Buon salve, lettori di Zona Wrestling. Alla tastiera Tenshi Neko, pronto per analizzare quest’ultima puntata di Monday Night Raw prima di WWE Roadblock:End of the line (che d’ora in poi verrà chiamato solo Roadblock per comodità mia e vostra).

Iniziano la puntata nientemeno che i membri del New Day, visto che sarà proprio il Triple Treath per i WWE Raw Tag Team Championship ad aprire la serata. Il trio dei positivi, in caso di vittoria, otterrà un posto nella leggenda, dato che questo loro secondo regno diverrà il più longevo nella storia della federazione di Stanford, battendo un record che i Demolition detenevano da oltre un ventennio. Xavier ringrazia tutti coloro che li hanno supportati, comprando le loro magliette e cantando “New Day Rocks”. Se la suonano e se la cantano per alcuni minuti, condendo i propri discorsi con più o meno una decina delle loro catchphrase, come al solito. Mentre entrano i loro avversari, scopriamo che il trio, in barba alla scaramanzia, ha già iniziato i preparativi per la festa di raggiungimento del record.

-Match 1 Triple Treath Match WWE Raw Tag Team Championship on the line: Sheamus & Cesaro vs Luke Gallows & Karl Anderson vs The New Day w/Xavier Woods (3 / 5)

Fase iniziale molto godibile, con tutti i team che mostrano le proprie abilità e la propria alchimia, alternando mosse tipiche ad attacchi combinati molto efficaci. I positivi sono in chiara difficoltà contro gli ex Club, che trattano Kofi come uno straccio per la polvere, fino al Missile dropkick che gli permette di avere respiro. Sheamus si prende il tag e, dopo aver curiosamente acceso la folla coi suoi tamburi da guerra su Gallows, sembra in dominio totale, fino all’intervento combinato di entrambi gli ex Club, che riescono quasi a ottenere la vittoria. Cesaro, dopo aver ottenuto il tag, inizia un’offensiva a dir poco entusiasmante, tra 619, Uppercut e Giant Swing. Riesce a imprigionare Anderson nella Sharpshooter, ma Xavier si intromette. Nulla sembra comunque poter fermare gli europei, che sembrano dominare incontrastati, ma il loro dramma si consuma in pochi secondi: Kofi esegue un Trouble in Paradise outta nowhere su Sheamus e, mentre Big E bloccava Cesaro che tentava di salvare il compagno di team, lo schiena e ottiene la vittoria. Un match un po’ corto, per quel che doveva rappresentare, e strana l’idea di far schienare proprio i loro più papabili successori, ma il match è comunque di buon livello.

Vincono & still WWE Raw Tag Team Champions: The New Day

Ci troviamo subito nel bel mezzo del party in onore del trio dei positivi, ovviamente gasatissimi, con Stephanie McMahon che fa partire addirittura un brindisi. Tutti felici, tutti entusiasti… fino a quando Kofi e Xavier non hanno la pessima idea di tirare fuori due bottiglie di Champagne, infradiciando la stessa Stephanie dalla testa ai piedi. La moglie di Triple H si incazza ovviamente come una iena ed esce dalla stanza buttando all’aria una tinozza di BootyO’s. Per prima cosa, in America quelle come lei vengono definite “Party pooper”, e in secondo luogo non sono convinto che fosse in programma che Byron si mettesse a ridere subito dopo (Byron corpsing? Send the man! cit. Botchamania).

Dopo un recap della storyline in corso tra Zayn, Strowman e Mick Foley, ci viene mostrato un tweet di Sami, che ormai vede come una questione di principio il match contro Braun. Quest’ultimo, incurante della cosa, entra sul ring, pronto per il suo incontro con… Curtis Axel? Wow: non sapevo nemmeno che fosse ancora vivo.

Prima di questo “spettacolo” una Stephanie ancora fradicia viene raggiunta da Kevin Owens che, per arruffianarsela, afferma che il New Day non merita i titoli e che lui ha un idea che potrebbe piacerle. Stephanie gli risponde che ascolterà la sua idea… dopo essersi pulita.

-Match 2: Braun Strowman vs Curtis Axel   (1 / 5)

Il buon Curtis ci ha pure provato a imbastire un’offensiva, ma viene massacrato in pochi secondi.

Vincitore: Braun Strowman

Mentre è ancora sul ring, Strowman viene intervistato da Byron Saxton, che gli chiede cosa vuol rispondere a Sami Zayn. L’ex membro della Family, dopo aver imposto a Byron di congratularsi con lui per la vittoria, afferma che Sami, come Axel, è soltanto un fastidio e che Foley dovrà proteggere Zayn più che può.

Mentre Braun esce dal ring, scopriamo che Mick ha assistito all’intera scena. Sami lo raggiunge, pieno di rabbia e frustrazione, chiedendogli di nuovo un 1vs1 contro Strowman. Mick non è intenzionato a concederglielo e questo accentua la rabbia dell’Underdog, che dichiara di non aver bisogno di qualcuno che lo salvi, come non l’aveva Foley quando scalava la gabbia dell’Hell in a Cell. Mick, dopo aver detto che a volte desidera che qualcuno lo abbia fermato a quei tempi, afferma che Strowman potrebbe terminare la carriera di Sami. Quest’ultimo la prende ancora più male, perché ritiene che il suo eroe d’infanzia non creda in lui, e arriva a dire, se è così, che forse è il caso che se ne vada da Raw. Foley, visibilmente irritato, afferma senza esitazioni che chiamerà Daniel Bryan per stabilire un accordo di scambio.

Momento cruiserweight, con Ariya Daivari che affronterà questa settimana Lince Dorado.

-Match 3: Ariya Daivari vs Lince Dorado (1 / 5)

Lince punta tutto sull’agilità, mentre Daivari la butta sul fisico. Quasi subito però arriva Jack Gallagher con un microfono, visto che, da vero gentiluomo, deve annunciare la sua intenzione di interferire durante l’incontro (geniale). Dopo aver affermato che Daivari è un “farabutto” (col pubblico deliziato dalla parola), i due si affrontano. Questo dovrebbe portare alla vittoria per squalifica di Ariya, ma pare invece che si sia trattato di un no contest. Il tutto si conclude con il pakistano buttato fuori dal ring dall’inglese con una singola testata. C’è da dire che il pubblico ha apprezzato questa rottura della monotonia.

Vincitore: No contest

Dopo la riproposizione dell’inquietante segmento in cui Stone Cold ha cantato “Kumbaya” a Vince McMahon, entra Seth Rollins, pronto per ospitare nel suo “Rollins Report” il WWE Universal Champion Kevin Owens (che, tanto per dire, tra i due è l’unico che ha esperienza di come si conduce uno show). Senza tante cerimonie, Rollins afferma di volere Triple H, che la miglior via per ottenerlo è battere Owens in un incontro per il titolo e che, per farlo, dovrà prima battere Jericho. Vuol sapere quindi se avrà a che fare solo con ques’ultimo o anche con Owens. Kevin, chiamato in causa, si presenta sullo stage, ma subito dopo ritorna dietro le quinte. Al ritorno ha in mano una sedia, che piazza sullo stage tutto contento. Non vuole salire sul ring, visto che, a suo dire, non gliene può fregare di meno del “Rollins Report” (più che giusto) e che ha un annuncio da fare. Seth lo interrompe chiedendo di come stà la sua amicizia con Jericho (déjà vu?). Owens ritiene che vada tutto bene. Talmente bene che i due, grazie al lavoro di Kevin, hanno ottenuto da Stephanie McMahon una title shot per i WWE Raw Tag Team Championship, che quindi verranno nuovamente difesi dal New Day nel main event di quella stessa sera. Jericho arriva sullo stage, dando del pazzo a Owens. Quest’ultimo si scusa per quanto accaduto la settimana scorsa, afferma che quel che è fatto è fatto e dice che dovranno lavorare insieme per vincere i titoli. Rollins cerca di seminare zizzania tra i due, affermando che Owens lo cerca di controllare. Chris rispolvera lo Stupid Idiot e minaccia Seth, che lo invita a salire sul ring. Y2J sembra volerlo mettere sulla lista, ma si ferma poco prima, perché ha intenzione di mettere Rollins in un’altra lista… quella dei disabili. Jericho si avvia, con Owens che lo segue da presso. La superiorità numerica si fa da subito sentire e Seth si trova in netta difficoltà, fino all’arrivo del supereroe Roman Reigns. Lui e Rollins scacciano i canadesi, con Chris che è stato a un passo dal subire un altro Pedigree da Seth, prima di essere salvato all’ultimo da Kevin.

Dopo che Michael Cole ha affermato che l’Iron Man Match tra Sasha e Charlotte di Roadblock avrà un “look speciale” (che vorrà mai dire?), vediamo Rich Swann intervistato da Charly Caruso. Il WWE Cruiserweight champion viene quasi subito raggiunto da The Brian Kendrick e TJ Perkins. Rich è bravo sul ring quanto irritante al microfono, Brian non si rassegna alla sconfitta e Perkins è il peggio vestito tra i tre (ed è tutto dire).

-Match 4: Tj Perkins vs The Brian Kendrick (2 / 5)

Il match non ha un senso, essendo già ufficiale il Triple Treath di Roadblock, in cui entrambi affronteranno Swann per il WWE Cruiserweight Championship. Questo, unito al fatto che fanno incontri 1vs1 da una vita, porta la voglia di vederli ai minimi storici, per quanto siano bravi. Il match sembra proprio quello tra due che non hanno più nulla da raccontare: un iniziale equilibrio, Kendrick ottiene il controllo, ma quasi subito TJP recupera terreno a forza di Dropkick. I due si ribattono colpo su colpo, fino a quando Kendrick non sbatte la testa di TJP contro il turnbuckle per poi finirlo con la Shiranui, ottenendo così la vittoria. Non dare stipulazioni speciali ai cruiser potrebbe essere la loro condanna a morte.

Vincitore: The Brian Kendrick

Nel backstage Reigns e Rollins camminano fianco a fianco senza problemi, dimentichi di anni di faida, ma vengono subito raggiunti da Mick Foley, impressionato dal gioco di squadra mostrato dai due. Gli ex Shield non sembrano impressionati, visto che si dichiarano concentrati, rispettivamente, sul WWE Universal Championsip e su Triple H. Foley da quell’orecchio non ci sente (capita? Orecchio… Non ci sente… Capita?) e decide dal nulla di dare anche a loro una title shot per i titoli di coppia, inserendoli nel main event della serata, che viene trasformato quindi in un altro Triple Threat Tag Team Match… così.

Dopo un video molto buono, utile per ricapitolare la rivalità tra Sasha Banks e Charlotte e per pompare il loro Iron Man match femminile a Roadblock, Bayley abbraccia gente a caso nel backstage prima del suo incontro.

-Match 5: Bayley vs Alicia Fox  (1 / 5)

Il match è partito perché la Fox ha rotto un orsacchiotto a Bayley per, credo, gelosia. Tra un piccolo botch iniziale e mosse non meglio identificate da parte di entrambe, il match ha lo stesso identico copione della scorsa settimana: dominio della Fox interrotto dalla Bayley to Belly della Hugger, che batte nuovamente la sclerata.

Vincitrice: Bayley

Dopo la pubblicità entrano sul ring Rusev e Lana. Dopo i prevedibili “USA, USA”, il Bulgarian Brute afferma che la G di “Certified G” significa Garbage (spazzatura). Seguono cori per Enzo Amore, a cui il vero eroe americano risponde affermando che lui l’ha già distrutto settimana scorsa. Inoltre aggiunge che, se il pubblico vuole, mostrerà ciò che è successo dopo la fine del segmento con Lana (chiara allusione sessuale). Il pubblico ovviamente vuole vedere, ma il video si rivela un banalissimo recap, con il bulgaro e la consorte che se la ridono di gusto. Dopo alcune offese a caso di Lana ai fan e a Enzo, arriva Big Cass. Questi ci tiene a dirci che Enzo è stato praticamente distrutto, ma che tornerà. Dopo aver detto che Enzo è stato solo colto con le braghe calate, il Cassone attacca il bulgaro e scatta la rissa, dalla quale ne esce vincitore.

Nel frattempo Kevin Owens cerca di caricare negli spogliatoi Chris Jericho in vista del loro match, ma Y2J non si fa coinvolgere. Nel frattempo Sami Zayn cammina preoccupato nel backstage, in vista di quello che potrebbe essere il suo ultimo match a Raw. In teoria stasera avrebbe dovuto debuttare Emmalina, ma, probabilmente per altri problemi fisici, non sarà così.

-Match 6: Sami Zayn vs Jinder Mahal (1 / 5)

Partenza decisamente aggressiva dell’Underdog, con Jinder che riesce con una manovra scorretta a prendere il controllo del match, fino alla prevedibile clothesline del candese, seguita dall’Exploder Suplex e dall’Helluva Kick che pone fine all’incontro.

Vincitore: Sami Zayn

Subito dopo arriva Mick Foley, che afferma di aver parlato con Daniel Bryan e che Sami Zayn verrà scambiato per un performer di egual valore… Eva Marie (geniale). Sami la prende ovviamente male e, dopo aver detto che ne vale 1000 di Eva Marie, afferma che gli fa esplodere il cervello che Foley si ostini a non capire: lui vuole solo che Mick gli dia Strowman, in un modo o nell’altro. L’Hardcore Legend gli chiede allora di ricordare la rabbia che prova e di duplicarla, perché ne avrà bisogno domenica a Roadblock, quando affronterà Braun. Sami è chiaramente stupefatto, ma Foley non ha ancora finito. Afferma infatti che non c’è mai stata una trattativa con Smackdown, perché non scambierebbe Sami con nessuno. Lui crede in Zayn, lo ha sempre fatto, ma aveva bisogno di sapere se l’anima di un bravo ragazzo come lui avrebbe potuto sopravvivere a un mostro come quello che affronterà. L’atteggiamento risoluto di Zayn ha risposto per lui. Se l’ultima volta Sami ha perso in due minuti contro Braun, Mick adesso decide di concedergliene 10, per dimostrare a tutti quelli che non credono in lui quanto si stiano sbagliando. Foley lascia il ring, con uno Zayn davvero commosso per le parole spese nei suoi confronti.

Ma non c’è tempo per asciugarsi i lacrimoni, perché è il momento del main event.

-Match 7 WWE Raw Tag Team Championship on the line: WWE Raw Tag team Champion The New Day w/Kofi Kingston vs Chris Jericho & WWE Universal Champion Kevin Owens vs Seth Rollins & WWE United States Champion Roman Reigns (4 / 5)

La prima parte vede nuovamente il New Day patire non poco i rivali, che conciano male il povero Big E, tra Big Boot e Senton. Il Grande Ettore riesce a reagire con una Double Clothesline e Xavier Woods, in barba alla logica, domina il campione universale, fino a quando non viene distratto da Jericho. I JeriKO tentano un double superplex su Woods e Rollins, ma intervengono Big E e Roman Reigns, che trasformano la mossa in una doppia Tower of Doom. Dopo la pubblicità troviamo Kevin Owens che ha intrappolato saldamente Woods nella sua Headlock. Tenta la Senton ma, distratto da Reings, fallisce. Entrano quindi Big E e Jericho, con Ettore che esegue le sue mosse caratteristiche su Y2J, fino a quando non si becca il tag a tradimento da Rollins, che butta fuori sia lui che Chris, per poi eseguire in rapida successione due Suicide Dive, a cui segue una Springboard Knee su Y2J. Entra Reigns, che fallisce la Spear su Jericho, ma riesce poi a convertire la Codebreake del rivale in una Powerbomb che lo porta vicino alla vittoria. Reigns colpisce poi Owens col Superman Punch, rischiando però di farsi gabbare dal Roll Up di Jericho. A quel punto è Woods ad andare vicino alla vittoria, riuscendo quasi a schienare Roman dopo il suo Springboard Elbow. Rollins sale sulla terza corda, ma Jericho lo butta giù dal paletto, e Owens completa l’opera eseguendo su Seth la Cannonball. Jericho si avvicina alla vittoria schienando Xavier dopo un Lion Moonsault e imprigionandolo poi nella Walls of Jericho, ma in entrambi i casi il detentore dei titoli di coppia evita la sconfitta. Interviene allora Owens che, dopo aver stordito Woods col Superkick, permette a Y2J di eseguire la Codebreaker. Il 9 volte campione intercontinentale va per lo schienamento, che viene spezzato a sorpresa da Kevin Owens stesso, scagliato contro il compagno di team da Seth Rollins. Chris è una furia e Owens tenta inutilmente di calmarlo. Seth lancia Chris contro Kevin, che viene buttato fuori dal ring, per poi eseguire su Y2J il Pedigree. Seth non ha il tempo di schienare il rivale che viene trascinato fuori dal ring da Big E, mentre Woods riesce a mettere un braccio sopra a Jericho, ottenendo in questo modo la vittoria. Match molto buono, con alcuni spot d’impatto, delle ottime sequenze e un finale al cardiopalma. Paga un po’ la gestione, in certi casi simili all’opener, ma resta un incontro di ottima fattura.

Vincitori & still tag team champion: The New Day

Il New Day esce festante ma la serata non si è ancora conclusa. Kevin Owens si avvicina al suo amico per chiedere e dare spiegazioni. I due litigano e volano parole grosse. A un certo punto si avverte il segnale che Roman Reigns vuole fare qualcosa: infatti il buuuuuuuuu della folla ci spoilera che l’Aquaman della WWE è pronto per la sua Spear alle spalle dei due ex amici. Kevin, distratto, se la prende in pieno, mentre Jericho si allontana. Reigns allora pensa bene di alzare assieme alla sua cintura anche il titolo universale, beccandosi una salva di fischi tale da bastare per un’intera carriera da heel. Su queste immagini, degne del sogno erotico più malato di Vince McMahon, termina la puntata di Raw.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7
Qualità dei promo
6
Evoluzione delle storyline
5,5
Tenshi Neko
Nato nel bresciano, fin da piccolo fan della WWE e tifoso dell'Inter (lo so: le ho proprio tutte), nonostante sia fresco di reclutamento, il mio compito principale per Zona Wrestling è quello di analizzare le puntate di Raw. La gioia. Dei wrestler attuali della WWE, sono un blind mark di Bray Wyatt (per il potenziale), Kevin Owens, Aj Styles e Big Show (il perché di quest'ultimo è un mistero anche per me).