Cage è pronto a sfruttare la sua chance titolata: riuscirà a sconfiggere The Monster Matanza?

Vampiro e Matt Striker ci danno il benvenuto ad una nuova puntata di Lucha Underground, che avrà come main event un’altra difesa titolata di Matanza, stavolta contro il Gift of the Gods Champion Cage!

Singles Match: Son of Havoc vs. Daga (3 / 5)
Incontro vivace tra i due: Daga alla ricerca di continuità in singolo, SoH al primo match senza i due alleati Ivelisse & Angelico. Il match non vive di pause ed entrambi provano a sopraffare l’avversario con il loro stile dinamico. Daga sembra avere una marcia in più e lavora bene sulla gamba del rivale. Il punto di svolta è l’arrivo di Kobra Moon a bordoring, infatuata per Daga e pronta ad intervenire in suo favore. SoH quindi si trova di fronte due minacce importanti ma alla fine riesce a capitalizzare, schienando Daga dopo una Shooting Star Press.
Vincitore: Son of Havoc
Kobra Moon rialza a modo suo Daga, il quale non gradisce le avanches della lottatrice e la allontana malamente. Kobra Moon non sembra per niente scossa dall’accaduto e striscia verso Daga, che abbandona il ring stizzito.

Rey Mysterio si sta allenando duramente in vista del rematch titolato per i trios title ma viene interrotto da El Dragon Azteca jr, il quale gli comunica di aver trovato la cella dove è rinchiuso Matanza e la sua intenzione di vendicarsi adesso, senza aspettare ulteriormente. Rey prova a riportarlo sul match titolato ma EDA ha solo un desiderio in mente: vendicare il loro maestro. I due battibeccano, poi passano alle mani con Rey che blocca il suo allievo. Prince Puma arriva sulla scena e Mysterio gli intima di andarsene, perché la cosa non lo riguarda. PP gli spiega che loro due sono i suoi tag team partner per il match di stasera quindi si, la cosa lo riguarda e soprattutto i tre devono andare sul ring a breve. Mysterio si riprende ed i tre si incamminano per il rematch titolato.

Lucha Underground Trios Title Match: Jack Evans, PJ Black & Johnny Mundo (w/Taya) vs. Prince Puma, Rey Mysterio & El Dragon Azteca jr (3,5 / 5)
Campioni sempre più cocky, con tanto di bandana e occhiali. Gli stessi campioni partono da subito con la loro “Low Blow City“, con il primo già a segno dopo un paio di minuti, ad arbitro distratto, prendendo in mano l’incontro. L’hot tag a Prince Puma rimescola le carte in tavola, con l’ex LU Champion on fire: tutti i rudos subiscono la sua furia, per poi prendersi anche delle ottime combo da parte degli sfidanti. Le fasi diventano più caotiche, parte la solita sequenza di spot, conclusa dal Superplex di PP su tutti gli altri fuori dal ring. I tecnicos sembrano vicini alla vittoria, con Puma pronto a connettere la 630° Splash ma incredibilmente Evans viene tolto dalla traiettoria ed è proprio lo stesso rudo a mettere a segno la finisher, da cui PP si salva per il rotto della cuffia. Saltano pian piano tutti gli schemi, El Dragon Azteca jr sale in cattedra e mostra a tutti le proprie abilità, andando più volte vicino alla riconquista dei titoli ma ancora una volta i rivali si dimostrano più intelligenti: Mundo colpisce EDA con l’ennesimo low blow (non visto dall’arbitro perché distratto da Taya), cosa che fa andare fuori di testa Prince Puma, il quale gli restituisce il favore con un gran calcione (davanti all’arbitro) e fa scattare la squalifica per il proprio team.
Vincitori: Jack Evans, PJ Black & Johnny Mundo by DQ
Prince Puma ancora non si calma e la situazione tra i due team è sempre più tesa. JM continua a provocare l’ex LU Champion, il quale reagisce con un Superkick, colpendo però Taya per sbaglio. Rey e EDA provano a calmare il loro tag team partner ma per stasera l’ha combinata abbastanza grossa.

El Dragon Azteca prova ad arrivare a Matanza ma viene fermato da Black Lotus, la quale para il suo colpo e lo immobilizza. La ragazza comunica a EDA che è stato il suo maestro ad uccidere i suoi genitori, non Matanza, lasciandolo andare sotto lo sguardo sempre più cupo di Matanza, al di là della cella. EDA non le crede ma per stavolta batte in ritirata.

Lucha Underground Title Match: The Monster Matanza (w/Dario Cueto) (c) vs. Cage (3,5 / 5)
Cage si dimostra un avversario anomalo per il campione: quanto a forza i due si equivalgono, così Cage passa ad alcune high flyng moves (come il Topé con hilo e il Top Rope Moonsault), con cui prende in controtempo il campione, mettendolo in difficoltà. Dopo il grande inizio dello sfidante anche Matanza viene pian piano fuori e per Cage son dolori, prima fuori dal ring (annichilito da una serie di suplex, in più varianti) e poi sul quadrato. Cage più volte trova una reazione che fa traballare il rivale ma Matanza non crolla mai. I due si equivalgono, si scambiano power moves e suplex come se non ci fosse un domani ma nessuno rimane mai a terra per il conto di tre. La stanchezza inizia a farsi sentire ma i colpi son sempre più duri e Cage inizia a spingere sull’acceleratore per provare a vincere l’incontro. Lo sfidante le prova veramente tutte ma Matanza si salva sempre per il rotto della cuffia, con il pubblico che si infiamma e incita a gran voce il proprio beniamino. In finale è una lunga serie di nearfalls, Cage sembra padrone del suo destino, Matanza vacilla ma trova la Wrath of the Gods decisiva outta nowhere, mantenendo il titolo. Singore e signori, Cage stasera ha messo seriamente alle corde Matanza come quasi mai prima, un bel segnale in vista delle future difese titolate del mostro.
Vincitore: Matanza

Appuntamento con Lucha Underground tra sette giorni and have a nice day!
8-Bit

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7
Qualità dei promo
6
Evoluzione delle storyline
6
8-Bit
Appassionato di wrestling fin da quando trasmettevano Velocity su Italia 1, col tempo ho ampliato il parco di federazioni da seguire, tra major e indies, andando a recuperare pure federazioni storiche come la ECW. Da ottobre 2012 scrivo report per il sito: sono partito da Superstars fino a toccare un po' tutti gli show (WWE e non); attualmente mi dedico a tempo pieno a Main Event.