Maineventeeeers are you ready ????? Da una caldissima e assolata Sardegna, il Vostro Amichevole Lucha Kappa di Quartiere è pronto a raccontarvi una nuova puntata di WWE Main Event. L’episodio odierno ci viene spacciato dalla federazione come una puntata speciale dedicata unicamente agli incontri di coppia. I primi team a scendere in campo per l’occasione sono i Lucha Dragons e gli Ascension. I due team si sono fronteggiati in epiche battaglie in quel di NxT; vedremo chi trionferà nello scontro di stasera.

  • Match: Lucha Dragons vs The Ascension

(2,2 / 5)

Sfida tra potenza e agilità. Partono Konnor e SinCara con il lottatore mascherato che, con la sua velocità, mette in difficoltà il rivale. Gli Ascension decidono di adottare la strategia più antica del mondo isolando il povero Cara con rapidi tag e mosse combinate. L’Hot Tag per Kalisto non tarda ad arrivare ma neanche le incredibili piroette e volteggi dell’ex campione degli Stati Uniti paiono essere sufficienti ad abbattere il nemico. Quando tutto sembra ormai perduto, con gli Ascension pronti a francobollare al suolo i rivali, Kalisto si inventa una straordinaria forbice alla testa di reazione. SinCara si libera di Konnor e la combo tra Salida del Sol e Senton Bomb regala una vittoria meritata al duo messicano.

Winner: Lucha Dragons

Subito a seguire, è il momento per i Breezango di scendere in campo. Il duo che unisce la bellezza e l’arte della danza in una combinazione letale, dovrà affrontare il ritrovato team composto da: Goldust e R-Truth. Prima di iniziare l’incontro i due si esibiscono in una virile esibizione, a metà tra la danza e una sfilata di moda. L’orribile spettacolo viene, per fortuna, interrotto dai Golden Truth che nella grafica d’entrata sfoderano, in sovraimpressione, un fantastico karaoke col faccione di Goldust che ci guida tra le parole della canzone.

  • Match: Breezango vs The Golden Truth

(1,3 / 5)

Aprono le danze Tyler Breeze e Goldust. Il lottatore amante dell’Oro si distrae una volta di troppo finendo vittima dell’aggressione combinata nemica. Dust sfodera una snap powerslam che gli permette di concedere il cambio al compagno di team. Un furioso  R-Truth sistema i rivali a suon di passi di danza e cazzotti per poi eseguire una versione modificata dello Stunner ai danni di Breeze. Un roll-up improvviso consegna la vittoria a Goldust e R-Truth.

Winner: The Golden Truth

Neanche il tempo di rifiatare che la nostra serata “All Tag Team” ricomincia: il team formato da Swagger e Ryder si confronterà con i Shining Stars. Il duo di Portorico, al debutto in quel di Main Event, microfono alla mano si spende in un insolito promo heel ai danni di Miami, la città che ospita l’odierna puntata, considerata nient’altro che una pallida imitazione della loro patria natale. Prima che queste pesanti, pesantissime offese possano continuare ecco apparire sullo stage due veri patrioti americani: Swagger e Ryder. Che la battaglia possa, dunque, inziare!

  • Jack Swagger&Zack Ryder vs The Shining Stars

(2 / 5)

Gli ex Matadores non si comportano male sul quadrato, isolando Swagger e esibendosi in una serie di manovre di buona qualità. Primo e Epico individuano nella gamba del Patritota il loro bersaglio preferenziale. Finalmente arriva il cambio per Zackone che, dopo il più classico degli Hot Tag, cerca di chiudere l’incontro con l’Elbro-Drop. Le Stelle più splendenti del Portorico si salvano dalla sconfitta e, dopo essersi presi cura di Swagger, isolano Ryder per poi colpirlo con una efficace mossa combinata.

Winner: The Shining Stars

Nel Raw Rebound riviviamo quanto accaduto a Raw dove, dopo il vuoto lasciato da Reigns a causa della sospensione, AJ Styles e John Cena hanno cercato, pur con esiti insoddisfacenti per entrambi, di inserirsi nella faida per il titolo. Io, come sempre, vi rimando all’ottimo report di Raw, distante solo qualche click più in basso.

Tornati in quel di Main Event, nell’odierno episodio non potevano mancare il team più over del momento, il duo che fa del leopardato uno stile di vita: Enzo Amore e Big Cass. Ancora una volta, i beniamini del pubblico dovranno affrontare i Dudley Boyz non prima, tuttavia, di essersi spesi nello spelling della loro parola preferita: S-A-W-F-T……SAWFT!!!

  • Main Event: Enzo Amore&Big Cass vs Dudley Boyz

(2,2 / 5)

Sin dalle prime fasi del match partono i cori, al ritmo di PO-PO-PO-PO in perfetto stile Germania 2006 che mi creano gioia e rammarico allo stesso tempo, in favore di Amore e Cass. Sfida di potenza tra Big Cass e D-von, con quest’ultimo costretto a dare, velocemente, il cambio al compagno di team. Bubba cerca di intimorire l’avversario, il quale risponde a suon di cazzotti in perfetto stile Bud Spencer. Enzo viene usato come un proiettile per stendere gli avversari storditi all’esterno del quadrato. Tornati da un lungo spezzone dedicato al supporto della Federazione alle Special Olympics, troviamo un Enzo intento a subire l’offensiva di D-Von. Amore fa sfoggio della sua agilità mettendo a segno delle ottime manovre aeree. Bubba riesce a interrompere, sul nascere, una manovra in springboard dell’avversario, facendolo cadere rovinosamente contro l’apron. D-Von approfitta della situazione percuotendo violentemente all’angolo il povero Enzo per poi isolarlo dal compagno con una serie di rapidi tag. Amore, con cuore e coraggio, resiste a tutti gli assalti rivali. Un tuffo nel vuoto di D-Von permette a Enzo di dare il tag a Big Cass che può, finalmente, scatenarsi. Grazie ad un astuto blind tag, i Dudley mettono a segno una neckbreaker combinata, comunque insufficiente a fermare il rivale. Dopo essersi liberato dagli avversari, Big Cass concede il tag a Amore che piomba sul povero Bubba con uno splash dalla terza corda, con un piccolo aiuto da parte di Cass: 1-2-3!

Winner: Enzo Amore&Big Cass

Per quest’oggi è tutto amici Mainventers.

Il vostro Lucha Kappa, triste e sconsolato per la nazionale ma felice per Padoin al Cagliari, vi saluta: HASTA LA LUCHA SIEMPRE!!!!

PANORAMICA RECENSIONE
Generale
4.5
Claudio
Nel sito dal 2014, editorialista occasionale, blogger di 205 Live, nonché una delle voci del ZWRadio Show. Orgogliosamente sardo, venne folgorato da un Velocity su Italia 1 in giovane età; da allora non ha più smesso di seguire il Wrestling.