Una delle principali critiche che i fan della WWE muovono nei confronti della federazione è, senza dubbio, quella relativa alla gestione dello Universal Championship che, stando nelle mani di Brock Lesnar che, di fatto, è un wrestler part-time, è presente soltanto di rado durante gli episodi di Raw. Ciò porta la compagnia di Stamford a dover realizzare, nella maggior parte dei casi, episodi dello show rosso senza il suo titolo principale.

Mark Henry, però, recentemente, nel corso di un’ intervista ha espresso il suo pensiero a proposito dell’utilizzo di Lesnar e del Titolo Universale e, dalle sue parole, è emerso come l’attuale gestione del campione universale sia l’unica possibile per una superstar come Brock. Ecco le parole dell’Hall of Famer:

 

“Brock non si esibisce molto perchè, così come lo era Andrè the Giant, anche lui è un’attrazione e, infatti, anche Andrè non si esibiva molto. Solo in questo modo si crea sempre molta attenzione intorno ai suoi match. Brock ha attorno a sé sempre tantissima attenzione ma, nonostante questo, ha assolutamente bisogno di essere sempre e comunque sé stesso. Lesnar è uno che, il più delle volte, risulta essere un po’ troppo duro, per questo non puoi permetterti di averlo in tutti gli episodi di Raw e in tutti i ppv. Potrebbe tranquillamente, da un momento all’altro, colpire qualcuno o a urlare in faccia ad un bambino durante uno show, per cui bisogna assolutamente tenerlo lontano il più possibile dalle persone. E’ un mostro e, in quanto tale, deve esibirsi solo quando combatte per il titolo.”

 

Che ne pensate delle parole di Henry? Siete d’accordo?

FONTEringsidenews.com & zonawrestling.net
ENQU4R
Studente universitario con la passione per la WWE, il Calcio e il Cinema. Tra gli ultimi ad essere entrato nella redazione di Zona Wrestling, adora Seth Rollins, AJ Styles, Kevin Owens, Becky Lynch e Alexa Bliss. Si immagina booker per poter creare rivalità da far vincere ai suoi lottatori preferiti. Fino alla fine!