Welcome Everybody! Siamo ad un nuovo inizio. Oggi inizia ufficialmente per la WWE la Road to Summerslam. Il 2° evento più importante dell’anno della Federazione di Stamford. Siamo a Buffalo nello stato di New York alla Keybank Arena. #StayAttila

Veniamo accolti nell’arena da Micheal Cole, Corey Graves, Jonhatan Coachman e dal suono di musica da spirito Olimpico, Kurt Angle è locato già sul ring.

Prima di tutto Kurt ringrazia ogni Superstar di Raw che ha preso parte la notte prima ad Extreme Rules, ma ora è li per parlare di Brock Lesnar, del titolo Universale e dell’annuncio fatto la sera prima. Ossia se Lesnar si rifiutasse ancora una volta di difendere il titolo, verrà privato di esso. Ma ecco che il ‘Grosso, Grasso, Avvocato Ebreo’ di Brock si palesa sullo stage. Quel Burlone di Heyman ci fa quasi credere che Lesnar stia per palesarsi nell’arena, ma non è così. Angle sembra allora pronto a fare ciò che è in suo potere e dovere, ma Heyman, con scatto felino, lo raggiunge sul ring per farlo desistere dal strappare il titolo a the Beast. Heyman inizia un discorso contorto su come Lesnar ama così tanto la WWE di voler, la prossima volta che entrerà in un ottagono UFC, farlo da campione Universale. Ma Heyman concede ad Angle la possibilità che Lesnar possa difendere il titolo a Summerslam, andrebbe solo trovato uno sfidante all’altezza.

Ed ecco che nell’arena si ode la musica di colui che ha sconfitto pulito Roman Reigns la sera prima. Si, avete capito bene, c’è qualcuno che ha sconfitto pulito Roman Reigns la sera prima. Che ci crediate o meno, Bobby Lashley si presenta sul ring. Tartufone mette subito in chiaro che quando è tornato a Stamford aveva due obiettivi, il primo battere Roman Reigns, il secondo diventare Universal Champion. Finito di dire ciò, viene interrotto da Drew McIntyre senza Ziggler in questo momento. Con Angle che non so perché, lo guarda scendere dalla rampa sorridendo manco fosse il suo sogno erotico il buon Drew. In ogni caso Drew si candida anche lui a sfidare Brock per il titolo a Summerslam.

E secondo voi in tutto ciò non arrivava pure qualcun altro a reclamare una possibilità? No, non Roman Reigns, ma bensì Seth Rollins. Seth (Giustamente a mio avviso) dice che lui è pronto per sfidare Lesnar. OH MY GOD!! Delle note di chitarra interrompono Rollins. Elias! Elias! Il nostro amato Drifter si palesa sullo stage e avanza la sua candidatura per sfidare Brock Lesnar a Summerslam. (PS: Ma che cos’è? Manco alle elezioni politiche del 1992 in Italia c’erano tanti candidati). Ovviamente poi arriva anche Balor, preceduto dal suo sorriso, a candidarsi per Summerslam, visto che è stato il primo Campione Universale della storia. Abbiamo finito? Macchè! Arriva Roman Reigns a distruggere le speranze di tutti noi di non vederlo lottare per il titolo a Summerslam. In ogni caso ‘The Big Dog’ dice che a lui fottesega di Lesnar, del titolo o di Summerslam, vuole solo combattere con qualcuno stasera. A questo punto Angle annuncia due Triple Threat match per stasera, i vincitori si sfideranno settimana prossima per determinare chi affronterà Lesnar nel Main Event di WWE Summerslam per lo Universal Title. (Se state in silenzio, già sapete che potete sentire un UUUUUUAAAAAA prepotente che vi sta dicendo ‘Estoy aquì’ manco fosse CR7). In ogni caso il primo dei due TTM vede contrapposti Elias vs Rollins vs Lashley. L’altro invece vedrà Balor vs McIntyre vs Reigns. Pubblicità.

Dal ritorno dalla reclame, troviamo Baron Corbin che chiede spiegazioni ad Angle sul fatto che lui non è stato inserito nei match valevoli a sfidare Lesnar. La risposta di Kurt è un glaciale, quanto travolgente: “Non lo meritavi”.

MATCH 1: #1 Contender for Universal Title Triple Threat match; Finn Balor vs Roman Reigns vs Drew McIntyre (3 / 5)

Il match inizia in maniera molto veloce, tanto che troviamo già nelle fasi iniziali un Balor che vola da sopra alla 3° corda fuori dal ring per mandare giù i suoi due avversari. Lo scontro tra Drew e Roman invece è per la maggior parte molto fisico. Onestamente la parte del Leone in questo match la fa l’ex membro dei 3MB. Dopo una Neckbreaker su Reigns prova anche a schienarlo ma non arriva oltre il 2. Il match si riaccende quando Balor inizia a correre, visto che per lunghi tratti è stato molto lento. Finn riesce a tenere sotto controllo perfino Reigns. Finn vuole riportare Reigns sul ring ma McIntyre volta dalla terza corda e stende entrambi in giravolta.

Dal tutto però chi riesce ad uscirne meglio e Finn Balor. L’Irlandese porta Reigns sul ring, spinto dal pubblico, dove prima lo colpisce con un doppio Stomp e poi vorrebbe prepararsi la strada alla Coupe de Grace. Ma McIntyre con una sedia lo mette K.O., colpendolo quando Balor era in cima all’angolo. Quindi McIntyre prova ad usare la sedia su Roman che riesce a reagire. Roman carica il Superman Punch, pronto a demolire qualsiasi cosa, ma Drew ribalta tutto con una Spinebuster. McIntyre però subisce il ritorno di Balor con la sedia di acciaio. Dopo aver messo fuorigioco Drew, da sediate anche a Roman. Alla vista di un Reigns colpito da una sedia, il pubblico di Buffalo viene preso da una serie di orgasmi multipli Sasha Grey spostate. Slingbade di Balor, che va ancora per colpire Reigns che dal nulla esce il Superman Punch, 1-2-Kick Out! Balor salva capre e cavoli.

Reigns chiama quindi la Spear, ma è vittima del ritorno di Balor che va per la Coupe De Grace. Assegno la finisher di Balor, 1-2-Kick Out! Drew McIntyre interrompe il conteggio dell’arbitro, tirando Balor fuori dal ring. Drew riesce poi a colpire Balor, ma subisce il Superman Punch da Reings. Per Roman è un gioco facile colpire Balor con la Spear, 1-2-3! Vabbè inizio ad avere paura.

Winner: Roman Reigns

Andiamo nell’ufficio di Kurt Angle, dove ad attenderlo c’è Bayley. Kurt chiede a Bayley come mai Sasha Banks è rintanata nel suo spogliatoio e poi come è andata la seduta col dott. Shelby. Bayley dice che non ha funzionato, non c’è modo che loro due possano tornare a lavorare insieme. Angle allora avverte che stasera lotteranno insieme contro Alicia Fox e Dana Brooke e che se non andranno d’accordo forse è il caso che una delle due venga mandata a Smackdown.

Prima della pubblicità vediamo Ziggler intento a farsi lucidare il titolo da un inserviente nel Backstage.

Ziggler arriva poi sul ring, ricorda ciò che ha fatto la sera prima ad Extreme Rules. Poi avverte Robert Downey jr. di fare le valigie, perché ora è lui Iron Man. Dolph si bea sul fatto che dopo 17 anni la difesa del titolo Intercontinentale è stato il Main Event di uno Special Event, sicuramente non per merito di Seth Rollins (Povero WWE Title). Rollins però ha il rispetto di Ziggler per quello che ha fatto per rendere il titolo glorioso, anche se lo ha battuto 5 volte. Qualcuno ha detto ‘Glorioso’? Ecco che arriva Bobby Roode. Roode ricorda a Ziggler che ora non sarebbe li a vantarsi se non fosse stato per McIntyre. A questo punto Dolph gli chiede come è stato guardare lo Show dagli spogliatoi la sera prima? Roode risponde che è stato uno schifo, per questo chiede un match, valido per il titolo, contro di lui questa sera.

Ziggler accetta, ma il match non sarà valido per il titolo.

MATCH 2: Intercontinental Champion Dolph Ziggler vs Bobby Roode (3 / 5)

Match che inizia con delle prese tecniche al tappeto. Ovvero Ziggler tiene per la testa Roode giù. Bobby riesce ad alzarsi e il match prende velocità. Ziggler corre da un lato all’altro del quadrato, prima di essere messo al tappeto con una Sleeperhold dal glorioso Roode. In ogni caso i due si scambiano i ruoli spesso e volentieri, senza risultare mai noiosi. Roode riesce a prendersi un piccolo vantaggio, spostando l’azione fuori dal ring. Ma quando rimanda Dolph sul ring, subisce  un Dropkick.

Nel frattempo Micheal Cole dal tavolo degli amici del commento, ricorda che oramai sono 15 anni che Ziggler fa parte della grande famiglia WWE. Certo all’epoca della Spirti Squad, chi avrebbe mai scommesso che Ziggler sarebbe diventato il wrestler che poi è stato. Comunque nonostante tutto, durante una fase statica del match, ma mai noiosa, si va in pubblicità.

Torniamo dalla pubblicità con un Bobby Roode in controllo del match, crede nella vittoria che gli aprirebbe la strada ad un futuro match titolare. Blockbuster dalla 2° corda per il glorioso che poi tenta la carta della Glorius DDT, ma Ziggler reagisce. Scambio di Roll Up fra i due. Roode ci riprova per la Glorius DDT, ma Dolph ribalta tutto con la Zig Zag, 1-2-Kick Out per Roode. Ziggler chiama allora un Superkick dall’angolo omaggiando Shawn Micheals, ma subisce la Spinebuster di Roode, 1-2-Kick Out! Tentativo dal paletto di Roode che va a vuoto e atterra male sul ginocchio, Ziggler può quindi colpirlo con un Superkick per l’1-2-3! Vincente.

Winner: Dolph Ziggler

Prima di andare avanti gli amici del commento ci ricordano come è andata a finire poi la questione iniziale della puntata riguardante lo Universal Title.

Cambio di scena, nel Backstage troviamo un Bobby Lashley intento a riscaldarsi. Tartufone ci dice che Brock non teme nessuno, ma solo perché non ha mai trovato nessuno come lui. Tartufone quindi dice che andrà a Summerslam e diventerà Universal Champion.

Cambio di scena, torniamo sul ring per l’attesissimo 3° match di giornata.

MATCH 3:  Tyler Breeze vs Mojo Rawley (2 / 5)

Ad inizio match Cole ci ricorda di come il buon Fandango si stia riprendendo da un infortunio alla spalla. Match caratterizzato da prese statiche al tappeto nelle sue fasi iniziali. Prese tecniche di Mojo su Breeze che continuano e rendono il match al momento un tantino monotono. Tyler prova però a regire mettendola sulla corsa, dove Rawley trova qualche difficoltà.

Mojo però riesce a prendere Tyler e fargli un po’ quel che Catzio gli pare. Rawley si carica Tyler e lo stende con l’Alabama Slam, 1-2-3! Rapido e indolore come piace a noi.

Winner: Mojo Rawley

Cambio di scena, vediamo delle indifferenti Bayley e Sasha che raggiungono insieme il ring dal Backstage. Il prossimo match è il loro. Prima però Pubblicità.

Torniamo sul ring, dove prima Bayley e poi la Banks (che con i capelli lisci sta anche meglio. Ogni tanto esce quel Enzo Miccio che è in me) arrivano sul ring.

MATCH 4: Tag Team match; Sasha Banks & Bayley vs Alicia Fox & Dana Brooke s.v.

Prime fasi del match molto statiche e tecniche, con Bayley e Alicia Fox che però riescono a dare un pizzico di atleticità che non guasta. Bayley viene catapultata fuori dal ring, dove viene attaccate da entrambe le sue avversarie. Sasha non ci sta e corre a salvare Bayley. La vendetta della Banks per il male subito dalla compagna di team e così cruenta che non si accorge che l’arbitro sta contando. Arriva al 10 e suona la campana, il match finisce così.

Winner: Double Count Out

Suonata la campana la Banks torna negli spogliatoi indispettita mentre Bayley si riprende a bordo ring. Andiamo nel Backstage, dove scopriamo che Bayley ha raggiunto Sasha che era già pronta con la valigia ad andarsene. Le due iniziano a parlare, le cose iniziano a prendere una brutta piega e Sasha si sfoga. Alla fine la povera Banks confida, presa quasi da una crisi isterica amorosa, che adora Bayley. L’adora ancora e l’ha sempre adorata. “Ecco, l’ho detto” dice Sasha e se ne va. Ah quel dott. Shelby, ma cosa avrà di così speciale (Emoj occhi a cuoricini).

Cambio di scena, la nostra luce del mattino Reene Young intervista il docile Monster in the Bank Braun Strowman. Reene chiede a Braun se ha dei rimpianti per la sera precedente. Braun dice di avere solo il rimpianto di non aver potuto dare le proprie congratulazioni a Kevin Owens per la vittoria della sera prima, visto che è in una sala di rianimazione in ospedale. Poi la Young chiede a Braun di cosa pensa della situazione Universal Title e se avesse voluto essere inserito in uno dei due TTM della serata. Braun ricorda che non ha bisogno di essere inserito in un match valido come primo sfidante al titolo, lui ha un possibilità di sfidare il campione ogni volta che vuole e mostra la valigetta.

Cambio di scena, andiamo sul ring, per accogliere i nuovi campioni di coppia! Festa patronale in tutto il mondo signori, il B-Team sono i titolari dei Raw Tag Team title!

MATCH 5: Tag Team match; B-Team vs The Ascension (2 / 5)

Contesa cominciata durante la pubblicità. Axel attaca su Konnor e lo fa cadere a terra. Konnor riesce però a reagire e caccia via Axel, ottendo il tag da Viktor. Anche Dallas prova a prendersi il cambio ma non ci riesce. Viktor porta Dallas all’angolo e lo colpisce con una gomitata e poi con una ginocchiata volante dal paletto, provando ad ottenere il pin vincente. Ma viene interrotto da Axel. Konnor colpisce Axel e lo spedisce fuori dal ring. Axel riesce poi a reagire e a permettere a Bo di colpire Viktor e portare a casa la vittoria. Match comunque abbastanza veloce vinto dai campioni in carica.

Winner: B-Team

Bo Dallas e Cortis Axel sono intenti a festeggiare la vittoria con i loro titoli, ma ecco che dal Titantron si palesano gli ex campioni. Matt Woken Hardy e Bray Wyatt consigliano al B-Team di godersi i titoli, perché settimana prossima avranno la loro rinvincità e possono promettergli una cosa, si riprenderanno tutto ciò che è loro.

Prima di andare in pubblicità le immagini e gli amici del commento, ci ricordano cosa è successo ad Extreme Rules intorno al titolo femminile dello Show Rosso.

La campionessa Alexa Bliss e Mickie James sono sul ring. La splendida Dea Alexa Bliss si vanta di come abbia battuto ancora una volta Nia Jax e di come domini e continui a dominare da così tanto tempo la divisione femminile. Alexa può dire ufficialmente di aver battuto l’intera divisione femminile della WWE. Alcuni fan cantano per Ronda Rousey. Alexa afferma che la Rousey dopo Extreme Rules dovrebbe essere sospesa per sempre dalla WWE.  Alexa continua a parlare male di Ronda. Per questo la Rousey in stile Shield compare sulle scalinate dell’arena, tra il pubblico e si dirige verso il ring. Alexa e Mickie provano quindi a salire la rampa e a rifugiarsi negli spogliatoi. Ma Ronda è più astuta di loro e corre ad infrapporsi sulla via che porta allo stage.

Ronda riesce quindi a far sua Mickie, prova a spezzargli il braccio, ma arrivano gli arbitri a fermarla. Mickie appoggiata ad Alexa prova a rientrare sul ring. Ma Ronda non ci sta  e le corre dietro, fa sua Alexa e la riporta nel ring. La Rousey applica quindi la sua Arm-bar su Alexa, ma arriva Kurt a farla ragionare. Alexa scappa via sulla rampa, dove ad attenderla ci sono sia la James che Baron Corbin. Angle fa calmare la Rousey e le dice che tra 2 giorni termina la sospensione a questo punto Corbin adirato dice che dovrebbe essere punita ancora. Angle dice che le allungherà la sospensione di una settimana. Baron adirato non ci sta e dice che chiamerà Stephanie per far allungare la sospensione. Baron però non trova il suo telefono, perché gliel’ha rubato Angle. No vabbè ma che è diventato sto Raw, la 5° Elementare? Fatto sta che Angle annuncia che settimana prossima Ronda sarà sospesa, ma a WWE Summerslam Alexa Bliss difenderà il suo titolo contro l’ex campionessa UFC.

MATCH 6: Tag Team match; The Authors of Pain vs Titus Worlwide (2,5 / 5)

La contessa viene cominciata da Apollo e Akam. Rezar però distrae subito Crews che viene colpito da dietro poi da Akam. Titus prova quindi ad entrare nel ring per difendere l’amico, ma viene messo subito fuori gioco da Akam. Prima facendolo sbattere sul paletto e poi fuori dal ring mettendolo al tappeto. Apollo riesce però a reagire con un Enziguri ed un Dropkick.

Rezar riesce però a prendersi il cambio e a prendere Apollo con una Full Nelson. Akam si riprende il cambio e a colpire Apollo con una mossa di potenza insieme a Rezar. Altro cambio per palleggiarsi un po’ per uno il povero Apollo prima di farla finita con la Last Chapter. 1-2-3.

Winner: Authors of Pain

Cambio di scena dove le i 2/3 della Riott Squad fanno baccano nel Backstage, dove incrociano però la combricola di No Way Jose. E niente le due si avviano poi sul ring dove Sarah Logan avrà un match contro Ember Moon.

MATCH 7: Ember Moon vs Sarah Logan (with Liv Morgan ) (3 / 5)

Match femminile tra due contendenti dal fisico non certo gracile. Il match comincia con prese tecniche al tappeto. Liv in ogni caso prova a dire la sua nel cercare di distrarre Ember quando codesta ha un vantaggio su Sarah Logan. Anche se la sua amica di Team non riesce a capitalizzare gli assist che gli serve la Morgan.

Sarah Logan in ogni caso riesce a tenere a terra Ember con una presa al collo, che la Moon riesce a girarla in uno schienamento, che ottiene solo un 2 però come conteggio. La Logan non molla la prese e tiene a terra Ember che non trova spazio per liberarsi. Ember Moon riesce finalmente a liberarsi grazie ad una distrazione della sua avversaria. Ember riesce finalmente a mandare al tappeto la Logan con un ceffone d’altri tempi.

Quando Ember è in vantaggio viene distratta da Liv Morgan, che non riesce però a pieno nel suo intento. Anzi Ember manda fuori ring Sarah e la colpisce con un Suicide Dive! Ember riporta Sarah sul ring per provare uno schienamento, 1-2-Kick Out, Logan si salva. La Moon sale sul paletto pronta per la sua Eclipse, ma viene ancora una volta distratta dalla bionda dalla lingua puffa. Sarah Logan questa volta ne approfitta a pieno per farla cadere al tappeto e ad ottenere il Pin vincente.

Winner: Sarah Logan

Dopo la pubblicità è tempo di Main Event. Sul ring troviamo Elias che prima del match valevole per qualificarsi ad un ulteriore match che si svolgerà settimana prossima per determinare chi affronterà Brock Lesnar per lo Universal Championship, si esibisce in una sua rappresentazione canora.

MAIN EVENT MATCH 8: : #1 Contender for Universal Title Triple Threat match; Elias vs Seth Rollins vs Bobby Lashley (3,5 / 5)

Il Match inizia appena Tartufone sale sul ring, con Elias che attacca a sorpresa Rollins, mettendolo temporaneamente fuori dai giochi. Lashley si occupa quindi di Elias, mandandolo agevolmente fuori dal ring. Il lavoro viene poi finito da Rollins, che ripresosi sale sul ring per sfidare l’ex ECW Champion.

Rollins abbatte Lashley e lo tiene a terra. Tartufone riesce però a reagire e porta Rollins sulle corde, e nel frattempo rimanda fuori dal ring Elias. Bobby tiene a terra con una presa al collo Rollins, che prova a farlo correre lanciandolo sulle corde per liberarsi. Rollins una volta libero prova addirittura a volare, ma Lashley è bravo da non farsi soprendere. Quando prova a caricarsi Rollins viene però sorpreso da Elias con una ginocchiata in faccia volante. Prima di andare in pubblicità vediamo come dall’ufficio del General Manager, Kurt Angle, Paul Heyman e l’uccello del mala augurio Baron Corbin siano intenti a guardare lo svolgimento del Main Event.

Tornati dalla pubblicità troviamo tutti e 3 i contendenti in mezzo al ring a darsi battaglia. Con Lashley che sembra avere una marcia in più rispetto ai suoi avversari. E proprio Tartufone a farla da mattatore alla contesa, mandando sia Rollins che Elias fuori dal ring. Scende anche lui e viene sorpreso da Rollins, che lo riporta sul ring, dove dopo una mossa dal paletto prova a schienarlo. Ma Elias prende le gambe di Rollins e lo risucchia fuori dal ring. Prova lui a questo punto a schienare Lashley, ma ottiene un misero conto di 2.

Rollins risale sul ring, dove è rimasto solo Elias, visto che Lashley si è divincolato fuori al ring per riprendere fiato. Un Suplex dal paletto di Rollins su Elias non provoca il 3 vincente che sperava Seth. L’architetto del ring allora ci riprova e riporta Elias sul paletto. Il Drifter questa volta non si lascia incantare dalle dolci melodie di Rollins e lo fa cadere al tappeto. Viene però raggiunto da Lashley che vorrebbe colpirlo con un Belly to Belly suplex dalla 3° corda, ma Elias resiste. Arriva Rollins che si carica prima Lashley mandandolo a sbattere con la sua Powerbomb sul paletto dell’angolo opposito e poi va a riprendere Elias prima con un Superplex e poi con un Vertical Suplex, 1-2-Kick Out! Elias si salva. Ma Rollins e sugli scudi, somministra un Suicide Dive ad Elias e poi a Lashley. Torna sul ring per il Curb Stomp su Elias. Rollins è pronto a portarsi la vittoria a casa, va per il conteggio che viene però interrotto dal ritorno di Lashley!

A questo punto rimangono sul ring Rollins e Lashley a darsi battaglia. Che Rollins ragazzi comunque. Tartufone riesce a prendersi un vantaggio e a caricarsi Rollins per il Vertical Suplex, dopodichè carica la Spear, ma Rollins riesce ad evitarla. Colpisce a sua volta Lashley con un Superkick, pronto poi per finirlo col Curb Stomp. Ma Elias di ritorno lo porta fuori dal ring. Il Drifter, che vorrebbe approfittare del vantaggio creatosi da Seth, viene però sorpreso dalla Spear (Boom! Cit.) di Lashley. 1-2-3!! Lashley vince il Main Event e sfiderà Roman Reigns settimana prossima per determinare chi andrà contro Brock Lesnar per il titolo Universale a Summerslam. Ho paura.

Winner: Bobby Lashley

Con un Tartufone festante e un Rollins distrutto, termina questa puntata di Monday Night Raw.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7
Qualità dei promo
6
Evoluzione delle storyline
6.5
FONTEzonawrestling.net
Leafar Attila
La passione per la WWE è alla pari a quella per il Napoli. Vive alla giornata non si preoccupa dei problemi, sono i problemi che si preoccupano di lui. AJ Styles, Kevin Owens, HBK, Eddie Guerrero e CM Punk i Wrestler preferiti. Blindmark di Daniel Bryan, YES! YES! YES!