Recentemente licenziato dalla WWE dopo aver postato una sua foto con il Bullet ClubJimmy Jacobs è stato intervistato da Slam! Wrestling dove, tra le altre cose, ha rivelato la politica della WWE riguardo l’assunzione dei manager:

 

” I manager hanno attirato la luce dei riflettori a un certo punto degli anni ’90, durante l’Attitude Era, ma poi le vallette hanno preso il sopravvento, soprattutto in WWE. Da questo punto di vista possiamo parlare di un’arte perduta. Tuttavia, oggi, prendiamo uno come Paul Heyman, che è davvero molto, molto, molto bravo nel suo lavoro e nel pacchetto Brock Lesnar è importante tanto quanto lo stesso Brock. Quindi penso che quest’arte stia tornando. A lungo si è trattato di una precisa politica da parte della WWE e la WWE è l’esempio da seguire per tutti in questo business e quindi si era generato una sorta di effetto a cascata. Era una vera e propria linea politica ‘ Hey, noi non assumiamo manager maschi’. Adesso sta nuovamente prendendo piede, credo nell’ultima manciata di anni.”