Ultimo step prima dell'evento conclusivo di questa prima stagione targata Lucha Underground: nuovi match, nuove stipulazioni e tanto tanto hype. 

Dario Cueto è a colloquio con Big Ryck nel suo ufficio. L'owner di LU tenta il mastodontico atleta ad accettare uno dei medaglioni, criticando la via che ha scelto nel corso di questa stagione: da suo prediletto a lecchino di Daivari e tutto questo solo perché accecato (bel gioco di parole) dai soldi. Big Ryck non sembra interessato ma ammette che tra potere e soldi si può trovare indeciso solo in una situazione, cioè quando li possiede entrambi e deve decidere, quindi si fa consegnare sia il medaglione che la consueta mazzetta, andandosene soddisfatto.
 
Consueta intro di Vampiro e Matt Striker, i quali anticipano i temi caldi dell'episodio, prima di lasciare la parola a Melissa Santos ed al primo incontro della serata.
 
Singles Match: Johnny Mundo vs. Texano (3/5)
Gran match tra i due, che si trovano bene sul ring e che mostrano buone cose nei minuti concessi. Sono piacevolmente soddisfatto del turn di Mundo, che ha dato al suo personaggio una rinfrescata sia come character ma anche proprio come moveset ed azione in-ring. Texano dopo una grande partenza, subisce il ritorno di Johnny, il quale domina tutta la fase centrale, bloccando ogni iniziativa dell'ex AAA Megachampion. Il comeback riequilibra la situazione e dà inizio ad una piacevole situazione di near falls, "rovinata" dall'interferenza della Crew, la quale attacca da dietro Texano.
Vincitore: Texano by DQ
Johnny Mundo e la Crew procedono al pestaggio di Texano. In suo soccorso (paradossalmente) arriva l'ex nemico Alberto El Patron, il quale prima mette in fuga Johnny Mundo e poi stende i due rudos rimasti, finiti dai compi di cinturone di Texano. I due ex rivali non si amano ma si rispettano e si squadrano da lontano mentre tutto il pubblico è in visibilio.
 
Altro colloquio di Dario Cueto nel suo ufficio, stavolta con Hernandez. Da buon signore, Cueto offre prima una birra a Big Mex, andando poi a parlare della stipulazione per il grande match di Ultima Lucha: visto che tutta l'arena odia Hernandez, Cueto vuole dare la possibilità ai fans di interagire nell'incontro, dando loro delle cinture di cuoio e trasformando il match in una specie di Lumberjack Match, chiamandolo Believer's Backlash. Hernandez rimane un po' spiazzato dalla cosa ma risponde prontamente, dicendo a Cueto di trovare tante assicurazioni sanitarie ed ambulanze, perché se un fan prova a toccarlo finisce tutto in un bagno di sangue.
 
Singles Match: Cage vs. The Mack (s.v.)
Cage parte forte per vendicare la sconfitta subita recentemente e mette sotto The Mack, il quale però, dal nulla, trova subito lo schienamento decisivo con un Sunset Flip all'angolo, chiudendo il match dopo nemmeno un minuto.
Vincitore: The Mack
Scatta una rissa tra i due, con la security che non riesce a sedarla. Arriva allora il pronto intervento di Dario Cueto, il quale fa capolino dal suo ufficio e sancisce la resa dei conti tra i due ad Ultima LUcha, in un Falls Count Anywhere Match.
 
Abbiamo ancora Dario Cueto protagonista al centro del ring. L'owner di LU dà la spiegazione finale su come funziona questa battaglia per i medaglioni: sono sette separati, i quali verranno poi riuniti in un'unica cintura (Gift of the Gods); la cintura darà la possibilità a chi la possiede di ottenere una title shot, non tramite incasso istantaneo (frecciatina al MITB) ma con un buon preavviso, per hypare al meglio il mtahc; questo darà inoltre la possibilità ad altri di poter gareggiare per aggiudicarsi la cintura nel frattempo; una volta usata la title shot, i medaglioni vengono nuovamente separati e riparte il percorso (tipo sfere del drago). Tutto l'annuncio è finalizzato ad un nuovo match per Ultima Lucha, Seven-Way Match per il GOTG, a cui parteciperanno tutti i possessori attuali dei medaglioni. Cueto li invita tutti sul ring e quindi fanno il loro ingresso Aerostar, Jack Evans, Sexy Star, King Cuerno, Bengala e l'ultimo arrivato Big Ryck;  tutti i lottatori mettono il proprio medaglione all'interno della cintura, per poi tornare nel backstage. Cueto non ha finito, in quanto manca un luchador all'appello, cioè Fenix, schiantato da Mil Muertes un po' di settimane fa. DC mette in palio l'ultimo medaglione in una Battle Royal, con schienamento/sottomissione per gli ultimi due lottatori rimasti. Proprio mentre sta facendo l'annuncio, sbuca dal backstage un rinvigorito Fenix, pronto a riprendersi ciò che è suo. Cueto lo accontenta, inserendolo nel match a più uomini.
 
Aztec Medallion Battle Royal: Fenix vs. Kill Shot vs. Famous B vs. Ricky Mandell vs. Argenis vs. Vinnie Massaro vs. Delavar Daivari vs. Mascarita Sagrada vs. Super Fly vs. Marty Martinez (2.5/5)
Famous B on fire: fa un Pedigree ad Argenis, seguito Legdrop of Doom e parte con le pose, Ricky Mandel prova ad approfittare della distrazione perbuttarlo fuori ma B rigira tutto e fa volare il jobber oltre la terza corda; 
Argenis è il secondo ad essere eliminato, dopo aver provato ancora ad attaccare Famous B: l'idolo della folla lo getta sull'apron e lo finisce con un calcione; 
Kill Shot show con Vinnie Massaro, Delavar Daivari e Famous B, tutti stesi a suon di calcioni; alla fine pecca troppo di presunzione e prova Diving Double Foot Stomp su Massaro, Daviari lo intercetta e lo getta di sotto dal turnbuckle, direttamente fuori dal ring;
lo stesso Daivari elimina senza troppi patemi Vinnie Massaro;
Mascarita Sagrada e Super Fly si danno battaglia nell'apron ring, il mini luchador prova un Monkey Flip sul rivale ma finisce per eliminare entrambi;
il pubblico per Famous B, che dà spettacolo e si prende pure il tifo di Striker dal commento, Marty interrompe il momento di gloria e prova a buttarlo fuori, B resiste ma l'arrivo di Daivari pone fine alle sue speranze e Famous B vola giù dal ring;
i due rudos Daivari e Martinez si alleano e pestano Fenix, il quale ha una reazione, con cui li atterra entrambi ed elimina Daivari;
il match finale è per gran parte un monologo di Fenix, con Marty che fa da sparring partner e mette a segno qualche offensiva; il finale (secondo me botchato) vede Fenix evitare una presa di Marty e rigirarla in una Hurracanrana Pin, con cui si aggiudica incontro e medaglione.
Vincitore: Fenix
Dario Cueto sembra contrariato per quanto ha appena visto, con Fenix che si goda il bagno di folla e va a mettere l'ultimo medaglione nella cintura.
 
Recap finale card di UL (durerà due episodi) con nuove aggiunte e nuove stipulazioni. Arriva sul ring il campione Prince Puma, pronto a parlare dei fatti avvenuti la scorsa settimana; neanche inizia e si palesano in cima alla scalinata Mil Muertes e Catrina. PP cerca lo scontro ma Catrina gli manda addosso i Disciples of Death; Prince Puma inizialmente subisce ma poi si sbarazza dei tre sgherri, finendoli con un Dive fuori dal ring. Mil Muertes si spazientisce e sale sul quadrato, scambiandosi dei pugni col campione. Prince Puma ha la meglio e mette KO MM nei pressi del turnbuckle, finendolo con la 630° Splash: per stasera il campione ha l'ultima parola.
 
Cosa mi è piaciuto: altra buona puntata, di cui ho apprezzato particolarmente la chiusura del cerchio per quanto riguarda la cosa dei medaglioni; buona tutta la costruzione della card e ringrazio chi mi ha bookato Cage/Mack, che secondo me può venir su benissimo; ottimo il ritorno di Fenix, che apre tanti scenari per il GOTG ma soprattutto per la scena titolata qualora vincesse Muertes;
Cosa non mi è piaciuto: forse un po' troppo Prince Puma nel finale, con MM ridicolizzato come pochi; 
 
Alla prossima settimana con Lucha Underground (non ci sarò io probabilmente ma torno per l'ultimissimo episodio) and have a nice day!
8-Bit 
8-Bit
Appassionato di wrestling fin da quando trasmettevano Velocity su Italia 1, col tempo ho ampliato il parco di federazioni da seguire, tra major e indies, andando a recuperare pure federazioni storiche come la ECW. Da ottobre 2012 scrivo report per il sito: sono partito da Superstars fino a toccare un po' tutti gli show (WWE e non); attualmente mi dedico a tempo pieno a Main Event.