Come può un wrestler fondamentalmente messo ai margini ad emergere nel giro di pochi anni? Questa è la storia di David Starr, un wrestler che nel 2015 era ritenuto un solido lowcarder senza pretese e che dal 2017 ha letteralmente cambiato il corso della propria carriera. Non era lui il fenomeno dei due, nel team dei Juicy Product. Era JT Dunn il preferito di Chris Hero, quello destinato a vincere tutto e più di tutti nelle indy (cosa che è accaduta, ma ad un livello minore).

Starr, una volta sciolto il team per esigenze creative delle varie compagnie, è ripartito dal basso. Prima jobber, poi qualche vittoria sporadica, tanto lavoro nel backstage con le nuove leve, tanto ascolto verso chi stava già dominando la scena. Ha iniziato a girare ovunque, a diventare over. E sempre più bravo, bravissimo. Meno flyer, più strong style. E quale idea migliore poteva esserci, se non quella di spostarsi in Gran Bretagna, patria dello strong style moderno? Eccolo allora in Defiant, in Progress, in Revolution Pro. Vince match, vince titoli, assume credibilità. Mette in fila match a 4 e 5 stelle con WALTER, Angelico, Riddle, Dragunov, Banks, Devlin, Janela, Thatcher. Rifiuta la WWE e le compagnie di medio-alto livello degli USA, preferisce rimanere libero e crescere, ancora un po’, che non fa mai male.

Il 2019 sembra essere l’anno della definitiva consacrazione. È il favorito per il Carat della WXW, conta di rivincere il “Best of The Best” della CZW, è nel main event della AAW come leader dei WRSTLING, è vicino al main event della Progress. A poco a poco sta venendo venerato dai fan come il wrestler leale e carismatico che mancava da diverso tempo. Non è più la pecora nera, non lo sarà mai più.

** Indy Results **

REVOLUTION PRO WRESTLING (RPW)

La RevPro è tornata a mostrarsi a Bristol con quello che potrebbe essere una sorta di house show. Mancavano le grandi star della NJPW, ma la presenza di El Phantasmo nel main event significa grande spettacolo. Il ragazzo ha vinto la sfida con Chris Brookes e MK McKinnan, confermando di essere uno degli atleti britannici più in forma da diverso tempo. Il suo ruolo sarà quello di prossimo contender di Sabre, quando la NJPW non influirà più di tanto sulle scelte della realtà inglese. Da segnalare la vittoria di Great-O Kharm su Shigehiro Irie mentre gli Aussie Open hanno avuto la meglio su David Starr e Rob Lias.

RevPro Undisputed British Heavyweight Champion: Zack Sabre Jr.
RevPro Undisputed British Tag Team Champions: Suzuki-gun (Minoru Suzuki & Zack Sabre Jr.)
RevPro Undisputed British Cruiserweight Champion: David Starr
RevPro Undisputed British Women’s Champion: Zoe Lucas

WESTSIDE XTREME WRESTLING (WXW)

Inizia da Londra la lunga rincorsa della wXw verso il Carat Gold 2019. Mark Davis e Shigehiro Irie hanno vinto i rispettivi gironi di qualificazione superando in finale Francis Kaspin e Kyle Fletcher. Una lunga serata che ha visto Absolute Andy confermarsi campione indiscusso ai danni di David Starr e dunque annullare qualsiasi competitor, anche se al suo cospetto potrebbero presentarsi presto Bobby Gunns (vincente in un bellissimo 5 Way) e Timothy Thatcher. Nelle prossime settimane avramo nuovi atleti nel torneo e nuove evoluzioni anche per gli altri titoli della compagnia.

wXw World Tag Team Champions: RISE (Ivan Kiev & Pete Bouncer)
wXw Unified World Wrestling Champion: Absolute Andy
wXw Shotgun Champion: Marius Al-Ani
wXw Women’s Champion: Toni Storm

PROFESSIONAL WRESTLING REDEFINED (AAW)

Show di passaggio questo “The Final Stand” della AAW. Mancavano tutti i protagonisti delle storyline principali (Sami Callihan, oVe, David Starr, Brody King) ma non si può dire non ci fosse ulteriore talento in campo. Intanto è stata la serata dei saluti: Trevor Lee ha salutato perdendo contro Eddie Kingston, mentre ACH ha perso nel main event contro AR Fox. Conferma titolata per DJ Z sul giovane Myron Reed, mentre i nuovi membri dei Wrstling Curt Stallion e Jake Something hanno superato i Rascalz in un bel match. I Lucha Bros battono i LAX almeno nelle indy, attenzione a Mance Warner perché sta scalando posizioni e la sua affermazione su Josh Briggs lo dimostra.

AAW Heavyweight Champion: Sami Callihan
AAW Heritage Champion: DJ Z
AAW Tag Team Champions: FireFox (AR Fox & Myron Reed)
AAW Women’s Champion: Kyile Rae

(Photo Credit: Basil Mahmud)

Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature.