Brutta gatta da pelare per Matt Sydal che si è visto accusare nelle ultime ore di essere un ladro dal proprietario della compagnia britannica BCW. Nella pratica: l’agente di Sydal avrebbe preteso e ottenuto il pagamento anticipato del 70% del gettone in accordo col wrestler. I due poi non si sono presentati all’evento, scatenando la rabbia di fan e promoter.

Vi riproponiamo di seguito i tweet (alcuni sono stati cancellati poi) della BCW in merito a tale situazione:

Così Matt Sydal ha ricevuto il gettone e in seguito ha perso volontariamente i voli per venire da noi? Dico solo che posso usare questo fatto per non chiamarlo mai più. Sono interessato a riavere indietro i miei 1200 dollari. Chiedo che la smetta di rubare soldi a onesti promoter

Allora Matt? Il tuo agente William Behrens ha ritirato i soldi dal suo paypal e quando glieli ho richiesti indietro mi ha detto che non ha nulla a che fare con te e che devi essere tu a restituirmi i soldi

Tutte le mail che sto mandando mi stanno tornando indietro. Mi è stato però detto che tutti i soldi che ho pagato e ho chiesto indietro sono stati già spesi

Secondo quanto riporta Sportskeeda, pare che Matt Sydal sia stato pagato 1500 dollari per essere bookato all’evento e che 300 di questi siano andati al suo agente. Agente che ha mandato una lettera via mail alla BCW il giorno prima dello spettacolo chiedendo che la compagnia pagasse al suo assistito un nuovo volo aereo visto che il precedente lo aveva perso a causa del traffico incontrato nella strada verso l’aeroporto.

Il costo del nuovo volo sarebbe stato di 1300 dollari e la compagnia ha deciso di non spenderli, e anzi di chiedere indietro quelli già spesi. Matt Sydal ha risposto al promoter di non aver mai ritirato i soldi dal conto paypal a cui sarebbero stati destinati e di essersi mosso per risolvere la cosa nel modo più semplice possibile.

FONTESportsKeeda & ZonaWrestling.net
Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature, col tempo ha voluto perdere la definizione di "Marco Travaglio del wrestling web".