La canzone di oggi è Memory, dei Mercy Drive. Il titolo, in realtà, reca un’inesattezza della quale sia me (ChristiaNexus) che Mauro Chosen One siamo consapevoli: Maven, in realtà, non ha mai usato Memory, ma Tattoo, una canzone che condivide con la theme protagonista di oggi la base strumentale e gli autori, i  Big Mother Thruster che, pochi anni dopo, cambiarono nome in Mercy Drive. La scelta, tuttavia, è ricaduta sul rifacimento perché è quest’ultima la versione che ho conosciuto e apprezzato.

ChristiaNexus: Questa è una canzone che ho scoperto per caso, qualche anno fa; l’intro meraviglioso, così come la chitarra elettrica che accompagna l’intera durata del brano, sono musicalmente eccezionali. Il testo racconta del desiderio di gettarsi alle spalle il passato, in particolare, una storia d’amore finita male, e di provare ad andare avanti. Insomma, è un gran bel brano che trascende il wrestling da cui, sia pur indirettamente, proviene.

Mauro Chosen One: I mercy Drive sono una band molto familiare per un fan di wrestling, perchè oltre ad aver composto la theme song di Maven, ha realizzato Burn In My Light, storica theme song di Randy Orton (non preoccupatevi, arriverà prima o poi). Questa canzone è molto particolare, perchè parodassalmente è più bella rispetto alla originale. Non so se per il cambio di cantante e per il cambio di teso, ma questa versione è meglio di Tattoo, che rimane una di quelle theme belle ma poco conosciute. Su Maven non mi soffermo molto..non se ricordarlo per aver vinto la prima edizione di TE con Nidia o per aver eliminato Undertaker alla rumble nel 2002.

Per dovere di completezza, ecco l’originale Tattoo:

Mauro Chosen One e ChristiaNexus

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.