Il brano di oggi è Papercut, realizzato dai Linkin Park del compianto Chester Bennington e utilizzato come tema di ingresso da Angelina Love nel circuito indipendente.

ChristiaNexus: La traccia d’apertura del primo album dei Linkin Park narra delle difficoltà del provare ad essere sé stessi in un mondo costruito e fasullo, al punto tale da rendere l’esigenza di sincerita quasi una paranoia, vista l’impossibilità di cogliere subito la verità e chi ci è realmente amici o meno. A detta del compianto Chester, era uno dei propri brani preferiti fra l’intera discografia della band e, giustamente, non è difficile capirne il perché. Quanto al suo utilizzo da parte della Love, credo sia dovuto unicamente a gusti personali tanto che, in TNA, ha utilizzato (e utilizza) composizioni che richiamano in maniera neanche tanto velata l’originale.

Mauro Chosen One: Nei suoi stint da singolo, Angelina Love ha sempre usato una “cover”(Unhinged) strumentale di questo brano, mentre nelle indy ha potuto usare la versione originale della theme, poichè non aveva alcun problema con i copyright e perchè, come ammesso da lei, è sempre stata una grande fan della band. Il brano è molto carico a livello musicale e soprattutto a livello di testo, visto che parla di quanto sia difficile esser se stesso in questo mondo. La cover TNA non è neanche malvagia ma l’originale è di un altro pianeta.

A mo’ di extra, ecco a voi un bel mashup di New Divide e un pezzo molto noto a noi, We Are One dei 12 Stones, tema del Nexus nonché prima canzone di questa rubrica.

N.B.: Si chiede all’utenza di commentare la canzone in questione, non il lottatore che la usa, il suo destino, se sia stato valorizzato o meno o simili e, a fortiori, si chiede di evitare ogni altro commento che non riguardi il brano, grazie.

Mauro Chosen One e ChristiaNexus

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.