Finalmente è arrivato il tanto agognato titolo per El Phantasmo, “Mr. Ballroom Brawl”. Il canadese di stanza in Gran Bretagna è da due anni che sforna grandissimi risultati, che vince tanti match ovunque e che dà spettacolo – non solo grazie alle sue ottime qualità ma anche ad un attire e ad un atteggiamento molto attrattivo verso il pubblico. È arrivato il titolo cruiserweight della Revolution Pro, vinto ai danni di David Starr.

Una affermazione di prestigio, arrivata in un main event e a chiusura di un periodo d’oro che l’ha visto al debutto anche nella New Japan Pro Wrestling. Lo merita per quanto ha seminato in questi anni. E segnatevi il suo nome, perché questo è solo l’inizio di una lunga ascesa: tutti gli occhi sono su di lui.

Ed ora vediamo cosa è capitato in giro per il mondo delle indy nel corso dello scorso fine settimana: tanti show e tante cose da raccontare!!

** Indy Focus **

PRO WRESTLING GUERRILLA (PWG)

Ecco il tanto atteso Mystery Vortex, lo show che probabilmente segna il leggero distacco della PWG dalla ROH e il progressivo avvicinamento alla AEW o comunque al gruppo di Joey Janela. Che, guarda caso, ha lottato nel main event un incontro durissimo con Darby Allin venendo sconfitto. C’erano però alcuni suoi ragazzi: Deppen ha ceduto a Trey Miguel, Cassidy e Chuck Taylor hanno fatto divertire il pubblico e Jungle Boy si è preso un’altra affermazione di prestigio – questa volta su Puma King. Conferme invece per i campioni, con Cobb che non ha lasciato spago a Gresham mentre i Rascalz mietono altre vittime in Flamita e Rey Horus.

PWG World Heavyweight Champion: Jeff Cobb
PWG Tag Team Champions: Rascalz (Dezmond Xavier & Zachary Wentz)

REVOLUTION PRO WRESTLING (RPW)

Due show per la compagnia londinese, preannunciato nel cappello introduttivo di questa rubrica con il passaggio di consegne tra El Phantasmo e David Starr. Non è stata l’unica sorpresa, dato che nella prima serata (denominata “Epic Encounter”) gli Aussie Open hanno conquistato anche questi titoli di coppia battendo nientemeno che Sabre e Suzuki. Sulla loro strada potrebbero presto farsi notare il Team Whitewolf e la coppia formata da Josh Bodom e Sha Samuels (che i neo campioni hanno già sconfitto). Durante “Mayhem” invece vi è stato un bel confronto tra Irie e Artemis Spencer, solo vittorie per i sopra citati Suzuki e Sabre in due single match.

RevPro Undisputed British Cruiserweight Champion: El Phantasmo
RevPro Undisputed British Heavyweight Champion: Zack Sabre Jr.
RevPro Undisputed British Tag Team Champions: Aussie Open (Kyle Fletcher & Mark Davis)
RevPro Undisputed British Women’s Champion: Zoe Lucas

COMBAT ZONE WRESTLING (CZW)

Ha provato a rilanciarsi la CZW con una edizione 2019 di Tangled Web tutto sommato positiva. A partire dal violentissimo main event tra Masada e Brandon Kirk, col veterano della categoria che non ha mollato il passo nemmeno stavolta. Ha sorpreso il tag team match tra i The Rep e i New York Wrecking Crew, coi primi usciti meritatamente vincitori seppur in un incontro non valevole per le cinture di coppia. Conferma il suo regno invece Josh Silver contro lo spauracchio Matt Tremont, mentre il 4 vs 4 iniziale è stato ad un livello basico tra tanti wrestler in erba. Non un bel vedere, ma visto il fuggi fuggi generale verso la GCW, la card va riempita.

CZW Tag Team Champions: The REP (Dave McCall & Nate Carter)
CZW Wired Champion: Jordan Oliver
CZW World Heavyweight Champion: John Silver

PRO WRESTLING REDEFINED (AAW)

Non ci sono prigionieri? Eppure Sami Callihan li ha fatti tutti tali! Con la vittoria su David Starr, il campione della AAW ha battuto tutti i membri della stable WRSTLING. Una sequenza di affermazioni che non sembra poter aver fine vista la mancanza di reali avversari all’orizzonte. Assenti i LAX per infortunio, i Lucha Bros hanno riconquistato una title shot ai titoli di coppia superando il Team Tremendous. E se Jessica Havok si è confermata su Thunder Rosa, Jake Something ha sfruttato una precedente shot conquistando il titolo Heritage ai danni di MJF – nel futuro si prevede una sfida tra giganti per il buon Something, visto che Jacob Fatu ha fatto intendere di essere pronto a salire di livello.

AAW Heavyweight Champion: Sami Callihan
AAW Heritage Champion: Jake Something
AAW Tag Team Champions: The Latin American Exchange (Ortiz & Santana)
AAW Women’s Champion: Jessicka Havok

EVOLVE WRESTLING

Due spettacoli anche per la EVOLVE, con due ospiti d’eccezione: Adam Cole e Kassius Ohno. Il primo non ha lasciato alcuno scampo ai suoi avversari AR Fox e Austin Theory, impartendo delle batoste che ricorderanno per un bel po’. Uno a uno invece lo score dell’ex Chris Hero che ha ceduto in un match di coppia con Harlem Bravado ma poi ha dato il benservito ad uno sbruffone Josh Briggs. Bene le difese titolare: Theory ancora al top della Evolve sconfiggendo Nate Webb; molto bene gli Unwanted su Drake e Henry; lo stesso Drake aveva però difeso la sua cintura nella prima serata su Joe Gacy.

WWN Champion: JD Drake
EVOLVE Champion: Austin Theory
EVOLVE Tag Team Champions: Unwanted (Eddie Kingston & Joe Gacy)

 

Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature.