Il brano di oggi è Slow Chemical, eseguito dai Finger Eleven e usato come tema di ingresso per Kane dal 2002 al 2008.

ChristiaNexus: La canzone è immediatamente riconoscibile perché condivide gran parte della base strumentale con Burned (poi divenuta Out Of The Fire), la prima storica theme del Big Red Monster. Il rifacimento dei Finger Eleven è di ottima fattura, così come la voce che narra di un uomo perdutamente innamorato di una donna divenuta il fulcro della sua vita. Ecco, mi duole muovere un piccolo appunto; Kane non sembra esattamente il tipo cui attribuire una canzone d’amore, nonostante in quel periodo stesse diventando più umano. Ovviamente, la cosa ha acquisito un senso nella storyline con Lita ma fu un evento a posteriori per cui o i Finger Eleven erano dotati della Broken Brilliance e hanno avuto una “PRIMINISCION” o, più semplicemente, fu fatta una scelta poco azzeccata, comunque ignorata dal me di dodici anni che adorava e, tutt’ora adora questo brano.

Mauro Chosen One: Col personaggio di Kane ho sempre avuto uno strano “rapporto”: un periodo in cui mi faceva seriamente paura, un periodo in cui mi piaceva, un altro in cui non mi piaceva minimamente e così via. Mentre con questa theme, il rapporto è sempre stato lo stesso: la adoro. Musicalmente è fantastica, sia nella parte più conosciuta e sia anche nel complesso, meno mainstream visto che in TV si è sempre sentita in parte. Il testo ha anche una sua profondità e può essere usato anche in certi situazioni più romantiche, visto che una frase come “Give me the drug you know I’m after, connect me and you could be my chemical” se usata bene può fare colpo sulla persona amata. Personalmente, la miglior theme mai avuta da Kane e probabilmente una delle migliori del periodo.

Mauro Chosen One e ChristiaNexus

 

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.