Carissimi amici della Impact Zone ben ritrovati! Alla tastiera c’è come di consueto il vostro Andrea Di Noi, che vi racconterà quest’ultima puntata di Impact! La carne al fuoco c’è, vediamo insieme se sarà anche buona, oltre che abbondante! Bando alle ciance, si parte!

Veniamo accolti da un recap della situazione riguardante John E. Bravo, vittima di uno sparo stile Signor Burns.  

Backstage: Scott D’Amore parla al telefono, e dice che Bravo è attualmente in coma farmacologico ma stabile. Arriva Tommy Dreamer che, vestito da Sherlock Holmes, ci informa che condurrà un’indagine per trovare il colpevole.

Impact Knockouts Championship match: Deonna Purrazzo (W/Kimber Lee) vs. Su Yung (c) 2 out of 5 stars (2 / 5)

Subito rematch di Bound for Glory, l’atmosfera è comprensibilmente tesa, le due avversarie provano a chiudere subito l’incontro con le loro finisher, ma falliscono. La sfidante lavora sul braccio della campionessa, che contrattacca. Il match promette bene, Su Yung prova a chiudere Deonna con la sua Mandible Claw, ma Kimber Lee lancia sul ring una sedia, ma la campionessa blocca la Purrazzo, si impossessa della sedia e malmena entrambe le avversarie, venendo sconfitta per squalifica.

Vincitrice per squalifica: Deonna Purrazzo

Uffici: Heath e Rhino, sorridenti, sono nell’ufficio di Scott D’Amore, pronti per la firma del free agent con la federazione. Ma c’è qualcosa che non va: Heath è palesemente infortunato, ma dice che sarà guarito a breve. Scott allora dice che ok, manterrà la promessa di dargli un posto ad Impact, ma solo quando sarà ristabilito. Heath non la prende bene, e se ne va insieme al suo amico. Per D’Amore non c’è tregua, e viene importunato dall’avvocato di Deonna Purrazzo, che chiede, in virtù di quanto successo poco prima, un’altra chance titolata per la sua cliente. Scott acconsente, ma per chiudere definitivamente la faccenda, fissa Turning Point, ma Anything Goes No Disqualification Match!

Backstage: Rich Swann è con Eddie Edwards, e canticchiando parlano del main event che li vedrà opposti a Eric Young e Sami Callihan. L’uno si complimenta con l’altro per il titolo recentemente conquistato, mentre l’altro risponde che non vede l’ora di fare coppia con lui stasera. Avendo improvvisato un duetto cantato, scorgo una sottile citazione a Chris Jericho e MJF ed il loro segmento musical. Sono l’unico? Ma andiamo avanti.

Chris Bey vs Trey Miguel 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

I due si studiano cruiserweight style, deliziandoci con delle notevoli acrobazie. Il match è veloce e pregno di talento, e Trey sembra prendere per primo il vantaggio, ma Bey rimette le cose in chiaro colpendolo con una Clothesline. Il membro dei Rascalz risponde con un dropkick ed una 619 invertita, e con una neckbraker va vicino alla vittoria. Prova a chiudere il match con le sue signature moves, ma Bey è scaltro, evita tutto e connette con la sua cutter dalle corde.

Vincitore: Chris Bey

Locker Room Talk: Madison Rayne ci da il benvenuto al suo programma, è insieme a Johnny Swinger, che manifesta la sua innocenza riguardo il tentato omicidio di Bravo. Vengono introdotte le ospiti della serata, Jordynne Grace e Tenille Dashwood, accompagnata dall’immancabile Kaleb (con la K); la presentatrice sgancia la bomba: le due non hanno ancora trovato una partner per il torneo per gli i titoli di coppia delle Knockouts,  e chiede loro se potranno mai essere compagne di coppia. Tenille comincia a tessere le lodi della potenziale partner, del suo pedigree e della sua esperienza, ma colpo di scena, si riferiva a Madison Rayne! Tenille la invita a diventare la sua tag team partner, e Madison accetta! Jordynne se ne va piuttosto stizzita, e il nuovo team si lascia andare in una foto di rito.

Sala interrogatori: Tommy Dreamer, ancora indecentemente vestito da Holmes, comincia interrogando l’arbitro contro il quale inveì Bravo, dopo il match tra Fallah Bahh e Johnny Swinger. L’arbitro si dice innocente ed impegnato, quindi Tommy lo informa che è comunque nella lista dei sospettati. I prossimi sono Swinger e Cody Deaner, che discutono su chi debba essere interrogato per primo, perché hanno un match. Tommy li manda via, ma continua a tenerli d’occhio, e aspetterà che tornino dal match.

Ring: Rohit Raju tesse le proprie lodi, e per festeggiare la sua vittoria a Bound for Glory, indice una nuova edizione della Defeat Rohit Challenge? A rispondere è TJP, che ringrazia il campione delle “opportunità” che da, che in realtà sfrutta solo per tornaconto personale. Rohit risponde che si è guadagnato il suo posto al sole, e TJ non può farci nulla. Quest’ultimo replica che ha girato il mondo, e ha vinto tutto in carriera, mentre il campione ha fatto fare agli altri il lavoro sporco, ed è rimasto a guardare. Tra i due scatta una rissa provocata dal tè che insozza la regale cute del campione, che ha la peggio e fugge.

Backstage: Gia Miller intervista Chris Sabin, che vuole vendetta. Sa che gli altri team non possono battere i MCMG, ecco perché hanno infortunato Shelley, e quindi sfida gli XXXL.

Rohit Raju urla contro Scott D’Amore per il comportamento di TJP, che arriva e urla pure lui. Allora, il Vice Presidente annuncia che i due si sfideranno per l’X-Division Championship, e se TJP perderà non avrà più opportunità titolate.

Ethan Page (w/Josh Alexander) VS Doc Gallows (w/Karl Anderson) 2 out of 5 stars (2 / 5)

Gallows parte forte, buttandola sul confronto fisico, che lo vede superiore all’avversario, che è frustrato, e fuori dal ring cerca di riprendere il controllo di se stesso. Page trova il vantaggio grazie ad un’interferenza di Alexander, che gli permette di connettere con una DDT. Il controllo ora è per il canadese, che viene però ribaltato dall’ex OC, che prima con un tackle e poi con un big boot affossa l’avversario. Alexander cerca di intervenire di nuovo, ma fallisce grazie a Anderson, che però viene sbattuto sul paletto. La zuffa esterna consente però a Gallows di rifilare un calcio alla tempia dell’avversario, che casca come una pera cotta, esanime.

Vincitore: Doc Gallows

Immediatamente, Josh Alexander sale sul ring ed insieme a Page attacca Gallows. Arriva Anderson che affossa l’All Ego con la sua Stun Gun, respingendo così l’attacco dei canadesi.

Gia Miller intervista Swoggle, che promuove il suo libro. Arriva Myers che lo deride, il suo ex amico però gli sbatte in faccia il non aver gradito il trattamento che il most professional wrestler ha avuto per Tommy Dreamer, allora questi lo spintona, e se ne va. Cattivone.

Johnny Swinger vs. Cody Deaner (sv)

Match veloce e indolore, comedy di poca rilevanza. Swinger vince il match colpendo Deaner col suo marsupio.

Vincitore: Jonny Swinger

Ring: Moose arriva vestito di tutto punto, scuro in volto, e molto serio; parla delle sue prestigiose vittorie contro Rob Van Dam, Rhino, Tommy Dreamer e, ultimo ma non ultimo, EC3 a Bound For Glory. Nessuno però parla di lui, ma di Rich Swann, facendo forzatamente i complimenti al cigno nero per la vittoria, per poi mostrare il filmato del suo attacco ai danni di Willie Mack. Rivolgendosi a Swann, gli chiede che se volesse sapere cosa sia il dolore, si può rivolgere al suo migliore amico. Arriva Willie Mack, scatta la rissa, che però lo vede avere la peggio, contro un cazzutissimo Moose che lo strangola con un cavo della telecamera.

Backstage: Chris Bey raggiunge Rich Swann (che non è particolarmente toccato dalla situazione di Willie Mack), e vuole un match titolato. Swann gli fa un predicozzo sul guadagnarsi le opportunità, ed il povero Bey non fa in tempo a rispondere che il campione se ne va giocondo col suo amico Eddie Edwards. Bey basito.

Tommy Dreamer fa la conta dei sospettati, che sono Fallah Bahh, Father James Mitchell (che si professa essere un angelo), Johnny Swinger, Havok, Larry D, Hernandez, l’arbitro di prima, Rosemary e Taya Valkyrie. Risolverà questo mistero, perché uno di loro è il colpevole.

UFFICIALE a Turning Point:

  • No Disqualification Impact Knockouts Championship Match: Su Yung vs. Deonna Purrazzo
  • Moose vs. Willie Mack

Sami Callihan & Eric Young vs. Rich Swann & Eddie Edwards 3 out of 5 stars (3 / 5)

Si parte forte con Callihan e Swann, ma ci vuole poco prima che intervenga EY, che viene spedito fuori dal ring insieme al suo tag team partner, che vengono colpiti da un volo suicida e da una senton, e l’immaginario pubblico di Impact è tutto con loro. EY prende poi il controllo del match, che viene ribaltato dalla bella Blue Thunder Bomb dell’ex Wolves. La bilancia pende per gli heel, che si rimbalzano gli avversari controllando il match, finché non entra il campione, che con una double cutter mette fuori gioco gli avversari, che subiscono una doppia sottomissione, sharpshooter di Swann e Boston crab di EE, che però si liberano. Edwards rifila la stunner a Callihan, che viene intrappolato nuovamente nella Boston crab. EY cerca di intervenire, ma viene bloccato da Swann, che però è vittima di un attacco a sorpresa di Ken Shamrock! Edwards si distrae, e cade preda del piledriver di Callihan, che vale il conteggio finale.

Vincitori: Sami Callihan & Eric Young

La puntata si chiude con gli heel festanti. Alla prossima settimana!

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5
Qualità dei promo
7
Evoluzione delle storyline
7
Andrea Di Noi
Fumettista & Illustratore della provincia di Roma, seguo la WWE da sempre, tanto da non ricordare come ho iniziato! Cresciuto col mito dei mostri sacri, oggi come oggi idolatro Adam Cole e la UE tutta, ancora sogno un push in singolo per Cesaro, e mi sciolgo ad ogni "Mamma mia" del Ranallone nazionale.