Ciao a tutti, amici e amiche di Zona Wrestling, e benvenuti ad un nuovo appuntamento con la Major League Wrestling! Io sono Mauro Cambus e vi illustrerò cosa è accaduto durante l’episodio #106 di Fusion trasmesso, anche questa settimana, a Tijuana (Messico), in onore della seconda serata delle nostre Super Series.

Lo show si apre con delle immagini, tratte dalla scorsa settimane, di Alexander Hammerstone che interviene nel tag team match, opener dello show, attaccando a tradimento Mance Warner sebbene non nel match. Warner ha, dunque, un messaggio per il caro Hammerstone: lui ha fatto spettacolo, spaccando tutte le sedie, tavoli e porte dell’arena con un grande match, ma lui l’ha voluta rendere personale. Ha già avuto a che fare col fuoco, ricorda Warner (nel Tijuana Barrio Match, per intenderci), ma adesso ne avrà ancora a che fare con Hammerstone, che ormai è un uomo morto che cammina, per quanto gli riguarda. Warner intima, in ultimo, il campione National Openweight di stare attento, perché si prenderà tutto l’oro che possiede. E si va a bere qualche birra, intanto che la sigla prende il sopravvento!

Dopo la sigla, veniamo ufficialmente introdotti, da parte dei nostri AJ Kirsch e Rich Bocchini al tavolo di commento, in questa seconda serata delle Super Series, show #106 di Fusion direttamente dall”‘Auditorio Fausto Gutierrez di Tijuana. Viene ricordato il pareggio, attuale, tra la MLW e la AAA, e veniamo informati del fatto che il nostro main event vedrà contrapporsi il Team Filthy (Tom Lawlor e Dominic Garrini) contro il team, proposto dalla AAA, di Puma King e Xtreme Tiger.

Veniamo portati poi sul ring per il nostro primo match della serata. Vediamo arrivare Douglas James, che rappresenterà la MLW nel suo match contro il talento della AAA Averno. In una intervista fatta in giornata, Alicia Atout chiede il suo parere su questo match, e James dice che conosce bene Averno per essere una leggenda in Messico, ma lui non è da meno. Averno può avere la lucha libre dalla sua, ma lui ha un background nel jiu-jitsu, kick boxing e arti marziali, ed è sempre stato un combattente in tutti gli anni della sua carriera. Non è, tuttavia, un semplice kickboxer, Averno deve saperlo, perché davanti a sé ha il migliore lottatore ibrido che ci sia, e che si carica ogni volta che combatte, e sarà lo stesso questa sera. Vediamo, dunque, arrivare Averno sul ring e il match ha ufficialmente inizio!

Singles Match – Douglas James (MLW) vs Averno (AAA) 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

I due partecipanti allo scontro tra la MLW e la AAA, sebbene le (almeno personali) grosse aspettative, mettono su un match piuttosto breve e discontinuo, sebbene abbastanza equilibrato. Entrambi i lottatori hanno avuto poco da mostrare, specie James, nonostante noi sappiamo sia un grandissimo atleta e talento. Il conteggio di un pin da parte di James su Averno è stato estremamente e spaventosamente lento da parte dell’arbitro messicano, fattore potenzialmente interessante, dovesse ripetersi, per mettere in luce un’eventuale mini storyline sulla illegittima parzialità dello show a favore della AAA. Il match in sé, di seguito, ha una precoce fine, con un forearm da parte di Averno ai danni del povero cranio di James che lo mette KO, dando la vittoria ad Averno e il punto alla AAA.

Winner via KO: Averno (AAA)

Averno festeggia la sua vittoria col suo pubblico messicano, e il punteggio attuale è di 2-1 per la AAA.

Ci vengono nuovamente mostrati i footage dell’attacco, avvenuto 3 settimane fa nei parcheggi, da parte di Injustice ai danni di Brian Pillman Jr., il quale, a causa di esso, è ancora fuori gioco per infortunio. E a proposito di Heart Foundation, Alicia è nel backstage insieme al compagno e “famigliare” di Pillman, Davey Boy Smith Jr., al quale viene chiesto un parere sul Team Filthy e la loro zuffa a Philadelphia. Smith esordisce facendo gli auguri di compleanno ad Alicia (tanti auguri Alicia, anche da parte mia! Ti amiamo tutti!), per poi rispondere alla domanda di Alicia. Smith dice che si sente ancora un po’ abbattuto da quell’attacco, ma garantisce che sarà presente alle Super Series. Passando a Brian Pillman Jr., Alicia chiede a Smith se ha qualche update in merito. Incredibilmente, nonostante la mandibola in gravi condizioni, Brian sarebbe in condizioni per tornare, e quindi Smith ci promette che Pillman tornerà a combattere, e molto presto. La Hart Foundation rompe tante cose, ma non le promesse! Ed è proprio vero, perché già la prossima settimana, la Hart Foundation si riunirà, in un tag team match tra i due compagni della MLW (Pillman e Smith) contro i talenti della AAA Texano Jr. e Rey Escorpion Jr.

BREAKING NEWS UFFICIALE: tra qualche settimana, avremo un grosso match, ora ufficializzato: dopo lo scontro verbale tra Konnan e Injustice della scorsa settimana, avremo il tanto agognato match tra la stable e i Jinetes Del Aire per gli AAA Trios Tag Team Championship! Staremo a vedere quando avrà luogo questo grande match.

In merito a questa grossa news, abbiamo Alicia nel backstage insieme ai membri di Injustice (con Kotto Brazil che si conficca la sua solita spazzola enorme nella sua folta barba, perché sì). Alicia chiede i loro pareri circa l’opportunità ricevuta per i titoli della AAA, e Myron Reed prende subito parola. Reed dice che nessuno credeva che potesse diventare Middleweight champion ad Orlando, eppure…e quindi è solo questione di tempo prima di prendersi i titoli della AAA. Come dice, poi, Brazil, i messicani non li rispettano, dunque è giusto che si prendano tutto ciò che si possa prendere da loro. Alicia chiede, successivamente, che ne pensano del fatto che a Pillman sia stato dato l’ok per combattere di nuovo sul ring, e con aria moooolto infastidita, Jordan Oliver replica, dicendo che è naturale che sia così, perché a Pillman basta dare qualche dollaro per corrompere gli ufficiali, dato che è un “figlio di papà” e un corrotto, ma non importa. Injustice continuerà ad asfaltare tutti, prendersi i titoli AAA, andare al bar a festeggiare e, magari, ubriacarsi un po’ ma, soprattutto e in primis, continuerà ad avere la propria giustizia.

Successivamente, abbiamo un video promozionale per Vikingo, in arrivo negli schermi della MLW, e un altro video promozionale per il merchandise targato MLW.

Vediamo, poi, un divertente intervento da parte di Dynasty, con dei Richard Holliday e Alexander Hammerstone selvatici che si nascondono, nel tentativo di varcare il confine col Messico. L’intervistatore li becca, e loro palesano indignazione perché vengono disturbati e fatti notare nel loro “perfetto” nascondiglio. Viene fatta parola sull’arrivo del Caribbean Title in Messico, per una difesa dello stesso da parte di Holliday, il quale nemmeno sa chi sia il suo avversario. Dopo un breve tira e molla, i due membri di Dynasty scacciano via l’intervistatore con fare irritato. Come puoi non amarli?

Dopo aver, nuovamente, ricordato il nostro main event, ci viene dato un aggiornamento sullo stato di cose riguardante King Mo e Dan Lambert dopo il loro vile attacco ai danni di Killer Kross. I due non si dimostrano per nulla dispiaciuti dell’accaduto, ci viene detto, nonostante la sospensione e la sanzione amministrativa, e ci viene detto che Low Ki e Dan Lambert sono stati ospiti nel podcast “Busted Open”, in cui i due hanno commentato la controversa fine dell’incontro per decretare il “re degli knockout” avuto qualche settimana fa tra King Mo e Low Ki.

Abbiamo, di seguito, la consueta lista dei top 10 avversari per il titolo massimo secondo Pro Wrestling Illustrated, in ordine decrescente: Dominic Garrini (10°), Low Ki (9°), Richard Holliday (8°), Mance Warner (7°), King Mo (6°), Tom Lawlor (5°), Brian Pillman Jr. (4°), Myron Reed (3°), Davey Boy Smith Jr. (2°) e al primo posto, ancora una volta, Alexander Hammerstone. Vedremo chi, in futuro, se la vedrà con Jacob Fatu, con in palio il prestigioso MLW World Heavyweight Title.

Abbiamo, successivamente, un messaggio alla MLW da parte del talentuoso Pagano, il quale ci dice che vedremo la carneficina da lui creata molto presto, partendo direttamente dal campione massimo Jacob Fatu. Pagano non toglie i suoi traguardi e le sue abilità, ma Fatu non conosce quelli del più pazzo del Messico. Pagano, dunque, rivolge subito le sue attenzioni all’oro più importante della MLW!

Vengono poi ricordati il nostro main event, e subito dopo l’attacco di Hammerstone ai danni di Warner della scorsa settimana. Spostandoci al backstage, ci ritroviamo con Alicia e il più longevo campione della MLW (Hammerstone, per l’appunto) nel backstage. Alicia si dichiara delusa dell’attacco perpetrato dal membro di Dynasty ai danni di Warner della scorsa settimana, perché Warner è amato da tutti negli spogliatoi e quello è stato un profondo gesto di non-sportività (Alicia top 1 babyface della compagnia). Hammerstone si dichiara sconvolto che venga mai detta una cafonata simile, dato che Warner è una bestia e non amato da nessuno. Il nostro campione National Openweight, piuttosto, rivolge le sue attenzioni e lusinghe ad Alicia in onore del suo compleanno, facendo il marpione offrendole qualche sessione di tennis. Alicia cerca di allontanarsi disgustata, ed ecco arrivare il nostro “vecchio” Mance a salvare la situazione, con un’intensa zuffa che si protrae per tutto il backstage.

Lasciando i due nella loro accesa zuffa, veniamo informati di vecchie e nuove presenze nelle Super Series da parte dei due roster in competizione: per la AAA, avremo Octagon Jr. (che è uno degli AAA Trios Tag Team champions) e Nino Hamburguesa; per la MLW, come già detto, avremo il ritorno di Brian Pillman Jr.

Abbiamo, poi, alcune immagini delle recenti azioni del Team Filthy a Fusion, e la nota loro volontà di entrare nella divisione tag team per prendere possesso dei titoli detenuti, al momento, dai Von Erichs. Vediamo, dunque, Alicia in compagnia, nel backstage, di Tom Lawlor e Dominic Garrini. Lawlor dichiara di voler pareggiare il punteggio con i loro vecchi fratelli e compagni, che loro si spaccano a differenza dei cari fratelli che fanno la bella vita alle Hawaii in piena tranquillità, e che stanno arrivando per i loro titoli.

Viene confermato, poi, che la prossima settimana vedremo il match tra Holliday e Chessman (l’avversario che il nostro membro di Dynasty nemmeno conosceva) con in palio il Caribbean Title. E a proposito di Dynasty, vediamo Alicia di fianco ad un ascensore, la quale ci dice che non sa che fine abbiamo fatto Hammerstone e Warner nella loro interminabile rissa, ma sa benissimo che i due si odiano e sapremo presto qualcosa in merito…e con presto, si intende subito, dato che vediamo apparire dall’ascensore i due darsele di santa ragione, con un Alicia spaventata che corre via.

And now, it’s main event time! Vediamo arrivare sul ring i membri del Team Filthy, Tom Lawlor e Dominic Garrini, seguiti dai loro avversari Puma King e Xtreme Tiger. Vedremo, dunque, se la MLW si porterà un punto a casa, pareggiando i conti, anche a fine di questa puntata, con la AAA, oppure se quest’ultima estenderà il suo vantaggio. Il match ha, dunque, inizio!

Tag Team Match – Team Filthy (Tom Lawlor & Dominic Garrini) (MLW) vs Puma King & Xtreme Tiger (AAA) 3.3 out of 5 stars (3,3 / 5)

Interessante, ben equilibrato, divertente e generalmente buon main event match quello che abbiamo in questo nuovo appuntamento con le Super Series. Abbiamo di fronte un tag team match di tutto punto, con delle fantastiche interazioni iniziali con il caloroso pubblico messicano, delle buone dimostrazioni da parte di tutti i partecipanti sul ring (con particolare e personale focus su Lawlor e Xtreme Tiger) e tante e ben fatte combo di coppia, che hanno dato onore alla tipologia del match in questione. Particolarmente interessanti, durante il match, sono stati una catena di sottomissioni che ha coinvolto tutti e 4 gli uomini nel match, unica nel suo genere, e lo stesso match che, ad un certo punto, è quasi diventato un tornado tag, non riuscendo a capire chi fosse l’uomo legale o meno in molti momenti. Tuttavia, l’incontro vede la sua conclusione con una feroce rear naked choke da parte di Lawlor ai danni di Xtreme Tiger che l’arbitro è costretto ad interrompere (in quello che sembrava un ulteriore gesto di parte, ricollegandomi al primo match, come viene fatto notare dallo stesso tavolo di commento), dando la vittoria al Team Filthy e il punto alla MLW.

Winners: Team Filthy (MLW)

Mentre il Team Filthy festeggia la sua vittoria con grandissima spavalderia, appuriamo che, come la scorsa settimana, l’episodio si conclude in parità, con la MLW e la AAA che chiudono, entrambe, a 2 punti totali.

Ci vengono, nuovamente, ricordati i match in programma per la prossima settimana, per una nuova puntata delle Super Series, ma prima di chiudere lo show, non possiamo non festeggiare come si deve il compleanno della nostra Alicia! Vediamo Savio Vega, Brain Pillman Jr. e la stessa Alicia pronti per mangiare una deliziosa torta verde, quando (e mi stupisce che non lo avessi previsto) irrompono Warner e Hammerstone ancora coinvolti nella loro rissa in giro per il mondo. Abbiamo una torta, abbiamo una rissa…ebbene sì, la povera Alicia deve dire addio alla sua cara torta, perché viene totalmente distrutta dalla sua collisione col cranio del povero Hammerstone, col benservito di Warner! Con una Alicia triste, e Vega, Warner e Pillman che assaggiano la torta ed un Hammerstone con tanto di maschera per il viso alla panna montata, questo episodio #106 di Fusion vede la sua conclusione.

La prossima settimana continueremo a vedere queste due grandi promozioni, la MLW e la AAA, competere nelle Super Series, con alcuni match già annunciati in quel di Richard Holliday vs Chessman per il Caribbean Title e The Hart Foundation vs Texano Jr. & Rey Escorpion Jr., ma anche tanto altro. Per ora, però, è tutto, cari lettori di Zona Wrestling, ma io sarò qui con voi per un nuovo appuntamento con Fusion la prossima settimana. See ya next time!

Mauro Cambus

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5,75
Evoluzione delle storyline
8
Qualità dei promo
8
VIAZona Wrestling
FONTEZona Wrestling
Anno: 1994. Passioni: wrestling, videogames (w i Pokémon, dolci e prorompenti), mondo asiatico. Segni particolari: pioniere della Women's Revolution, the Goddess of ZW. LET ME IN!