Ultima parte di Ultima Lucha Dos e della seconda stagione di Lucha Underground. Previsti botti finali.

Dopo un recap dei temi caldi e delle storyline della seconda stagione, partiamo con questo scoppiettante season-finale. Vampiro, in un luogo fuori dal Tempio, comunica al proprio discepolo Pentagon jr. che ha ottenuto il diritto per affrontare Matanza ma gli chiede se è pronto. Pentagon risponde di si ma Vampiro non gli crede: dice di non avere paura ma quella notte (dell’ultimo match con Matanza n.d.r.) ne aveva. Per poter essere pronto, deve distruggere l’uomo distrutto da Matanza e liberarsi di lui; gli indica così una grotta, in cui Pentagon si rea. Dentro trova delle sue copie e ricordando quanto detto dal Maestro, le annienta una dopo l’altra, liberandosi del tutto dalla paura. Sconfigge pure l’ultimo Pentagon che alla fine si rivela essere Vampiro, il quale dice che il suo discepolo ha finalmente abbracciato l’oscurità. Pentagon jr. è pronto.

Matt Striker e Vampiro aprono la puntata dal Tempio, hypando l’episodio finale e dando subito la parola ai fatti ed al primo incontro.

Lucha Underground Trios Title: PJ Black, Johnny Mundo & Jack Evans (c) vs. Aerostar, Fenix & Drago (4 / 5)
Dopo un inizio scoppiettante, le cose iniziano a stabilizzarsi e volgere a favore dei rudos, che sembrano aver trovato la quadratura perfetta: cocky heel come si deve, solo rispetto per loro. I rudos martellano Fenix di colpi ma i tecnicos non mollano e alla prima occasione utile scatenano il caos dentro e fuori dal ring. La tattica diventa semplice: isolare Mundo e liberarsi degli altri due fuori dal ring. Il primo tentativo, concluso con una Frogspalsh di Fenix, fallisce per il kick-out del rudo; il secondo, concluso con una Springboard 450° Splash, fallisce per l’interferenza di Jack Evans, che toglie l’arbitro dal quadrato nel momento giusto. L’abritro ko volge il match inevitabilmente in favore dei campioni: low blow city, colpi di cintura con schitarrata ma niente, i tecnicos si salvano sempre per il rotto della cuffia. Nel momento di maggior dominio dei rudos appare dal nulla Angelico in stampelle: l’ex campione si scagli su Johnny Mundo mentre gli altri due campioni sono messi fuori gioco da Aerostar e Drago. Fenix approfitta dell’assist e chiude l’incontro con il Fenix Driver, consegnando le cinture al suo team e diventando il primo Triple Crown Champion della federazione.
Vincitori AND NEW CHAMPIONS: Aerostar, Fenix & Drago

Singles Match: Black Lotus vs. El Dragon Azteca jr. (1,5 / 5)
Partenza sprint della ragazza, per nulla intimidita dall’avversario e capace di metterlo più volte al tappeto (attirandosi anche il favore del pubblico a tratti). EDA riesce ad entrare nel match ma troppo spesso pecca di eccessiva confidenza, lasciando modo all’avversaria di mettere a segno i suoi colpi più letali. Nell’incertezza generale sull’esito finale del match, irrompe Pentagon jr, il quale fa cadere sul turnbuckle El Dragon Azteca, interrompendo l’incontro.
Vincitore: El Dragon Azteca by DQ
Pentagon si dirige da Black Lotus e le spezza un braccio con la sua Armbar, sotto l’occhio soddisfatto di Vampiro; poi si concentra su El Dragon Azteca jr: Package Piledriver e Armbar pure per lui. Vampiro è fiero del suo pupillo e così anche il Tempio. Pentagon jr prende un microfono e dedica i suoi sacrifici al maestro. Ricorda poi la sua storia durante le due stagioni Lucha Underground, ricordando a tutti quanto gli ha fatto Matanza. Da questo periodo buio si è ripreso grazie agli insegnamenti del Maestro è tornato, sta al centro del ring più forte di prima. Ian Hodkingson è stato ucciso dal suo maestro Vampiro; Pentagon jr. è morto ed è stato ucciso e rimpiazzato da Pentagon DARK, che continua ad essere Cero Miedo. Pentagon Dark è peggiore rispetto a Pentagon jr, è più violento, non perdona e stasera distruggerà Matanza Cueto!

Lucha Underground Title “There Must Be A Winner” Match: Matanza Cueto (w/Dario Cueto) (c) vs. Pentagon Dark (3,5 / 5)
La nuova aggressività di Pentagon jr gli frutta un buon vantaggio nelle prime fasi, con Matanza completamente in balìa dello sfidante: demolito pezzo per pezzo esbattuto per tutta l’arena. Dario Cueto sprona suo fratello ma il campione non riesce proprio a riprendersi. Mai visto il campione così in difficoltà e il pubblico lo capisce, incitando a gran voce il proprio beniamino che continua a martellare di colpi l’avversario. Dopo quasi dieci minuti di dominio dello sfidante, Matanza si riprende e mette a segno una sequenza notevole di colpi, alternando power moves a brillanti mosse aeree. Pentagon non molla ed i due si affrontano a viso aperto, senza esclusione di colpi. Pentagon sembra averne di più, connettendo pure la Canadian Destroyer. Vampiro gli passa una mazza con il filo spinato e Pentagon sembra sul punto di colpire il campione, salvato in extremis dal fratello. Pentagon dirige le sue attenzioni sull’owner di LU e si prepara a spezzargli il braccio ma abbassando troppo la guardia: Matanza lo colpisce con il barbed wire baseball bat e lo finisce con la Wrath of the God, vincendo un incontro che sembrava compromesso.
Vincitore : Matanza Cueto
Vampiro va a rialzare il suo discepolo che non la prende bene e lo allontana malamente, andandosene dal ring.

Singles Match: Taya vs. Ivelisse (3 / 5)
Le due non perdono tempo e si scannano tra loro, senza esclusione di colpi. La battaglia si sposta quasi subito fuori dove le due possono sfruttare pienamente tutto l’ambiente per infliggere maggior dolore alla rivale. Al rientro sul ring Taya subisce la carica dell’avversaria, che chiama e mette a segno la sua finisher ma al momento del tre va via la luce ed al suo rientro si palesa sul quadrato Catrina. La donna colpisce Ivelisse con un pugno per poi finirla con una Double Underhook Bomb. Catrina svanisce con l’ennesimo blackout e Taya ne approfitta per mettere a segno la sequenza Northern Light Suplex-Double Foot Stomp, con cui chiude la contesa.
Vincitrice: Taya
Catrina interrompe ancora una volta i festeggiamenti e si rivolge a Ivelisse: la morte arriva per tutti, persino per una puttana. Lick of Death per la gioia di tutti.

Video promo per il match più atteso della seconda stagione, ossia il main event di questa sera: Rey Mysterio vs. Prince Puma.

Singles Match: Prince Puma vs. Rey Mysterio (4,5 / 5)
Uno scontro generazionale, con il giovane Prince Puma contro il veterano Rey Mysterio. Pubblico completamente diviso nel tifo. I due si studiano fin dalle prime fasi, con Rey sugli scudi contro un avversario più giovane, più veloce e anche più potente. Prince Puma sfrutta gli infortuni passati di Rey a collo e schiena e punta su queste parti del corpo per infliggere danni maggiori. Dall’altra parte Mysterio dimostra di essere in formissima e non perde occasione per disorientare e colpire l’avversario con Hurracanrana e DDT. Il ritmo sale, i due si colpiscono senza sosta, aprendo ad un finale pieno di counter e nearfalls, capace di far sussultare a più riprese gli spettatori. Prince Puma riesce a rubare la finisher a Rey, ribattezzando “323” la sua 619, ma anche stavolta l’incontro prosegue con un nearfall. Rey è sfiancato e stanco ma Puma non riesce a capitalizzare, anzi, l’eccessiva perdita di tempo rischia di costagli il match, come in occasione della 630° Splash. Puma non demorde, evita anche una seconda 619 ma anche qui, troppa confidenza nelle proprie abilità e Rey lo punisce: Spike Hurracanrana, 619 e West Coast Pop, vincendo questa battaglia epica.
Vincitore: Rey Mysterio
That was awesome!” tributato dal pubblico, con i due che si abbracciano al centro del ring. Rey compie un gesto meraviglioso lasciando la scena tutta per Prince Puma, di fronte alla sua gente che lo osanna. Matt Striker e Vampiro fanno calare il sipario su questa seconda stagione.

O meglio, ci provano.
Pentagon Dark appare alle loro spalle e li attacca, focalizzandosi poi su Vampiro, distrutto e finito con la mazza col filo spinato. Vampiro viene lasciato in una pozza di sangue, con Pentagon Dark che lo avverte che le cose sono cambiate: lui non è più il suo Maestro, ora è lui il suo maestro. Pentagon lecca il sangue dalle sue mani e conclude con la sua catchphrase la puntata, lasciando Vampiro a terra privo di sensi.

L’episodio si conclude con Dario Cueto arrestato dalla polizia e caricato su un furgone. Le macchine partono e le telecamere si inchiodano su Dario Cueto che in un primo momento sembra un uomo distrutto ma poi finisce il segmento con bel sorrisetto. Chissà cos’avrà in mente…TO BE CONTINUED!

Si conclude cosi questa lunga cavalcata, ora un bel periodo di riposo in attesa della terza stagione di Lucha Underground.
Have a nice day!
8-Bit

 

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7.5
Qualità dei promo
7.5
Evoluzione delle storyline
7
8-Bit
Appassionato di wrestling fin da quando trasmettevano Velocity su Italia 1, col tempo ho ampliato il parco di federazioni da seguire, tra major e indies, andando a recuperare pure federazioni storiche come la ECW. Da ottobre 2012 scrivo report per il sito: sono partito da Superstars fino a toccare un po' tutti gli show (WWE e non); attualmente mi dedico a tempo pieno a Main Event.