La cosa che più conta in Messico è la maschera. Sin dalla nascita della Lucha Libre il peso di questo pezzo d’abbigliamento è stato estremo, è sempre stata la rappresentanza dell’onore per l’uomo che la tiene sul volto, e diventa addirittura una nuova identità. Per soggetti come Rey Mysterio, Mil Mascara ed El Santo ha rappresentato il marchio di fabbrica che li ha resi leggendari ed indimenticabili. Proprio per l’alone di mistero che circonda chi si nasconda dietro quella maschera, e la lotta all’ultimo sangue che si crea ogni volta che viene messa in palio, perché solitamente una sconfitta in un mascara vs mascara match porta anche alla fine della propria carriera.

La Sombra aveva raggiunto grandi traguardi in CMLL, nonostante la giovane età, strappando addirittura l’IWGP Intercontinental Championship dalla vita di Shinsuke Nakamura. Con la nascita della sua nuova stable, Los Ignobernables, conquista il main event, e il mondo si accorge di lui, tra cui la WWE. Nel 2014 i contatti tra la WWE e La Sombra si fanno sempre più intensi, tanto che in molti danno per certo un suo prossimo arrivo nella corte dei McMahon. Come far uscire di scena però un soggetto così centrale nella compagnia? Fargli perdere la maschera e finire la carriera del lottatore mascherato. Contro di lui va un suo vecchio rivale, Atlantis, un vero e proprio collezionista di maschere tolte a vari avversari. Il tutto avvenne all’82esimo anniversario della CMLL.

Leonardo
20 anni, Roma, appassionato di wrestling da lontano boom del 2006. Seguo parecchie Indy e più ne conosco, meno tempo libero ho, Promotion preferita PWG/Progress. Wrestler preferiti: Roderick Strong, Chris Hero/Kassius Ohno.