Ogni volta che un personaggio noto delle indie approda in WWE la domanda che tutti si fanno riguarda principalmente il suo utilizzo nella compagnia. Ma ciò a cui tutti pensano è soprattutto quale dream match si avrà la possibilità di vedere, e negli ultimi anni tutti quanti sperano in molti casi in un incontro tra il nuovo arrivato di turno e John Cena, volto storico della WWE, potendo dare vita a contese fino a quel momento solo immaginate.

Quando nel 2016 AJ Styles debuttò alla Royal Rumble tutti fantasticavano su cosa avrebbe potuto ottenere, fino a che punto Vince e i suoi avrebbero puntato su di lui, ma le risposte sarebbero arrivate non molto tempo dopo. Dopo un primo feud contro Chris Jericho che lo ha portato a Wrestlemania, Styles è andato avanti a grandi passi, prima contro Roman Reigns e poi proprio contro John Cena. In quel periodo Cena era in gran spolvero, tutti lo iniziavano a rivalutare come performer, e il suo 2015 ha dimostrato che nonostante tutti quegli anni vissuti da SuperCena, maledetto dalle sue 4 moves of doom, anche lui aveva qualche asso ben nascosto nella manica, ed i tempi erano maturi per tirarli fuori tutti. Durante il suo ritorno in pompa magna, Cena viene sfidato a viso aperto da AJ Styles, una sfida tra lottatori che si rispettano, e una sfida per determinare chi sia il più forte tra i due. Il loro primo scontro avviene a Money in the Bank, ma proprio nella fine del match, dopo un accesissimo incontro, Gallows ed Anderson intervengono e lasciano vincere il loro compagno. Nelle settimane seguenti Styles si vanta, ha battuto Cena che ora ha una buona motivazione per andarsene dalla WWE e concentrarsi su qualsiasi altro progetto abbia in porto. Non è più tipo da lottare, rimanesse un attore, non ha più la stoffa. John non si fa attendere, e risponde subito a tono: Non importa su quale progetto lavori, la WWE è casa sua, non la abbandonerà mai, e se AJ pensa che questa sia una possibilità si sbaglia di grosso. A Summerslam si riscontrano, un altro match memorabile, ma il meglio deve ancora venire. Styles vince, e continua la sua salita verso l’alloro massimo: il WWE Championship.

I mesi passano, grazie alla divisione dei brand Styles vince il suo primo titolo mondiale nella compagnia dei McMahon, e il suo regno va a gonfie vele. Dopo mesi di assenza, John Cena fa il suo ritorno a Smackdown Live lanciando un’ultima sfida: vuole sfidare Styles. Sa di non averlo mai battuto, per una delle prime volte nella sua carriera partirà veramente svantaggiato contro un avversario che non è mai riuscito a lasciare con le spalle a terra. E questa volta non vuole farlo solo per l’orgoglio, ma vuole aggiungere una motivazione in più per entrambi a dare il 100%, e quella motivazione è il titolo mondiale. E così si giunge all’ultimo match di una delle più belle trilogie mai viste in WWE, una trilogia che può ancora espandersi e darci qualche altra perla, sicuri che qualsiasi cosa accadrà, sarà anche meglio dell’ultima volta.

Leonardo
21 anni, Roma, appassionato di wrestling da lontano boom del 2006. Seguo parecchie Indy e più ne conosco, meno tempo libero ho, Promotion preferita PWG/Progress. Wrestler preferiti: Roderick Strong, Chris Hero/Kassius Ohno.