Salve a tutti i lettori della nostra rubrica dedicata al wrestling indipendente, che da quest’anno spazia tra gli Stati Uniti e l’Europa per consegnarvi il meglio dei risultati e dei focus inerenti al panorama. Dopo una pausa di una settimana, ho un bel po’ di cose da raccontarvi degli ultimi due weekend. Cosa è accaduto? Eccovi risultati e fatti degli show!

RING OF HONOR
Partiamo con la federazione indy per eccellenza, quella Ring of Honor che due settimane fa ci dava in pasto “Honor Reigns Supreme”, a detta dei critici uno dei migliori eventi dell’anno, con un Dave Meltzer assolutamente impazzito. Cosa gli è piaciuto in particolare? Sicuramente il main event tra Young Bucks e Best Friends, decisamente di maggior impatto e senso rispetto a Final Battle; sicuramente la sfida che ha visto trionfare i The Kingdom ai danni del Bullet Club, fatto che ha sancito poi un lieve distacco di parte del gruppo da Cody Rhodes nelle registrazioni successive; sicuramente la vittoria di Jay Lethal ai danni di un Jon Gresham che dovunque lo metti fa sempre la sua bella figura. Il focus però, per una volta, è andato alla donne con il debutto in-ring di Tenille Dashwood, meglio conosciuta come Emma o Emmalina in WWE. Una iniezione di talento e di coraggio per la federazione in una categoria gestita con troppa lentezza, tale da essere facilmente dimenticata.

ROH WORLD CHAMPION: Dalton Castle
ROH SIX MEN TAG CHAMPION: Hangman Page, Matt Jackson & Nick Jackson
ROH TAG TEAM CHAMPIONS: The Motor City Machine Guns (Alex Shelley & Chris Sabin)
ROH TELEVISION CHAMPION: Silas Young

COMBAT ZONE WRESTLING
Ed eccoci a “Ninenteen”, show di febbraio della CZW arrivato dopo i ribaltoni di Cage of Death. Ci sono state anche qua delle sorprese niente male condite da uno starpower sempre più alto, in particolare nel main event. Intanto una induzione: il celebre annunciatore e commentatore Larry Legend è un nuovo Hall of Famer della CZW. Poi Maxwell Jacob Feinstein: ormai presentato come MJF, è stato letteralmente l’MVP dello spettacolo. Prima ha difeso con successo il titolo Wired dall’assalto del più esperto Alex Colon, quindi è andato a conquistare una title shot pesantissima per il titolo mondiale sopravvivendo ad una accesissima battle royal. Per lui il futuro è segnato, ma al suo cospetto avrà il campione in carica Ricky Shane Page, vincitore di una Super Lucha Extrema contro gli Ohio Versus Everything – al suo fianco aveva però Rey Fenix e Pentagon Jr!

CZW TAG TEAM CHAMPIONS: The REP (Dave McCall & Nate Carter)
CZW WIRED CHAMPION: Maxwell Jacob Friedman
CZW WORLD CHAMPION: Rickey Shane Page

PROGRESS WRESTLING
Capitolo numero 63 per la Progress Wrestling, capace ancora una volta di riscrivere la storia delle sue storyline imponendo forse la lista di campioni più forte da diverso tempo a questa parte. Ed infatti Jimmy Havoc e Mark Haskins hanno riconquistato un titolo dopo diverso tempo acciuffando quelli di coppia dalla vita degli Young Veterans, che fin qui hanno stentato a convincere. Il tutto grazie a Morgan Webster che opera il suo turn heel e ci farà presto vedere buone nuove. Difesa di prestigio per Travis Banks contro i suoi ex partner Chris Brookes e TK Cooper, mentre Zack Sabre Jr e Tyler Bate hanno dato vita ad una straordinaria lezione di wrestling. Buona sfida anche per il giovane Mark Davis al cospetto di WALTER in un incontro non valevole per il titolo che ha detto molto sul futuro del membro degli Aussie Open.

PROGRESS ATLAS CHAMPION: WALTER
PROGRESS TAG TEAM CHAMPIONS: Jimmy Havoc & Mark Haskins
PROGRESS WOMEN’S CHAMPION: Toni Storm
PROGRESS WORLD CHAMPION: Travis Banks

INSANE CHAMPIONSHIP WRESTLING
Ecco uno dei big four del suolo europeo con la ICW che ci propone la sua versione della Royal Rumble. Tutti i match hanno avuto una loro precisa storia: l’ex TNA James Storm ha catturato una title shot al titolo mondiale battendo Jack Jester in un match dalla grande intensità; tanti risvolti nella cattura del titolo femminile per Martina The Moth, che dopo il voltafaccia di Fear & Loathing prosegue nel suo percorso fatto di furbizia mentre si chiude un regno breve e non granché interessante per Kasey; molto bello il match tra Gunn e Bram che ha visto il primo confermarsi campione ma sulla sua strada ora troverà sia James Storm e sia l’ex partner nella NAK Steve Boy! Grande vittoria per l’underdog della ex stable, capace di vincere uno Square Go con meno attesa del passato ma pur sempre fondamentale per le sorti della federazione.

ICW TAG TEAM CHAMPIONS: Ashton Smith & Rampage Brown
ICW WOMEN’S CHAMPION: Martina
ICW WORLD CHAMPION: BT Gunn

PRO WRESTLING GUERRILLA
“Neon Knights” è stato lo show che ha aperto lo scorso weekend. Come ai bei tempi, la compagnia di Reseda torna a proporre solo single match e in alcuni casi incontri con ragazzi giovani per il proprio pubblico. Adam Brooks e Brody King sono due nomi che in futuro prenderemo molto in considerazione, Travis Banks e Dalton Castle hanno fatto il proprio in match non facili con David Starr e Joey Janela. Nel main event discreta difesa di Chuck Taylor sul suo “best friend” Trent Baretta, ma le luci si sono accese soprattutto per la nuova e grande tempesta wrestlingstica fornita da Keith Lee e Matt Riddle l’uno contro l’altro: vince Lee in circa venti minuti ma tra loro non è ancora finita qui.

PWG WORLD CHAMPION: Chuck Taylor
PWG TAG TEAM CHAMPIONS: The Chosen Bros (Jeff Cobb & Matthew Riddle)

EVOLVE WRESTLING
Due eventi storici per la compagnia di Gabe Sapolsky che sfonda quota 100 e si porta dopo cinque anni verso una nuova era. Criticati perché privi di starpower, questi due show sono serviti nell’opera di costruzione di un futuro che è incessante rinnovamento del roster. Non è un caso che nella prima serata si siano visti nelle parti alte atleti come Austin Theory, James Drake e i The End. Non è cambiato tanto visto che i campioni si sono confermati ma in particolare Drake ha lottato il match della vita contro Matt Riddle, suscitando una autentica standing ovation. I The End non sono riusciti a strappare i titoli dai Catch Point (incontro finito in no contest) ma la sera dopo, nell’evento 101, hanno sconfitto Drake e Anthony Henry prendendosi molto probabilmente una nuova title shot. Keith Lee e Matt Riddle regnano: vittore di prestigio su Tracy Williams e Austin Theory sembrano segnare un momento di cambiamento profondo nel roster. Infatti con la designazione di Sabre vs Riddle per Evolve 102 pare proprio in atto un passaggio di consegne.

EVOLVE CHAMPION: Zack Sabre Jr.
EVOLVE TAG TEAM CHAMPIONS: Catch Point (Chris Dickinson & Jaka)
WWN CHAMPION: Keith Lee

AAW: WRESTLING REDIFINED
Non capita tanto spesso che una compagnia americana possa permettersi un main eventer del Sol Levante. La AAW ha approfittato di un mini tour di Tetsuya Naito per prenderselo e spararlo nel main event di “Showdown” contro il proprio uomo di punta degli ultimi due anni, ovvero Sami Callihan. Ne è uscita una contesa dura, col pubblico impazzito ad ogni colpo soprattutto del giapponese che è andato a vincere dopo venti minuti esatti. Spettacolo assurdo anche nella difesa dei campioni di coppia contro Stephen Wolf e Trey Miguel, in un crescendo di emozioni. Trevor Lee torna campione Heritage sconfiggendo DJ Z mentre niente da fare per Jimmy Jacobs che fa da sparring partner al campione assoluto ACH. Da tenere d’occhio le vittorie di Paco (in un 4 Way) e di Myron Reed (sul fischiatissimo Michael Elgin), saranno molto utili nel prosieguo dell’anno.

AAW CHAMPION: ACH
AAW HERITAGE CHAMPION: Trevor Lee
AAW TAG TEAM CHAMPIONS: The Besties In The World (Davey Vega & Mat Fitchett)
AAW WOMEN’S CHAMPION: Jessicka Havok

CHIKARA
National Wrestling Day annuale per la Chikara che alla Wrestle Factory di Philadelphia ha messo in mostra un buon riassunto della propria scuola. Partiamo dal World Gran Prix dedicato ai tag team con due match di qualificazione che hanno premiato Cornelius Crummels & Sonny Defarge nell’opener e Joey Janela assieme a Penelope Ford qualche match più tardi. Questi due team hanno ottenuto un gran successo assieme ai The Closers, capaci di detronizzare i Los Ice Creams Jr dopo una rincorsa veramente lunga. Niente da fare per Oleg The Usurper che vince solo per squalifica contro Juan Francisco de Coronado, e dunque non acciuffa il Gran Title. Nel main event Green Ant ha dato una sonora lezione a Troll, chiudendo in bellezza questa storica giornata di festa.

CHIKARA CAMPEONATOS DE PAREJAS CHAMPIONS: The Closers (Rick Roland & Sloan Caprice)
CHIKARA GRAND CHAMPION: Juan Francisco de Coronado
CHIKARA YOUNG LION CUP CHAMPION: Ophidian

DEFIANT WRESTLING
All’ultimo giro di posta, domenica notte a Manchester si è tenuto un nuovo show della Defiant (ex WCPW). Il nuovo corso aveva visto l’invasione degli atleti della IPW:UK e messo in chiaro la necessità di un incontro, nel main event, tra due fazioni ben distinte. Così il team Defiant guidato da BT Gunn, Martin Kirby, Primate, Rampage & Travis Banks ha sconfitto quello formato da Austin Aries, Kyle Fletcher, Mark Davis, Mark Haskins & No Fun Dunne grazie alla straordinaria prova di forza di Rampage Brown. Bella vittoria titolata per Millie McKenzie che strappa la cintura a Kay Lee Ray mentre i The South Coast Connection (Ashley Dunn & Kelly Sixx) si sono imposti in un insano No DQ contro gli Hunter Brothers.

DEFIANT HARDCORE CHAMPION: Primate
DEFIANT TAG TEAM CHAMPION: Jimmy Havoc & Primate
DEFIANT WOMEN’S CHAMPION: Millie McKenzie
DEFIANT WORLD CHAMPION: Austin Aries

Questi i grandi avvenimenti delle ultime due settimane. Nei prossimi tre giorni avremo di che vedere poiché tornano la AIW, la CZW, la Chikara, la Progress e la wXw ci presenta la prossima edizione del Carat Gold! Alla prossima!

Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature, col tempo ha voluto perdere la definizione di "Marco Travaglio del wrestling web".