Buon salve, lettori di Zona Wrestling. Per intercessione divina, ancora una volta, il vostro Tenshi Neko è pronto ad offrirvi il report di Monday Night Raw. Questa settimana la truppaglia dello show rosso si è fatta un bel viaggetto intercontinentale e si esibirà a Londra, Inghilterra. Nelle piovosissime terre dell’antica Britannia, scopriremo chi saranno i nuovi number one contender ai titoli di coppia detenuti dagli Hardy Boyz (che, se seguite anche le news di Zona Wrestling, saprete che probabilmente, purtroppo, non saranno mai più Broken). Speriamo che ci siano anche delle evoluzioni per quanto riguarda le varie faide in corso. La costruzione di Payback dovrebbe aver fatto capire che costruire bene solo il main event non è la via migliore per ottenere un buon risultato. Prima della puntata, viene annunciato che Strowman e Reigns ci si aspetta che ritornino live… ma che fanno? Prendono per il cu… i fondelli? La settimana scorsa Kurt ha dichiarato che i due avrebbero avuto uno stop per, rispettivamente, uno strappo alla cuffia dei rotatori e delle costole rotte… e ritornano una settimana dopo? Tutto ciò non ha dannatamente sens… WWE. Mi son dimenticato che stiamo parlando della WWE.

La puntata viene aperta da Dean “Ricamino” Ambrose. Il Lunatic Fringe mentre è ancora nel backstage, riceve una chiamata (ancora una volta si vede che non l’ha ricevuta davvero e la suoneria è improponibile). All’altro capo, a quanto pare, c’è Kurt Angle. I due parlottano per alcuni secondi, fino a quando un soddisfatto Ricamino non mette giù e chiede al tizio a caso più vicino di far partire la sua musica: deve salire sul ring. Il tizio a quanto pare è bravo perché la musica di Ricamino parte in tempo 0 e il campione intercontinentale sale sul quadrato armato di microfono. Ricamino informa Londra che Kurt non potrà essere lì per questioni personali. Per questo, il GM ha nominato lui come suo sostituto per la serata. Il pubblico pare apprezzare. Mentre cerca di parlare di come gestirà il “suo” show, arriva The Miz, ovviamente accompagnato dalla moglie Maryse. Il Magnifico, dopo aver giocato un po’ col pubblico, afferma che Ricamino come General Manager renderà Raw un chaos totale. Dean dice a Mizanin che ha un piano dettagliato su come gestire Raw (da notare che ha elaborato il “piano dettagliato” con circa 4 secondi di preavviso). Miz però ci tiene a comunicare di aver ricevuto una chiamata da una persona DAVVERO importante: Stephanie McMahon. Cori Delete a caso. Steph ha sentito dei piani di Kurt (ok che Wyatt è a Raw, ma ora pure Steph ha i poteri?) e, per salvare Raw,ha deciso di nominare un co-GM: lo stesso The Miz. Ricamino, dopo aver fatto notare come Steph gli stia sempre tra i piedi, offre una stretta di mano al suo “co-GM”. Quest’ultimo, dopo molta diffidenza, accetta la stretta. Subito dopo i due vengono interrotti outta nowhere da Braun Strowman. Il gigante ha un supporto al braccio sinistro, per vendere l’infortunio alla spalla. Il pubblico canta “Thank you Strowman”. Braun afferma di fregarsene di chi è in carica: lui otterrà quello che vuole. Si vanta quindi di aver sconfitto Roman Reigns a Payback (cori Yes!), ma non avrà finito con lui fino a quando continuerà a camminare. Invita quindi i co-GM a chiamare chi vogliono, che sia Kurt o Stephanie, e dire ai rispettivi capi che lui porrà fine a Roman Reigns (pubblico in visibilio). Quando avrò finito con lui, sarà la volta di Brock Lesnar. La folla apprezza l’idea. Ad interromperlo, si presenta sullo stage Kalisto, che, stando alla reazione dei presenti, ha più o meno la consistenza dell’aria. Il messicano afferma che Strowman potrebbe non aver finito con Roman, ma nemmeno lui, Kalisto, ha finito con Braun. Lui ha vinto il loro Dumpster Match e vuole un altro match contro il “Mostro tra gli uomini”. Quest’ultimo, dopo una grassa risata, afferma che la vittoria di Kalisto è avvenuta solo “tecnicamente”: alla fine lui ha distrutto completamente il messicano. Afferma infine che lo sconfiggerà appena il suo braccio sarà guarito, anche se potrebbe farcela anche con uno solo. Dean decide di cogliere la palla al balzo e ufficializza il match tra i due. Braun cerca di far notare il proprio infortunio, ma Ricamino gli ricorda che si è vantato di poter vincere con un braccio solo. Braun è perplesso e si allontana dopo aver fatto cadere il microfono. Miz chiosa il tutto congratulandosi con Ricamino: la sua prima decisione come GM porrà fine alla carriera di Kalisto. Alle prese in giro, Dean risponde con tutta la sua bontà d’animo e ufficializza un match tra The Miz vs Finn Balor. Segmento carino, ma non comprensibile in certe dinamiche: se Strowman non voleva combattere, perché è venuto su quel ring? E perché mai ha cercato di tirarsi indietro da un match contro Kalisto?

-Match 1: The Miz w/Maryse vs Finn Balor (2,5 / 5)

The Miz si sottrae dalla lotta fin da subito, col pubblico che supporta Balor. Il Magnifico sembra impossibilitato a portare un’offensiva, con Finn che domina a forza di Dropkick. L’irlandese è pronto al Coup de Grace, ma Maryse trascina il marito al sicuro fuori dal ring. Dopo la pubblicità, scopriamo che Mizanin, anche grazie a Maryse, è riuscito a ottenere il controllo. Dopo un mezzo botch di Mizanin  su una Neckbreaker, il Magnifico tenta la Skull Crushing Finale, ribaltata da Finn in un pin che quasi gli porta la vittoria. Miz reagisce prontamente, ottenendo un conto di due dopo una DDT e amministrando l’incontro. Finn tenta una reazione, ma Miz lo colpisce duramente con un Big Boot. L’irlandese riesce comunque, prima di cadere, a colpire l’avversario col Pele Kick. Comeback di Balor che stordisce il Magnifico con un Dropkick alla testa, delle Chop e un Enziguri. Quest’ultima mossa manda l’ex campione intercontinentale fuori dal ring, dove viene colpito dal violentissimo calcio dall’apron del Demone. Miz, dopo aver finto di pregare l’avversario di fermarsi, lo lancia contro l’arbitro, mentre quest’ultimo era distratto da Maryse. The Miz esce subito dal quadrato e prende un microfono. Dice che, come co-GM, non può permettere che una superstar colpisca un arbitro. Per questo crimine, ordina all’arbitro di squalificare Finn Balor. Questi obbedisce e The Miz si annuncia da solo come vincitore. Mentre già risuona la theme song dell’ex main eventer di Wrestlemania, arriva Ricamino. Il Lunatico afferma che quel match non può finire così e, per questo, ordina che l’incontro riparta immediatamente, bandendo Maryse da bordo ring. Nonostante le vibranti proteste di The Miz, il match riparte. Finn riporta l’avversario sul ring e vince con la sua combinazione di Slingblade, Dropkick contro l’angolo e Coup de Grace. Un match nella media, ma ho apprezzato come hanno usato Miz e Ambrose. Mi ha sorpreso in negativo un mancato coinvolgimento di Wyatt. Spero che ci sia un segmento o qualcosa nel corso della serata.

Vincitore: Finn Balor

Vediamo Alexa nel backstage mentre si prepara a salire sul ring, ma arriva Nia Jax alle sue spalle. La samoana chiede alla campionessa perché abbia denigrato tutte tranne lei la settimana prima. La Bliss tenta di dirle che deve andare, ma la Jax non vuol sentire questo: lei vuol sapere dalla campionessa se pensasse seriamente le belle parole spese nei suoi confronti. La Bliss, da brava paracula, ovviamente conferma. Nia afferma che, finita la questione con Bayley, sarà lei la nuova number one contender. Alexale dice che è Kurt a decidere gli incontri, ma che gli parlerà e farà in modo che avvenga. Nia conclude il segmento dicendo che, fino a quando non lo farà, sembrerà come se si fosse trovata una nuova migliore amica. La samoana si allontana, mentre la campionessa non pare molto convinta. Quest’alleanza era nell’aria e, sinceramente, mi chiedo a cosa porterà nel concreto.

-Match 2: WWE Raw Women’s Champion Alexa Bliss w/Nia Jax vs Mickie James w/ Bayley (1,5 / 5)

Fin dall’inizio il pubblico inglese intona cori per Bayley. Mickie James sembra in netto vantaggio, tra Big Boot, Neckbreacker e un Baseball Slide, ma dopo la pubblicità i ruoli si sono ribaltati, con la campionessa che pare in controllo. Mickie tenta di riprendersi con una Hurracanrana, ma Alexa si ribella e colpisce ripetutamente il braccio della rivale, fino a quando Mickie non evita una ginocchiata della rivale. Comeback della James che, a forza di calcioni, ottiene un conto di due. Si prepara alla Mickie-DT, ma Alexa la ribalta in un tentativo di Chokehold STO, a sua volta ribaltato da Mickie in un Flapjack. La James tenta di salire sulla terza corda, ma Nia la blocca prendendola per la gamba. Riesce a liberarsi e la samoana viene messa fuori dai giochi da un Crossbody di Bayley dai gradoni. Alexa però ha tutto il tempo per intercettare la rivale, la fa cadere dalla terza corda, la schiena… e vince? Ha vinto così: facendola cadere dalla terza corda… In ogni caso, nel post match Alexa tenta di infierire su Mickie, venendo subito raggiunta e scacciata da Bayley, che insegue la campionessa nel backstage. Nel frattempo, Nia Jax attacca Mickie e la lascia esanime sul ring dopo uno Splash all’angolo e alcuni Elbow Drop. Il match già non era un granchè, ma quel finale abbassa di brutto la valutazione. Per quanto trovi più che positivo continuare il rafforzamento di Alexa, vederla vincere solo perché l’avversaria è caduta dalla terza corda è a dir poco assurdo.

Vincitrice: WWE Raw Women’s Champion Alexa Bliss w/Nia Jax

Ricamino parla con un tizio dello staff del programma per la serata e sullo sfondo c’è una bandiera… della Francia? Considerando che sono in Inghilterra e la millenaria rivalità tra inglesi e francesi, la cosa mi pare un tantino ambigua. In ogni caso, i due vengono interrotti dalla It Couple. The Miz, arrabbiatissimo, chiede a Ricamino cosa gli sia preso per aver fatto ripartire il suo match. A Dean frega poco ciò che vuol dire Mizanin, afferma di aver tutto sotto controllo e che Mike può andar pure a casa. Miz, sconvolto, gli dice che non ha affatto finito e gli ricorda che in serata deve tenersi uno speciale Miz TV, con ospite uno degli One Direction (a quanto pare uno qualunque). Ricamino se ne sbatte altamente e gli comunica che è stato cancellato, perché vuole meno parole e più azione. L’ex main eventer di Wrestlemania la prende benissimo e ufficializza che Ricamino affronterà Bray Wyatt. Curioso che la faida tra Angle e Stephanie siano loro ad averla iniziata.

Dopo la pubblicità vediamo la Caruso pronta a intervistare Samoa Joe. La squinzia viene interrotta in tempo 0 dal samoano, che decide di iniziare un monologo in stile “cattivo primi anni ’70”. In pratica, afferma che Seth Rollins deve vivere la propria vita secondo i termini di Joe, perché non finirà fino a quando Joe non lo deciderà. Lui non ha finito con Seth Rollins. Sentitosi chiamare, l’Architetto attacca il samoano e i due iniziano una rissa, usando anche alcuni oggetti, prima di essere interrotti da alcuni arbitri ed ex wrestler.

-Match 3: Kalisto vs Braun Strowman (1 / 5)

Braun, curiosamente, chiede un microfono. Afferma che Ricamino gli ha imposto quel match, ma non l’accetta. Lui è infortunato e Reigns è troppo codardo per affrontarlo da uomo a uomo. La campana suona comunque e Strowman, supportato dal pubblico, abbatte Kalisto con una serie di calcioni. Risuona la musica di Reigns. Il pubblico è talmente felice che lo abbatte di fischi. Reigns ha appena qualche fasciatura, nulla più (costole rotte e lesioni interne, ricordiamolo). Reigns sale sul ring e, dopo molto tempo perso a guardarsi negli occhi e nel godersi il pubblico che incitava Braun, scatta la rissa. Roman, per prima cosa, colpisce con un calcio il braccio infortunato del rivale, manda Strowman fuori dal ring dopo 3 Superman Punch. Tenta la Spear sulle barricate, ma Braun reagisce con un violento Big Boot. Quest’ultimo tenta uno Shoulder Block, ma finisce contro il paletto. Subito dopo Roman si avventa ancora contro il braccio infortunato, colpendolo e lanciandolo contro il paletto e l’apron. Degli arbitri arrivano, ma Reigns se ne sbatte, afferra una sedia e continua a colpire Braun sulla spalla infortunata, fino a quando quest’ultimo non scappa tra il pubblico, che ha continuato a fischiare Roman e a incoraggiare Braun talmente tanto da costringere la WWE a mutarlo del tutto. Accetto la cosa soltanto in parte. La scelta è giusta perché Strowman si è realmente infortunato e questo dovrebbe essere il pretesto giusto per mandarlo fuori dalle scene per un po’. Però… Cole ha detto una frase emblematica verso la fine del segmento: “Lui (Reigns) ora non sembra un patetico codardo”. Il peccato è che è proprio il contrario: fin dall’inizio ha attaccato solo il braccio infortunato, anche con l’ausilio di oggetti. Non mi basta la storia dell’ “occhio per occhio”: Roman dovrebbe essere il top face. Vero che si comporta sempre da heel, ma mi stupisce come riesca a trovare modi sempre nuovi di andare fuori dal personaggio.

Vincitore: No Contest

I Golden Truth parlottano nello spogliatoio. Goldust è convinto che quella sarà la loro notte. Truth non sembra concentratissimo e vuole ascoltare della musica, ma Goldust gli chiede di prenderla sul serio. Gli ha fatto male sentire da Kurt che il loro record di vittorie/sconfitte non era abbastanza buono per avere una title shot… perché era vero. Il figlio di Dusty Rhodes afferma di sapere cosa devono fare e che ora è giunto il momento di mostrare a tutti cosa sono in grado di fare. Goldust chiede ad R-Truth se è con lui e quest’ultimo afferma che lo sarà sempre, per poi dirsi pronto a scioccare il mondo.

-Match 4 Turmoil Match per diventare i nuovi Number One Contender ai WWE Raw Tag Team Championship: Cesaro & Sheamus vs Enzo Amore & Big Cass vs Heat Slater & Rhyno vs Luke Gallows & Karl Anderson vs Golden Truth (2,5 / 5)

Cesaro & Sheamus vs Enzo Amore & Big Cass

Il primo mini match parte con gli Europei supportati dal pubblico, mentre gli Hardy guardano il tutto da un monitor messo di sbieco. Il team del Jersey inizialmente domina con Cass, ma la situazione dura, come SEMPRE, solo fino all’ingresso di Enzo Amore, che si becca subito la Irish Curse di Sheamus. Dopo la pubblicità vediamo Cesaro stordire Enzo a forza di Stomp (grazie Antonio, davvero). Poco dopo Amore riesce a reagire e tenta di raggiungere Cass, ma lo svizzero lo blocca. Enzo riesce a liberarsi nuovamente con un Enziguri, ma Cass viene buttato giù dall’apron da Sheamus. Nel frattempo, Cesaro costringe Enzo Amore a cedere alla Sharpshooter.

Cesaro & Sheamus vs Heat Slater & Rhyno

I prossimi a entrare sono gli ex campioni di coppia di Smackdown. La rissa inizia direttamente sulla rampa, con gli Europei che si concentrano su Rhyno e lo mandano contro i gradoni. Subito dopo passano a Slater che, nonostante il supporto del pubblico, viene malmenato da Cesaro. Slater reagisce, ma Rhyno non può aiutarlo. Cesaro da il cambio a Sheamus, che abbatte Heat con una Clothesline dalla terza corda. Il più grande jobber della storia tenta una nuova reazione, ma Rhyno non si è ancora ripreso. Viene investito quindi da un violento Running Uppercut dello svizzero, prima di essere finito dal Brogue Kick di Sheamus. Gli Europei vincono ancora una volta

Cesaro & Sheamus vs Luke Gallows & Karl Anderson

Nuovi avversari e scontro tra ex campioni di Raw: gli Europei contro gli ex Club. Ma dopo la pubblicità, che era giunta l’ora. Dopo lo stacco vediamo inizialmente un Cesaro dominante, con Karl che però riesce a riprendere il controllo dell’incontro con il suo calcione all’angolo. Lo svizzero riesce a reagire poco dopo, ribaltando ottimamente un Suplex di Gallows e dando il cambio a Sheamus. Luke sembra riuscire a reagire, ma Sheamus sembra carico e ritorna in controllo. Fa però l’errore di salire sulla terza corda, visto che nel suo salto finisce direttamente contro il Big Boot di Luke, che da il cambio a Anderson. Karl tenta di attaccare l’irlandese, ma quest’ultimo reagisce con un’Oklahoma Slam. Subito dopo, in rapida successione, Luke abbatte Sheamus con un Big Boot, Cesaro abbatte Luke con uno Springboard Uppercut e infine Karl abbatte Cesaro con uno Spinebuster. Sono tutti a terra e, alla ripresa delle ostilità, Sheamus riesce ad ottenere un conto di due con una White Noise improvvisa su Gallows. Dopo un’altra pausa pubblicitaria, gli ex Club son pronti alla Magic Killer, ma interviene Cesaro, che spedisce Karl fuori dal ring. Nel frattempo Sheamus colpisce Gallows con un Brogue Kick che vale la terza vittoria consecutiva per il proprio team.

Cesaro & Sheamus vs Golden Truth

Scontro finale: l’iron team svizzer-irlandese contro i Verità Dorata (nome che fa tanto da gruppo cover degli anni ’70 da fiera di paese). I due veterani entrano belli carichi e, dopo aver mandato fuori dal ring Cesaro, ottengono un conto di due dopo una Double STO su Sheamus. Da notare che R-Truth sbaglia l’angolo e sono costretti a scambiarselo in corsa. Goldust arriva nuovamente vicino alla vittoria con una Snap Powerslam, ma poco dopo Cesaro lo colpisce duramente schiantandogli la gamba contro le barricate. Gli Europei iniziano a concentrarsi sull’arto infortunato, mentre Truth cerca di supportare il compagno coi suoi “What’s up”. Il Bizarre One tenta di dare il cambio, ma viene bloccato dallo svizzero, che continua nella propria tattica contro la gamba dell’ex campione di coppia. Goldust non si regge nemmeno in piedi e Cesaro lo prende bellamente per il culo, prima di connettere la Sharpshooter sul Bizarre One. R-Truth interviene, bloccando la mossa e prendendosi, poco dopo, l’hot tag. Il wrestler di colore ottiene un conto di due dopo una serie di buone manovre. Scatenato, esegue sullo svizzero una Truth Conviction seguita dal Corkscrew Scissor Kick, ma non riesce a ottenere il tre. Lo svizzero si rifugia all’angolo, R-Truth tenta e fallisce uno Splash e, sul rimbalzo, Cesaro schiena il rivale. La vittoria è sporca, visto che si aggrappa visibilmente al costume dell’avversario. Nel post match, Sheamus prima si congratula col compagno di team e poi colpisce duramente Goldust con un Brogue Kick e atterra a suon di pugni R-Truth. Il pubblico inizia cori “Delete”. Nel pieno dei festeggiamenti, arrivano gli Hardy Boyz, pronti alla rissa, ma gli Europei si sottraggono allo scontro. A livello di puro incontro, non mi lamento e la categoria di coppia di Raw ottiene dei number one contender forti e rinforzati, oltre a un grande spazio (cosa di cui avevano un disperato bisogno). La dominanza totale degli Europei, potrebbe essere un’arma a doppio taglio per cosa si potrà fare dopo, avendo asfaltato praticamente l’intera categoria. A mio avviso, la WWE allungherà la faida fino al completo recupero dei Revival, prossimi avversari dei campioni, chiunque essi siano. Gli ex Club difficilmente rientreranno presto nel giro titolato, mentre i Golden Truth potrebbero ancora inserirsi nella faida titolata come outsider.

Vincitori and new Number One Contender for the WWE Raw Tag Team Championship: Cesaro & Sheamus

Dopo qualche recap, siamo già pronti per l’ennesimo scontro tra Rollins e Joe.

-Match 5: Seth Rollins vs Samoa Joe (3 / 5)

Rollins parte molto aggressivo e costringe Joe a rifugiarsi fuori dal ring. Sembra inutile, col samoano che ne prende parecchie. Si riprende a suon di pugni e chop, ma Rollins gli schianta poco dopo la faccia contro il Turnbuckle e lo stende con una Clothesline al volo fuori dal ring. Il samoano schianta l’avversario contro le barricate, lo riporta sul ring e riprende vantaggio a forza di calci e pugni molto efficaci. Seth reagisce con uno Slingblade, ma Joe riesce ad evitare lo schienamento andando alle corde. La SSM stende Seth con una gomitata, per poi stordirlo con una serie di manovre a terra. I due iniziano una scazzottata e Seth tenta un Suplex, che viene però ribaltato dall’avversario. L’Architetto reagisce nuovamente e stende Joe con una Blockbuster. Poco dopo si porta sull’apron, dove il samoano riesce a portarsi in vantaggio colpendogli il ginocchio (cosa mai vista). Dopo la pausa pubblicitaria, vediamo Joe in totale controllo su Seth, tanto che si permette di prenderlo visibilmente in giro. L’Architetto viene imprigionato nella Coquina Clutch, ma si libera subito. Seth manda la SSM fuori dal ring e connette due Suicide Dive consecutivi, per poi abbattere Joe con una Sprinboard Clothesline che gli vale un conto di due. I due si ribattono colpo su colpo, fino alla Snap Powerslam del samoano, che esegue anche un Atomic Drop, un Big Boot e una Senton. Joe tenta la Powerbomb, ma Seth si libera e tenta, fallendo, un sollevamento. La SSM ritenta la Powerbomb, ma Rollins sfugge di nuovo alla presa e riesce a connettere la Falcon Arrow. I due iniziano a battagliare a centro ring, con Seth che sembra portarsi in leggero vantaggio a suon di calci. Joe rinchiude l’avversario nella Coquina Clutch, ma l’Architetto si libera e stordisce l’avversario con un Enziguri. Seth sale sulla terza corda, dove viene intercettato da Joe. Quest’ultimo tenta una mossa sul ginocchio di Seth che, nel cercare di aggrapparsi a qualcosa per sfuggire alla mossa, stacca la protezione dell’angolo. Alla fine Rollins riesce davvero a sfuggire e a colpire duramente Joe con un Superkick. L’ex protetto di Triple H è pronto per la sua Ginocchiata Banale (marchio banalmente registrato), ma Joe lo lancia proprio contro l’angolo esposto. L’arbitro vorrebbe rimetterlo a posto, ma il samoano, realizzata la cosa, strappa via la copertura dalle mani dell’arbitro e poi rilancia di nuovo Seth contro l’angolo scoperto, facendosi squalificare. Nel post match Joe ributta nuovamente Rollins contro l’angolo per poi imprigionarlo nella Coquina Clutch. L’arbitro, con una forte raucedine, riesce a convincerlo a lasciarlo e Joe, dopo aver detto “è finita quando io dico che è finita”, si allontana trionfante. Questa sconfitta ci può stare: hanno dato una vittoria a Rollins e una “vittoria morale” a Joe. Il match non è stato nemmeno malaccio, quindi non mi lamento. Penso che sia mancato qualcosa. I due penso si siano un po’ risparmiati e son stufo di continuare a vedere Rollins col ginocchio di burro. Piccolo fatto divertente: mi son messo a ridere come un muflone per uno scambio di battute tra commentatori. Cole ha fatto notare che Graves è stato nello stesso ring con Samoa Joe, con quest’ultimo che ha detto di non essere mai stato colpito così forte in tutta la sua vita. In quel momento a Booker T viene un lampo di genio e dice a Cole “Perché pensi che Corey sia seduto qui con noi?”. Cole e Booker hanno riso abbastanza apertamente, mentre Graves stava anche lui per soffocare, anche se non credo per le risate. Comunque, è confermato: dopo il paragone imbecille Booker/Otunga fatto da Cole settimana scorsa, è diventato ufficialmente Broken Booker.

Vincitore: Seth Rollins

Viene annunciato che settimana prossima Ambrose e The Miz si affronteranno per il titolo intercontinentale.

Cruiser moment. Neville si accomoda al tavolo di commento. Supporterà da lì TJP, che si scontrerà contro Jack Gallagher. Quest’ultimo gioca in casa, quindi perderà (ps: nel bene o nel male, l’ho scritto prima del match).

-Match 6: Gentleman Jack Gallagher vs TJP (1,5 / 5)

Perkins se la ride appollaiato sulla terza corda, decidendosi ad agire solo per un breve scambio di prese in giro. Lo scambio culmina con un violento Headbutt di Jack, che vale all’inglese un conto di due. TJP si rifugia fuori dal ring, dove riesce a mandare l’avversario contro i gradoni. TJP inizia una serie si mosse di sottomissione, che Gallagher riesce a ribaltare il tutto in uno schienamento, cui seguono un Uppercut, una serie di Dropkick e un Suplex. TJP tenta un improvviso Detonation Kick, ma il gentiluomo evita la mossa e tenta uno schienamento. Quest’ultimo viene ribaltato da Perkins, che ottiene una vittoria sporca, aggrappandosi vistosamente al costume. Nel post match il vincitore si avventa contro le gambe di Jack, arrivando a rinchiuderlo nella Kneebar. In soccorso dell’inglese arriva Aries, che scaccia TJP. Il tutto si conclude con Neville e TJP che, dallo stage, guardano storto Gallagher e Aries. Match corto e banale, con un finale già visto manco 30 minuti prima.

Vincitore: TJP

Nemmeno il tempo di rifiatare, che abbiamo subito un altro incontro.

-Match 7: Sasha Banks vs Alicia Fox (1 / 5)

Le due iniziano prendendosi a ceffoni e con manovre più riconducibili a una cat fight di basso livello piuttosto che a un match vero e proprio. Alicia sembra in pieno dominio, fino a un Crossbody di Sasha, cui segue un Hurracanrana e una Doppia ginocchiata. Alicia reagisce e porta Sasha sulla terza corda. Quest’ultima respinge la rivale e la centra in pieno con una doppia ginocchiata, vincendo l’incontro. Lasciando perdere che per tutto il tempo, il pubblico era distratto da tutt’altro, un match corto e brutto. Nulla più. Ah, il team di commento fa notare che le spalle della Fox non erano totalmente a terra. Quindi, probabilmente, le rivedremo l’una contro l’altra settimana prossima… yeeeeeeee.

Vincitrice: Sasha Banks

Siamo arrivati al main event: un match non titolato tra il Divoratore di Mondi e Ricamino il Lunatico. Se volete che vi diano degli psicofarmaci, provate a dirlo a qualcuno che non segue il wrestling. In ogni caso The Miz e Maryse sono entrambi al tavolo di commento.

-Match 8: Bray Wyatt vs WWE Intercontinental Champion Dean Ambrose (3 / 5)

Inizio che pare piuttosto equilibrato, con i due che si rispondono colpo su colpo. Bray pare in un certo vantaggio e la folla pare apprezzare quando grida di essere un dio. Curioso. Poco dopo Ricamino reagisce e lo colpisce con un Suicide Dive. Ritornato sul ring, tenta la Dirty Deeds, ma Bray si rifugia fuori dal ring. Dean tenta di raggiungerlo, ma Bray lo stunna sull’apron ed esegue un Suplex verso l’esterno del ring, ponendosi in vantaggio. Dopo la pubblicità, vediamo Wyatt dominante su Ambrose e gasato come un riccio in una fabbrica di spazzole. Dean tenta una reazione, ma viene abbattuto da una DDT di Wyatt. L’ex leader della Family rallenta il match con una mossa di sottomissione prolungata, con Ricamino che riesce a liberarsi e a reagire a suon di gomitate. Tenta anche la Rebound Clothesline, ma viene abbattuto dalla Clothesline del Guru. Quest’ultimo sale sulla seconda corda e tenta una Senton, ma Ricamino si sposta in tempo. Il Lunatico reagisce a suon di Clothesline, ma si vede respingere il Bulldog. Riesce comunque a tenersi in vantaggio e sale sulla terza corda. Bray si rifugia fuori ma Ricamino se ne frega e si lancia comunque, centrando Wyatt con un Elbow Drop. Poco dopo la It Couple si avvicina al ring. Wyatt tenta la Sister Abigail, ma Ambrose lo respinge e ottiene un conto di due con uno schienamento. Wyatt arriva poco dopo a un passo dalla vittoria con un Uranage. Bray porta Ambrose sulla terza corda per un Superplex, ma Ricamino lo respinge a testate. Tenta una mossa in salto, Wyatt lo respinge con un colpo a mano aperta, ma quest’ultimo viene comunque steso dalla Rebound Clothesline di Dean. Mizanin, all’esterno del ring, mostra a Ricamino che gli ha preso il titolo intercontinentale, distraendolo. Bray si rialza e tenta un attacco, ma Dean si riprende e tenta una Dirty Deeds. Wyatt evita la mossa, lancia Ricamino alle corde e tenta una Clothesline, ma Dean la evita e si lancia contro Miz con un Suicide Dive. Bray tenta nuovamente di avvantaggiarsi della cosa, ma Ricamino lo lancia contro le barricate. Dopo aver riportato Wyatt sul ring, Miz nota che l’arbitro è distratto e colpisce Ricamino alla schiena col titolo intercontinentale. Stavolta è Bray a portare l’avversario sul ring, lo colpisce con la Sister Abigail, lo schiena e vince l’incontro. The Miz subito dopo prende il microfono e declama lui stesso il nome del vincitore, ossia Bray Wyatt. Subito dopo il Magnifico attacca Ricamino, si pone sopra il suo corpo stremato e, col titolo in una mano, afferma che quella cintura, dalla settimana prossima, sarà alla sua vita. Il mondo intero dovrà riconoscerlo e vederlo come il WWE Intercontinental Champion e, semplicemente, dire che è “Awesome”. Subito dopo fa cadere la cintura su Ricamino ed esce dal ring. A livello di match non è stato male ed ho particolarmente apprezzato che abbiano dato un’offensiva più che bilanciata.

Vincitore: Bray Wyatt

Su un The Miz dominante che si allontana con la sua splendida moglie e un Ambrose dolorante sul ring si chiude l’odierna puntata di Raw.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6,5
Qualità dei promo
5,5
Evoluzione delle storyline
5,5
Tenshi Neko
Nato nel bresciano, fin da piccolo fan della WWE e tifoso dell'Inter (lo so: le ho proprio tutte), nonostante sia fresco di reclutamento, il mio compito principale per Zona Wrestling è quello di analizzare le puntate di Raw. La gioia. Dei wrestler attuali della WWE, sono un blind mark di Bray Wyatt (per il potenziale), Kevin Owens, Aj Styles e Big Show (il perché di quest'ultimo è un mistero anche per me).