Primo editoriale del 2019, dedicato alle Pagelle 2018 delle federazioni italiane.

Premessa dovuta: per quanto riguarda MAW, RWA e XIW, non troverete i voti, appurato che tali progetti sono fermi e conclusi.

ASCA S.V

 

Il 2018 dell’ASCA non c’è stato.

Nessun show annunciato, i membri dell’ASCA o sono passati ad altre realtà o hanno creato nuovi soggetti (come la Mayhem Wrestling).

I Titoli Tag ASCA, che nel 2016 e 2017 avevano girato in diverse realtà, al momento sono spariti, si presume ritirati, ultimi campioni i Wonder Kids.

Tornerà nel 2019? Non ci è dato saperlo, sinceramente mi spiace, perché se la scena italiana è tornata appettibile per gli stranieri e ci ha permesso di vedere molti validi atleti, oltre a stimolare la nascita di nuove realtà, lo si deve all’ASCA.

 

BWT 8 ½

Il 2018 conferma il buon voto dello scorso anno del Bologna Wrestling Team.

Rafforzate le collaborazioni con RSWP e la svizzera PWLE, gli atleti bolognesi sono stati protagonisti in Italia e all’estero (Red Scorpion campione in PWLE, in Austria e Malta, Leon campione di coppia a Malta, le esperienze europee di Nico Narciso, Red Scorpion in Pakistan con la ROP), diversi show macinati nel Nord Italia, un feud infuocato fra BWT e Megastars fra Leon e Danza, con quest’ultimo nuovo Campione Assoluto BWT.

Il 2019 auguro manterrà lo stesso trend di crescita per il BWT.

 

BWS 6 ½

Un solo Show all’attivo anche quest’anno per la Bullfight, ma che non ha soddisfatto tutti nella sua riuscita.

Tre titoli, ma che si sono visti poco al di fuori dell’unico Show BWS (che almeno avrebbero potuto così tenere attivo l’interesse sulla fed), al momento non abbiamo notizie su eventi nel 2019.

 

EPW S.V

Un’altra realtà che nel 2018 non ha prodotto nessun show.

Nessuna novità, se si esclude la nascita della EPW Academy a Roma (diretta dall’Ex-ICW Ace), per il resto, escludendo i passaggi televisivi su Fight Network, il progetto EPW appare del tutto fermo, anche qui vedremo se nel 2019 ci saranno segnali di vita o meno.

 

FCW 8

Un’anno di grande crescita per l’FCW.

Oltre agli appuntamenti fissi nella sua casa a Pero, la Frontier Campionship Wrestling ha svolto diversi show anche in altri ambiti (e per la prima volta anche in Toscana), oltre ad aver rafforzato la collaborazione con la Rising Sun e stretto collaborazioni con realta UK (Apex Pro) e portato i suoi atleti anche in realtà come la PWE per la prima volta (arrivando addirittura a detenere quasi tutti i titoli della fed lucana).

Il 2019 dovrebbe confermare questo trend per la fed lombarda.

 

FIW 7

Bilancio positivo per la fed torinese, nel suo primo anno completo di vita.

Confermata la sua collaborazione stretta con la SIW, la federazione ha svolto numerosi show nel Nord Italia, collaborazioni con realta come IWE o FCW, alcuni suoi atleti come Fabio Ferrari sono apparsi nei circuiti Europei con successo.

Qualcuno obbietta che non abbia un proprio titolo (anche se ricordo che i titoli SIW valgono e sono riconosciuti anche dalla FIW come propri, oltre al fatto che Ferrari sia tuttora, di fatto, EPW Silver Champion, anche se l’EPW è al momento inattiva), ma ha saputo mostrare di mettere in piedi buoni show anche senza, vedremo cosa ci riserverà il 2019.

 

ICW 8

Dopo il 2017 che aveva visto l’ICW affrontare l’uscita di diverse academy e l’addio di diversi lottatori rimboccarsi le maniche e ripartire con nuovi volti, il 2018 è stato vedere se questi erano all’altezza di poter ereditare, nei prossimi anni, la fed più longeva e prolifica della scena italiana.

La risposta sembra essere affermativa: AKIRA, Eron Sky, gli Urban Guerrillia, Jokey, Mary Cooper, i TMZ hanno confermato i positivi traguardi raggiunti nel 2018 dentro (e anche fuori, in diversi casi) l’ICW, aiutati in questo da veterani come Doblone, Excellent, Corleone, Psycho Mike, affianco a giovani già diventati membri fissi del roster come Nick Lenders o Mirko Mori.

Il tutto condito dalle ottime prestazioni di atleti come AKIRA, Jokey, Paxxo e Queen Maya fuori dai confini Italiani, soprattutto in UK, una conferma che la scuola italiana sia ormai apprezzata e riconosciuta anche all’estero.

Il 2018 è stato soprattutto il formato ICW Fight Forever a dare la spinta ai nuovi giovani, esaltando il loro potenziale.

Il 2019 proporrà proprio la sfida fra queste nuove leve e la vecchia guardia, riunita sotto la sigla de La Casta, che vuole riprendersi il controllo della federazione.

 

IWA 7 ½ -8

Anno di crescita per l’IWA.

Dopo un 2017 di stabilità, la federazione laziale ha iniziato a crescere, incoronato i suoi campioni Heavyweight e Cruiserweight (e portata la sua cintura, prima in Italia, ad essere difesa sui ring USA, in una realtà importante come la WLW di Harley Race), riportando il Wrestling nel Centro Italia.

Unico neo, alcune problematiche che l’hanno costretta a spostarsi da Frosinone e spostare la sua nuova “casa” ad Alatri, un centro forse meno centrale rispetto al capoluogo ciociaro, ma che ha già dimostrato di voler accogliere bene l’IWA.

A questo va aggiunto che gli atleti IWA stanno iniziando a farsi conoscere anche fuori dalla stessa, in Italia e in Europa, segno del buon lavoro di promozione fatto dalla fed.

Nel 2019 mi aspetto conferma di questo trend di crescita e nuove sorprese.

 

IWE 7

Annata positiva per la federazione Ligure.

Diversi Show, due titoli attivi (e con quello CrossRoad, detenuto per quasi tutto il 2018 da G KING, che ha girato su diversi ring italiani e francesi), chiuse alcune collaborazioni con fed italiane, lanciato diversi nuovi prospetti grazie al progetto Lucha Cantera, la IWE ha vissuto anche un cambio di vertice societario, che dovrà saper confermare nel 2019 quanto di buono visto nel 2018.

 

IWS 6 ½

Confermato il voto dello scorso anno per la Italian Wrestling Superstars.

Diversi Show fra Nord e Centro Italia, soprattutto in ambiti fieristici, sostanzialmente invariata la formula e il prodotto offerto al pubblico, positivo che alcuni dei suoi atleti (Deimos e Italian Dream) girino ormai con costanza nel circuito europeo (con Deimos attuale RPW HW Champion in Romania), continuo a sostenere che dovrebbero rimettere in gioco i loro titoli (inattivi da troppo tempo o non difesi mai) e magari fare qualche unificazione di cinture per rendere più appetibile la cosa.

Vedremo se nel 2019 accadrà qualche novità importante.

 

KOX 7

Annata positiva per la fed mantovana.

Fra qualche riassestamento nel Roster, con partenze e ritorni, collaborazioni interrotte e nuove collaborazioni, la KOX ha sfornato diversi Show e avuto la possibilità di far vedere alcuni dei suoi atleti (Aaron Cage, Grudge, Luke Zero, Bottazzini) in diverse realtà italiane, oltre che nuovi prospetti in crescita ( Daniel Romano, Big Charles).

Il 2019 dovrebbe confermare questo trend e regalare una continuità negli show più regolare.

 

NOW/Revents S.V

Sinceramente, come giudicare il 2018 della NOW?

Di fatto, nessun Show a marchio NOW è uscito, la Promotion risulta aver collaborato “prestando” il suo ring per alcuni Show a Modena Nerd e per la tappa toscana della TCW.

Per il resto, sembra aver cambiato Nome (Revents) e sembra pubblicizzare spettacoli in cui il wrestling è solo una parte del prodotto, non so cosa aspettarmi da questa realtà nel 2019, a questo punto.

 

Mayhem Wrestling 6 ½ -7

Come avevamo detto prima, una parte dell’ASCA è confluita in questo nuovo Progetto.

La Fed monzese, ha confezionato un primo interessante Show, già assegnato le sue prime cinture (Tag Team) e già annunciato per Febbraio il suo secondo Show, dove sembra sarà assegnato il titolo massimo.

Il Roster è composto da ottimi elementi della scena italiana, vedremo cosa saprà produrre nel 2019.

 

PWE 6

Annata in chiaroscuro per la fed lucana.

Pochi Show, collaborazioni con le altre realtà di fatto chiuse, unica cosa positiva, l’aver avviato una collaborazione con la FCW che ha portato, sul piano dei Titoli, a porre fine al dominio dei Bad People in PWE, grazie a The Greatest (Nuovo Undisputed Champion) e agli Headhunters (Nuovi PWE Tag Team Champion), con solo Rocky Laurita come Italian Champion a tenere alto l’onore PWE delle cinture.

Per il resto, dalla scorsa estate, nessuna significativa novità in casa PWE, salvo la collaborazione per lo show di un progetto, tale SWA, che ha portato la PWE per la prima volta in Puglia, ma anche di questo progetto, nessuna notizia ulteriore.

Nel 2019 avremo qualche notizia sul futuro di questa realtà del Sud Italia?

 

I Miti del Wrestling 7

Primo anno di vita per questa nuova promotion campana.

Due Show all’attivo nel 2018, che ha visto la presenza degli atleti IWA e SIW, collaborazioni territoriali vicini e affini, scelta saggia direi, per una promotion che punta molto sul rendersi stabile nel territorio.

Nel 2019 vedremo se magari arriverà un proprio titolo da difendere e un maggior numero di eventi.

 

RIW 6 ½

Annata un po più in sordina per la federazione siciliana.

Meno Show rispetto al passato (ma con ottimi match), con ancora una volta G KING a portare alto l’onore (e l’onere) di rappresentare il wrestling siciliano sui ring italiani (ed esteri), nuovi arrivi nel Roster, numerosi eventi (anche benefici) promossi dalla RIW.

Per il 2019 spero vedere molti più show e più atleti della RIW girare sui ring italiani, magari vedere la RIW uscire dai confini siciliani.

 

RSWP 8 ½

Un 2018 di grandi traguardi per la Rising Sun

Dalla sua nuova casa (Pero), la federazione ha mostrato di essere notevolmente cresciuta come organizzazione e promozione, con una lunga serie di show che hanno ottenuto ottimi riscontri, per i Match e gli atleti coinvolti.

Quattro titoli, 3 singoli e quelli di coppia (che hanno debuttato quest’anno), che hanno girato non solo in RSWP, ma in numerose realtà del circuito italiano.

Collaborazioni confermate (quella con la FCW), nuove (quella con il BWT che ha portato a show congiunti, quella con la ICW che ha portato la Rising Sun per la prima volta a Cartoomics), il debutto sulla piattaforma on demand della wXw.

Nel 2019 ci aspettiamo grandi cose da questa realtà, vedremo cosa ci riserva dunque.

 

SIW 7 ½

Annata di grande crescita per la federazione toscana.

Tanti gli show prodotti dalla SIW, in collaborazione anche con diverse realtà (FIW, I Miti del Wrestling) che hanno portato i suoi atleti a farsi conoscere dal Nord al Centro Italia.

Un grande lavoro di formazione con seminari internazionali sia in Italia che con la presenza degli atleti SIW in Europa.

A questo va aggiunto lo sbarco, grazie al SIW Italian Champion Chris Silvio, nel mercato USA con il Brand SIW USA, che ha prodotto il primo Show Italiano sul territorio americano.

La federazione ha puntato molto sulla formazione degli atleti e sul promuovere il suo prodotto, il 2019 sarà un’ottimo banco di prova per vedere i risultati di questo lavoro, con un’inizio 2019 che si preannuncia molto prolifico.

 

TCW 6 ½

La federazione dei Ribelli conferma il voto dello scorso anno.

La TCW ha una nuova casa (Il Serraglio), ha fatto un discreto tour estivo (sbarcando per la prima volta in Toscana), ha aperto in pianta stabile un nuovo Polo a Piacenza.

Per il resto, continua ad avere le problematiche che scrissi nel 2017: ha dei talenti che stranamente continua a non voler far girare (Scandalo!, Rocco Gioiello, Pongo), un Roster che ancora conta molto sui veterani, ma veterani che stanno iniziando a diminuire (e di quest’anno il ritiro di Pain e di Carlo Birra, anche se quest’ultimo ora veste i panni del G.M della TCW).

Fra le cose che mi hanno colpito di più in positivo, un personaggio capace di reinventarsi continuamente come Pongo (l’Ex Darkness II), che ha creato un personaggio, assieme a Didò (l’ex Frank Bonsai) davvero mina vagante e che spero avrà nel 2019 un suo spazio e soddisfazioni maggiori, anche questo atleta mi piacerebbe vederlo su altri ring.

 

WIVA 5 ½ -6

Un’altra annata difficile per le fed emiliana.

Un solo Show all’attivo, molti problemi interni fra cambi dirigenziali, atleti che hanno salutato la federazione, problemi logistici, hanno minato la stabilita della federazione.

Un aiuto potrebbe venire dalla rinnovata collaborazione con la Revenge, che produrrà gli Show nel centro Italia per la WIVA, con la collaborazione del nuovo G.M Jail, attuale responsabile dei poli WIVA nel centro-sud, dalla nuova vita del Titolo Campione d’Irpinia, ora titolo Revenge con difesa 24/7, attualmente nelle mani di Carnera (che è anche Campione WIVA Social Media), se saprà essere continuativa e prolifica, oppure dalla collaborazione co DiTV.

Il 2019 sarà quindi alquanto decisivo, per capire il futuro della WIVA.

 

WM 7 ½

Primo anno di vita positivo per la Megastars.

Due Show all’attivo che hanno riscosso molto interesse, oltre che portato atleti di varie realtà italiane (oltre agli atleti BWT, che costituiscono l’ossatura del Roster italiano della Megastars, atleti della ICW, FCW e SIW) e internazionali sul suo ring.

Nessuna cintura propria ancora, ma ha svolto bene quel ruolo il titolo di Campione Assoluto BWT, che ha visto Danza conquistare la cintura proprio in Megastars, cintura che sarà chiamato a difendere nuovamente nel 2019.

Per il 2019 spero saranno in aumento gli Show di questa realtà, non solo nel Nord Italia, magari.

E con questo chiudiamo questa terza edizione delle Pagelle, appuntamento al 2020.

Immagini © aventi diritto

Enrico Bertelli “Taigermen”

FONTEItalianUppercut, ZonaWrestling
Avatar
Dal 2007 segue e documenta con la sua macchina fotografica ed i suoi editoriali il Wrestling Italiano, con cui ha documentato i suoi momenti più importanti. Dal 2013 scrive per Zona Wrestling sia di Wrestling Italiano con l'Italian Uppercut, che speciali dedicati alla Lucha, al Puroresu e alle Indies, in particolare della CHIKARA.