Siamo donne che fanno wrestling

ICW Pandemonium: I titoli di coppia ICW e il titolo femminile ICW vengono messi in palio in un match tre contro tre, dove Queen Maya e Jockey si scontrano, assieme ai Discepoli Del Dolore e ai Latin Lovers, Incubo e Maya danno vita a uno spettacolare scambio di ceffoni

ICW Saranno Campioni: Irene affronta Mr Exellent con Queen Maya come arbitro speciale

ICW Academy Cup: Queen Maya, Irene e Cheyenne affrontano Doblone e la sua Ciurma

Lucha Underground: Sexy Star da vita ad un feud da ricordare contro Pentagon Jr

Lucha Underground: Ivelisse ottiene una title shot contro Mill Muertes

Da un po’ di mesi a questa parte: la sottoscritta va ad allenarsi, la sottoscritta si allena assieme a tante persone splendide, tutti ragazzi, la sottoscritta e la sua dolce metà provano qualche match, qualche sequenza, i nostri amici ironizzano sul fatto che noi le nostre dispute familiari le risolviamo così, sul quadrato.

Da che mondo è mondo, la divisione tra categoria maschile e femminile nello sport è sempre esistita, in ogni sport. Ed è giusto così, ma il wrestling, proprio perché è wrestling, proprio perché non è uno sport, non è “solo” uno sport, anzi, è l’unico caso in cui, volendo, uomini e donne possono anche lottare alla pari, basta scegliere le storyline con oculatezza, basta bookare i match in un certo modo, il wrestling è l’unico sport in cui, volendo, non esiste distinzione.

Forse è proprio sulla base di queste considerazioni che mi accorgo che in WWE, seppur si sia fatto tanto, non si fa abbastanza per valorizzare il ruolo delle donne nella compagnia, forse è proprio sulla base di queste considerazioni che è impossibile non accorgersi di come la figura femminile sia così stereotipata: in WWE prima di tutto sei una donna, non sei un’atleta, non sei una wrestler, non sei una manager, sei una donna che fa la wrestler o una donna che fa la manager, e il fatto che tu sia donna deve essere costantemente ricordato a tutti

C’è questa spiacevole tendenza, che sembra stia scemando, ma non del tutto, a voler sempre inserire il sesso (ebbene sì, l’ho scritto) in qualunque storyline che abbia una donna di mezzo

E voi direte che è normale, che in fondo si tratta di storyline, che si mira ad umiliare il cattivo e che va bene inserirci anche il sesso in queste storie, ma sempre, dico io?

Lana, la donna di ghiaccio, la manager inflessibile, l’unica in grado di tenere a bada Rusev, viene ridotta ad una figura di contorno, un ornamento, viene accusata da John Cena di aver procurato a Rusev dei match titolati non perché subdola, ma perché si è concessa fisicamente, viene presa in giro da The Rock proprio mettendo in ballo la sua vita privata, il fatto che si sia concessa a lui in un momento di debolezza

AJ Lee ottiene un minimo di visibilità in WWE quando comincia ad interpretare il ruolo prima della giovane facilmente influenzabile che volava da un uomo all’altro, e poi della psicopatica che riusciva a manipolare gli uomini a suo piacimento, le è stato tolto l’incarico di GM non perché avesse fatto degli sbagli, ma perché le era stata imputata una relazione con un wrestler

Summer Rae e Layla ottengono un feud che non abbia di mezzo il titolo delle Divas quando litigano su chi slinguazza meglio Fandango

Nikki Bella e Brie Bella vengono insultate dalle loro avversarie di essere delle raccomandate perché hanno dei fidanzati importanti che le proteggono, sarà anche funzionale alle storyline, ma riusciamo a costruire un promo contro le Bellas che si poggi anche su altri motivi?

E poi, sempre questa tendenza a voler ricordare ogni secondo che noi siamo donne

Le PCB, le BAD, non riescono a rimanere unite perché sono donne e le donne non riescono realmente a fare gruppo

Becky Lynch viene baciata da Ric Flair come distrazione, perché è una donna

(E a chi dice che ciò è in linea col personaggio di Flair rispondo che sarebbe stato più in linea col personaggio se avesse poggiato una sedia sotto Charlotte che eseguiva una Piledriver)

AJ Lee viene accecata usando come arma della lacca per capelli, perché siamo donne eh, Paige viene schizzata di colorante per capelli, perché siamo donne, ci avete fatto caso? Siamo donne che fanno wrestling

Ed io “pretendo” di vedere almeno una volta nella vita un match in WWE che finisce a colpi di schiuma da barba, poi possiamo cominciare a parlare di parità dei sessi

E voi potete anche venirmi a dire che le accuse di sessimo alla WWE sono esagerate, ma non cercate di nascondere che la WWE vede principalmente le Divas come donne e solo successivamente come wrestler ed è in base a questa considerazione che decide le storyline, i feud, i promo, persino i segmenti in cui Lana deve essere avvicinata nel backstage, mi raccomando tira in ballo qualcosa sulla sua vita sessuale eh, mi raccomando, sennò poi la gente potrebbe scordarsi che è una donna!

E quindi alle volte, capitemi, basta poco a far scattare quell’accusa di sessismo, non succede solo con le Divas, ma anche in molti altri casi

La WWE è stata accusata più e più volte di razzismo, ecco perché quando vedi per la prima volta il New Day pensi, malignamente, che la WWE abbia messo lì “tre neri a caso”, ecco perché quando arriva il mese della storia afroamericana e il wrestler di colore di turno vince un match pensi, malignamente, che sia solo un modo per lavarsi la coscienza. La WWE è stata accusata di omofobia, dunque può darsi che, quando i Prime Time Players vincono i titoli di coppia dopo il coming out di Darren Young, pensi che sia solo una bassezza per fingere di essere politically correct. La WWE negli anni passati ha usato le sue wrestler e le sue manager per ruoli e segmenti deplorevoli e indifendibili, per non dire umilianti, dunque ecco che basta un sessantenne che sceglie un bacio come modo per distrarre l’avversaria della figlia per far rispuntare le accuse di sessismo, ma te lo sei voluto tu, cara WWE, tu che hai dimostrato di non tenere affatto in considerazione le tue atlete in tutti questi anni.

Se ritenete che le accuse di sessismo verso la WWE siano eccessive, prendetelo come un avvertimento, una vigilanza, se non credete che la WWE sia sessista come in passato prendete queste accuse come qualcuno che si assicura che quel passato non ritorni più.

Per ora io me ne resterò qui, felice come una pasqua nel vedere Sexy Star combattere contro Super Flay, a dannarmi quando WWE2KQualcosa mi annulla un match perché con un wrestler ho sfiorato con un mignolo la wrestler avversaria in un match misto, a divertirmi nel subire Clothesline da ragazzi che pesano il doppio di me e a restituire il favore poco dopo e a rodermi il fegato quando in WWE i match femminili finiscono per una caduta dal paletto, conscia che prima o poi un match femminile finirà perché l’avversaria è stata colpita da una scatola di tampax.

Ysmsc

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname