John Cena è stato ospite nella giornata di ieri del E&C’s Podcast Of Awesomeness. Il bostoniano ha parlato di come è cambiata in generale la WWE e di come uno degli artefici di questo cambiamento sia stato AJ Styles, atleta che stima molto e con cui vorrebbe nuovamente lavorare. Ecco le sue parole ed in seguito il match lottato dai due a No Mercy lo scorso anno, con la presenza di Dean Ambrose:

“L’arrivo di AJ è stato il raggiungimento di un culmine. Per anni la WWE ha reclutato molti atleti dotati fisicamente. Credo che ciascuno di voi abbia segnato sul calendario il mio feud con CM Punk, ad esempio. Quando arrivarono Punk e Bryan, molti ragazzi della Ring Of Honor e delle indy sono venuti da noi. Credo si sia trattato di un naturale assestamento. A me piace questo nuovo percorso, lottare contro Lesnar e Strowman non è come lottare con Owens e AJ. Ad un certo punto ho dovuto ragionare su come mostrare le mie abilità, su come migliorare sul ring. Essenzialmente l’obiettivo della federazione è stato quello di far vedere che AJ avrebbe potuto lottare e battere Cena. In realtà, lottare al livello di AJ è diventato il mio obiettivo. Così mentre la WWE era intenta a mostrare di cosa lui fosse capace, io dovevo fare del mio meglio per arrivare a quel livello e cercare di rendere al massimo le sue abilità”.

FONTEWrestlinginc & Zona Wrestling
Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature, col tempo ha voluto perdere la definizione di "Marco Travaglio del wrestling web".