Lucha Underground is here! Allacciate le cinture e preparatevi a questo secondo episodio, sempre in compagnia del vostro 8-Bit.

Partiamo subito con Prince Puma, il quale si sta allenando duramente in palestra, ripensando alla sconfitta subita a Ultima Lucha per mano di Mil Muertes. Compare alle sue spalle Pentagon jr, il quale ringrazia PP per avergli dato l’assist la settimana scorsa ed avergli permesso di compiacere il suo Maestro. Stasera i due saranno tag team partner ed avranno ancora una volta l’occasione di spezzare le ossa (e compiacere Vamp..il Maestro). Pentagon ci tiene però a far sapere una cosa a Puma: dopo i Disciples of Death sarà il suo turno perché lui è Pentagon jr. e non ha paura (Cero Miedo n.d.r.). Pentagon se la ride, Puma fa per andarsene ma poi ingaggia una breve lotta col partner di stasera, finendo per attaccarlo al muro ma senza proseguire oltre né proferir parola.

Torniamo all’arena, dove il pubblico intona a gran voce “Cero Miedo!” e dove troviamo i nostri commentatori preferiti, Matt Striker e Vampiro. Striker ricorda il main event della puntata, Prince Puma/Pentagon jr. vs. The Disciples of Death, chiedendo a Vampiro se ha qualcosa a che fare con le azioni di Pentagon jr. Vampiro svia le domande, dicendo che ha avuto un periodo buio ma ha finalmente ritrovato la luce, per cui non ha niente da dire a riguardo. La parola passa a Melissa Santos ed al primo match della serata…

Singles Match: Johnny Mundo vs. Killshot (3,5 / 5)
Match molto rapido tra i due, che mostrano subito le loro armi forti: i calcioni e i dive fuori dal ring. Mundo si fa “apprezzare” anche con qualche scorrettezza, che ben caratterizza questa sua nuova attitude e con cui domina il match, non sfigurando però con qualche colpo ad effetto come la Standing C4. Killshot subisce ma nel finale trova delle combo micidiali, con cui mette seriamente in crisi l’avversario (sulla 450° Splash tutti increduli al kickout di Johnny). Mundo si riprende e sfrutta a suo favore l’accecamento momentaneo di Rick Knox (l’arbitro n.d.r.), piazzando un Low Blow volante e poi finendo Killshot con la sequenza Springobard Kick-End of the World.
Vincitore: Johnny Mundo
Johnny prende un microfono ed avverte il campione Mil Muertes: non può nulla contro la sua End of the World. Viene però interrotto da Cage, il quale si candida anch’egli come #1 Contender al titolo massimo, perché lui non è un uomo: è una macchina. Mundo non ci sta e punzecchia Cage, così The Machine lo sfida ad un match, ora, per vedere chi è realmente il più forte e degno di competere contro MM. Johnny inizialmente fa per accettare ma poi abbandona il ring. Cage si distrae e subisce il ritorno di Mundo, il quale lo attacca alle spalle. Cage ben presto si riprende e schianta a terra il rivale con uno Shoulderblock. Mundo riesce a sgattaiolare via ma per stasera la prima “vittoria” è di Cage.

Ci trasferiamo subito in una stanza, dove troviamo Sexy Star legata ad una sedia. Arriva Marty Martinez, con una farfalla in mano, “regalo” per Sexy Star. La sorella di Marty ha deciso che a breve Sexy Star sarà riportata al Tempio e potrà di nuovo spiccare il volo ma non sarà da sola: Marty si prenderà cura di lei.

Segmento PJ Black, che arriva a bordo di una moto, si ferma e pesta due luchador motociclisti. Il tutto mentre in sottofondo ripete di essere simile ad un lupo, di non temere niente e che ama il pericolo, motivo per cui mette sempre il proprio corpo in bilico tra la vita e la morte quando combatte sul ring. Cosa cerca? Non fama, non gloria ma semplicemente brividi. Debutto imminente, stay tuned!

Singles Match: PJ Black vs. The Mack (3 / 5)
Debutto per l’ex Justin Gabriel e subito un avversario di rilievo. Da sottolineare che Mack fa molto da sparring partner in quest’incontro, facendo fare bela figura al rivale, il quale mostra tutto il suo arsenale e va over con il pubblico; Mack reagisce ogni tanto e a me fa impazzire quando nei colpi alla testa se ne viene fuori con delle facce assurde. Quando tutto sembra volgere per una scontata vittoria dell’ex WWE Tag Team Champ, Mack trova dal nulla una Stunner volante su un volo di Black, con cui schiena l’avversario e conquista un’insperata vittoria. Sempre detto che dovrebbero puntare su The Mack, almeno sembra che adesso mi diano ragione. Probabile secondo match tra i due, comunque.
Vincitore: The Mack

Vignetta su una nuova lottatrice, la quale si presenta come una specie di ladra, abile nella lotta e descritta come letale, malvagia, sexy e velenosa: la prossima settimana avremo il debutto della pericolosa Kobra Moon. Nel video come al solito stende due-tre persone in un vicolo, tanto per farci vedere che ci sa fare.

3-on-2 Handicap Match: The Disciples of Death (Trece, Barrio Negro & El Siniestro de la Muerte) (w/Catrina) vs. Prince Puma & Pentagon jr. (2,5 / 5)
La superiorità numerica si fa sentire ed a questo posso aggiungere anche la mancata coesione tra i due “technicos”, mentre i rudo sono una macchina ben oleata e diretta da Catrina. I DoD lavorano su Prince Puma e sul suo collo, isolandolo da Pentagon jr. Qui di solito scappa fuori un hot tag ma Pentagon fa di testa sua ed irrompe nel match, scatenando il caos generale. I DoD provano ancora ad isolare i due, con PP steso sul ring e Pentagon portato fuori; sbagliano però il Dive e due di loro vanno a collidere, Prince Puma ne approfitta e stende il terzo membro con la 630° Splash. Pentagon non sta però a guardare e ruba il pin al partner dopo tutto il lavoro fatto: 1..2..3 e vittoria per la strana coppia. Da notare, i Trios Champion hanno perso alla prima apparizione da campioni e per giunta in un handicap match.
Vincitori: Prince Puma & Pentagon jr.
I due vanno faccia a faccia nel post match, poi passano alle mani. Pentagon mette a segno una Backstabber e si prepara a spezzare il braccio di PP, il quale però scivola via dalla morsa e mette in fuga il rivale. Lo scontro è solo rimandato.

Ultimo spezzone di puntata. Un lottatore incappucciato viene istruito sul suo destino da una voce veramente familiare. Gli viene spiegato che El Dragon Azteca era stato il maestro anche della figura nell’ombra che però ha scelto un altro destino. Ora è tempo che ci sia un nuovo Drago Azteca e che la sua maschera sia tramandata come da tradizione. Il ragazzo incappucciato si scopre mentre la telecamera si sofferma sulla figura nell’ombra: ladies and gentleman, Rey Mysterio is coming to Lucha Underground! Su queste immagini vi do appuntamento tra sette giorni.
Have a nice day,
8-Bit

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei promo
6.5
Qualità dei match
7
Evoluzione delle storyline
7
8-Bit
Appassionato di wrestling fin da quando trasmettevano Velocity su Italia 1, col tempo ho ampliato il parco di federazioni da seguire, tra major e indies, andando a recuperare pure federazioni storiche come la ECW. Da ottobre 2012 scrivo report per il sito: sono partito da Superstars fino a toccare un po' tutti gli show (WWE e non); attualmente mi dedico a tempo pieno a Main Event.