Ciao a tutti, amici e amiche di Zona Wrestling, e benvenuti ad un nuovo appuntamento con la Major League Wrestling! Io sono Mauro Cambus e vi illustrerò cosa è accaduto durante l’episodio #102 di Fusion trasmesso, anche questa settimana, da Philadelphia (Pennsylvania).

Iniziamo subito con un video recap del main event della scorsa settimana, che ha visto fronteggiarsi il debuttante Killer Kross e Tom Lawlor e la successiva zuffa tra gli heel del Team Filthy e i face (Von Erichs, Davey Boy Smith Jr. e Kross), con il programma del main event di oggi: un match 4vs4. Finito il recap, abbiamo la nostra consueta sigla.

Il tavolo di commento guidato da AJ Kirsch e Rich Bocchini ci dà il benvenuto a questo nuovo show di Fusion, e vediamo arrivare subito la stella della AAA Zenshi sul ring in vista del nostro opening match. Veniamo anche a sapere che Mance Warner ha subito un’imboscata al Pay Window da parte di Dynasty, in particolare da MJF, attacco che gli avrebbe causato una commozione. Viene inoltre ricordato il match, già annunciato la scorsa settimana, tra Richard Holliday e un uomo misterioso scelto da Mance Warner, il quale sarà a bordo ring durante lo scontro. Intanto, sul ring, arriva il talento giapponese El Lindaman, e il match può avere inizio!

Singles Match – Zenshi vs El Lindaman 3.3 out of 5 stars (3,3 / 5)

Il nostro match iniziale prende subito la forma di un palcoscenico di dimostrazione del puro talento: prende il suo avvio subito con un grandissimo ardore da parte di entrambi i partecipanti, i quali mettono in piena mostra le loro enormi doti atletiche, agilità e velocità. Non mi stancherò mai di dire quanto Zenshi sia un talento nato sul quadrato, una molla vivente, ma El Lindaman non è certamente da sottovalutare. Il pubblico, nonostante per la gran maggioranza del match sia poco presente e le piacevoli interazioni dell’atleta giapponese a metà match, si riprende un po’ nelle parti finali dell’incontro, per rendere giustizia al grande talento di entrambi i partecipanti. Nelle parti finali del match, El Lindaman si concentra maggiormente su sottomissioni e forza bruta, e il superbo utilizzo delle corde di Zenshi non è sufficiente per contrastarlo, poiché il giapponese pone fine al match con un bellissimo Tiger suplex.

Winner: El Lindaman

El Lindaman festeggia la sua vittoria, andando verso il backstage. Nel mentre, veniamo a sapere che avremo un segmento di cucina da parte di LA Park (sono confuso?) e viene ricordato il main event della serata. A proposito di ciò, nel backstage vediamo Kross, Smith e i Von Erichs che hanno qualcosa da dire agli avversari della serata. I Von Erichs esordiscono, dicendo di scegliere bene i propri alleati, come hanno fatto loro con dei grandi nel business in quel di Kross e Smith. Smith prosegue, dicendo che aiuterà sia i Von Erichs che Kross, ribadendo il legame familiare tra lui e i fratelli dai tempi dei loro nonni, per poi rivolgere le sue attenzioni sul Team Filthy e, in particolare, su Dominic Garrini, minacciandolo di riempirlo di botte a tal punto che non saprà nemmeno se il giorno sia martedì o venerdì (per renderla in modo carino :D). Kross termina il discorso dicendo ai puzzolenti del Team Filthy che non vinceranno contro di loro, e al povero “Tommy” che incrociare un killer non è affatto una buona decisione.

Viene dato un video recap della sconfitta, la prima a Fusion, di Gino Medina a favore di Mance Warner, e quest’ultimo sarà presente a bordo ring per il match della serata di Holliday. Vediamo, quindi, Warner in un video pre-registrato, mentre beve una birra e ricorda che andrà a prendere col suo pick-up l’avversario per la serata per Holliday, mentre promette grandi e speciali cose per MJF.

In seguito alle dichiarazioni appena fatte da Warner, Alicia Atout e Richard Holliday si trovano nel backstage per un’intervista. Alicia chiede ad Holliday come si sia preparato per il match della serata e se lui abbia qualche previsione su chi sia questo fantomatico uomo misterioso. Holliday replica alla domanda dicendo di avere qualche idea su chi possa essere, facendo riferimento al barman del bar che Warner frequenta o il fantasma di Colon (Alicia ricorda che sia ancora vivo, but still…), ma questo non è importante; la cosa importante è sentire, oltre l’odore di caffè che tiene in mano, l’aria rara e preziosa al suo cospetto, e Holliday promette che il suo avversario ne avrà esperienza. Alicia nota, inoltre, che Holliday non porta con sé il Caribbean Title, ma Holliday la rassicura dicendo che lo ha portato solo ad avere una lucidatura in onore del match di stasera; in merito al titolo, Holliday conclude promettendo un’altra cosa: il suo avversario non avrà nemmeno la possibilità di toccare la sua preziosa cintura.

L’intervista dal backstage viene bruscamente interrotta da un promo della CONTRA Unit dal backstage, con Josef Samael che ci ricorda che i loro non sono semplici attacchi, ma preparativi per una guerra su scala internazionale. I soldati si stanno nascondendo dietro le quinte, in vista dell’invasione degli infedeli. Gloria a CONTRA!

Nuovo video, piuttosto cupo ed inquietante, che mette hype per il debutto di una nuova superstar nella MLW.

Abbiamo, successivamente, un ulteriore promo da parte di Richard Holliday in un video da Twitter pre-registrato da quelli che sembrerebbero gli spogliatoi, poco prima del suo match. Holliday dice che lui e suo padre/suo avvocato non sono affatto felici, tenendo d’occhio il suo contratto con la federazione, che sia soggetto ad un match contro quello che potrebbe essere un ubriacone proposto da un drogato. Holliday ha solo un consiglio per Warner: deve smetterla di pensare che abbia controllo e la meglio su Dynasty, perché Dynasty trova sempre la sua via per la vittoria.

Veniamo a sapere che, finalmente, la prossima settimana avremo lo scontro tra King Mo e Low Ki per decretare il “re degli knockout”, e inoltre, in merito ad un attacco subito fuori dall’arena ai danni di Brian Pillman Jr. da parte di Injustice, la prossima settimana vedremo anche fronteggiarsi il membro della Hart Foundation e Jordan Oliver.

E siamo pronti al nostro match tra Richard Holliday, che fa il suo glorioso e “dinastico” ingresso sul ring, e l’uomo misterioso scelto da Mance Warner. Vediamo un video dal backstage, con Warner che mette hype su questa famigerata figura. Vediamo, quindi, arrivare lo stesso Warner sul ring che prende subito il microfono. Warner dice di aver fatto molte chiamate e bevuto molte birre, ma dice di aver scelto qualcuno che ha una grande storia con il wrestling e l’extreme, dando il benvenuto a…The Blue Meanie del Blue WORLD Order! Ed il match in questione può cominciare!

Singles Match – Richard Holliday vs The Blue Meanie [s.v.]

Pubblico totalmente a favore di Meanie, ma Holliday non è assolutamente d’accordo col pubblico, e col match, con tanto di ballo di scherno per l’avversario e il match diventa, magicamente, una gara di ballo (ahahah). Il tutto non dura a lungo, in quanto Holliday attacca l’avversario alle spalle, dando avvio al match vero e proprio. Poche ma simpatiche le offensive di Meanie, che servono a ben poco contro l’aggressività e meschinità perpetrate dal membro di Dynasty, il quale, dal canto suo, guadagna parecchio a livello di heat generale e da parte del pubblico. Tuttavia, Holliday viene distratto da Warner a bordo ring e finisce per perdere per count-out! Match, tutto sommato, fine a sé stesso, per rinvigorire la figura da heel di Holliday nel suo feud contro Warner.

Winner via count-out: The Blue Meanie

Warner e Meanie festeggiano con delle birre e il pubblico sul ring, mentre Holliday se ne va infuriato. E intanto…En la cocina, pendejos! Il segmento con LA Park è tra poco, per noi. Viene poi, nuovamente, ricordato il nostro main event, e pubblicizzato il merchandise targato MLW.

Viene, nuovamente, ricordato, inoltre, il match tra Brian Pillman Jr. e Jordan Oliver per la prossima settimana. A proposito, abbiamo Alicia Atout bel backstage insieme ai membri di Injustice, ai quali viene chiesto se ci sia carne al fuoco con gli atleti della AAA, e ciò viene categoricamente negato da parte loro, eccetto per il fatto, dichiarato da Oliver, che il management della MLW continui a mandare, contro di loro, delle persone straniere, contro le superstar che Injustice vuole rappresentare in quel di Oliver, Brazil e Reed. Injustice continua con i suoi discorsi confusi anche a riguardo di Brian Pillman Jr., promettendo, tuttavia, che la prossima settimana ci sarà della buona tv grazie a loro.

Abbiamo, poi, la lista, anche questa settimana, dei top 10 avversari per il titolo massimo, in ordine decrescente: King Mo (10°), Low Ki (9°), Mance Warner (8°), MJF (7°), Richard Holliday (6°), Brian Pillman Jr. (5°), Tom Lawlor (4°), Davey Boy Smith Jr. (3°), Myron Reed (2°) e al primo posto Alexander Hammerstone. Vedremo chi, in futuro, se la vedrà con Jacob Fatu, col desiderio di arrivare alla cima della MLW.

Viene mandato un video, registrato in giornata, da parte di Low Ki, che commenta sul suo match contro King Mo per la prossima settimana. Ki dice di essere di nuovo nella 2300 Arena di Philadelphia e dice, per l’appunto, che la settimana prossima avrà tutto per sé King Mo. Mo, secondo Ki, è un ottimo pro fighter ed ha un gran curriculum, ma rimane un curriculum da pro fighter, non da pro wrestler. Può continuare a sparlare e dire tutto ciò che vuole rispetto a qualcuno che non conosce minimamente, è okay, ma la prossima settimana se ne pentirà, con un bel calcio assestato al suo bel viso. King Mo fa la stessa cosa, accompagnato da Dan Lambert, nel backstage insieme ad Alicia Atout, la quale chiede al pro fighter cosa stia succedendo realmente tra lui e Low Ki. Mo dice che non vede knockout, non vede nulla in Ki se non una “low-key fraud” (gioco di parole col nome Low Ki per dire che è semplicemente una frode). Dan Lambert conclude il discorso, dicendo che si sa già quale sarà il risultato la prossima settimana, ma consiglia a Low Ki di avere qualcuno al suo angolo che possa salvargli la vita dalla furia di Mo.

Abbiamo, successivamente, un angolo di cucina da parte di LA Park e El Hijo De LA Park che ci spiegano, allo stesso tempo, come cucinare un uovo e salsiccia e come distruggere i propri avversari sul ring (per evitarvi una strisciata di mestolo di ferro sulla padella, con tanto di rumore orripilante per le orecchie, mettete pure in muto ahah). I due, sostanzialmente, mettono su un’ottima ricetta, promettendo che, in futuro, diventeranno anche campioni nella MLW. Tuttavia, lo staff non procura loro il sale per concludere la ricetta, dunque i due si offendono e ci abbandonano…

Grande annuncio da parte del tavolo di commento, subito dopo: Mance Warner avrebbe, infatti, sfidato MJF ad un match, in cui il perdente dovrà lasciare la MLW (ed ecco come potremmo vedere, effettivamente, allontanarsi il nostro Maxwell dalla Major League Wrestling…)! Vedremo quindi cosa succederà!

E ci siamo…it’s main event time! Vediamo arrivare l’intero Team Filthy al completo sul ring, con tanto di grosso poster in loro celebrazione. Tom Lawlor prende il microfono per un promo, dicendo di togliere subito la musica, di modo che possa, evidentemente, ascoltare il grande amore da parte del pubblico. Tom dice, infatti, di sentirsi a casa in una spazzatura di città come Philadelphia, lamentando il suo rapporto col pubblico e con i “marks” del luogo nei tempi passati. Il consiglio di Tom per i fan è quello di farsi un selfie, di modo che possano vedere, con i loro occhi, che abomini di persone essi rappresentano, per poi ammonire il pubblico stesso per le parolacce usate per la presenza di bambini, per poi mandare a quel paese tutto (bravo Tom, la coerenza :D). La filippica di Lawlor termina qui, e possiamo quindi veder arrivare, nell’ordine, Davey Boy Smith Jr., Killer Kross e i nostri campioni di coppia, i fratelli Von Erich. Il nostro main event può, dunque, iniziare!

8-Man Tag Team Match – Team Filthy ( Tom Lawlor, Erick Stevens, Dominic Garrini & Kit Osbourne) vs Von Erichs, Davey Boy Smith Jr. & Killer Kross 2.8 out of 5 stars (2,8 / 5)

Quello che dovrebbe essere un regolare match 4vs4 diventa, almeno nelle parti iniziali, una vera e propria rissa generale tra i partecipanti, i quali esternano tutto il loro odio e disprezzo vicendevole. Vediamo, quindi, Tom Lawlor e Ross Von Erich sul ring per l’inizio del match vero e proprio. Abbiamo, sin da subito, la dinamica del tenere all’angolo il face della situazione, in questo caso Ross, per un attacco totale da parte degli heel a turno. Kit Osbourne non riesce, però, a tenere Ross come si deve, il quale riesce quindi a dare il cambio a Kross per un’esplosione di energia e violenza. Kross fa totale piazza pulita degli avversari, ma viene accidentalmente messo ko l’arbitro. Ciò non è sufficiente per gli heel per approfittare, eventualmente, della situazione, perché Kit viene usato come vittima sacrificale per una claw e un bellissimo moonsault da parte di Marshall per il pin della vittoria! Match piuttosto ok, ma che poteva dare, nella carta, molto di più.

Winners: Von Erichs, Davey Boy Smith Jr. & Killer Kross

Kross, a fine match, invoca le armi! Con tanto di kendo e un tavolo distrutto ai danni di Kit, il Team Filthy viene sistematicamente e totalmente sconfitto, con tanto di cori di addio da parte del pubblico di Philly, ma il caos non è finito qui! I due team si azzuffano con veemenza sulla rampa e, poi, sul backstage, e quella che sembrava una sconfitta totale da parte del Team Filthy diventa, invece, una grande vittoria…perché vediamo arrivare, in loro aiuto, nientemeno che King Mo! I face sono a terra, gli heel se ne vanno in piedi e vittoriosi, con un nuovo membro nel team, ed è così che questo episodio #102 di Fusion si conclude.

La prossima settimana, come già annunciato, vedremo finalmente un primo scontro tra Brian Pillman Jr. e Injustice in quel di Jordan Oliver, il fantomatico scontro tra knockouts per King Mo e Low Ki, e tanto altro ancora. Per ora, però, è tutto, cari lettori di Zona Wrestling, ma io sarò qui con voi per un nuovo appuntamento con Fusion la prossima settimana. See ya next time!

Mauro Cambus

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Evoluzione delle storyline
9
Qualità dei promo
8,5
VIAZona Wrestling
FONTEZona Wrestling
Anno: 1994. Passioni: wrestling, videogames (w i Pokémon, dolci e prorompenti), mondo asiatico. Segni particolari: pioniere della Women's Revolution, the Goddess of ZW. LET ME IN!