Il brano di oggi è Warriors, realizzato dagli Imagine Dragons e utilizzato come colonna sonora di Survivor Series 2015.

ChristiaNexus: Premetto che sono particolarmente legato a questa canzone perché, essendo la theme di Survivor Series 2015, è stata più volte riprodotte alle puntate di Raw e Smackdown svoltesi a Manchester il 9 e il 10 novembre scorso, alle quali ho assistito dal vivo. Legami personali a parte, la canzone nasce come colonna sonora del torneo mondiale del videogioco League Of Legends; tuttavia, il testo è particolarmente profondo e narra di chi, dopo un’infanzia e adolescenza particolarmente travagliate, è riuscito a superare le tante difficoltà poste sul proprio cammino e, adesso, finalmente, si gode le proprie conquiste. La musicalità è quella tipica degli Imagine Dragons, che miscela ottimamente vari generi e, per questo, risulta molto piacevole da ascoltare. Insomma, è un’ottima canzone che va al di là del contesto del wrestling, essendo nata al di fuori di esso.

Mauro Chosen One: Ritornano le theme dei PPV con la canzone scelta per l’ultima edizione delle Survivor Series, che saranno anche il prossimo PPV targato WWE. Warriors è una canzone che ha un bel testo (come buona parte delle canzoni degli Imagine Dragons) e soprattutto musicalmente è particolare, poichè esprime particolarmente bene lo stile della band. Dal punto di vista del testo, scelta azzeccata per le Series, visto che l’anno scorso ci furono le semifinali del torneo, con 4 “guerrieri” pronti a lottare per conquistare il WWE World Heavyweight Title reso vacante da Seth Rollins, che si infortunò nel primo live event del tour in Europa. Come musicalità è atipica per il wrestling, però sa creare la giusta atmosfera intorno allo show. Imagine Dragons che torneranno anche in futuro nella rubrica, con un pezzo molto amato dai noi fans del bresling.

Mauro Chosen One e ChristiaNexus

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.