Benvenuti lettrici e lettori di Zona Wrestling in questa nuova puntata di Impact. Hardcore Justice è alle spalle, e ora si avvicina sempre di più il Pay-Per-View Rebellion, che si svolgerà il 25 aprile. In tale puntata vedremo la conferenza stampa in cui Rich Swann e Kenny Omega si confronteranno con le domande dei giornalisti. Inoltre un altro momento topico di quest’episodio sarà sicuramente il discorso di addio al wrestling lottato per Jazz, che ha perso il match carriera vs titolo contro Deonna Purrazzo. Immergiamoci nella puntata.

TJP vs Josh Alexander 4 out of 5 stars (4 / 5)

Una partenza col botto. 12 minuti di un match mai noioso, divertente, e pieno di continui ribaltamenti. Era da tempo che non si vedeva un incontro così bello durante un episodio settimanale di Impact. La chimica tra i due è a livelli altissimi. La tecnica non è mancata, ci sono stati molti tentativi di sottomissione da parte di entrambi e un continuo lavoro a terra in cui i due sono riusciti a ribaltare la mossa del proprio avversario.

Vincitore: Josh Alexander

Crazzy Steve vs Karl Anderson 2 out of 5 stars (2 / 5)

Match completamente diverso rispetto quello precedente. Anderson riesce a vincere grazie a una distrazione da parte del suo compare Gallows. C’è sicuramente non poca differenza tra i Good Brothers e i Decay, ma in attesa del ritorno dei FinJuice, Gallows e Anderson devono tenersi occupati a lottare con qualcuno. Almeno Karl Anderson è tornato alla vittoria grazie a questo match.

Vincitore: Karl Anderson

Swinger’s Palace: Ace Austin e Fulton si trovano al casino’ di Impact. Il campione della X-Division chiede a Swinger come sono le quote in vista del suo prossimo match a Rebellion. Il patron del casino’ risponde però che le probabilità sono basse, infatti anche John E. Bravo dice che le probabilità di TJP sono più alte. Entra Petey Williams vestito da Scott Steiner che emula il famoso promo sulle statistiche matematiche della puntata del 1 maggio 2008.

Promo: Eddie Edwards e Willie Mack sono sul ring. Il primo di questi due prende in mano il microfono e dice che non è affatto contento di come i Violent By Design hanno distrutto Tommy Dreamer ad Hardcore Justice prima del loro incontro. Arriva Eric Young e la sua combriccola, dicendo che loro non sono dei bugiardi. Edwards non li crede e li affronta in un match ma arrivano James Storm e Chris Sabin per ristabilire una parità numerica. Parte la rissa fra gli 8 uomini ma i VBD scappano fuori dal ring. Storm propone un match a Rebellion in cui saranno coinvolte proprio queste 8 persone in un 4 vs 4.

Backstage: Scott D’Amore chiede a Deonna Purrazzo e Susan di non interrompere la cerimonia di ritiro di Jazz. La virtuosa promette che ciò non accadrà.

Backstage: Tenille Dashwood ci dà il benvenuto al primo episodio di “All About Me” in cui Gia Miller è l’ospite/intervistatrice. L’ex Emma dopo aver vinto il match per diventare la contendente numero 1, afferma che sarà lei a battere finalmente Deonna Purrazzo.

Promo: Jazz entra sul ring accompagnata da Jordynne Grace. La leggenda dice che si aspettava di avere ancora una corsa per il titolo, ma cosi non è avvenuto. Jazz non risparmia i complimenti alla Purrazzo, incoronandola come una delle migliori lottatrici in circolazione. Ringrazia Jordynne Grace per averla chiamata per competere per i titoli Knockouts Tag Team. Ringrazia Impact per averla accolta a braccia aperte. Prima che però Jazz dica un’ultima cosa a Jordynne, entrano le Fire ‘N Flava che la interrompono. Le campionesse le ricordano di come sono riuscite a batterla. Jordynne le zittisce e dice che se hanno dei problemi dovranno vedersela con lei. Le Fire ‘N Flava però non hanno voglia di combattere, eppure arriva un arbitro che entra per volere di Scott D’Amore, il quale vuole un match subito tra le 4.

Fire ‘N Flava vs Jazz e Jordynne Grace

Il match non si può valutare, non è durato nemmeno 2 minuti. Non perché sia stato brutto, ma più che altro è non classificabile perché è stato costruito come uno squash match in cui Jazz ha avuto la sua ultima schiacciante vittoria della sua incredibile carriera. Non ci si doveva aspettare un match pirotecnico di un quarto d’ora. Questa era la giusta conclusione per la grande festa d’addio al wrestling di Jazz.

Vincitrici: Jazz e Jordynne Grace

Dopo il match Jazz annuncia ufficialmente il suo ritiro dal wrestling professionistico. Tutto il roster di Impact è attorno al ring, anche Gail Kim.

Backstage: Scott D’Amore è furioso con le Fire ‘N Flava per aver rovinato la cerimonia di addio di Jazz. D’Amore dice alle campionesse che difenderanno i loro titoli a Rebellion contro Jordynne Grace e Jazz. La leggenda però si dimostra donna di parola e dice che ora è in pensione, ma ha in mente qualcuno che potrà essere la partner giusta per Jordynne.

Pick Your Poison match: Brian Myers vs Jake Something 2 out of 5 stars (2 / 5)

Matt Cardona propone come sfidante per il suo rivale Jake Something. La sfida è la rivincita del blindfold match avvenuto ad Hardcore Justice, dove Myers ha perso. Stavolta l’ex Curt Hawkins riesce invece a vincere. Dopo averle prese di santa ragione per 2 minuti decide di continuare a uscire e rientrare dal quadrato, finché sferra un attacco finale che gli vale la vittoria. Myers si dimostra quindi un intelligente stratega, Jake Something invece fa la figura del ciula.

Vincitore: Brian Myers

Pick Your Poison match: Matt Cardona vs Sami Callihan 3 out of 5 stars (3 / 5)

Brian Myers si dimostra stratega anche nella scelta dell’avversario per il suo rivale. Infatti sceglie il ben più forte Sami Callihan che attacca Cardona alle spalle. Entrati sul ring si vede un buon incontro, equilibrato, dove entrambi fanno vedere mosse interessanti. Proprio quando Cardona sembrava vicino alla vittoria, si è fatta notare la furbizia di Sami Callihan, che è ben superiore a quella di Jake Something.

Vincitore: Sami Callihan

Dopo il match Callihan prende il microfono e dice che dopo essersi liberato della spazzatura vuole passare a cose più importanti, e chiama sul ring Trey Miguel. Sami gli dice che è veramente orgoglioso della prestazione che ha fatto ad Hardcore Justice. A Trey però non importa della sua opinione. Sami Callihan gli chiede se vuole continuare a lasciar andare la rabbia che ha dentro di sé sotto la sua ala protettiva, ma Trey non vuole diventare un suo adepto. Callihan rivela che è stato lui a eliminare Tommy Dreamer in modo tale che Trey Miguel potesse far parte del main event. L’hacker riformula la proposta a Trey, che ancora una volta la rifiuta. Sami Callihan gli sferra un calcio nelle parti basse e successivamente esegue una suplex sopra una sedia.

Conferenza Stampa: Nella sala stampa sono presenti due tavoli: uno della AEW presieduto da Tony Khan, Jerry Linn e Kenny Omega e un altro di Impact, rappresentato da Rich Swann e Scott D’Amore. Swann risponde alla prima domanda dicendo che ha combattuto avversità da sempre e ciò lo ha preparato per affrontare avversari come Omega. La seconda domanda è rivolta ai dirigenti. Tony Khan dice che è sicuro che Omega si riprenderà il titolo di Impact e manterrà quello della AEW. Scott D’Amore invece risponde che chiunque vinca, sa che entrambe le promozioni stabiliranno un nuovo programma, cosicché il campione possa continuare a intrattenere i fan di entrambi i marchi. La terza domanda è rivolta a Don Callis, a cui viene chiesto da che parte starà. Callis prende il microfono centrale e dice più o meno quello che aveva detto qualche settimana fa a Rich Swann: per quanto lo abbia sostenuto, Kenny Omega è qualcosa di ben superiore. Infine è proprio Omega che prende in mano il microfono e dice che lui è abituato a queste conferenze stampa. Afferma che Swann ama il wrestling, ma non lo vede adatto a quest’incontro, la gente non si ricorderà di lui quando ripenserà a questo match. Kenny Omega dice che questa è l’ultima volta che sarà cordiale con lui. Allunga la mano al suo avversario, Swann fa per dargli la mano ma Omega gli rifila subito uno schiaffo in faccia. Parte un rissone finale in cui i due campioni sono separati dalla sicurezza.

Su queste immagini si chiude la puntata di Impact. Appuntamento tra 7 giorni, sempre qui su Zona Wrestling per il prossimo report dello show.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6.5
Evoluzione delle storyline
7.5
Qualità dei promo
7.5
Avatar
Ho 24 anni, sono laureato in economia. Mi piace molto cucinare e sono appassionato di sport in ogni sua sfaccettatura, più in particolare seguo calcio, basket, tennis e wrestling. La fiamma per la WWE si è accesa, un po' come per tutti, nel periodo d'oro di Italia Uno, ma non si è mai spenta nell'arco di tutti questi anni. Lottatore preferito? The Undertaker!