcapitato numero due della puntata, James Hellqualcosachenonhocapito, il quale dice che non si aspettava che il suo match di debutto in WWE sarebbe stato contro Strowman, ma non importa

Braun Strowman vs James Hellqualcosachesenonsimangiasseroleparoleavreicapito

Il taglio di capelli di Strowman mi inquieta, mazzate, Reverse chokeslam e tutti a casa

Vincitore: Braun Strowman

Per par condicio, promo pheego anche per Roman Reigns, in vista del main event.

I Golden Truth sono ancora a caccia di Pokémon, anche se Truth non sembra molto informato sull’argomento dato che scambia per un Piplup il pinguino mascotte della squadra locale di Pittsburgh (punto un centesimo su “squadra di football”).

Sul ring giungono gli Uber-Over Enzo&Cass,i quali iniziano a elencare le cose che amano crude (raw, ovviamente), ma vengono interrotti dalle vittime sacrificali numero 3 e 4, ossia i Fiori del Portorico, anche detti “The Shining Stars”, che invitano tutto il pubblico di Pittsburgh ad emigrare in massa a Portorico, Enzo&Cass non li degnano nemmeno di un promo dandogli immediatamente dei “SAWFT”

Enzo&Big Cass vs Shining Stars (s.v.)

Gli Shining Stars eseguono un’offensiva su Enzo neanche così male, ma le cose cambiano appena entra Cass, Epico è costretto ad interrompere uno schienamento mentre Primo riesce a lanciare Cass fuori ring, il tutto viene momentaneamente interrotto dai Golden Truth in cerca di Pokémon sul ring, Primo si distrae e si becca il Big boot di Cass

Vincitori: Enzo&Big Cass

Segmento neanche così male, ma sulle prime passare da AJ Styles a Primo ed Epico 3.0 un po’ ti fa rimanere perplesso.

Nel backstage, Bàlor e Reigns hanno uno scambio di natura geografica, con Bàlor che asserisce che essendo irlandese ha inventato la fortuna, mentre Roman dice di essere samoano e la cosa dovrebbe bastare; direi che siamo tutti pronti per il main event

Winner will face Seth Rollins for the WWE Universal Championship at SummerSlam Fìnn Bàlor vs Roman Reigns (4 / 5)

Reigns parte lanciando Bàlor da un angolo all’altro del ring, Fìnn salta oltre le corde per evitare Reigns e mette a segno un calcio alla testa, poco dopo mette a segno anche un Dropkick, Reigns alza la guardia e chiude l’avversario all’angolo tempestandolo di Clothesline, Fìnn risponde evitando l’apron Dropkick di Reigns e colpendolo con un Doppio stomp, l’irlandese dunque prova a concentrarsi sulla gamba dell’avversario, ma Reigns alla prima occasione blocca l’offensiva chiudendolo in una Headlock, Powerbomb del samoano, ma è solo due, tentativo di Spear, poi Reigns prova (perché mai) a salire sul paletto, dove viene intercettato da Bàlor che esegue una combo di calci e ginocchiate dall’apron, Doppio foot stomp dal paletto sulla schiena di Reigns, che riesce ad alzare la spalla, Slingblade da una parte, Superman punch dall’altra, entrambi non cedono, con Reigns incredulo di fronte alla determinazione dell’avversario; Roman si carica Fìnn sulle spalle, questi scivola e tenta un roll up, Reigns si libera ed esegue ben due Powerbomb, ma l’ex campione di NXT non cede, Reigns tenta il tutto per tutto con le Spear, Bàlor lo intercetta con la Slingblade, lo lancia all’angolo con un Dropkick, sale sull’angolo, Coup de grace, uno, due . . . tre!

Vincitore: Fìnn Bàlor

Mentre Michael Cole ci informa che oggi è pure il compleanno di Fìnn, l’arbitro gli solleva il braccio, rendendo così ufficiale il match di SummerSlam valido per il WWE Universal Championship: Seth Rollins vs Fìnn Bàlor. I got goosebumps, Fìnn festeggia sul ring, mentre Reigns, intervistato, dice di essere sicuro che Bàlor sconfiggerà Seth Rollins.

Tabella di valutazione dei match:

* = da evitare
** = mediocre/appena sufficiente
*** = sufficiente o di più per il tipo di evento in questione (se è un PPV o uno show settimanale)
**** = match da vedere
***** = match da ricordare

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7.75
Qualità dei promo
7.5
Evoluzione delle storyline
8
Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname