Il brano di oggi è Here To Show The World, realizzato dai Downstait e utilizzato come tema di ingresso da Dolph Ziggler.

Pubblicità

ChristiaNexus: Here To Show The World muove dalla cover di I Am Perfection realizzata dai Downstait (l’originale era dei Cage 9), dalla quale sono stati eliminati (DELEEETED) i riferimenti alla “perfection” di Dolph ed è stato completamente stravolto il ritornello. Il testo esalta le abilità e le qualità del protagonista, che riesce ad eccellere in qualunque cosa egli faccia e con meno sforzo di tutti gli altri, ribadendo di voler mostrarlo a tutto il mondo. La base musicale è di ottima fattura, come tutte le canzoni dei Downstait. Ovviamente, essendo cucito su Dolph Ziggler, il pezzo si adatta perfettamente allo Show Off e, pur non essendo la sua miglior theme (preferisco la prima I Am Perfection), rimane un gran bel brano.

Mauro Chosen One: Spesso abbiamo parlato di come un cambio di gimmick possa portare anche ad un cambio di theme song, a meno che la theme in questione è iconica o particolarmente conosciuta. Nel caso di Ziggler, la sua gimmick non è cambiata molto e la theme è stata semplicemente modificata, da I Am Perfection a questa versione dei Downstait, che ormai si trovano a casa in questa rubrica. Base ottima, ritornello nuovo di pacca e coinvolgente e soprattutto mantiene l’ottima struttura della prima theme di Ziggler, rendendo come quella precedente, visto che è stata fatta appositamente per la gimmick da Show Off. Buona theme che si collega bene all’entrata di Ziggler, andando a gasare bene il pubblico presente agli show. Onestamente non so dire se è meglio I Am perfection o questa, visto che mi piacciono entrambe

Mauro Chosen One e ChristiaNexus

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.