Ciao a tutti, amici e amiche di Zona Wrestling, e benvenuti ad un nuovo appuntamento con la Major League Wrestling! Io sono Mauro Cambus e vi illustrerò cosa è accaduto durante l’ultimo episodio di Fusion #93 trasmesso dalla Melrose Ballroom nel Queens (New York City). Cominciamo!

Lo show si apre con un video che onorifica la storia della Opera Cup e riepiloga ciò che è successo durante il torneo per decretare il vincitore della coppa edizione 2019, dopo 71 anni dall’ultimo avuto.

Il tavolo di commento presieduto dagli immancabili Rich Bocchini ed AJ Kirsch ci dà ufficialmente il benvenuto alla nuova puntata, mettendo hype per i match programmati per la serata, uno dei quali inizia subito, con l’arrivo sul ring di El Lindaman, seguito da Myron Reed di Injustice accompagnato dai suoi compagni. Prima che il match abbia concretamente inizio, tuttavia, viene mandato un video registrato da Injustice nel backstage, in cui Myron ha un promo tutto per lui. Il campione dice di essere uno dei migliori come Mohamed Ali, che non verrà mai controllato dalle menti dei ricchi bianchi, che vuole la guerra, non la pace, e vuole tutto l’oro e i soldi che il business può offrire. Prosegue, affermando che continuerà a dimostrare a tutti la sua grandezza. Finito il promo, il match, valevole per il titolo Middleweight posseduto da Reed, tra il campione e El Lindaman ha inizio!

MLW Middleweight Championship Match – Myron Reed (c) vs El Lindaman 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

E’ iniziata alla grande questa nuova puntata, con un match totalmente apprezzabile. El Lindaman dimostra di essere all’altezza del campione, non solo sul piano di resistenza e prestanza fisica, ma anche sul piano atletico, in quanto, nel match, possiamo vedere, a più riprese, alcune mosse effettuate dall’atleta giapponese che non sono niente male. Tuttavia, Reed mette in mostra in modo totale e superbo le sue doti di highflyer, nonché rendere onore al titolo da lui detenuto, avendo la meglio sull’avversario con un meraviglioso cutter dalla rampa verso il ring in rincorsa e lo springboard 450 per il pin vincente.

Winner and still: Myron Reed

Veniamo poi rimandati backstage, dove troviamo Alicia Atout pronta ad intervistare Brian Pillman Jr. Alicia chiede come si senta Pillman in vista della finalissima del torneo per l’Opera Cup fissata per il main event della serata, specie considerando l’infortunio riportato la scorsa settimana. Pillman ammette di avere una lussazione alla spalla, ma di non aver voluto più approfondite attenzioni mediche per non rischiare di essere eliminato per forfait dal torneo. Pillman prosegue, denunciando l’attacco subito dai membri di Injustice, che in parte giustifica, dicendo che gli ricordano lui da più giovane, affamato di gloria e di riconoscenza. Tuttavia, dice anche che non hanno completato il loro lavoro, perché lui è ancora lì e pronto al main event. Pillman prosegue, dicendo che non ha nulla da perdere, e nel suo match contro Davey Boy Smith Jr. non gliela darà vinta. Dice che non è più una questione della Hart Foundation, non ci saranno due cuori sul ring, ma due wrestler, due atleti di generazioni diverse. Vuole dimostrare chi è non solo al suo mentore Davey, ma a tutta la famiglia Hart, e vincere l’Opera Cup.

Finita l’intervista, viene mandato un video promozionale per il Barbed Wire Match tra Mance Warner e Jimmy Havoc in programma nel main event dello show della prossima settimana.

In un’intervista esterna, King Mo dice che non è importante chi vincerà l’Opera Cup, perché chiunque sarà quella persona, dovrà ancora sfidare lui. Prosegue dirigendo le sue attenzioni sul campione massimo Jacob Fatu, dicendo che, presto, lo sfiderà per il titolo.

Video recap del tradimento di Medina ai danni di Konnan avvenuto la scorsa settimana, e conseguente suo inserimento in The Dynasty. Veniamo, successivamente, portati nel backstage proprio da loro, mentre sorseggiano dello champagne, festeggiando il nuovo arrivo. MJF, con fare buffo, chiede dove sia il gigante, mentre Hammerstone dice che era un regalo. Medina dice che Konnan era ritenuto l’Hulk Hogan del Messico, ma Hammerstone ride della cosa, dicendo che ormai Konnan appartiene al passato. I quattro, infine, concludono il discorso congiungendo i loro pugni, in perfetto stile Dynasty.

Abbiamo, poi, una preview per lo show MLW Fightland in programma per l’1 Febbraio, che prevede il ritorno di LA Park in federazione e il match per il titolo massimo tra Cima e Jacob Fatu.

Tornando nel ring, assistiamo all’arrivo sul quadrato di Gino Medina, pronto per il suo NYC Street Fight Match contro Savio Vega, il quale arriva già armato di un kendo stick. Prima dell’inizio del match, vediamo un promo backstage di Vega, in cui dichiara che affronterà Medina in questo match, e lo farà per ottenere vendetta in onore di Konnan.

Street Fight Match – Gino Medina vs Savio Vega 2.8 out of 5 stars (2,8 / 5)

Un match tutto sommato ok, anche se piuttosto blando e lento, considerando che si sta parlando di uno street fight. Vega riesce ad avere degli spiragli di offensiva contro Medina, usando particolarmente il segnale di STOP come arma e scudo, ma rimane un’offensiva poco efficace. Lo stesso Medina non splende in questo match, in quanto non sembra pienamente coinvolto ed impegnato. L’arrivo di Dynasty e la conseguente distrazione pongono fine all’incontro per Vega, che viene colpito sulle parti basse da Medina e poi steso con uno spin kick per il 3 della vittoria.

Winner: Gino Medina

Successivamente al match, viene mandato un video recap dell’attacco della scorsa settimana perpetrato da parte di Tom Lawlor ai danni dei Von Erichs, confermando l’effettivo utilizzo di un nunchaku come arma contundente (il cui utilizzo è, come viene menzionato, vietato).

Veniamo poi rimandati backstage, in cui è il turno di Davey Boy Smith Jr. per essere intervistato da parte di Alicia Atout. Il veterano racconta un po’ la storia dell’Opera Cup, trofeo vinto per l’ultima e più recente volta ben 71 anni fa, nel 1948, da parte del nonno dello stesso Davey, Stu Hart. Davey, poi, passa alla questione Pillman, dicendo che ama pensare di essere stato d’aiuto per la sua carriera. Vede la passione e il desiderio negli occhi di Brian, e ammette che rimane un membro di famiglia. Tuttavia, stanotte non è questione di famiglia, ma di affari.

Il tavolo di commento mette hype sul Barbed Wire Match tra Warner e Havoc della prossima settimana, per poi mandare un altro video promozionale per MLW Fightland.

It’s main event time! Vediamo arrivare sul ring Brian Pillman Jr., seguito subito dopo da Davey Boy Smith Jr. Che la finale del torneo per l’Opera Cup 2019 abbia inizio!

Opera Cup Tournament Finals – Brian Pillman Jr. vs Davey Boy Smith Jr. 4 out of 5 stars (4 / 5)

Questo main event è stato, a tutti gli effetti, un tocco di classe. L’underdog di tutto il torneo, Pillman, viene, nelle menti di tutti, dato per vincitore, ed è peraltro il favorito del pubblico per tutto l’incontro. Un Pillman ferito, che combatte contro un infortunio e contro il suo mentore, con più esperienza e più in salute. Match combattutissimo, ricco di colpi di scena e di ribaltamenti di controllo, specie durante le parti finali, in cui il favorito Pillman sembra stia per coronare una vittoria gloriosa, quando viene, invece, imprigionato nella crossface, alla quale, dopo vari divincolamenti, non può fare altro che cedere. Se volete un match estremamente tecnico, in cui due pilastri del wrestling della Hart Foundation se le danno di santa ragione, come se volessero dimostrare, a tutti i costi, chi dei due sia superiore all’altro, questo è ciò che fa per voi! Ottimo match, raccontato superbamente.

Winner: Davey Boy Smith Jr.

Con un gesto di profondo rispetto tra i due compagni della Hart Foundation e i festeggiamenti da parte del vincitore dell’Opera Cup Davey Boy Smith Jr., la puntata #93 di MLW Fusion chiude il sipario.

La prossima settimana ci aspetta, quindi, il tanto atteso, e prevedibilmente cruento, Barbed Wire Match tra Warner e Havoc, come anche tanto altro. Per ora è tutto, cari lettori di Zona Wrestling. Io sono Mauro Cambus, e sarò qui con voi per un nuovo appuntamento con Fusion la prossima settimana. See ya next time!

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7
Evoluzione delle storyline
6,75
Qualità dei promo
8
Avatar
Anno: 1994. Passioni: wrestling, videogames (w i Pokémon, dolci e prorompenti), mondo asiatico. Segni particolari: pioniere della Women's Revolution, the Goddess of ZW. LET ME IN!