Seconda puntata del 2018 di Monday Night Raw, Leafar Attila al debutto alla tastiera per descrivervi cosa è avvenuto in questa puntata dello show Rosso che si svolge a Memphis nel Tennessee, la patria del Jack Daniel’s.#StayAttila #StayAwesome visto l’atteso ritorno del Magnifico, la star di Hollywood; The Miz.

Prima anche della sigla, la WWE ci ricorda com’è andata la sfida per l’Intercontinental Championship tra Roman Reigns e Samoe Joe in un video recap. Ovviamente Reigns è rimasto padrone del titolo.

Il collegamento viene aperto da Micheal Cole che ci ricorda che mancano due settimane a WWE Royal Rumble e dalla sua esaltazione per il “Big Dog” il WWE Intercontinetal Championship. Roman Reigns si presenta nell’arena, dove appunto l’unico ad esaltarsi è stato proprio il Cole, per il resto la solita reazione mista (più boo che yeah!) da parte del pubblico. Per la gioia di tutti l’ex Shield è con un microfono in mano. Fresco vincitore dell’Awards di ZW per il miglior promo, Roman prima di iniziare a parlare, guarda il pubblico per un pò col suo sguardo malupino che tanto ci piace, come a dire “e mò che dovevo dì?”. Alla fine inizia a parlare dicendo che tutti pensavono che Samoe Joe lo avrebbe sconfitto ma invece ha vinto lui. La sfida della settimana prima è stata dura ma lui comunque ne è uscito in piedi da campione ed ha vendicato suo “fratello” Dean Ambrose, perchè chi tocca un membro dello Shield tocca tutto lo Shield. Ma ecco che random si presenta il figlio del General Manager di Raw Jason Jordan. L’amatissimo samoano lo accoglie con la stessa faccia di quando tua mamma ti dice che sei troppo grande per la calza della Befana, mentre la faccia del Campione di coppia e di chi la calza l’ha avuta e pure bella grande. Sostanzialmente Jason gli fa i complimenti con un atteggiamento che sembra un pò parac**ato, gli ribadisce che questo è lo Yard di Reigns riferito al ring e che grazie a Seth Rollins si sente parte dello Shield, tanto da stendergli il pugno stile mastino della giustizia. BURN IT DOWN! ecco che arriva il badante di Jordan, l’altra metà dei titoli di coppia Rollins che inizia un piccolo memento verso il suo Tag Team Partner. Non può venire qui a rovinare il momento di Reigns, ma Jason gli dice che oramai il momento è di tutti e tre, perchè sono un’unica cosa e sono tutti e tre campioni e questo oramai è il loro Show (tra un pò il delirio di onnipotenza lo porterà a volere anche la Polonia, la Francia e tutta l’europa). Mentre Jason parla Rollins e Reigns si guardano un pò straniti con Seth che cerca di giustificarlo.

Ma ecco che entrano in scena quelli del Balor Club. Dallo stage Finn insieme e Gallows e Anderson dice chiaramente a Jason che sbaglia a sentirsi parte del gruppo più dominante degli ultimi anni della storia della WWE. Ma ecco che subito i tre del Club annunciano che sono loro il gruppo più longevo e dominante della storia del Business. Il trio capitanati da Finn Balor entrano nel ring e si vantano di come loro hanno scritto la storia, sono stati campioni di coppia e l’irlandese è stato il primo Universal Champion della storia. La toccano abbastanza piano con Jason, gli dicono che loro vedono 2/3 di un grande gruppo come lo Shield ma poi il nulla. A quel punto il figlio di Angle tenta di dare uno schiaffone a Luke Gallows ma viene fermato in primis dai suoi nuovi “amichetti”. Nel parapiglia entra silenziosamente Kurt Angle che dice a tutto di calmarsi. Il General Manager ci ricorda che nonostante il ritorno di The Miz, non abbiamo ancora un main event per la serata, quindi decide di strappare una pagina del libro di Teddy Long e decide che il Balor Club affronterà i 2/3 dello Shield più Jason Jordan in un Six Men Tag Team Match.

Prima della pubblicità vediamo Bayley, Mickie James e Sasha Banks che si avviano dal Backstage verso il ring.

La boss è la prima ad entrare in scena seguita da Mickie Hames, Bayley e i suoi pupazzi gonfiabili. Rivediamo l’annuncio di Stephanie McMahon sul primo Women’s Royal Rumble. Subito dopo suona la musica di Paige e le sue colleghe dell’Absolution. Assisteremo ad un Tag Team Match tra Mandy Rose e Sonya Deville contro Bayley e Sasha Banks.

Match 1: Tag Team Match Bayley e Sasha Banks (with Mickie James) vs Mandy Rose e Sonya Deville (with Paige) (2,5 / 5)

La contesa inizia tra Bayley e Mandy Rose che si scambiano i classici convenevoli di rito di inizio match, prese al tappeto e fasi di studio in un inizio abbastanza lento. Tornati dalla pubblicità vediamo Sasha che si è presa il cambio e anche un tentativo di schienamento da parte della bionda che insieme alla Deville hanno il controllo del match. La Deville tra una sistemata ai capelli ed un’imprecazione ci mostra anche qualche buona manovra di potenza, mentre la Banks continua a incassare senza cedere. Dopo che Bayley e la Deville si cercano e se le danno fuori dal ring, dal nulla Sasha Banks riesce a ribaltare la situazione con la Bankstatement sulla Rose che cedendo concede la vittoria al duo delle ex campionesse.

Vincitori: Bayley e Sasha Banks

Marchettona per Smackdown Live del giorno dopo e la controversa situazione intorno al General Manager dello Show Blu Daniel Bryan.

Tornati Live Micheal Cole, Corey Graves e Booker T ci mostrano cosa è avvenuto settimana scorsa tra Brock Lesnar e Kane. Oggi avremmo una risposta dell’Universal Champion a tuttò ciò. Per il giubilio generale ci ricordano pure che oggi Enzo Amore tornerà in azione difendendo il suo titolo come Cruiserweight Champion contro Cendric Alexander.

E sono proprio Alexander e Goldust che vediamo negli spogliatoi. L’uomo dorato sprona e motiva Cendric per il suo match di stasera. Goldust gli rivela però che lui vede il traguardo di Alexander e che crede in lui. Ma gli dice che l’unico ostacolo verso il suo sogno non è Enzo Amore ma Cendric stesso e che deve avere lui tutto il controllo della situazione.

Ecco finalmente arriva il momento “DELETION!” Matt Hardy entra nell’arena (PS: Va bene la musica un mix con la sua risata, ma almeno cambiategli il titantron, quello degli Hardy Boyz secondo me c’entra ben poco ed è anacronistico al personaggio Woken). Prima del suo match con Curt Hawkins ci viene proposto un promo di Woken Matt che ci dice che alla Royal Rumble lui “DELETE!” (eliminerà) altre 29 superstar e conquisterà il Main Event di Wrestlemania.

Match 2: Woken Matt Hardy vs Curt Hawkins (1,5 / 5)

Match che all’inizio è anche abbastanza veloce con Matt che subito fa capire chi comanderà oggi sul ring. Dopo qualche manovra di entrambi, si arriva subito alla Side Effect con successiva Twist of Fate. 1,2,3 e Curt Hawkins is DELETE!

Vincitore: Woken Matt Hardy

Buio nell’arena con Bray Wyatt che si palesa dietro il vincitore. Matt Hardy si gira in maniera divertita e sadica per il faccia a faccia con l’Eater of the Worlds. Mentre il pubblico grida “Delete!” i due si guardano e fanno a gara a chi ha la risata più spaventosa. E niente con una piccola percentuale di sclero e di demenza il segmento finisce così con i due che ridono come matti a modo loro in mezzo al ring. Così si chiude questa prima ora di Monday Night Raw.

Finalmente ci viene annunciato che il magnifico, il mitico, l’unica vera stella WWE The Miz tornerà subito dopo la pubblicità dopo 6 lunghe settimane.

Ecco che invece tutti i nostri sogni vengono distrutti dal ritorno dalla pubblicità con Elias in mezzo al ring pronto a cantarci una sua melodia, speriamo che sia almeno dedicata al magnifico. “Who wants to walk with Elias?” in realtà il Drifter riesce ad avere anche una buona reazione e interazione col pubblico in base al personaggio che è solito interpretare sul quadrato. La melodia invece e la solita cantilena verso il pubblico e la città di Memphis. Il finale della canzone e un tributo a The Miz e Finally “AWESOME”. The Miz è qui insieme alle sue controfigure. Tutto il Miztourage e sul ring. “Welcome Back!” come se non ci fosse un domani da parte del pubblico. Miz ci da il Benvenuto al “Miz TV” con mi sembra un nuovo taglio di capelli. La star di The Marine 6 pare voler fare i complimenti ai suoi scagnozzi e loro con le lacrime agli occhi gli dicono grazie, pensavano a lui ogni giorno. Il festival della felicità per il ritorno di The Miz viene accompagnato dal coro “Thank You Miz” iniziato da Bo Dallas ma subito espansosi per tutta l’arena. Al Magnifico viene anche dato un quadretto con una sua foto. Ma ecco che finalmente Miz prende la situazione in mano quando stava per degenerare con Bo e Curtis che stavano per darsele per decidere a chi dei due mancava di più. Il futuro padre ci dice che il 2017 è stato un anno incredibile ma che si è chiuso male (rivediamo infatti l’attacco subito da quei mascalzoni dello SHIELD due mesi fa). Se la prende con Roman Reigns che non è un campione Intercontinentale degno come lo era lui. Lui è il più grande Intercontinental Champion di tutti i tempi più di Shawn Micheals, più di Ultimate Warrior ecc. “Per questo Roman goditi il tempo da campione che ti è rimasto perché io tornerò presto a riprendermi il mio titolo, ci puoi contare!”. #ThankYouMiz

Torniamo negli spogliatoi dove il Balor Club ha sede. I tre parlottano sulla giusta strategia da avere in serata contro i loro avversari. E sui richiami al Jack nel loro promo, i tre convergono che stasera hanno una grande opportunità per far capire a tutti cos’è il Balor Club.

Torniamo dalla pubblicità e finalmente tornano a sentirsi le corde di Mandolino con Enzo Amore il Cruiserweight Champion che entra nell’arena col suo ingresso protetto da Copyright. Enzo ci tiene a ringraziare tutti noi che siamo stati in pensiero per lui visti i suoi problemi di salute. Poi passa a parlare del suo sfidante Cendric Alexander, lo accusa di pensare davvero che può batterlo solo perché ha Goldust al suo fianco? La parola di risposta a tale affronto è sempre la stessa e gliela ribadisce in spelling “S-A-W-F-T-”

Match 3: Cruiserweight Championship Match Enzo Amore (c) vs Cendric Alexander (1,5 / 5)

Ad inizio match Cendric parte forte, tanto che Nia Jax da un monitor nel backstage sembra preoccupata per le sorti del suo amato Enzo. Tornati dalla pubblicità ci viene mostrato come mai ci ritroviamo Enzo in controllo del Match, visto che ha causato una caduta sullo stage dal paletto al suo avversario. La vittoria Alexander la sfiora quando spinto dalle corde riesce a connettere un calcio volante in giravolta che colpisce dritto in faccia il campione. Ma il Kick Out di Amore impedisce la realizzazione del sogno allo sfidante. Volo dalla terza corda di Cendric su Enzo appostato a bordo ring che lo colpisce in pieno. A quel punto Enzo Amore sembra essersi procurato una brutta ferita al volto, visto che è pieno di sangue per la gioia del PG. L’arbitro inizia il conteggio, Enzo Amore pur volendo non riesce a tornare sul Ring perdendo quindi il match per Count Out salvando però la cintura. Il tutto si chiude con un Enzo Amore fuori dal ring che tenendosi la caviglia continua ad avere gli inservienti della WWE che vogliono pulirgli il viso e Cendric Alexander che sembra comunque contento di ciò che ha fatto.

Vincitore per Count Out: Cendric Alexander. Still Cruiserweight Champion: Enzo Amore.

Il 25° Anniversario di WWE Monday Night Raw vedrà tra gli altri il ritorno di The Undertaker e Stone Cold Steve Austin.

Il povero Enzo Amore ci viene mostrato sofferente in infermeria e come se non bastasse già lo raggiunge anche Nia Jax, che gli chiede se è tutto a posto.

Raggiungiamo Kurt Angle nel suo ufficio intento a parlare al telefono con qualcuno del Women’s Royal Rumble Match. Il General Manager viene raggiunto dai i The Bar che lo accusano di favoritismo (Really?) verso suo figlio Jason Jordan. Vogliono un rematch per i titoli di coppia. Kurt Angle gli accorda invece un opportunità per reclamare i titoli allo Special Event WWE Royal Rumble. Quando finalmente i due se ne vanno via contenti Kurt Angle viene raggiunto da The Miz. Il Magnifico lo accusa di non avere il trattamento che merita, ossia quello della Superstar più importante dello Show. The Miz dice che lui merita un match per il titolo di Roman Reigns al 25° anniversario di Raw. Kurt gli conferma che ha avuto proprio una bella idea, quindi il 22 Gennaio avremo Miz vs Roman Reigns valido per l’Intercontinental Championship.

Nello spogliatoio femminile Asuka è intenta a fare riscaldamento quando viene raggiunta da Alexa Bliss che cerca in qualche modo di farsela amica. Tentativo che sembra abbastanza sterile.

Ma ecco che si torna all’azione sul ring con i The Bar che entrano nel ring per il loro Tag Team Match in programma contro il Titus World Wide. Infatti Titus O’Neil e Apollo Crews seguiti dalla fidata Dana Brooke si avvicinano al ring per sfidare gli ex Campioni di Coppia dello Show Rosso.

Match 4: Sheamus e Cesaro vs Titus O’Neil e Apollo Crews (with Dana Brooke) (2 / 5)

Il Match vede partire come schieramento iniziale da una parte Sheamus dall’altra Titus. Il livello tecnico del match ha un’impennata quando sono Cesaro e Apollo sul quadrato come uomini legali. Mentre Crews è dolorante fuori dal ring i the Bar giocano un pò col pubblico fino a darsi il cambio. Sheamus riporta Apollo sul ring dove insieme all’amico di tante bevute hanno il pieno controllo del Match. L’incontro continua ad essere abbastanza lento con molte prese a terra di Sheamus e qualche tentativo di Roll Up da parte di Apollo. Titus riesce a prendersi il cambio è riesce a ridare un pò di linfa al suo team. Cesaro e Sheamus riescono però a riprendere la situazione in mano, anche con qualche azione al limite del regolamento. Ma quando i due favoriti sono pronti a chiudere il Match ecco Apollo Crews che riesce a rompere gli equilibri, mettendo prima fuori gioco Cesaro e poi distraendo Sheamus. In quel momento Titus riesce ad effettuare un Roll Up sul più volte Campione del Mondo Irlandese 1,2 e 3. Clamoroso a Memphis! Pubblico in stato di shock! Titus e Apollo battono i The Bar in un match che non sarà di certo ricordato per la sua bellezza.

Vincitori: Titus O’Neil e Apollo Crews.

“Welcome to Suplex City” The Beast Brock Lesnar the Universal Champion is Here. Accompagnato ovviamente dal suo avvocato Paul Heyman. “Ladies and Gentleman my name is Paul Heyman. And I’m the Manager of the Beast, the undisputed Universal Champion Broooooock Leeeeeesnar!”. Paul vuole dirci che lui come il suo assistito appartengono alla vecchia scuola. Dove non si era ipocriti, se volevi essere il migliore ti saresti presentato davanti al suo assistito da solo e lo avresti affrontato nel Main Event. Se riuscivi a batterlo o a farlo cedere saresti diventato il nuovo Universal Champion. Ci ricorda di come è stato attaccato, il suo assistito, settimana scorsa da Kane e di come a Royal Rumble il match per l’Universal Title sia un match a 3. Tra The Beast, The Monster e The Machine. Ci dice senza problemi che Brock Lesnar uscirà sicuramente campione dall’evento schienando o facendo cedere uno dei due sfidanti o addirittura entrambi allo stesso momento. Nel solito delirio di adorazione verso il suo assistito si chiude il suo promo e il segmento dedicato al Campione Universale. Anzi NO! Kane Attacca Lesnar mentre era di spalle sullo stage a salutare il pubblico. La rissa si sposta nel Backstage. Aggiungi un posto a tavola che c’è un amico in più! I due vengono raggiunti da Strowman che fa piazza pulita di entrambi. Braun prende un uncino ed una corda. Tutti lo intimano di fermarsi, Paul Heyman in primis fiuta l’imminente pericolo per il suo assistito, che insieme alla Big Red Machine è steso a terra per opera dell’ex membro della Wyatt Family. Strowman con l’uncino e la corda aggancia un’impalcatura e provoca la caduta di essa su Kane e Lesnar. Il tutto si chiude con Braun incazzato ma soddisfatto e Heyman sotto shock viene colpito da una crisi di pianto a vedere il suo assistito sotto un muro di ferro.

Tornati dalla pausa pubblicitaria, ci viene rimostrato cosa ha combinato il buon Strowman senza alcun rimorso. Vediamo pure un disperato Heyman che assiste Lesnar mentre viene estratto ancora vivo dalle macerie del passaggio del Mostro sopra gli uomini. Mentre al capezzale del campione ci sono tante persone, il povero Kane non merita aiuta e lo vediamo da solo cercare di uscire da sotto l’impalcatura crollata e tornare negli spogliatoi. Il tutto si chiude con un ambulanza che porta Lesnar in ospedale accompagnato dal fido Heyman.

Samoe Joe entra nell’arena per il suo match contro Rhyno.

Match 5: Samoe Joe vs Rhyno (with Heath Slater)  s.v.

Il match almeno da un punto di vista prettamente fisico potrebbe anche essere alla pari. Ovviamente Samoe Joe non trova molte difficoltà contro l’avversario, nonostante qualche tentativo di colpire da parte di Rhyno. Joe fa il bello e il cattivo tempo contro l’ex ECW, finchè non lo chiude nella Coquina Clutch. Tap Out e il samoano porta a casa facilmente la vittoria.

Vincitore: Samoe Joe

Intervistato a fine incontro Samoe Joe mette subito le cose in chiaro. Lui non ha perso settimana scorsa. Roman Reigns è stato solo fortunato. Ma lui non si arrende e gli promette che finirà il lavoro e che lo distruggerà, ci può contare. Annuncia anche il suo ingresso nel Royal Rumble Match per uomini. Soprattutto ci comunica che il suo primo obiettivo, l’uomo che sarà per primo eliminato da lui nel match in programma il 28 Gennaio a 30 uomini sarà John Cena.

Una Nia Jax che cammina tranquillamente nel ring viene fermata da Alexa Bliss. La dea e campionessa di Raw accusa la Jax di averla abbandonata per stare dietro Enzo per questo lei sta cercando una nuova amicizia in Asuka. Tra le due c’è un tentativo di inciucio nel momento in cui Alexa tenta di dire alla Jax che Asuka gli ha detto una cosa non bella su di lei. Allora Nia gli chiede di sapere cosa ma la Bliss decide che non è il caso di mettere le parole della Nipponica di dominio pubblico e gliele spiffera all’orecchio. La Nia va vià contrariata.

Asuka entra in scena per il suo puntuale squash match ma viene attaccata prima del match alle spalle da Nia Jax mentre era intenta a smascherarsi.

Prima del Main Event i tre al tavolo di commento ci fanno un recap su cosa è al momento programmato per WWE Royal Rumble, compreso il torneo per l’assegnazione al titolo degli Stati Uniti.

Torniamo dalla pubblicità pronti per il Main Event, non prima di vedere una grafica che annuncia Asuka vs Nia Jax per la prossima settimana.

Entrano per primi sul ring quelli del Club. Finn Balor entra nel ring con la sua giacchetta figa e seguito dagli amici (come ci ricordano anche alcune foto di vecchia data del trio) Gallows e Anderson.

Main Event Match 6: Intercontinetal Champion Roman Reigns and Tag Team Champion Seth Rollins and Jason Jordan vs Finn Balor, Luke Gallows and Karl Anderson (3 / 5)

Match che ovviamente all’inizio ha una lunga fase di studio da parte dei sei uomini, prima della pausa pubblicitaria però i tre campioni fanno piazza pulita del ring con Jordan che se gode il momento con gli altri due che lo guardano un pò stranito. Tornati dalla pausa Roman Reigns è in mezzo al ring è subisce la continua offensiva dei tre opponenti. Dopo altri minuti di sofferenza Roman riesce a liberarsi dell’avversario e a dare il tag a Seth Rollins che indemoniato fa piazza pulita del ring effettuando anche un Suicide Dive verso Gallows e Balor fuori dal ring. Tentativo di schienamento dopo un Frontal Suplex di Rollins che non arriva al conto di 3. Anderson in difficoltà viene aiutato da Gallows che però viene rispedito indietro da Jason Jordan. Nella confusione Karl Anderson riesce a connettere una Spinebuster con risultato un inutile contro di 2. I due rimangono a terra con i proprio compagni che su i rispettivi lati tentanto di incoraggiarli. Ma Rollins comunque non riesce a dare il Tag a Jordan steso da Gallows. L’Architetto del Ring riesce comunque a respingere l’offensiva di Finn Balor e a dare il cambio al Big Dog, ma tutto viene reso vano da un’inutile interferenza di Jason Jordan che distrae l’arbitro. Rollins è quindi constretto a tornare nel quadrato e a beccarsi la Magic Killer con Reigns che non ci sta. Prima protesta con l’Arbitro dicendogli che c’è stato il Tag poi prende e atterra il duo del Club con dei ganci. A questo punto  ha la buona idea di chiedere a Jason Jordan che diavola combina preso quasi da isteria. Non ha tempo di distrarsi perché viene portato fuori ring proprio da Gallows e Anderson che vengono però stesi dai suoi Superman Punch. Nel ring Jason cerca di risollevare Rollins ma così facendo da via libera all’attacco di Balor con un Dropkick frontale verso il paletto. Gioco da ragazzi per l’irlandese a quel punto mettere fuori gioco Jordan, Coupe de Grace su Rollins e 1,2 e 3!

Vincitori: Finn Balor, Luke Gallows e Karl Anderson.

Il Balor Club batte i 2/3 dello SHIELD più Jordan! Festeggiamenti senza che ci sia un domani per i vincitori.Nel frattempo un incredulo Roman Reigns cerca di capire se è un brutto sogno o è successo davvero ciò che ha visto. Il Big Dog a questo punto giustamente se la prende con Jason che sembra voler cercare conforto da Seth Rollins dolorante e incazzato. THE MIZ! THE MIZ! Il Magnifico e il suo entourage colpiscono il trio perdente concentrandosi soprattutto sull’Intercontinental Champion Roman Reigns. Skull Crushin Finale sul samoano. Il Pubblico gli chiede in coro “One More Time” e lui li accontenta con la Triple Powerbomb della Giustizia. Tra il magnifico e i suoi scagnozzi al capezzale di un Reigns distrutto e tra gli “Yes!” e “One More Time” del pubblico si chiude questa puntata di Monday Night Raw.

OFFICIAL RESULTS:

Match 1: Bayley e Sasha Banks sconfiggono Mandy Rose e Sonya Deville
Match 2: Woken Matt Hardy ha vinto su Curt Hawkins
Match 3: Cendric Alexander vince per count out su Enzo Amore che però resta Cruiserweight Champion
Match 4: Titus O’Neil e Apollo Crews battono i The Bar via Roll Up
Match 5: Samoe Joe sottomette Rhyno alla sua Coquina Clutch
Match 6: Il Balor Club sconfigge Roman Reigns, Seth Rollins e Jason Jordan.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6.0
Qualità dei promo
6.5
Evoluzione delle storyline
6.5
FONTEzonawrestling.net
Leafar Attila
La passione per la WWE è alla pari a quella per il Napoli. Vive alla giornata non si preoccupa dei problemi, sono i problemi che si preoccupano di lui. AJ Styles, Kevin Owens, HBK, Eddie Guerrero e CM Punk i Wrestler preferiti. Blindmark di Daniel Bryan, YES! YES! YES!