Piatto del giorno: il match ad eliminazione per la title shot contro Matanza ad Ultima Lucha. Penso che basti già questo per rendere la puntata invitante.

Vampiro e Matt Striker aprono la puntata, ricordando il 6-to-Survive da cui uscirà il #1 Contender per il titolo massimo detenuto da Matanza. Parola subito ai fatti sul ring…

Lucha Underground Title #1 Contender Six Way Elimination Match: King Cuerno vs. Ivelisse vs. Taya vs. Pentagon jr. vs. Fenix vs. Johnny Mundo (4 / 5)
E’ un tutti contro tutti ma si vedono alcune alleanze che provano a spostare gli equilibri interni a match: oltre alla scontata alleanza Taya/Mundo, abbiamo per poco anche la collaborazione tra fratelli Fenix/Pentagon jr., stroncata dopo poco da King Cuerno. Lo stesso cacciatore prende in mano l’incontro, approfittando del caos all’esterno del quadrato dopo la classica fase di topé e sembra poter finire Fenix con la Thrill of the Hunt quando dalle retrovie giungono Mil Muertes e Catrina. KC è incredulo e subisce la furia dell’ex LU Champion, che lo schianta a terra con una Spear e una Powerbomb: Per Mundo è un gioco da ragazzi connettere la End of the World ed estrometterlo dalla contesa. I 5 rimasti continuano a darsi battaglia senza sosta ma sul ring la vera protagonista è Ivelisse, la quale se la prende con tutti i partecipanti, uno dopo l’altro, non sfigurando: prima Fenix, pi Pentagon jr. ed infine la coppia Mundo/Taya. JM vola fuori dal ring e lo scontro diventa un duetto tra le due ladies da cui inaspettatamente esce vincitrice Taya, la quale elimina Ivelisse con un Double Foot Stomp. La fortuna per Taya dura poco perché viene presa di mira da Pentagon jr. e dai suoi calci; fortunatamente JM si dimostra un cavaliere e corre in suo soccorso, prendendosi in consegna Cero Miedo sul ring. Ben presto si riscatena il caos sul ring, con tutti e quattro i contendenti impegnati. Taya e Mundo lavaorano bene in coppia e mettono alle corde i due fratelli ma il minimo errore costa caro, con Fenix si sbarazza di JM, lanciandolo fuori dal ring, e con Taya nelle mani di Pentagon jr, che così conclude l’opera iniziata: Package Piledriver e sogni d’oro per la canadese. Siamo rimasti con tre contendenti, tutti e tre sfiancati dalla contesa ma pronti a darsi battaglia dentro e fuori dal ring. Johnny Mundo, astutamente, fa scannare i due fratelli per poi prendersi un leggero vantaggio dalla cosa, dominando sul quadrato senza però mai trovare il pinfall vincente. Fenix e Pentagon decidono finalmente di collaborare e in poche mosse riescono a mettere KO Mundo, schienandolo vicino al turnbuckle (nella mossa non si sa bene se volevano uno splash o se Fenix provasse un Roll Up su Pentagon jr). La contesa adesso si riduce ai due partecipanti finali, i due fratello, protagonisti al debutto la scorsa stagione e adesso sul ring a giocarsi il premio più ambito per Ultima Lucha Dos. I due si scambiano ripetute mosse di sottomissione poi passano a mosse più devastanti ma nessuno dei due sembra trovare il conto di 3 vincente. Fenix sembra subire maggiormente i danni dallo scontro, in più Pentagon aggrava la cosa con una Canadian Destroyer fuori dal ring. La Fenice non è però sconfitta e si riprende giusto in tempo per un Back-to-Belly Piledriver. I due si rialzano, iniziano una lunga serie di chop e colpi vari, Pentagon si rifugia all’angolo, sembra in difficoltà ma trova dal cilindro un’altra Canadian Destroyer, subito seguita dal Package Piledriver e per Fenix non c’è più niente da fare. Abbiamo un nuovo #1 Contender ed il cerchio sembra finalmente chiudersi.
Vincitore: Pentagon jr.
Uno stremato Pentagon prende il microfono ed avverte Dario Cueto (che si avvicina in cima alla scalinata con Matanza): a Ultima Lucha procederà a rompere ogni ossa nel corpo di suo fratello; per dimostrare di essere un badass poi romperà anche tutte le ossa di Dario. E questo perché? Perché lui è Pentagon jr. ed ha zero paura (Cero Miedo).

Appuntamento tra sette giorni and have a nice day!
8-Bit

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
8
Qualità dei promo
6
Evoluzione delle storyline
6
8-Bit
Appassionato di wrestling fin da quando trasmettevano Velocity su Italia 1, col tempo ho ampliato il parco di federazioni da seguire, tra major e indies, andando a recuperare pure federazioni storiche come la ECW. Da ottobre 2012 scrivo report per il sito: sono partito da Superstars fino a toccare un po' tutti gli show (WWE e non); attualmente mi dedico a tempo pieno a Main Event.