Adam Cole è stato uno dei pilastri di NXT, prendendo parte ai migliori match della storia del brand e contribuendo alla sua crescita. Ma anche una storia bella come quella di Cole a NXT è finita, aprendone però un’altra: l’ex NXT Champion è rimasto free agent per poco, firmando per la AEW, ricongiungendosi così coi suoi amici della Elite, gli Young Bucks e Kenny Omega, scatenando l’euforia dei fan. Ma c’è qualcuno che non crede che quello di Cole sia stato un buon debutto.

Posizioni sbagliate

Mentre parlava sul suo podcast, Jim Cornette ha criticato la AEW per aver gestito male il debutto di Adam Cole, rea a detta sua di aver messo in ombra il Panama City Playboy per ben due volte:

“Sono cinque anni che Adam Cole è a NXT alla guida dell’Undisputed Era. Alla gente potrebbe non fregare un ca**o, e in tanti non sanno nemmeno che lui e gli Young Bucks erano insieme nelle indie. Ma a prescindere, prendi un ragazzo del livello di Cole, con il rumore che aveva intorno, lo metti in un gruppo, e lo rendi uno dei ragazzi di quel team invece che farne una star dall’inizio. Ma è stato due volte messo in ombra da star più grandi. Pensateci, Adam Cole, sia in ppv che a Dynamite, ha fatto due grandi ingressi, ma pochi minuti dopo viene messo in ombra da una star più grande, da un ingresso più grande”.