La TNA ha da sempre brillato per la qualità del wrestling femminile proposto, ben prima della women’s revolution. Tra i nomi che hanno in qualche modo contribuito a questa fama c’è quello di Ayako Hamada, stella giapponese laureatasi due volte campionessa di coppia prorio ad Impact.

La figlia del leggendario Gran Hamada è stata però condannata a 18 mesi di carcere da un tribunale giapponese con l’accusa di aver fatto uso di droghe (probabilmente cocaina).

In Giappone le leggi sul consumo di droga sono molto severe e Hamada ha già annunciato il suo ritiro. La wrestler giapponese ha detto di volersi riabilitare e che il suo desiderio al termine della pena è quello di coltivare la sua carriera di traduttrice e interpete dallo spagnolo al giapponese.

Un vero peccato per un atleta di grande talento come lei, le auguriamo ovviamente di riuscire a superare questo momento.

Giuseppe Calò
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.