Nella scorsa puntata di Raw il rientro di Batista in WWE è diventato ufficiale. Cosa aspettarci dall’Animale? Il suo ritorno è davvero il best for business? Sergedge ne parla oggi con voi.

Appena entrato tre cose sono subito saltate all’occhio: il fisico meno gonfio, la pelata e il look da imperatore dei tamarri. Per il resto non sono stato sorpreso come molti del ritorno a dir poco banale nel concreto. Batista non è impedito al microfono ma certo non è mai stato un gran oratore, quindi per il suo rientro era scontato che avrebbe espresso concetti abbastanza semplici  tipo “voglio il titolo”. Anzi, credevo che si sarebbe limitato a eseguire la Batista Bomb per poi fare il segno della cintura alla vita.
 
Il rientro è avvenuto nella fase più calda dell’anno per la WWE, la road to Wrestlemania, e come avviene per ogni grosso nome che torna sul ring sono già iniziate le polemiche sulle superstar part-timer che rubano il posto a chi si fa il mazzo tutto l’anno. Avremo un nuovo caso di attore nel main event del ppv più importante?
Le possibilità che ciò avvenga non sono poche, appena è uscita fuori la notizia del ritorno sono partiti diversi rumors sulla sua prossima vittoria della Rumble. Si diceva addirittura che se il suo rientro non fosse uscito ai quattro venti sarebbe ricomparso direttamente nella rissa reale senza anticipazioni, vincendola. C’è però qualche mia considerazione che mi fa pensare ciò non avverrà.
 
Volendo fare i confronti con l’altro attore che per due anni di fila si è preso il main event di Wrestlemania, tra The Rock e Batista c’è una distanza abissale. Dal punto di vista dell’attesa il primo è rientrato dopo ben sette anni, il secondo dopo quattro, dal punto di vista del successo il primo è tra i personaggi più grandi della disciplina, il secondo è stato portabandiera dietro Cena per un periodo neanche tanto lungo. In ring nessuno dei due è mai stato un fenomeno, ma The Rock riusciva comunque a raccontare una storia durante il match, Batista per far qualcosa di notevole doveva essere messo a combattere con un grandissimo (vedi la serie di incontri con Taker) se no rimaneva nella sufficienza. Neanche poi si può paragonare la pubblicità derivante dal rientro del People champion (quinto posto tra gli attori più pagati di Hollywood) e quella dell’Animale. Insomma, tutta questa pappardella per far capire come i due ritorni siano su due piani differenti, che il mettere The Rock nel main event non vuol dire che per forza a Batista accadrà la medesima cosa. Se proprio poi dovessi mettere un wrestler rientrante come grande nome anche attualmente gli preferire Brock Lesnar.
 
Mai come quest’anno sembra difficile prevedere quale match sarà messo a chiudere il ppv più importante. Ci sono diverse alternative e tutte sembrano altrettanto valide. A chi non piacerebbe il ribelle CM Punk che affronta il tiranno Triple H? O Bryan che completa la sua rincorsa tornando campione del mondo? Non sarebbe un sogno veder affrontare al Becchino nientemeno che Cena? E se a sfidare Taker fosse invece Lesnar?  O chissà che nella scorsa puntata di Raw non ci fossero indizi di un futuro Batista vs Orton? A oggi non mi sentirei di escludere nessuna di queste strade.
 
Riguardo in particolare l’Animale e lo stint che lo aspetta sono diversi gli avversari contro cui mi piacerebbe vederlo all’opera. Con Lesnar più per starpower che per match in sé, dato che Batista lo vedo meglio contro avversari meno massicci. Con Cena lo abbiamo visto più volte proprio prima dell’addio, eviterei. Con Bryan e CM Punk sarebbe interessante visto che nei precedenti incontri i due a livello mark erano troppo inferiori. Spostandoci dal fantawrestling alle ipotesi più concrete per quello visto finora direi che Orton e Del Rio non mi sembrino gli avversari migliori: con il primo non mi sono piaciuti i precedenti match, il secondo ha un personaggio distrutto dai continui turn e ciò non aiuta a mettere pepe alla sfida, ma in ring potrebbe uscir fuori qualcosa di positivo.
 
A conti fatti ho sentimenti contrastanti per questo ritorno dell’Animale. Volendo guardare il bicchiere mezzo pieno a me questo ritorno di grandi nomi fa sempre piacere, si crea un effetto nostalgia e vista la fatica di oggi della WWE di creare grandi personaggi vederne uno del passato fa rumore. D’altra parte ci sono molti dubbi sulla qualità che potranno avere i suoi match visto che già ai tempi d’oro non erano molto frequenti quelli a cinque stelle, contando ora gli anni in più sul groppone e una certa ruggine con cui potrebbe avere a che fare (anche se il trascorso nelle MMA un po’ ci fa sperare non avvenga) chissà a cosa assisteremo. Sul ruolo che andrà a ricoprire il rischio che tolga spazio ad altri atleti c’è, ma è un rischio relativo. Penso che gente che tutto l’anno si è fatta il mazzo con successo come Bryan e Punk avrà comunque il palcoscenico giusto, altri che nonostante l’impegno sono andati incontro a difficoltà come Ziggler saranno invece sicuramente oscurati. Spero comunque che non vinca la Rumble: Batista avrà certamente un grande spazio in questa road to Wrestlemania, potrà averlo comunque senza l’onore (che ha già ricevuto) di trionfare nella rissa reale.
 
E voi cosa ne pensate? Batista vincerà o no la Rumble? Avete qualche timore per la qualità dei suoi match? Si prenderò il main event togliendo spazio a wrestler full-timer? Non siete scoppiati a ridere per il suo look degno di Tamarreide? Fatemi sapere cosa ne pensate del rientro dell’Animale!
 
Sergedge – EH4L
Sergedge
Rievocato durante una seduta spiritica è tornato a infestare il sito di Zona Wrestling con l'ardore di un tempo. Per la serie l'erba cattiva non muore mai.