Il weekend di Wrestlemania sta arrivando. E stanno arrivando una vagonata di eventi indy che resteranno, a modo loro, nella storia del wrestling. Uno di questi viene addirittura atteso da un anno a questa parte dopo aver sorpreso un po’ tutta l’opinione pubblica mondiale. Si tratta del Joey Janela’s Spring Break che tra due settimane raddoppia la sua presenza. Ma non solo: la Game Changer Wrestling mette la mano anche sul Bloodsport e sul “Orange Cassidy is doing something”.

Andiamo a vedere cosa potrete vedere su Fite.tv il 4, il 5 e il 6 aprile 2019:

  • Joey Janela’s Spring Break Night 1
    – Death Match: Jimmy Lloyd vs Masashi Takeda
    – Masato Tanaka vs Ilija Dragunov
    – GCW Title Match: Nick Gage vs Shiniro Otani
    – Taka Michinoku vs Orange Cassidy
    Plus: Australian Suicide, A-Kid, Unbreakable Andy,  Jake Atlas, Joey Janela, Shane Mercer.
  • Joey Janela’s Spring Break Night 2
    – L.A Park vs Masato Tanaka
    – LAX vs Rock’n’ Roll Express
    – Clusterfuck Battle Royal match
    Plus: Bogus Sting, Parrow, Arik Cannon, Joey Janela, Nick Gage, Masashi Takeda, Taka Michinoku
  • Josh Barnett’s Bloodsport
    – Davey Boy Smith Jr vs Killer Kross
    – Hideki Suzuki vs Timothy Thatcher
    – Dan Severn vs Frank Mir
    – Josh Barnett vs Minoru Suzuki
    Plus: Phil Baroni, Dominic Garrini

L’ “Orange Cassidy is doing something” è stato aggiunto a seguito del ritiro della NOVA Wrestling dal weekend perché la compagnia è fallita. E allora la GCW ha permesso ai fan di pensare ad un nuovo show, nel proprio stile tra tecnica, trash e hardcore. Il primo incontro previsto vedrà Shiniro Otani sfidare Jon Gresham, mentre tra le presenze ci sarà Teddy Hart.

Quattro grosse possibilità di spettacolo, ognuno col suo stile, per accattivare i fan dei diversi generi. E che aspettative: tutti gli show sono sold out da diverso tempo! Fossi in voi, non mi perderei neanche un secondo di questi grossi eventi.

** Indy Results **

BAR WRESTLING

Evento molto divertente quello proposto dalla compagnia di Joey Ryan lo scorso mercoledì. Il progetto prosegue come un treno, con un roster costante e in grado di fornire ogni volta buoni match. Come quello dell’opener dove Tessa Blanchard è stata messa in difficoltà da Heather Monroe, pur riuscendo a vincere. Niente da fare per Luchasaurus e Penelope Ford contro Taya Valkirye e PJ Black, mentre nel main event marito e moglie (Darby Allin & Priscilla Kelly) hanno avuto la meglio degli odiatissimi PPRAY (Peter Avalon e Ray Rosas).

EVOLVE WRESTLING

Due spettacoli per la EVOLVE la scorsa settimana, dato che sono andati in scena i capitoli 123 e 124. Qualcosina si è vista ma è altrettanto nota la difficoltà della compagnia di risollevarsi da quando è finita sotto l’abbraccio della WWE. Nella prima serata abbiamo avuto la prima vittoria seria degli Unwanted, la stable formata da Eddie Kingston che, assieme a Joe Gacy, ha detronizzato gli Street Profits e il loro lungo regno. Importante affermazione per la stable che aveva iniziato male lo show vista la sconfitta di Colby Corino contro Curt Stallion. Austin Theory ha confermato la cintura assoluta contro il buon ma non eccezionale John Silver, Darby Allin e Priscilla Kelly hanno avuto qualche screzio dopo la sconfitta di lui contro Josh Briggs mentre niente da fare per Orange Cassidy, troppo forte Velveteen Dream per le sue abilità.

Nella seconda serata gli Unwanted non hanno potuto far nulla in un 3 vs 3 contro gli Street Profits e Velveteen Dream, confermando comunque la superiorità di NXT sul brand di Sapolsky. Attenzione alla crescita di Josh Briggs che a breve potrebbe tentare la scalata al titolo WWN, confermato da JD Drake su Austin Theory nell’ennesimo match a gestione confusionaria per il detentore dell’Evolve Championship. Detentore che ha sfidato Kyle O’Reilly per i prossimi show, in modo da entrare a far parte degli Undisputed Era.

WWN Champion: JD Drake
EVOLVE Champion: Austin Theory
EVOLVE Tag Team Champions: Unwanted (Eddie Kingston & Joe Gacy)

DEFIANT WRESTLING

Pazzesco quanto accaduto nello show “Magnificent Seven” della Defiant di sabato scorso. Eravamo tutti pronti per un lungo ed entusiasmante regno titolato di Rampage Brown e invece il campione ha dovuto abdicare a favore di Rory Coyle. Una scelta un po’ particolare per la compagnia dopo che era riuscita a calibrare bene i propri show. Sarà interessante capire dove hanno intenzione di portare il proprio cammino, intanto Benji ha vinto pure il match omonimo dello show superando altri sei contendenti. Conferme per Martin Kirby (su El Phantasmo) e No Fun Dunne (su Omari), Justin Sysum ha vinto la sfida dei big man contro Johnny Klinger.

Defiant Hardcore Champion: No Fun Dunne
Defiant Internet Champion: Martin Kirby
Defiant Tag Team Champions: The South Coast Connection (Ashley Dunn & Kelly Sixx)
Defiant Women’s Champion: Kanji
Defiant World Champion: Rory Coyle

AAW: WRESTLING REDEFINED

Bene, molto bene la AAW in questo inizio anno. La compagnia sta gestendo bene le sue storyline, i suoi atleti, e sta dando in ogni show una visione futura di quello che saranno i successivi spettacoli. Ecco perché dopo Curt Stallion, Sami Callihan ha dovuto mettere in riga anche Jake Something e conservare il titolo assoluto in attesa di David Starr. Il suo pupillo Ace Austin ha vinto il 4 Way dell’opener e ora può volare verso una shot al titolo Heritage, mentre cambia padrona quello femminile visto che Jessica Havok ha superato Kimber Lee – abbraccio emozionante delle due a fine match col pubblico ad applaudire queste due fiere atlete.

AAW Heavyweight Champion: Sami Callihan
AAW Heritage Champion: DJ Z
AAW Tag Team Champions: The Latin American Exchange (Ortiz & Santana)
AAW Women’s Champion: Jessicka Havok

Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature.