Lettori di ZonaWrestling vi porgo il mio benvenuto ad una nuova galvanizzante puntata di WWE Main Event. L’onere di aprire la puntata non può che spettare ai #SocialOutcast: Curtis Axel, sostenuto dal fidato amico Dallas, dovrà destreggiarsi in una competizione singola contro  Colin Cassady. Ma prima di poterci gustare questa contesa, lasciamo che le sagge parole di Bo illuminino la nostra giornata. L’ispiratore ci tiene a riempire di complementi e lusinghe il suo “besty” Curtis Axel. Come il figlio di Mr. Perfect ci ricorda, non tutti possono contare, stasera, sul supporto del loro amico e compagno di tag. E’ così, ad esempio, per Colin Cassady col povero Enzo costretto in ospedale per un brutto colpo alla testa, circostanza che i #SocialOutcast trovano assai esilarante. Ci pensa Big Cass a ricordare a tutti che con queste situazioni è meglio non scherzare, facendo il suo ingresso nell’arena. Il titanico lottatore afferma che Dallas e Axel sono fortunati a essere diventati amici perché nessun’altro avrebbe mai voluto, a parte loro, fregiarsi di un simile onore. Colin stasera annuncia, sfruttando un arzigogolata metafora con un viaggio in treno, che demolirà Axel una volta per tutte perché esiste una sola parola per descrivere gli Outcast e Big Cass la computerà per noi: S-A-W-F-T…. SAWFT!

  • Match: Curtis Axel (with Bo Dallas) vs Colin Cassady

(s.v.)

Axel cerca, da subito, di avvantaggiarsi compiendo il girotondo della positività, ma anche la mistica energia prodotta dal rito pare non essere sufficiente per avere la meglio sul rivale. Big Cass inizia il suo lavoro di demolizione ai danni dell’addome del rivale. La distrazione di Dallas permette a Axel di riprendersi. L’offensiva di Curtis dura decisamente venendo  demolito dall’East River Crossing, arrivata puntuale dopo l’Empire Elbow e un big boot ai danni di Dallas.

Winner: Colin Cassady

La grafica ci annuncia che stasera si fronteggeranno sul quadrato Zack Ryder e Baron Corbin, ma prima lasciamo che le porte della Quinta Dimensione si spalanchino e diamo il benvenuto al suo Signore: Stardust. Per il Duca di ogni Bizzarria l’arduo compito di sconfiggere, per una volta, Apollo Crews. Nell’eterna sfida tra i due lottatori nelle ultime settimane, Stardust non ancora riuscito a portarsi a casa una vittoria, che oggi sia la volta buona?

  • Match: Stardust vs Apollo Crews

(2,5 / 5)

Crews incentiva i soliti cori che ci riportano alla mente la passata identità di Stardust. Il Signore della Quinta Dimensione non pare essere in grado di rivaleggiare con la potenza del nemico, subendo un prolungato vertical suplex. Dust reagisce colpendo il rivale con una serie di colpi diretti. Apollo riprende, subito, le redini dell’incontro con un Tope Atomico da spettacolo. Stardust si avvantaggia di alcune azioni scorrette ma per sfiancare la resistenza del rivale, adottando uno stile di combattimento decisamente più rude. Il Bizzarro lottatore chiude l’avversario in una variante della Bow and Arrow nella speranza di farlo cedere.  Apollo si libera dalla manovra del nemico non sfuggendo, tuttavia, al suo assalto. Stardust, dopo diversi minuti di concreto dominio, fallisce il calcio in springboard finendo preda del comeback del nemico. Crews si prodiga nel suo Standing Moonsault ma ad accoglierlo all’atterraggio trova le ginocchia del rivale che subito prova a chiudere la contesa con una culla all’interno. Apollo, vicinissimo alla sconfitta, evita l’assalto dell’avversario all’angolo e chiude la contesa con la sua powerbomb modificata.

Winner: Apollo Crews

Con le immagini riviviamo quanto occorso nella passata settimana nella rivalità tra la Famiglia Samoana e il Club: i rispettivi leader, AJ Styles e Roman Reigns, andranno a scontrarsi in un incontro senza regole in quel di Extreme Rules valido per l’alloro massimo della federazione.

Dopo aver fatto il punto sulla rivalità più calda del momento, le telecamere ci portano nel backstage dove, ai microfoni della Young, ci attende il Nostro Zackone Ryder. Il ragazzo di Long Island ci racconta di quanto il suo grande momento a WM l’abbia reso ancora più affamato di successi e di rivalsa. Nonostante quanto dica Corbin, stasera non sarà la sua “End of the Days” ma solo l’inizio della sua ascesa.

Le pesanti parole di Ryder ci introducono a quello che sarà il nostro main event della serata:

  • Main Event: Baron Corbin vs Zack Ryder

(2,8 / 5)

 Corbin si sottrae, velocemente, dalla contesa in puro stile Owens con l’intento di irretire il suo rivale. Baron risale sul quadrato per essere colpito dalla facebuster dell’avversario e dal suo doppio calcio volante che lo fa, nuovamente, scivolare all’esterno del quadrato. Ryder raggiunge il rivale proiettandosi tra le corde con un dropkick in corsa. L’azione torna sul ring ed è Corbin, stavolta, a riuscire a spedire all’esterno del quadrato il suo avversario. Dopo lo stop pubblicitario, The Lone Wolf ha preso il controllo dell’incontro. I tentativi di reagire di Zack sembrano essere del tutto vani con i pesanti colpi di Corbin che continuano a demolirlo. Il ragazzo di Long Island tenta la manovra area dopo un ottimo doppio calcio volante ma viene, per l’ennesima volta, francobollato al suolo dall’avversario. L’azione si sposta, nuovamente, all’esterno del ring dove Zack riesce a connettere con dropkick in salto dall’apron facendo collidere la schiena dell’avversario contro i sostegni laterali. Ryder trascina il rivale sul quadrato al fine di sfruttare appieno l’ottima manovra eseguita: sale sul paletto e sfodera il suo Elbro Drop. Corbin esce sul conto di due dell’arbitro lasciando increduli pubblico e avversario. L’azione offensiva di Ryder prosegue ma Corbin sfodera, dal nulla, la Deep Six che gli vale un conto di due. Baron carica il rivale all’angolo che schiva il colpo e connette col big boot in corsa. Tutto sembra pronto per la Rough Ryder ma Corbin spegne le ambizioni di vittoria avversarie con la sua End of Days.

Winner: Baron Corbin

La simpaticissima faccia di Corbin che si bea della vittoria vicino al suo trofeo chiude questo episodio di WWE Main Event. Io, come sempre, vi auguro una super settimana in vista di WWE Extreme Rules e non posso che gridare: HASTA LA LUCHA SIEMPRE!!!!

PANORAMICA RECENSIONE
Generale
5.75
Claudio
Nel sito dal 2014, editorialista occasionale, blogger di 205 Live, nonché una delle voci del ZWRadio Show. Orgogliosamente sardo, venne folgorato da un Velocity su Italia 1 in giovane età; da allora non ha più smesso di seguire il Wrestling.