Ciao a tutti, amici e amiche di Zona Wrestling, e benvenuti ad un nuovo appuntamento con la Major League Wrestling! Io sono Mauro Cambus e vi illustrerò cosa è accaduto durante l’episodio #105 di Fusion trasmesso, a partire da questa settimana, a Tijuana (Messico).

Il tavolo di commento capeggiato da AJ Kirsch e Rich Bocchini ci dà l’ufficiale benvenuto a questo nuovo show della Major League Wrestling, presentandoci quella che sarà, infatti, la nuova location per i prossimi episodi: l’Auditorio Fausto Gutierrez di Tijuana, nell’esotica e viva terra messicana. L’occasione? Le Super Series: una competizione/collaborazione tra la MLW e la AAA, per fornire a noi spettatori del wrestling fenomenale. Detto ciò, si parte con la sigla!

Subito dopo la sigla, abbiamo subito, sul ring, la cerimonia di inaugurazione della Super Series, con tanto di Inno nazionale come nei principali eventi sportivi. Nel mentre, ci viene ricordato il main event della serata: dopo la dipartita di MJF da Dynasty e una serie di sconfitte per la stable, vedremo come Alexander Hammerstone se la caverà nella sua nona difesa del National Openweight Title dall’assalto di Laredo Kid. Inoltre, veniamo informati di un nuovo match MLW vs AAA: Mance Warner e Savio Vega, rappresentanti della MLW, affronteranno il tanto famigerato Pagano e Mortiz in un Tijuana Barrio (Street Fight) Match, e proprio questo match sarà il nostro opener.

Mentre vediamo arrivare Mortiz sul ring, veniamo rimandati al backstage, con Alicia Atout che intervista il nostro “vecchio” Mance. Alicia, contentissima del fatto che MJF se ne sia definitivamente andato dalla MLW, dà il cinque a Warner, complimentandosi con lui. Warner si dichiara soddisfatto di aver fatto fare le valigie a Maxwell, ma ricorda che Dynasty ha ancora dei membri nel gruppo, quegli “stupidi idioti” di Alexander Hammerstone e Richard Holliday (tutti si dimenticano del povero Medina lol). Warner dice di avere, inoltre, uno scoop: i membri di Dynasti hanno tenuto una sorta di Donkey Show, in cui hanno dato pieno sfoggio della propria ricchezza. Prima di proseguire, però, Warner viene interrotto da Savio Vega, che arriva CARICO per il suo match insieme a lui contro Pagano e Mortiz, parlando un po’ di spagnolo per la totale ignoranza, in merito, di Mance. I due promettono di entrare in azione, con tanto di violenza, e perché no, anche con un po’ di birra.

Tornando sul ring, vediamo entrare Pagano, personalità per cui si è fatto hype nelle ultime settimane. Vediamo, intanto, Alexander Hammerstone in postazione di commento insieme ai nostri AJ Kirsch e Rich Bocchini, che vuole scrutare le mosse di Mance Warner, il quale arriva sul ring subito dopo Savio Vega. Prima che il match abbia inizio, veniamo a sapere che avremo degli aggiornamenti circa le condizioni di salute di Brian Pillman Jr., e inoltre rivediamo alcune immagini della vittoria di Warner contro MJF della scorsa settimana e la conseguente dipartita forzata di Maxwell dalla MLW. Ora possiamo cominciare!

Tijuana Barrio Match – Savio Vega & Mance Warner (MLW) vs Pagano & Mortiz (AAA) 2.8 out of 5 stars (2,8 / 5)

Il match, che ricordiamo essere un tipico street fight messicano, comincia, in modo abbastanza insolito anche se per poco, come un classico e normalissimo tag team match. Tuttavia, in poco tempo, un match che sembrava essere lento e pacato, diventa un vero e proprio Barrio Match, con tanto di spiedi di legno sulla povera testa di Pagano, sedie lanciate e date direttamente sulla testa, tavoli e porte (sì, avete capito bene, porte) distrutti, con tanto di tavolo ricoperto di fiamme, per la gioia di Mortiz. Come già dissi per il Barbed Wire Match tra Havoc e Warner di un paio di mesi fa, soffro internamente nel vedere certe rappresentazioni, ma i quattro hanno tirato su un opener carino. Il match non è mancato, tuttavia, di alcune pecche, qualche botch e confusioni durante l’incontro e l’intervento superfluo, sebbene legittimo e corretto a livello di storyline, di Hammerstone a fine match ai danni di Warner, gesto che ha permesso poi, a Pagano, di terminare l’incontro ai danni di Savio Vega con il pin della vittoria.

Winners: Pagano & Mortiz (AAA)

E abbiamo i nostri “winnners” (con 3 “N”, perché ai messicani, o alla stessa MLW, durante il programma, piace abbondare) in quel di Pagano e Mortiz, che festeggiano con il loro pubblico sul ring per il primo punto a favore della AAA. Veniamo, di conseguenza, a conoscenza che la competizione tra le due compagnie sarà effettivamente una vera e propria gara a chi avrà più vittorie. Siamo, a fine di questo primo incontro delle Super Series, 1-0 per la AAA.

Successivamente, veniamo a sapere che King Mo, a seguito del suo violento attacco ai danni di Killer Kross (il quale è stato, a causa di ciò, ricoverato d’urgenza), è stato sospeso per un mese per qualsiasi tipo di apparizione a Fusion e punito con una sanzione amministrativa di 10,000 dollari.

E a proposito di King Mo e del Team Filthy, veniamo rimandati ad un video, registrato per il canale YouTube della MLW, da parte di Tom Lawlor dalla sua residenza a Las Vegas. Lawlor dichiara che proprio quando il Team Filthy e l’American Top Team si stavano unendo per una totale e vittoriosa predominanza in quel di Fusion, qualcosa doveva casualmente andare storto, con la sospensione del “re degli knockout”, King Mo; tuttavia, Lawlor è convinto che sia solo questione di tempo per la loro conquista, che è stata soltanto rimandata di un mese. Intanto, l’ex lottatore UFC dirige le sue attenzione a quegli “hawaiani imbecilli” dei Von Erichs, che secondo lui si nascondono tra gli alberi delle Hawaii pur di non difendere i propri titoli di coppia. Lawlor è convinto e determinato: insieme a Dominic Garrini, vuole ottenere l’oro, vuole ottenere le cinture, perché quella di peso e quella nera (in riferimento alle attività precedenti dei due) non sono sufficienti. Non ci sarà cosa migliore, secondo Lawlor, che sottrarre queste due importanti cinture dalle mani della propria famiglia.

Intanto che questo match prenderà forma in futuro, la prossima settimana il Team Filthy (Lawlor e Garrini), il quale rappresenterà la MLW, dovrà vedersela con due rappresentanti della AAA, Puma King e Xtreme Tigre, in onore delle Super Series. Viene, poi, ricordato il nostro main event titolato tra Hammerstone e Laredo Kid, e veniamo, inoltre, informati che avremo, in serata, il primo intervento di Injustice dopo la loro sospensione causata dal violento e meschino attacco ai danni di Brian Pillman Jr.

Ed ora è arrivato IL momento, quello che tutti aspettiamo ogni settimana: il momento di farci inebriare dagli stili di vita dei ricchi e dinastici membri di Dynasty! Hammerstone e Holliday, mezzi nudi, distrutti perché reduci dal Donkey Show della scorsa notte e in completo hangover, si chiedono, in modo esilarante ma confuso, dove si trovi Medina, dicendo che, probabilmente, sarà andato a donne dopo la nottata piena di alcol. Attorniati da una vagonata di bottiglie vuote, i due cominciano a dimenarsi, Holliday a spogliarsi, disperati perché si rendono conto di avere dei match in programma, primo fra tutti Hammerstone (ragazzi, inutile dire che li amo).

Dopo un breve recap dell’intervento di Hammerstone durante il primo match avuto in serata, ci viene presentata una lista aggiornata dei top 10 avversari per il titolo massimo secondo Pro Wrestling Illustrated, in ordine decrescente: Dominic Garrini (10°), Low Ki (9°), Richard Holliday (8°), Mance Warner (7°), King Mo (6°), Tom Lawlor (5°), Brian Pillman Jr. (4°), Myron Reed (3°), Davey Boy Smith Jr. (2°) e al primo posto, ancora una volta, Alexander Hammerstone. Vedremo chi, in futuro, se la vedrà con Jacob Fatu, con in palio il prestigioso MLW World Heavyweight Title.

Abbiamo, di seguito, un video recap dell’assalto, da parte di Injustice, ai danni di Brian Pillman Jr. di due settimane fa, per il quale i membri della stable sono stati sospesi. Viene ricordata l’entità dell’infortunio di Pillman, nonché l’incertezza circa una sua eventuale apparizione durante le Super Series. Tuttavia, ci viene detto che si farà il possibile, in primis lo stesso Pillman, per tornare presto nel ring di Fusion.

Ecco, dunque, il video registrato da Injustice menzionato in precedenza: Kotto Brazil ci conduce in una sorta di bunker in cui lui, Jordan Oliver e Myron Reed si sono rifugiati per sfuggire al bando a loro inflitto. Oliver si rivolge direttamente al sommo Bauer, direttore della MLW, affinché mandi in onda questo intervento nell’immediato. Oliver, assecondato da Brazil e Reed, si dimostra soddisfatto, e nemmeno minimamente dispiaciuto, dell’attacco perpetrato ai danni di Pillman, dicendo che lo rifarebbero di nuovo, due volte, tre volte, insomma, tante altre volte, se ne avessero le possibilità. Loro sanno dove sei, Brian, ma tu non sai dove loro siano. E ovunque essi siano, i membri di Injustice otterranno la LORO giustizia.

Ci viene detto, oltre al tag team match tra il Team Filthy (MLW) e il team composto da Puma King e Xtreme Tigre (AAA), che lo stesso Team Filthy e l’American Top Team terranno una conferenza stampa. Inoltre, avremo un altro match di competizione tra le due compagnie, con Douglas James (MLW) che se la vedrà con Averno (AAA). Viene, infine, ricordato che a breve ci sarà il nostro main event con in palio il MLW National Openweight Championship.

Video promozionale per il merchandise targato MLW.

Tornando al ring, il nostro tavolo di commento, prima del main event, ci informa che c’è stato un meeting tra Davey Boy Smith Jr. e il direttore Bauer, dunque veniamo rimandati alla zona degli uffici per un’intervista a Smith appena uscito dal meeting. Viene chiesto a Smith se abbia informazioni circa le condizioni di salute di Pillman, e il membro della Hart Foundation ci rassicura, dicendo che sebbene al momento sia costretto a letto, Brian è un guerriero e si riprenderà presto. Il discorso, però, poi verte su Jacob Fatu ed un’eventuale negoziazione per una chance titolata; Smith fa inquadrare le sue scarpe ricoperte d’oro, facendo poi riferimento al titolo massimo della MLW. Smith dice che l’importante non sono i presunti tacchi della scarpa, bensì a dove puntano le dita del piede, e puntano solo e soltanto in avanti, e al futuro. Tempo di affari per Smith, ragazzi!

Subito dopo, abbiamo un video registrato dai meandri più oscuri della MLW da parte della CONTRA Unit. Josef Samael ci ricorda, ancora una volta, che ci sono mormorii in giro circa il loro prossimo attacco, ma questo non è un semplice attacco da parte di CONTRA: è un preparativo per l’imminente guerra. I soldati di CONTRA sono nascosti, che sia a Katmandu o in Russia, aspettando il momento adatto per l’invasione. Gloria a CONTRA!

Andiamo, di seguito, nel backstage, con Alicia Atout che chiede a Konnan, in merito a questa grande competizione tra la MLW e la AAA, se ci sia qualche particolare match per cui provi più interesse. Konnan fa solo in tempo a dichiarare che non vede l’ora di vedere il main event di questa sera tra Laredo Kid e Hammerstone, perché viene interrotto dai membri di Injustice. Oliver dice che non importa quali match interessino a Konnan, perché a loro non importa minimamente; l’unica cosa importante sono solo, e i titoli a 3 della AAA, che loro vogliono conquistare e portare al di là del confine. Prendono poi il discorso tra loro e Konnan in fatto di “insulti e provocazioni”, dicendo che è inutile che lui ce l’abbia tanto con loro, per loro non è mancanza di rispetto, nulla di personale, è semplice wrestling. Konnan replica di tutto punto, dicendo che se pensano davvero di essere il miglior trio, allora avranno il loro match contro i Los Jinetes del Aire per gli AAA World Trios Championship. I membri di Injustice gioiscono della cosa, ma Konnan li interrompe subito, dicendo che se non portano rispetto, non si dovranno preoccupare dei titoli, bensì di riuscire a ritornare al di là del confine. Konnan dice che non c’è nulla di personale, è semplice wrestling. Tanta roba, ragazzi!

In merito alla sfida lanciata la scorsa settimana da parte di LA Park e i Los Parks contro Psycho Clown e i suoi alleati della AAA per un match durante le Super Series, vediamo Psycho Clown nel backstage, il quale accetta naturalmente la sfida, dicendo che punta alla “grassa testa” di LA Park.

Vengono poi, attraverso un video, rivelati nuovi partecipanti alle Super Series: per la AAA, abbiamo Texano Jr., il leggendario Psicosis e Octagon Jr.; per la MLW, avremo Richard Holliday e Davey Boy Smith Jr.

Siamo vicini al main event, e vediamo dunque, nel backstage, il campione Hammerstone in compagnia di Alicia Atout, in vista della difesa del titolo imminente. Alicia chiede a Hammerstone cosa ne pensi della presunta serie di disfatte ricevute da Dynasty negli ultimi tempi. Hammerstone, legittimamente (dato che non è effettivamente vero), rimprovera Alicia, consigliandole di informarsi meglio. Hammerstone è ancora e da parecchio tempo il campione, con otto difese del titolo con successo, quindi non vede dove siano le sconfitte dal suo punto di vista. Il campione afferma, con convinzione, che la MLW non sarebbe nulla senza Dynasty, Dynasty è l’unica incarnazione della MLW piuttosto. Hammerstone conclude dicendo che si dovrebbe mettere focus sul suo titolo e su di lui, dandogli più rispetto d’ora in poi. Poor Alicia…

It’s main event time! Vediamo arrivare sul ring Laredo Kid, seguito dal campione Alexander Hammerstone, che porta con sé, con fierezza, la bandiera degli USA. Il match ha, quindi, inizio!

MLW National Openweight Championship Match – Alexander Hammerstone (c) (MLW) vs Laredo Kid (AAA) 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Un vero Davide contro Golia, in questo main event per il titolo. Hammerstone ha dato, per l’ennesima volta, dimostrazione di fare della sua forza e prestanza fisica la chiave del suo predominio e del suo potere come National Openweight Champion, mentre Laredo Kid, d’altro canto, ha saputo soddisfarci, come al solito, con la sue sublimi ed eccellenti capacità atletiche e la sua grande tecnica sul ring. I due partecipanti al match hanno messo su un match estremamente dinamico ed equilibrato, e Laredo è riuscito, fino all’ultimo, a dare del serio filo da torcere al campione. D’altronde, durante un bump ricevuto per sbaglio dall’arbitro, che rimane fuori gioco per un po’, Laredo Kid riesce, potenzialmente, a schienare Hammerstone con una Spanish Fly. Tutto ciò, però, per il povero talento della AAA, non è sufficiente. Nel tentativo, da parte di Laredo Kid, Di far rinsavire l’arbitro dalla botta subita, Hammerstone riprende la situazione in pugno, con un german suplex, una powerbomb e un finale, e devastante Nightmare Pendulum per il 3 della vittoria! Alexander Hammerstone è, ancora una volta, dopo la sua nona difesa, il nostro MLW National Openweight Champion.

Winner and still: Alexander Hammerstone (MLW)

Il conteggio della competizione tra la MLW e la AAA in onore delle Super Series è dunque, ora, ad un pareggio di 1-1. Con i festeggiamenti di Hammerstone che si ritira, e un aggiornamento, fatto giusto negli ultimi 10 secondi di puntata, che Warner stesse potenzialmente avendo una rissa con i bodyguard nel backstage, si conclude lo show #105 di Fusion di questa settimana.

La prossima settimana continueremo a vedere queste due grandi promozioni, la MLW e la AAA, competere nelle Super Series, con alcuni match già annunciati, in quel di Team Filthy vs Puma King/Xtreme Tigre e Douglas James vs Aderno, e la conferenza stampa dei membri del Team Filthy e dell’American Top Team, ma anche tanto altro. Per ora, però, è tutto, cari lettori di Zona Wrestling, ma io sarò qui con voi per un nuovo appuntamento con Fusion la prossima settimana. See ya next time!

Mauro Cambus

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6,25
Evoluzione delle storyline
8
Qualità dei promo
8,5
VIAZona Wrestling
FONTEZona Wrestling
Anno: 1994. Passioni: wrestling, videogames (w i Pokémon, dolci e prorompenti), mondo asiatico. Segni particolari: pioniere della Women's Revolution, the Goddess of ZW. LET ME IN!