Lasciamo che tutto lo stress e la fatica accumulata nel corso della settimana scivoli via e prepariamoci ad una nuova e ispirante puntata di WWE Main Event, col vostro Lucha Kappa, fresco di un seminario intensivo con Bo Dallas. Come sempre accade, il tempo delle chiacchiere è assai breve nel nostro show e, in men che non si dica, siamo pronti a gustarci il primo incontro della serata: gli Ascension, assettati di vittorie, dovranno affrontare la copia formata da Mark Henry e Jack Swagger, in un rematch del main event della passata settimana. I due atleti in tutina ginnica sembrano fare, ormai, coppia fissa, dopo il successo della scorsa settimana.

 

  • Match: The Ascension vs Mark Henry & Jack Swagger

(2,2 / 5)

 

Viktor e Henry aprono le danze, con  l’Uomo più forte del mondo che si impone, da subito, sull’avversario, costringendolo a dare il cambio al più massiccio compagno di tag. Konnor tenta di sfidare, a suon di chop, la resistenza del rivale, ma Henry, di tutta risposta, lo incalza con una serie di colpi diretti, scortandolo fino all’angolo amico. Tag per Swagger e doppio splash ai danni di Konnor, ancora stordito dai colpi subiti. Jack continua l’opera iniziata dal compagno, ma il membro degli Ascension riesce ad abbrancare il rivale e a dare il tag a Viktor. Swagger, come accaduto la scorsa settimana, viene isolato dal duo della distruzione. E’ ancora il turno di Konnor, che, pur dopo una buona offensiva, viene intrappolato da Swagger nel suo lucchetto alla caviglia. Viktor approfitta di un momento di distrazione del direttore di gara per piombare sul ring e salvare, con una ginocchiata in salto, il compagno dalla resa certa. Dopo la pausa pubblicitaria, è Viktor ad ancorare al suolo Swagger, impedendogli di dare il cambio a Henry. Cambio, ancora, per Konnor e il Patriota Americano si becca la combo rocket launcher e spinebuster messa a segno dagli Ascension. Cover: Jack esce al due. Gli Ascension si scambiano, veloci, tag, con un Swagger che pare non essere in grado di reagire. Approfittando dell’avventatezza del rivale, Jack riesce a spedire Konnor all’esterno del quadrato; Swagger si trascina verso l’angolo amico, ma il suo rivale, decisamente più fresco, si riprende velocemente dalla brusca caduta attaccandolo prima di poter riuscire a dare il tag a Henry. Reazione di Swagger che, dopo un irish whip ai suoi danni verso l’angolo degli Ascension, riesce a stendere Viktor e Konnor. Doppio tag e Henry fa il suo ingresso in campo. L’Uomo più forte del mondo spiega alla platea e al mondo intero la ragione del suo epiteto, usando Viktor per spazzare il ring, fino alla World Strongest Slam finale, inevitabile, anche dopo l’intervento di Konnor.

Winner: Jack Swagger&Mark Henry

 

Le telecamere ci conducono fino al backstage dove JoJo ha il piacere, il privilegio, ma che dico, l’onore di intervistare i #Social Outcast, oggi in grande spolvero fieri delle loro nuove magliette. Heath, giustamente, ricorda a tutti che loro non hanno bisogno di presentazione, il mondo sa bene chi sono: il più grande gruppo nella WWE. Rose, libero dalla schiavitù dell’occhiale da vista, prende la parola spendendo parole di stima per tutti i suoi compagni: Heath, dragone rosse; Bo-Bo lo squalo e Axel il suo fiocco di neve. Il paragone non rende felicissimo Curtis, ma Bo, da grande leader quale è, riporta subito l’equilibrio all’interno del gruppo annunciando a tutti che questa Domenica, alla Royal Rumble, questo gruppo di amici, migliori amici, faranno la storia trionfando nella rissa reale e divenendo campioni del mondo tutti assieme. Heath, per quanto colpito dal pensiero di Dallas, tenta di spiegare la triste verità all’amico, ovvero che durante il royal rumble match ogni uomo è per sé e che ci potrà essere un solo vincitore. La rivelazione scatena una accenno di sana competizione tra gli Outcast, ma oggi, come ci annuncia Jojo, questa fantastica stable dovrà affrontare uno dei più grandi tag team della storia: i Dudley Boyz. I #Social non sono spaventati, anzi, loro sono una famiglia più che un gruppo di lottatori e sono pronti ad affrontare ogni difficoltà assieme. Carichi a pallettoni, gli Outcast spariscono dalla scena. Bo, sorridente, torna per una istante al microfono di Jojo per ricordare al mondo di Bolivare, Bolivare sempre!

 

Dopo questo fantastica dimostrazione di saggezza, caparbietà e capacità di compiere paragoni azzeccati da parte dei #Social Outcast, siamo per il secondo incontro della serata, nel quale l’Uomo che non si preoccupa della gravità fronteggerà Tyler, so figo e so bello, Breeze.

 

  • Match: Neville vs Tyler Breeze

(2,2 / 5)

 

Incontro che inizia subito in salita per Neville che dal nulla, dopo una delle più classiche ditate negl’occhi, si becca il supermodel kick da parte di Breeze, sfuggendo dallo schienamento fatale per un ciuffo d’erba. Il Britannico reagisce connettendo con un suplex e rifilando pesanti calci al rivale. Combo di qualità per Neville che unisce ad una facebuster modificata un dropkick in corsa, andando, subito dopo, per lo schienamento: solo conto di due. Breeze colpisce con un enziguri, dopo essere scampato all’electric chair dell’avversario. Durissimo scambio di colpi trai due atleti con Tyler che fallisce una head scissor su un Neville posizionato sulla terza corda, il quale, vista la posizione,  ha la strada spianata per scoccare la sua, letale, freccia rossa.

Winner: Neville

 

Con le immagini, vista l’imminente rissa reale, ripassiamo le regole e i numeri di uno dei match più interessanti e emozionanti della storia della disciplina, dimenticandoci, naturalmente, di ogni riferimento ad un tarchiato e sdentato ragazzone canadese, ma questa è un’altra storia.

Tornati in quel di Main Event, direttamente dai quartieri malfamati di DudleyVille, D-Von e Bubba sono pronti a fronteggiare l’entusiasmo dei #Social Outcast, rappresentati, per l’occasione, da Curtis Axel e Heath Slater.

 

  • Main Event: The Dudley Boyz vs #Social Outcast( Slater/Axel with Bo&Rose)

(2,5 / 5)

 

Calcano per primi il quadrato Slater e D-Von, con il membro della famiglia Dudley che sfodera perfino un dropkick e una snap powerslam per annichilire il rivale. Tag per Bubba che piomba sull’avversario con una doppia manata in salto. Standing suplex e testata in corsa da parte di Ray: sembra la solita giornata storta per Slater. Heath riesce a dare il cambio ad Axel, dopo aver schivato la gomitata in caduta di Ray. Il figlio di Mr. Perfect non pare avere miglior fortuna, venando travolto dall’offensiva rivale. I Dudley fanno valere tutta la loro esperienza con veloci tag e mosse combinate dettano il ritmo del match, mantenendone, salde, le redini. Durante la pausa pubblicitaria deve essere accaduta qualche magia, poiché Slater, probabilmente supportato da qualche parola di incoraggiamento da parte di Dallas, sta colpendo pesantemente un Bubba stordito all’angolo. L’incantesimo perde efficacia molto rapidamente con Ray che si scrolla di dosso il rivale a suon di chop e gomitate, fino a dare il cambio a D-Von. Flapjack combinato e tutto sembra pronto per la 3D finale, ma Bo e Rose, da veri strateghi, distraggono i Dudley Boyz, rinvenendo un tavolo sotto il ring. L’intervento è sufficiente per mettere a Slater e a Axel di colpire alle spalle i propri rivali, facendoli caracollare al suolo. Un simile successo non può che essere festeggiato e il trenino dell’ispirazione è la giusta conseguenza di questo traguardo. Ispirato più che mai, Slater risale sul ring connettendo con una clothsline in corsa ai danni di D-Von. Scambio per Axel che connette con un dropkick e una neckbreaker di classe. Tag made in favore di Slater che continua a portare avanti l’offensiva degl’Outcast. D-Von riesce a dare il tag a Bubba, dopo una one hand spinebuster di reazione. Cambio anche dal fronte #Social Outcast ma Ray, di pura grinta e aggressività, fa piazza pulita dei rivali rifilando a Slater un bionic elbow e a Axel una Rock Bottom. Curtis, l’uomo legale, scivola all’esterno del quadrato e Heath ancora stordito e inerme è costretto a subire il What’s Up Drop. I tempi sembrano maturi per regalare un po’ di vecchia e cara ECW alla platea con D-Von che scivola all’esterno del quadrato per prendere il, sempre fidato, tavolo. Dallas e Rose, vigili, accerchiano il membro dei Dudley, impedendogli di raggiungere il tavolo e distraendo Bubba, ancora all’interno del ring. Come un fulmine Axel piomba alle spalle del rivale chiudendolo in una, repentina, culla all’interno: uno, due.

Winner: #Social Outcast

 

Con questa sconcertante vittoria degli Outcast si chiude questa puntata di Main Event che oltre a farci divertire ci, anche, insegnato una importante lezione di vita ovvero: BOLIVARE, BOLIVARE SEMPRE!

Io sono il Vostro Lucha Kappa e, felice per la vittoria dei suoi beniamini come Bobo Vieri durante un qualsiasi Sabato sera, non posso che gridare: Hasta la Lucha Siempre!!!!

PANORAMICA RECENSIONE
Generale
6
Claudio
Nel sito dal 2014, editorialista occasionale, blogger di 205 Live, nonché una delle voci del ZWRadio Show. Orgogliosamente sardo, venne folgorato da un Velocity su Italia 1 in giovane età; da allora non ha più smesso di seguire il Wrestling.