In vista della finale di domani, che si terrà live da Las Vegas, il buon MauroChosenOne continua la carrellata di match dalla quinta all’ottava puntata del Mae Young Classic.

 

Episode 5:

 

Rachel Evers vs Abbey Laith: (3 / 5)

Buon modo per iniziare il secondo turno. Incontro veloce ma davvero intenso e che soprattutto è riuscito a coinvolgere il pubblico al meglio. La Evers si è riscattata dopo una brutta performance al primo turno anche se non è stata tutta colpa sua e l’aver affrontato una lottatrice esperta come Abbey Laith l’ha aiutata. Bella la sequenza finale con la Laith che chiude il match con la sua Alligator Cluth dopo esser uscita da un ottimo exploder suplex della Evers, che prima o poi si fermerà stabilmente al Performance Center.

Winner: Abbey Laith

 

Piper Niven vs Serena Deeb: (3 / 5)

Altro buon incontro in questa puntata con le due che sono partite un po’ piano ma il ritmo è aumentato nelle fasi finali e sono riuscite a raccontare una buona storia, sfruttando i loro stili che si completano bene a vicenda. L’incontro mi ha stupito per il risultato visto che mi aspettavo una vittoria della Deeb data la sua storia e visto che è già stata nella federazione ma giustamente si è deciso di mandare avanti Piper. La scozzese si porta a casa il match con la sua Piper Driver dopo aver evitato la spear della Deeb. Niven che ai quarti se la vedrà quasi al 100% contro colei che il sottoscritto vorrebbe vedere alzare il trofeo alla fine del torneo.

Winner: Piper Niven

 

Princesa Sugehit vs Mercedes Martinez: (2,8 / 5)

Incontro così e così che ha permesso ad entrambe di mettersi maggiormente in mostra rispetto ai loro incontri del primo turno. Storia semplice con la Sugehit che ha giocato sulla maggiore agilità rispetto all’avversaria che ha risposto buttandola sulla potenza, Sugehit che in questo match mi ha impressionato maggiormente nonostante rimanga contrario al suo passaggio del primo turno contro Kay Lee Ray. Esisto scontato con la Martinez che si porta a casa il match con il suo fisherman buster e vola ai quarti contro Abbey Laith in un match che promette bene.

Winner: Mercedes Martinez

 

Kairi Sane vs Bianca Belair: (3,8 / 5)

Da una parte abbiamo la grande favorita alla vittoria finale e dell’altra una lottatrice che è nel business da solo un anno ma ha fatto una ottima impressione al primo turno. Le premesse non erano elevate, ma il risultato è stato completamente diverso visto che abbiamo assistito ad un ottimo match, con la Belair che non ha minimamente sfigurato contro la lottatrice giapponese. Belair che si è imposta subito da heel e si è fatta odiare usando la sua coda per colpire la Sane ma ha sopratutto mostrato di esser non solo potente( notevole il vertical delayed suplex con squat) e soprattutto anche agile vista la 450° splash che le ha quasi fatto vincere il match. Quasi perchè c’è stato il kick-out e la Belair ha poi sbagliato la sua Kiss Of Death permettendo alla piratessa del MYC di connettere con la sua stupenda elbow drop. Fra i vari match delle prime 5 puntate (sto commentando i vari match subito dopo averli visti) è il migliore. Belair che con ulteriore allenamenti potrà diventare una ottima lottatrice mentre la nave della Sane sbarcherà in oceania per i quarti di finale.

Winner:Kairi Sane

 

Episode 6:

Toni Storm vs Lacey Evans: (2,5 / 5)

Incontro non esaltante e sottotono rispetto ai match della scorsa puntata. La Evans ha provato a lavorare al braccio della Storm che ha evitato un tentativo di Lady lace Up della lady di NXT e poi chiuso il match abbastanza facilmente con la sua Strong Zero. Continuo a prevedere un grande futuro per la Storm che ai quarti affronterà Piper Niven. La Evans per esser nel business non da molto non è affatto male ed il suo personaggio può andare over ad NXT.

Winner: Toni Storm

 

Mia Yim vs Shayna Baszler: (3,3 / 5)

Scelta strana di posizionare questo match a metà puntata e non alla fine. Incontro solido anche se abbastanza corto viste le aspettative. Match in cui entrambe hanno raccontato una storia buona con la Yim che ha provato di tutto pur di battere la Baszler che per ora viene bookata come un carro armato che sembra inarrestabile. Sul finale la Yim sbaglia la 450° splash finendo nelle grinfie della Baszler che la chiude nella sua rear naked choke e l’ex Jade è costretta ad alzare bandiera bianca. Yim che molti davano come favorita ma purtroppo, visto il post match, la WWE sembra puntare sulla baszler e sul potenziale incontro fra le 4 horsewomen WWE e quelle made in UFC.

Winner: Shayna Baszler

 

Rhea Ripley vs Dakota Kai: (3 / 5)

Altro incontro corto ma di buona fattura con la Kai che ha avuto l’opportunità giusta per mostrare tutta la sua esplosività ed agilità sul ring. Anche in questa occasione la Ripley mi è piaciuta poiché nonostante abbia 21 anni(3 in meno del sottoscritto) ha fatto vedere oltre che una buona abilità nello striking anche di aver delle buone basi di tecnica, come in quel northen lights suplex dopo il side superkick. La Kai si porta a casa la vittoria come da aspettative dopo che la Ripley è rimasta appesa nella posizione del tree of woe permettendo alla neozelandese di andare a segno con il suo diving foot stomp (non sono un fan del diving footstomp nel tree of woe però alla Kai è uscito in modo perfetto). Kai che ai quarti affronterà Kairi Sane

Winner: Dakota Kai

 

Candice LeRae vs Nicole Savoy: (2,5 / 5)

Incontro che sulla carta prometteva faville ma in realtà è stato un pochino deludente, nonostante le due abbiamo fatto vedere delle buone sequenze. E’ mancato quel qualcosa per fare un gran match rispetto ad un semplice compitino. Savoy che ha puntato tutto sui suplex e che non mi è sembrata in forma, anche se bisogna dire che è tornata sul ring da poco dopo essersi infortunata al legamento crociato anteriore. La signora Gargano si porta a casa il match con la sua Miss LeRae Wild Ride ed ai quarti se la vedrà contro una montagna chiamata Shayna Baszler.

Winner: Candice LeRae

 

Episode 7(Quarter Finals):

 

Abbey Laith vs Mercedes Martinez: (2,5 / 5)

Il primo dei quarti di finale parte lento ed ingrana leggermente nelle parti finali con la Laith che sale sulle corde e rischia parecchio con una crossbody sulla parte finale della rampa. La Martinez ha venduto un infortunio (reale) alla spalla mentre la Laith ad un ginocchio e quest’ultima sul finale si fa sorprendere, nel tentativo di andare per la sua finisher, da un big boot della Martinez seguito dalla Fisherman Buster. Incontro non spettacolare ma solido dal punto di vista dello storytelling. Mercedes prima delle semifinaliste ed anche un po’ a sorpresa considerando che il suo lato di tabellone era il più complicato.

Winner: Mercedes Martinez

 

Candice LeRae vs Shayna Baszler: (3 / 5)

Incontro clamorosamente corto tanto che è durato soltanto 3 minuti. Tuttavia sono stati 3 minuti intensi in cui la le Rae è andata molto vicina all’upset ma si è dovuta arrendere ad un rear naked choke della ex UFC in mid air mentre Candice provava la sua Miss Le Rae Wild Ride. Post match perfetto per costruire la Baszler che prima non molla la presa dopo la fine del match e poi va a colpire candice con un calcio mentre veniva assistita dai medici e dal marito. Nonostante i 3 minuti è stato un buon match e soppratutto molto utile per il futuro visto che l’heat del pubblico nei confronti della Baszler sarà elevato dopo quanto fatto alla loro beniamina. Baszler-Martinez prima semifinale ed ad inizio torneo neanche da ubriaco l’avrei pronosticato.

Winner: Shayna Baszler

 

Piper Niven vs Toni Storm: (3,3 / 5)

Match che parte con una fase di studio e di sano clinch wrestling che poi porta la scozzese a prendere il sopravvento sfruttando una provocazione della Storm. Incontro che poi sale di ritmo e porta al kick-out della Storm dalla finisher della Niven che poi sale sulle corde, subisce un buon german suplex dell’australiana e poi alza bandiera bianca dopo aver subito un leg drop dalla terza corda. Niven che mi ha impressionato parecchio nel corso del torneo e che spero finisca per esser messa sotto contratto. Storm prima semifinalista della parte destra del torneo.

Winner: Toni Storm

 

Kairi Sane vs Dakota Kai: (3,5 / 5)

I quarti di finale si chiudono con uno scontro face vs face di ottima fattura con le due che hanno mostrato una ottima alchimia anche favorite da stili di lotta simili. La Kai ha continuato a dimostrare una grande agilità e una ottima abilità nello striking anche se sul finale, a causa di un running big boot sbagliato, la Sane ne ha approfittato per chiudere il match con la sua Elbow Drop dopo aver eseguito una Alabama Slam. Incontro che mi è piaciuto particolarmente visto che è stato vivace, intenso ed hanno mantenuto sempre un ottimo ritmo durante il corso della contesa. La Kai farà grandi cose prima ad NXT e poi nel main roster, mentre la sane è attesa allo scontro contro Toni Storm in un match di alto livello fra due delle migliori lottatrici nel torneo.

Winner: Kairi Sane

 

Episode 8(Semifinals):

Shayna Baszler vs Mercedes Martinez: (3 / 5)

La prima semifinale vede lo scontro fra il mentore e l’allieva visto che le due si conoscono molto e la Martinez ha aiutato la Baszler ad entrare nel business. Incontro duro e intenso dopo un avvio lento, anche se dovuto al fatto che le due si conoscono bene. Contesa in cui le due non si sono risparmiate duri colpi e la Baszler è andata in sofferenza ed ha rischiato di arrendersi dopo il fisherman buster della Martinez. Fortunatamente per la ex UFC, il lavoro precedente al ginocchio della Martinez le ha permesso di ottenere la vittoria con la sua Rear Naked Choke. All’inizio non avrei puntato sulla Bazsler in finale ma già dopo il primo match le sue quotazioni sono aumentate e probabilmente per la WWE lo scontro fra le 4 horsewomen è una grossa opportunità per vendere un evento come le Series e portare tanta pubblicità allo show. Martinez ottima per tutto il corso del torneo e finalmente meriterebbe di avere una chance in WWE dopo una ottima carriera nelle indy.

Winner: Shayna Baszler

 

Kairi Sane vs Toni Storm: (4 / 5)

Si chiude con la seconda semifinale e probabilmente quello che ritengo il miglior match del torneo finora. Incontro in cui le due hanno raccontato una ottima storia e un booking saggio, tra la Storm che lavora al braccio della giapponese, visto l’elbow drop della piratessa del MYC e la Sane che punta alle gambe/schiena dell’australiana così da rendere più debole la sua Strong Zero. Ottime sequenze fra le due che hanno dato il massimo ed hanno anche avuto un ottimo minuttagio per fare un signor match. La Storm si è dovuta arrendere alla Sane dopo un tentativo a vuoto di leg drop dalla terza corda che ha poi chiuso con la sua elbow drop sulla schiena di Toni. La Sane in finale è un risultato scontato e si troverà contro una Baszler agguerrita più che mai. Le potenzialità di avere un buon match ci sono. Fossi nella WWE, cercherei di mettere la Storm sotto contratto in ogni modo possibile

Winner: Kairi Sane

PANORAMICA RECENSIONE
Episode 5
7
Episode 6
6
Episode 7
7
Episode 8
7.25
Mauro Chosen One
Nato in un paesino sperduto fra la nebbia della bassa Bergamasca, scrive per Zona Wrestling da 4 anni. Reporter di Impact, co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno", editorialista a tempo perso. Tifoso sfegatato della Juventus e del Liverpool. Ha visto i suoi Dallas Mavs vincere le Finals. Si ritiene un gran fan di Edge,Scott Steiner, Drew Galloway Gail Kim, Emma, Bobby Roode, AJ Styles, Eli Drake, ECIII, Revival e tanti altri wrestler che non son tifati manco dai loro genitori. Sogna di diventare il nuovo Ron Burgundy.